Visualizzazione post con etichetta Destra. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Destra. Mostra tutti i post

martedì 8 maggio 2018

"Avanti con una destra più forte, nel centrodestra".

(IL MIO PUNTO DI VISTA 
di Fabio Sabbatani Schiuma). 
Vediamo cosa e’ accaduto dalle consultazioni in poi, ossia dalla pantomima di Di Maio, convinto di meritare ciò che non gli spettava e in realtà interessato solo a sfasciare gli altri schieramenti. Il centrodestra, invece, ha tenuto bene. Va dato atto a Salvini di aver messo al primo posto la compattezza dello schieramento. Le sirene di un governo Lega e 5 Stelle non hanno avuto effetto. D'altronde molti degli eletti in Parlamento, compresi quelli leghisti, lo sono stati grazie a elettori, i quali hanno votato per un governo di centrodestra. Non di certo per andarci con altri. Neanche col PD, sia chiaro. Resto dell’idea che un incarico politico a Salvini stesso, sarebbe stato il modo peggiore per bruciarsi. E ovviamente il Quirinale -lo ha detto da subito- non da mandati alla cieca: altrimenti a cosa servirebbero le consultazioni? Come era già stato ampiamente previsto da questa legge elettorale perversa, non c’e’ una maggioranza con i numeri per governare. Ricordiamoci che, al momento, un governo ancora in carica c’e’. Ed e’ quello Gentiloni, ossia di uno schieramento ampiamente sfiduciato dalle urne. E’ prerogativa del Quirinale -nessun colpo di stato come nel 2011- ora provare con un governo, chiamiamolo neutrale, di larghe intese, tecnico, di scopo, a tempo, che di fatto porti avanti l’ordinario, modifichi la legge elettorale e permetta agli Italiani di esprimersi nuovamente al voto, facendo tesoro sulla sostanziale inutilità del voto ai grillini e dei danni riportati con quello a sinistra. Quando? Personalmente, non credo prima di due anni e mezzo. Felice di sbagliarmi in caso contrario. Nel frattempo di cosa da fare ce ne saranno: partecipare attivamente alla ricostruzione un'area di destra autentica, nuova, moderna, dalle radici solide, forte innanzitutto, e non più marginale, dopo i fallimenti di Fini & c., partendo dalle persone, oltre gli schieramenti di partito.

www.studiostampa.com

martedì 24 marzo 2015

Destra: si cerca l'unità, ma le "anime" si dividono.

Fabio Schiuma
Riva Destra, riunione di sabato? Basta ex colonnelli, sì a Salvini. 
(di Aldo Puthod).
(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Riunire la destra? Più facile a dirsi che a farsi. E la recente storia della diaspora nata con la fine di Alleanza Nazionale sta lì a dimostrarlo. E così mentre le iniziative si moltiplicano, le divisioni restano. Capita ad esempio che mentre sabato una parte dell'An che "conta" si ritroverà a Roma, dalle 9.30 al Residence di Ripetta per ragionare, per dirla con Storace, sulla ipotesi di una "Nuova Alleanza Nazionale" (che dovrebbe quindi dialogare con il centrodestra a trazione berlusconiana), domani un altro pezzo di quel partito, con a capo i circoli Riva Destra, paradossalmente i primi nati nel passaggio da Msi ad An, si ritroverà per proseguire il dialogo con la Lega (cominciato con la manifestazione di Salvini a Roma) e pronunciare un definitivo "basta" ai "colonnelli ex An". 
Lo dice chiaramente Fabio Sabbatani Schiuma, segretario di Riva Destra: "Per ricostruire la destra bisogna individuare una nuova classe dirigente, voltare per sempre le amare pagine scritte da Fini e da tutti i suoi colonnelli, nessuno escluso, e dialogare con il Salvini del nuovo corso leghista, che parla chiaro sui problemi reali italiani e ha il coraggio di esporsi su immigrazione ed Europa". Domani il confronto (alle 18.45 nella Sala da Feltre a Trastevere, la stessa che ospitò Salvini insieme a esponenti della destra francese e tedesca prima della manifestazione) vedrà come principale interlocutore il presidente del gruppo al Senato della Lega Nord, Gian Marco Centinaio e il giornalista Pietrangelo Buttafuoco. Sabato invece sarà la volta di volti noti come Isabella Rauti (figlia dello scomparso Pino Rauti e moglie di Gianni Alemanno), tre vicepresidenti, Briguglio, Tatarella e Zacchera, della Fondazione An (quella che detiene sigla, simbolo e il non piccolo patrimonio del partito), ex ministri e personaggi di primo piano che sono "dispersi" tra Forza Italia, Fratelli d'Italia e associazioni e fondazioni assortite: dal già citato leader de La destra, Storace, a Silvano Moffa, da Adolfo Urso e Mario Landolfi, da Roberto Menia a Domenico Nania. Si ritroveranno a discutere, sotto l'egida di una decina di sigle, di "Una destra per la Terza Repubblica: radici storiche, valori fondanti e scelte politiche per una nuova proposta". Nuova tappa della serie di appuntamenti cominciati l'8 febbraio al Cinema Adriano. "Senza una nuova destra che raccolga l'eredità ideale e politica di Alleanza Nazionale per difendere in Europa l'interesse nazionale - afferma Isabella Rauti, portavoce di 'Prima l'Italia' ed esponente del partito di Giorgia Meloni" è impossibile rilanciare un'opposizione credibile in grado di costruire un'alternativa di governo al Pd di Matteo Renzi". La diaspora continua e l'unico elemento comune di questa "sfida" convegnistica è la presenza di un deputato di Forza Italia, Fabrizio Di Stefano, che in assoluta "par condicio" parteciperà ad entrambi gli eventi. 
(ANSA). PH 24-MAR-15 17:17 NNNN

