Visualizzazione post con etichetta Contributi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Contributi. Mostra tutti i post

lunedì 23 maggio 2022

Fondi per le Imprese Agricole

l'ADE Consulting è lieta di comunicarvi un'importante opportunità per la Vostra azienda: con una dotazione di circa 5 milioni di euro, il Ministero dello Sviluppo Economico ha finanziato la misura di sostegno “Fondo per gli investimenti innovativi delle imprese agricole”.
 

Obiettivo dell’incentivo è favorire la realizzazione, da parte delle imprese agricole, di investimenti in beni materiali e immateriali nuovi, strumentali allo svolgimento dell’attività.
 
Beneficiari:
Sono ammesse le micro, piccole e medie imprese agricole attive nel settore della produzione agricola primaria, della trasformazione di prodotti agricoli e della commercializzazione di prodotti agricoli.
Gli investimenti devono essere inerenti la trasformazione o la commercializzazione del prodotti agricoli. Non possono presentare domanda le imprese agricole che intendano realizzare investimenti inerenti alla produzione agricola primaria.  
 
Spese Ammissibili:
- Beni strumentali materiali, ivi inclusi quelli di cui all’allegato A della legge n. 232/2016.
- Beni strumentali immateriali inclusi nell’allegato B della legge n. 232/2016
 
Le spese ammissibili non possono essere di importo inferiore a € 5.000,00.
Il programma di investimento deve essere in ogni caso realizzato entro 12 mesi dal provvedimento di concessione.
 
Tipologia di Contributo:
Le agevolazioni sono concesse ai sensi del Regolamento ABER, nella forma di contributo a fondo perduto, secondo la seguente articolazione:
- 40% delle spese ammissibili per investimenti in beni strumentali materiali e immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 (Industria 4.0).
- 30% delle spese ammissibili per tutti gli altri investimenti in beni strumentali materiali ammortizzabili non ricompreso nell’allegato A della legge n. 232/2016.
 
L’importo massimo del contributo per singolo beneficiario è di € 20.000,00.
 
Modalità di presentazione della richiesta di contributo:
Le domande possono essere presentate esclusivamente in modalità telematica a partire dalle ore 10:00 del 23 maggio 2022 e fino alle ore 17:00 del 23 giugno 2022.
La procedura dell'Avviso Pubblico è a sportello, pertanto l'istruttoria sarà effettuata in ordine di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.
 
Si suggerisce, pertanto, di partecipare il prima possibile, per evitare l'esaurimento delle risorse.
  
Il referente aziendale per questo bando sarà il dott. Andrea Dell’Era.
 
Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

Rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito, porgiamo i nostri migliori saluti.


www.studiostampa.com  -  www.studioservice.com

venerdì 3 gennaio 2020

ADE Consulting comunica un'importante opportunità per le aziende del Lazio.

La pubblicazione da parte della Regione Lazio del "Incentivi all'acquisto di servizi di supporto all'Internazionalizzazione in favore delle PMI - Progetti di Internazionalizzazione 2020", nel quale sono messi a disposizione delle aziende che abbiano sede operativa nella Regione Lazio €. 5.000.000,00.
Obiettivo dell’incentivo è rafforzare la competitività del sistema produttivo del territorio laziale, mediante la concessione di contributi per Progetti di internazionalizzazione “Piani di Investimento per l’Export” (PIE) realizzati da Micro, Piccole e Medie Imprese in forma singola a tramite Aggregazioni Temporanee.

Beneficiari:
Le Micro, Piccole e Medie Imprese, iscritte al Registro delle Imprese, inclusi i Liberi Professionisti, non iscritti alla CCIAA, ma aventi una Partita IVA attiva, con Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio, in forma singola o tramite Aggregazioni Temporanee. Sono ammesse anche le MPMI che intendono aprire una sede operativa nella Regione Lazio.
Sono escluse le aziende del settore pesca ed acquacoltura, della produzione primaria di prodotti agricoli, della produzione e commercio di tabacco e alcolici, della fabbricazione e commercio di armi e munizioni, del gioco d'azzardo e della pornografia, delle scienze della vita.

