giovedì 27 giugno 2019

SS PIETRO E PAOLO: L’INFIORATA STORICA DI ROMA.


Al via Sabato 29 la IX Edizione della manifestazione che attrae a San Pietro migliaia di visitatori.

In occasione della festa patronale dei SS. Pietro e Paolo, la ProLoco Roma Capitale promuove la manifestazione che vedrà la realizzazione di opere d’arte sacra con petali di fiori e tecniche miste su Piazza Pio XII (Piazza San Pietro) e lungo via della Conciliazione.

Dal tramonto di Venerdì 28 giugno, maestri infioratori di tutta Italia e squadre di volontari lavoreranno per tutta la notte, per presentare ai visitatori queste vere e proprie opere d’arte floreale che verranno ultimate entro le ore 9 del mattino, quando la manifestazione verrà ufficialmente inaugurata.

Quest’anno verranno allestiti 15 quadri, caratterizzati per le grandi dimensioni, ognuno di circa 50 metri quadrati. La tecnica tradizionale è quella dei fiori freschi (eventualmente essiccati in maniera naturale al sole) ma dagli infioratori presenti saranno utilizzati anche trucioli, segatura naturale colorata, sale, sabbia colorata, zucchero e lava vulcanica.

"Abbiamo il dovere come ProLoco di Roma di riportare alla luce e far rivivere antichissime tradizioni della cultura Romana. E’ per questo che dal 2011 abbiamo recuperato e valorizzato l’antica usanza della realizzazione di quadri floreali, proprio in occasione della festa dei Santi Patroni e del Santo Padre - afferma Lucia Rosi Presidente della ProLoco di Roma Capitale -"

"La tradizione dell’Infiorata è antichissima ed è nata a Roma nel 1625 dal fiorista Benedetto Drei - afferma Mauro Abbondanza, Direttore della  ProLoco di Roma Capitale -  ed è stata poi ripresa da Gian Lorenzo Bernini, maestro delle feste barocche. Diffusa tra i Castelli Romani e altre località del Lazio è però scomparsa proprio a Roma. Questa antica tradizione è stata poi riscoperta e valorizzata dalla ProLoco di Roma Capitale".

Quest’anno partecipa anche l’Unpli con la seconda edizione della Infiorata delle ProLoco.
"Con tale iniziativa vogliamo valorizzare una tradizione sentita e rievocata in molte regioni d’Italia, legata in alcuni casi alla celebrazione del Corpus Domini, in altre al solstizio di primavera: eventi che spesso diventano momenti di attrazione turistica" sottolinea il Presidente dell’Unione Nazionale delle ProLoco d’Italia, Antonino La Spina. 

In questa edizione saranno 15 i quadri realizzati dalle Pro Loco di: Roma Capitale (Lazio), Granze (Veneto), Patù (Puglia), Acquaviva Platani (Sicilia), Pontelongo (Veneto), Fucecchio (Toscana), Acireale (Sicilia), Tramutola (Basilicata), Rotonda (Basilicata), Gallese (Lazio), Aprilia (Lazio), Castelraimondo (Marche), Torricella Sicura (Abruzzo), da Unpli Lombardia (Curtatone, Guidizzolo, Casalmaiocco) e dalla Pro Loco Guspini - Ass. Culturale Infioratori Santa Maria (Sardegna).

L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Lazio e dal I Municipio di Roma Capitale, ha l’intento di mostrare le diversificate esperienze artistiche di tappeti di Arte Effimera, di difenderne la secolare tradizione e promuoverne la peculiarità nel mondo. Una meravigliosa kermesse da non perdere.

www.studiostampa.com

Corriere delle Comunicazioni: Aggiornamenti e News.






ALTRE NEWS














WHITE PAPER


www.studiostampa.com