lunedì 7 aprile 2014

Difendiamo l'Italia, Berlusconi: l'Italia torni a essere democrazia, quattro colpi di Stato in 20 anni.


sabato 22 febbraio 2014

Il Forlanini fa acqua Piove dal soffitto sui malati vegetativi.

L’unità riabilitativa d’eccellenza, inaugurata 3 anni fa, cade a pezzi.
Ci sono casi come Eluana Englaro. Ragazzi in coma dopo un incidente automobilistico, o pazienti con minima coscienza che comunicano grazie a un computer. Ma la struttura all’avanguardia che doveva fare scuola in Italia, inaugurata al Forlanini il 2 marzo 2011, alla presenza del presidente della Repubblica Napolitano, fa acqua. Letteralmente piove dal soffitto. «C’è una stanza simbolo che è già la terza volta che si bagna dal controsoffitto in diversi punti e dobbiamo correre via con i pazienti» dice Giacomo Giujusa, rappresentante dell’Associazione dei familiari dei malati ricoverati nell’Unità di cure residenziali intensive (Ucri), l’unico per malati in stato vegetativo e con minima coscienza realizzato in una struttura sanitaria pubblica e oltre a riabilitazione e assistenza garantisce prestazioni specialistiche e diagnostiche. Nell’unità è possibile effettuare la "videoterapia" con proiezione di filmati e immagini legati a momenti significativi della vita del paziente prima del coma (ogni posto letto è dotato di tv lcd con dispositivi multimediali), vi è una palestra per la riabilitazione neuromotoria e spazi dedicati ai familiari. Ma ci sono alcuni «però». Le stanze «scrostate» e che «fanno acqua» continua Giujusa. I promessi 30 posti sono ancora fermi ai «primi 10» letti. Funziona «tutto» ma «solo grazie alla buona volontà». «Abbiamo solo 2 figure bravissime ma senza contratto definitivo». E così i familiari di malati così gravi vivono nell’apprensione di perdere la dottoressa «Gabriella Pellegrino, specializzata in riabilitazione» e «la logopedista, Alessandra Matano, che fa lo svezzamento dalla tracheotomia». Servono «contratti stabili» e «un progetto di riabilitazione di anni». Oggi, i 3 medici che affiancano il primario, Remo Orsetti, «c’è anche il dottor Paolo Consoli» sono in servizio dalle 8 alle 20. «Se c’è un evento improvviso la notte - spiega Orsetti - ci sono i medici di guardia della terapia intensiva».
«Forse fin dall’inizio la struttura meno indicata per l’Ucri era proprio quella del Forlanini, meglio il San Camillo - dice Marco Lelli, segretario aziendale Nursind, il sindacato degli infermieri - Lo dimostra il fatto che le riparazioni hanno solo tamponato falle di una struttura costruita su "fondamenta d'argilla", quindi un grosso elogio a chi si prodiga in un’assistenza così particolare e delicata». Oggi sulla mancanza di risorse umane, Raffaele Piccari, delegato Nursind presenta le richieste alla direzione aziendale. 
«Gli stanziamenti per fare 30 posti letto sono contenuti nella delibera del gennaio 2013: un milione di euro vincolati ma nessun intervento effettuato dalla Regione» dice il consigliere regionale Fabrizio Santori. «Dopo la vergogna dei pronto soccorso della nostra Regione, con malati a terra su materassi e operatori medico-sanitari allo strenuo, tra l’altro già finito in Procura, la scarsa trasparenza nelle nomine a direttori Asl e degli ospedali, ecco la vergogna sui mancati interventi all’Ucri. E - conclude Santori con una domanda - dove sono finiti i 467mila euro per il Pronto Soccorso?».

