Visualizzazione post con etichetta Proprietà Industriale. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Proprietà Industriale. Mostra tutti i post

lunedì 20 novembre 2017

La Proprietà Intellettuale e Industriale !


La proprietà industriale è una delle due grandi categorie – l’altra è la proprietà letteraria e artistica (diritto d’autore) – che costituiscono la proprietà intellettuale.
Con l’espressione proprietà intellettuale ci si riferisce all’insieme dei diritti, i cosiddetti Intellectual Property Rights (IPR) di carattere:
  • personale, ovvero il diritto morale di essere riconosciuto autore dell’opera o ideatore della soluzione tecnica o del marchio, che è un diritto personalissimo e inalienabile
  • patrimoniale, connessi allo sfruttamento economico del risultato della propria attività creativa, che è invece un diritto disponibile e trasmissibile.
Le opere dell’ingegno umano, per la loro stessa natura e per le norme che le disciplinano, sono classificabili in tre macro categorie:
  • opere dell’ingegno creativo, che fanno riferimento al mondo dell’arte e della cultura (opere letterarie, spettacoli teatrali, cinematografici e televisivi, fotografie, quadri, progetti di architettura, schemi organizzativi, ecc.)
  • segni distintivi, quali marchio, ditta, insegna, indicazione geografica, denominazione d’origine
  • innovazioni tecniche e di design, che hanno per oggetto invenzioni, modelli di utilità, disegni e modelli industriali, topografie dei prodotti a semiconduttori, nuove varietà vegetali.
Solo in riferimento a queste due ultime categorie si può propriamente parlare di diritti di proprietà industriale. Infatti, l’art. 1 del Codice della Proprietà Industriale (CPI) afferma: “Ai fini del presente Codice, l’espressione proprietà industriale comprende marchi e altri segni distintivi, indicazioni geografiche, denominazioni di origine, disegni e modelli, invenzioni, modelli di utilità, topografie dei prodotti a semiconduttori, informazioni aziendali riservate e nuove varietà vegetali”.
L’art. 2 del Codice precisa poi che i diritti di proprietà industriale si acquistano mediante brevettazione, registrazione o negli altri modi previsti dal Codice stesso. In particolare sono oggetto di:
  • brevettazione
    le invenzioni, i modelli di utilità, le nuove varietà vegetali
  • registrazione
    i marchi, i disegni e modelli, le topografie dei prodotti a seminconduttori.
I segni distintivi diversi dal marchio registrato, le informazioni aziendali riservate, le indicazioni geografiche e le denominazioni di origine sono invece protetti quando ricorrono i presupposti di legge. È interessante rilevare come il testo unico sulla proprietà industriale distingua tra diritti titolati (originati dalla brevettazione o registrazione) e diritti non titolati, che sorgono in presenza di determinati presupposti. Segreti aziendali, marchio non registrato, denominazioni d’origine sono stati sempre disciplinati dalle norme sulla concorrenza sleale e il loro inserimento nel CPI ne ha rafforzato la tutela.
I diritti esclusivi che conferiscono la brevettazione e la registrazione sono rilasciati dall’UIBM - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, su domanda dell’interessato e previa verifica della sussistenza dei requisiti previsti dalla legge. Il documento, che a seconda dei casi prende il nome di brevetto o registrazione, è un atto amministrativo avente una duplice natura:
www.studiostampa.com

sabato 1 febbraio 2014

Lo spot realizzato dalla divisione UIBM del Ministero dello Sviluppo Economico per difendere la proprietà industriale.

Lo Studio Bertollini svolge da tempo un servizio di consulenza per la registrazione dei marchi aziendali. Seguiamo aziende e professionisti in tutta la complessa procedura che porta alla registrazione del marchio: studio del nome, ricerche di anteriorità del marchio (per evitare di ledere gli interessi di terzi), verifica delle categorie più attinenti in cui inserire il marchio registrato. 
I nostri avvocati e consulenti legali si occuperanno in toto di tutte le procedure amministrative e legali, per portare la vostra azienda ad avere un marchio registrato e tutelato sotto ogni aspetto. 
Insieme decideremo se registrare un marchio verbale, figurativo oppure entrambi. Ci occupiamo, inoltre, anche della registrazione dei marchi comunitari, questione sicuramente attuale e complessa, dati i continui scambi commerciali che un'impresa italiana può avere con degli stati membri.
Registrare il vostro nome è la prima forma di tutela per la vostra azienda, che vi permetterà di crescere in piena sicurezza e senza il timore che qualcuno, rubandovi il nome, possa ledere il vostro business.
Offriamo una consulenza globale in merito alla tutela di marchi e brevetti, per evitare che possiate commettere degli errori dovuti alla inesperienza o alla mancanza di informazioni precise e attuali.
Date sicurezza alla vostra attività, proteggetela su tutto il territorio italiano e anche oltre, qualora fosse necessario. 

Registrazione Marchi - Sito Studio 

Copyright - Come Registrarlo - QUI !

www.studiostampa.com

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Ultime Notizie !

Putin: 'Forniremo missili Iskander-M a Minsk'. Severodonetsk in mano russa Agenzia ANSA 3 ore fa bookmark_border share more_vert Ucr...

I POST PIU' SEGUITI