di Grazia Maria Coletti - Fonte: IL TEMPO

www.studiostampa.com

sabato 25 gennaio 2014

RIVA DESTRA APRE 10 COORDINAMENTI IN 5 REGIONI E UNA SEZIONE PER L'ESTERO

Comunicato Stampa :

"Lavoriamo per destra unita dalla base: servono facce nuove, non vecchi colonnelli".
ROMA, 25 gen - "Da oggi il movimento Riva Destra e' ufficialmente presente anche in Sicilia, Piemonte, Campania, Emilia Romagna, Toscana e con un coordinamento anche per l'estero. I responsabili provinciali sono stati eletti on line all'unanimità dei votanti, che sono stati l'81% degli aventi diritto: la nostra Pagina Facebook ormai raggiunge circa 750.000 persone settimanalmente".
Lo comunica una nota del movimento Riva Destra, "nato nel 1994 come primo circolo di Alleanza Nazionale".
"Lavoriamo - continua la nota - per unire dal basso la destra, dai movimenti di base, di altri militanti come noi, e puntiamo tutto su nuovi volti, su giovani politici, onesti, coraggiosi, leali e capaci, che possano ricostruire sulle macerie: sui territori ce ne sono tanti altri, che non aspettano altro di essere valutati sulla meritocrazia e quindi rafforzati, per ridare con nuove energie una nuova destra all'Italia.
I colonnelli della ex Alleanza Nazionale? - conclude la nota - Non ascoltiamo il canto di queste sirene e della loro minestra ripassata, avariata e andata a male: quando hanno avuto le loro occasioni di governo, si sono dimenticati di essere di destra, non hanno lasciato alcuna traccia positiva, sono stati sonoramente bocciati a ogni rielezione e oggi si scoprono nostalgici della destra? Con loro si torna indietro e male".

Riva Destra comunica "l'elenco dei nuovi coordinatori: Francesca Salvagno (Cuneo), Monica Ricci Garotti (Bologna), Sergio Bruschi (Arezzo), Salvatore Troise (Napoli), Andrea Castellino (Agrigento), Giancarmelo Gangemi (Catania), Elsie Uraken Virzì (Enna), Roberto Macula (Messina), Maurizio La Micela (Ragusa), Francesco Finocchiaro (Siracusa) e Vanda Servidei (sezione Esteri)". 

Sul Sito: www.rivadestra.it  Organigramma e Funzionigramma.

Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com

venerdì 10 gennaio 2014

FONDAZIONE ALLEANZA NAZIONALE:VERSO IL CONGRESSO PER UN PARTITO UNITARIO E PER L'UTILIZZO DEL SIMBOLO DI AN ALLE EUROPEE.

di Adriano Napoli
Giorni fa sono stato a Roma ed ho incontrato la commissione del C.d.A. della Fondazione che ha il compito di selezionare i componenti della segreteria del congresso per la costituzione del nuovo partito unitario e per l'utilizzo del simbolo di AN.
Alle 15,30 di venerdì 3 gennaio 2014 sono stato introdotto nella sala delle riunioni della sede della Fondazione dove c'erano il presidente sen. Mugnai, il vicepresidente, on. Biava, e alcuni componenti del C.d.A. tra cui l'ex presidente on. Lamorte.
A loro ho illustrato alcune proposte sui modi e sui metodi per gestire al meglio questo delicatissimo momento storico della Fondazione e ho chiesto espressamente che vengano attuate senza indugi e senza timori tutte le garanzie di partecipazione e pari dignità che sono stata più volte assicurate negli interventi che tutti i cosidetti "ex colonnelli" hanno fatto durante i lavori dell'assemblea nazionale del 14 dicembre scorso.
Ho ribadito che sarebbe un errore escludere dagli organismi gestionali della Fondazione e del congresso la nostra presenza poiché oltre a rappresentare l'unica organizzazione militante presente nella Fondazione e scollegata dai vertici, noi rappresentiamo anche altri gruppi, singoli e associazioni di ex aennini con i quali da mesi collaboriamo per creare un unico coordinamento nazionale che nei primi giorni di febbraio sarà ufficializzato con un incontro programmatico già fissato a Roma.
In ultimo ho sottolineato che solo attraverso un vero segnale di rinnovamento si puo' sperare di chiamare a raccolta il popolo e gli elettori di AN, che in larga parte non hanno aderito e nemmeno votato per nessuno dei partiti guidati da ex colonnelli e sono dispersi ovunque.
Sono fermamente convinto che questa, sia per la Meloni, per Larussa e per Alemanno l'ultima occasione per recuperare la credibilità perduta e per fare qualcosa di buono e di utile per il rilancio definitivo della destra italiana.
Se sapranno coglierla noi di Destra di Base ci saremo... anche con nostri candidati ...altrimenti i nostri "ex colonnelli" resteranno da soli, a decidere, a gestire...a candidarsi...e... a votarsi.
In attesa di conoscere l'esito dell'incontro, l'impegno per rappresentare e radicare i nostri valori e per organizzare e tutelare i nostri militanti...continua. 
Adriano Napoli - Coordinatore Destra di Base

www.studiostampa.com

martedì 17 dicembre 2013

RINNOVAMENTO A DESTRA !




mercoledì 11 dicembre 2013

SCHIUMA: la Rassegna Stampa di Libero - Aggiornamenti !

Rassegna Stampa - Cliccate QUI !
www.studiostampa.com

FORCONI: SANTORI-RIVA DESTRA, SOLIDARIETÀ E SOSTEGNO A PROTESTE

(AGENPARL) - Roma, 11 dic - "Esprimiamo solidarietà e pieno sostegno alla protesta dei Forconi, nella quale l'unico vessillo che sta emergendo è quello del popolo italiano che si ribella al declino politico, finanziario e morale della propria Nazione”, così dichiarano in una nota congiunta Fabrizio Santori, Fabio Sabbatani Schiuma e Alfio Bosco, rispettivamente Presidente onorario, coordinatore nazionale e portavoce del movimento Riva Destra, facendo seguito a un referendum virtuale indetto via web sulla pagina 'Energia Plurale', che ha registrato il 90% di voti favorevoli all'adesione alla protesta. "Di fronte all'inerzia e all'immobilismo di un governo che ignora la sovranità popolare e che vessa i cittadini su ordine di un'Europa che è sempre più contro i suoi popoli, troviamo non solo sacrosanta, ma di grande rilevanza, la voglia di scendere in piazza degli italiani. Anche oggi in occasione del voto di fiducia all'esecutivo di Letta: noi ci saremo, solo con il tricolore. Perché a differenza di Grillo esprimiamo vicinanza, ma non vogliamo mettere il cappello su una protesta nata spontaneamente e cresciuta grazie all'impegno di comuni cittadini". 

www.studiostampa.com

venerdì 6 dicembre 2013

Slavina a… destra, gran fermento in atto

C’è voglia di destra in Italia, ma non di quella parruccona nata nelle segrete stanze piuttosto che ad opera dei soliti vecchi scarponi che non hanno lasciato un bel ricordo di sé. Il vuoto va colmato ma il rimedio rischia di essere peggiore del male e di affossare definitivamente un’area politica che in Italia è in perfetta controtendenza rispetto a buona parte del mondo civilizzato. È per questo che martedì 3 dicembre i movimenti di base appartenenti all’arcipelago della destra hanno deciso di incontrarsi e cominciare a discutere di federazione, di programmi, di territorio, di network e di strutture organizzative pensate in modo tale da consentire ai gruppi piccoli ma radicati di avere un loro peso politico.
Si tratta (per ora) di Primavera Nazionale, di Riva Destra e di una serie di contenitori nati sul web (tra tutti La Destra 2.0, Energia Plurale, ecc.) con sullo sfondo una serie di dialoghi già avviati con alcuni gruppi attivi nel nord Italia. Partitini di illusi? Spontaneismo dilettantesco ed estremista? Chi pensa una cosa del genere è fuori strada perché si tratta soltanto (si fa per dire) di gente giovane ma navigata che non ci sta a metterci la faccia in operazioni nostalgia buone solo per tentare di dare un calcio alla crisi di poltrone che a destra comincia a farsi sentire con annesso esubero di “personale politico” in cerca di grottesche collocazioni.
C’è nervosismo in quest’area politica ed un gran fermento che portano più d’uno a fare passi azzardati trasmigrando a volte nel partitino di Alfano, a volte nella costituenda Alleanza Nazionale, passando per le varie officine e disperazioni simili. Operazioni che si intrecciano con i fatti di più stretta attualità (la morte del Porcellum), ma anche con i pasticciacci brutti della Fondazione Alleanza Nazionale con annessi strascichi giudiziari che sbattono in faccia a più di un ex colonnello di An la prova provata che si sta tentando di resuscitare un partito (An) che a livello elettorale ha rappresentato il momento più alto mentre a livello politico e morale è forse il simbolo del frangente peggiore della destra italiana.
Fabrizio Santori (Consigliere regionale del Lazio) e Fabio Sabbatani Schiuma (anima della storica Riva Destra) hanno invece convocato un’assemblea tutt'altro che nervosa ed hanno parlato di cose rivoluzionarie (di questi tempi) come valori, programmi, difesa dei cittadini, significato del termine destra in chiave moderna. Consigliamo ai lettori di osservare con curiosità questo fenomeno ed ai politicanti tromboni di evitare risatine perché siamo pronti a scommettere che, prima o poi, a destra ci sarà una qualche slavina: da una parte i vecchi apparati e dall'altra i movimenti che vivono tra la gente, cioè i voti. Potrebbero piovere pernacchie. 

Fonte: L'OPINIONE

www.studiostampa.com

giovedì 5 dicembre 2013

Legge elettorale, bocciato il Porcellum Consulta: "Ora tocca al Parlamento"

Il premio di maggioranza e la mancanza delle preferenze, i due punti più contestati, sono illegittimi. "Il Parlamento - ricorda la Consulta - può sempre approvare nuove leggi elettorali". La sentenza sarà efficace dopo la pubblicazione delle motivazioni.
La Corte Costituzionale ha bocciato il cosiddetto Porcellum. I giudici hanno ritenuto incostituzionali due punti della contestata legge elettorale: il premio di maggioranza e la mancanza delle preferenze. In pratica, per la Corte sono illegittimi sia il premio di maggioranza senza soglia sia le liste bloccate.
Legge elettorale, bocciato il Porcellum Consulta: "Ora tocca al Parlamento". 
"Sentenza efficace dopo pubblicazione" - Le motivazioni del pronunciamento "saranno rese note con la pubblicazione della sentenza, che avrà luogo nelle prossime settimane e dalla quale dipende la decorrenza dei relativi effetti giuridici", ha spiegato la Corte Costituzionale per la quale "resta fermo che il Parlamento può sempre approvare nuove leggi elettorali, secondo le proprie scelte politiche, nel rispetto dei principi costituzionali". 

Fonte: TGCOM24 - Articolo Completo QUI !

www.studiostampa.com

mercoledì 4 dicembre 2013

PARTITI, SANTORI ELETTO PRESIDENTE ONORARIO DI "RIVA DESTRA"

(OMNIROMA) Roma, 04 DIC - «Dare spazio a nuove energie, credibili e coraggiose, federare movimenti di base e pensionare chi a destra ha fallito. A destra serve rinnovamento, con fatti concreti. Occorre dare spazio a energie fresche, a nuovi volti, preparati, credibili e coraggiosi: abbiamo così deciso di conferire, per acclamazione, la carica di Presidente onorario, al consigliere regionale del Lazio, Fabrizio Santori». 
Lo dichiara una nota del movimento Riva Destra, nato nel 1994, come primo circolo di Alleanza Nazionale. «Crediamo - continua la nota - che per ricostruire la destra italiana, siano due le cose da fare: federare i movimenti di base dei militanti e individuare 'dal basso' nuovi leader, lasciare che sia la meritocrazia a farli emergere e sostenerli con tutte le forze. Santori, con i suoi 35 anni e con la sua credibilità ed esperienza conquistate sul campo, per noi rappresenta senz'altro tutto questo. Abbiamo rinunciato - conclude la nota - al richiamo anche simbolico dei colonnelli, poichè crediamo sia ora di pensionare definitivamente chi ha fallito nelle occasioni di governo, dimenticando di essere di destra quando doveva dimostrare la differenza. È tempo, appunto, di rinnovamento». 
«Nella riunione di ieri a Roma - aggiunge infine la nota - sono stati definiti i ruoli di coordinatore nazionale e di portavoce del movimento, rispettivamente Fabio Sabbatani Schiuma, già consigliere comunale di Roma, e Alfio Bosco, e ratificati i 36 componenti del Comitato romano di Riva Destra, che eleggeranno il coordinatore romano, le deleghe e i probi viri». 
red 041330 DIC 13
FINE DISPACCIO

www.studiostampa.com

sabato 16 novembre 2013

RIVA DESTRA: Incontro al Vertice Politico Organizzativo


*** Martedi 26 novembre*** (non è il prossimo ma tra due), dalle 18 alle 20, RIUNIONE 'sulla RIVA DESTRA', allo Sha di via P. Borsieri 7/b (zona piazza Mazzini)

*** Gli interessati lo segnino in agenda poiché saranno importanti le conclusioni da trarre, tutti insieme. 

Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com

sabato 25 maggio 2013

ELEZIONI: ROMA CAPITALE !

Elezioni 26 e 27 maggio: tessere elettorali, liste, candidati, servizi, sala stampa

Elezioni 26 e 27 maggio: tessere elettorali, liste, candidati, servizi, sala stampaRoma, 25 maggio - Domani e lunedì si vota per eleggere il nuovo Sindaco di Roma, la nuova Assemblea Capitolina e gli organi istituzionali dei Municipi (presidenti e consigli municipali). Qui di seguito un riepilogo delle notizie utili per elettori e operatori dell’informazione: come rinnovare le tessere elettorali non più utilizzabili o smarrite; dove trovare gli elenchi completi di liste e candidati; come votare se si hanno difficoltà di movimento o se si risiede all’estero. Infine, cosa offre la sala stampa allestita da sabato 25 in Campidoglio per i giornalisti che di là seguiranno l’andamento delle consultazioni. Ecco intanto come rinnovare la tessera elettorale: per ottenere una nuova tessera bisogna recarsi presso lo sportello anagrafico del proprio Municipio e mostrare la vecchia tessera, nel caso in cui abbia esaurito le caselle per i timbri, e un proprio documento d’identità valido. Stessa modalità se la tessera è deteriorata. In caso di furto o smarrimento la denuncia si può fare direttamente allo sportello municipale.
Gli uffici municipali e l’Ufficio elettorale centrale dell’Eur sono aperti tutti i giorni fino alle 19, domenica 26 fino alle 22 e lunedì 27 fino alle 15. 

sabato 5 gennaio 2013

PARTITI, CONGRESSO "RIVA DESTRA": SCHIUMA PRESIDENTE ONORARIO

(OMNIROMA) Roma, 05 GEN - "Si è tenuto questa mattina a Roma, il congresso del movimento 'Riva Destra' che, a conclusione dei suoi lavori, ha approvato all'unanimità il seguente organigramma: presidente onorario, Fabio Sabbatani Schiuma; presidente, Andrea Sitzia; portavoce, Aldo Atti; responsabile organizzazione, Salvatore Scollo; responsabile donne, Patrizia Passerini; responsabile comunicazione, Giancarlo Bertollini. Il Movimento conferma la sua collocazione in termini di ideali e di valori sulla 'Riva Destra' della politica italiana, in alternativa ai disvalori della sinistra ed al centrismo neo-democristiano imperniato sulla figura di Mario Monti. Proseguirà l'impegno per la realizzazione di una costituente in grado si edificare la nuova casa politica della Destra Italiana. Il Congresso del movimento 'Riva Destra' ha ribadito, inoltre, l'importanza della fedeltà verso il bene del popolo e della nazione, quale unico criterio ispiratore della propria azione politica". Lo comunica una nota dell'ufficio stampa.
red51442 GEN 13
www.studiostampa.com

sabato 24 marzo 2012

NASCE LA RIVA DESTRA DI OSTIA !

Mercoledì 21 marzo allo Stabilimento Venezia del Litorale Romano di Ostia, un nascente gruppo politico, animato da Emidio Ciammetti e Mauro Vinci e sostenuto da numerosi rappresentanti delle realtà territoriali, ha incontrato Fabio Sabbatani Schiuma, esponente della Destra Romana e Giancarlo Bertollini Vicepresidente Romano del Movimento per l'Italia. 
L'Incontro è stato il primo passo per creare un forte sodalizio con movimenti e realtà politiche quali "Riva Destra", guardando a esperienze gia' collaudate come "Città Nuove". Nel dibattito si sono gia' iniziate a progettare iniziative per realizzare in concreto quella tanto richiesta discontinuità con la politica di oggi che la gente chiede, come a Roma anche ad Ostia

domenica 5 settembre 2010

FLI, BLITZ DI RIVA DESTRA: IN AFFITTO A OFFSHORE VECCHIA SEDE DI AN

"Via della ...Scrofa trasformata in Rue Princesse Charlotte, Tulliani sul citofono" -
ROMA, 5 SETT. "Una targa stradale 'Rue Princesse Charlotte, gia' via della Scrofa', un cartello 'Affittasi ex sede di Alleanza Nazionale, solo societa' offshore, prezzi modici, rivolgersi a Gianfranco ed Elisabetta' sul portone principale e una strisciolina adesiva con scritto 'Tulliani' sul citofono: questa la coreografia messa in scena da 'Riva Destra' in occasione del discorso odierno dell' ex segretario di An, Gianfranco Fini, a Mirabello: racconti la verita'".
Lo comunica una nota del movimento 'Riva Destra'.
"Alle 14 di oggi - continua la nota - una ventina di militanti militanti di 'Riva Destra', tutti ex tesserati di An, hanno dato vita ad un sit in simbolico a pochi metri dalla storica sede, prima del MSI, poi di AN stessa, con uno striscione "Via della Scrofa non FINIRA' al COGNATO". Tre di loro, Paola Marraro, Lorenzo Loiacono e Riccardo Corsetto, hanno raggiunto il luogo ed apposto i cartelli, poi sequestrati dalle forze dell'ordine, della protesta provocatoria contro la verita' malcelata sull'immobile di Monte Carlo, destinato alla comunita' di destra dalla vedova Colleoni e finito per diventare la residenza a prezzi stracciati del cognato del Presidente della Camera, dopo un misterioso giro di societa' offshore'.
'Riva Destra' - conclude Fabio Sabbatani Schiuma, fondatore del movimento - nacque come comitato per 'Fini Sindaco' nel '93, durante l'allora sfida proprio contro Francesco Rutelli, e si trasformo' poi nel primo circolo di Alleanza Nazionale: Fini sta ora svendendo tutto per la sua smodata ambizione, dando vita a un movimento che fa dell'antiberlusconismo il suo collante. Vuole piu' democrazia nel PdL? Lui che non faceva celebrare congressi in AN, che faceva apprendere dai giornali la linea politica e la proposta del voto agli immigrati, che chiamava 'metastasi' le correnti e che bandiva ogni voce fuori dal coro, deferendo in due ore ai Probi Viri con proposta di espulsione chi, come me, nel 2007 lascio' il gruppo in Campidoglio di AN per aderire a quello Misto, in dissenso dal partito.
Direbbe Toto': 'ma mi faccia il piacere'.

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Ultime Notizie !

Putin: 'Forniremo missili Iskander-M a Minsk'. Severodonetsk in mano russa Agenzia ANSA 3 ore fa bookmark_border share more_vert Ucr...

I POST PIU' SEGUITI