Spese Ammissibili:
Sono agevolabili i Progetti PIE di internazionalizzazione e di promozione dell'export delle MPMI, che prevedono la realizzazione di una o più Tipologie di Intervento fra: 
A) Cooperazione industriale, commerciale e di export in mercati esteri ritenuti prioritari per la ricerca di collaborazioni industriali, commerciali e di esportazione di prodotti e di servizi regionali (partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali, progettazione e realizzazione di eventi promozionali).
B) Acquisizione di servizi specialistici per l'internazionalizzazione (piani di penetrazione commerciale, consulenze strumentali, Temporary Export Manager).
C) Attività volte a migliorare, anche ai fini dell'esportazione, la qualità della struttura e del sistema produttivo e acquisire certificazioni attinenti alla qualità e alla tipicità dei prodotti e ai sistemi ambientali (investimenti materiali e immateriali per marchi e brevetti, investimenti materiali e immateriali per nuovi prodotti o trasformazione del processo produttivo in funzione del piano di export).

Tipologia di Contributo:
L'agevolazione è concessa in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50% dell'importo complessivo del Progetto ammesso.
In alternativa, su richiesta della singola impresa, parte dell’aiuto può essere concesso ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 (ad esclusione dei costi per il personale e dei costi indiretti a forfait), con percentuali di aiuto che dipendono dalle tipologie di spese ammesse. 

L'importo minimo di spese ammesse per i singoli progetti è pari a: 
- 36.000 Euro nel caso di Progetti presentati da una MPMI in forma singola; 
- 36.000 Euro, con un importo minimo di 12.000 Euro per singola MPMI, nel caso di Progetti da realizzare mediante una Aggregazione Temporanea.
In ogni caso le spese ammesse non possono superare € 200.000,00 per ogni MPMI, anche per le Aggregazioni Temporanee.

Modalità di presentazione della richiesta di contributo:
La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, in una prima fase caricando la domanda sul portale e in una seconda fase inviando la domanda stessa a mezzo PEC.
La prima fase di caricamento della domanda e di finalizzazione del formulario su Gecoweb potrà essere effettuata a partire dal 18 febbraio 2020 e fino alle ore 12:00 del 25 giugno 2020
La seconda fase di invio della PEC, che costituisce l'effettivo invio della richiesta di contributo, potrà avvenire a partire dal 09 marzo 2020 e fino alle ore 18:00 del 25 giugno 2020.

La procedura dell'Avviso Pubblico è a sportello, pertanto l'istruttoria sarà effettuata in ordine di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili. È prevista una riserva di euro 3.000.000,00 per i Progetti presentati in Aggregazione Temporanea. Inoltre, il 20% della dotazione dell’Avviso è riservato alle MPMI aventi Sede Operativa in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

Si suggerisce di partecipare il prima possibile, per evitare l'esaurimento delle risorse. 

Il referente aziendale per questo bando sarà la dott.ssa Loredana Latorraca.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

lunedì 8 luglio 2019

Contributi Regionali per la Digitalizzazione.

L'ADE Consulting S.r.l. è lieta di comunicarvi la pubblicazione da parte di Lazio Innova del bando POR FESR Digital Impresa Lazio “Contributi per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio”, che promuove l'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico attraverso l'utilizzo di servizi e soluzioni ICT che consentano di migliorare l'efficienza e di modernizzare l'organizzazione aziendale.

Il contributo previsto in caso di aggiudicazione sarà fino al 70% a fondo perduto delle spese che saranno valutate ammissibili ed effettivamente sostenute per l'acquisto di beni materiali ed immateriali propedeutici alla realizzazione del progetto presentato. Sono ammissibili progetti di spesa aventi un importo complessivo non inferiore a 7.000 e non superiore a 25.000 euro.

Si tratta di un bando a graduatoria, sino all'esaurimento dei fondi disponibili, che ammontano ad € 5.000.000,00, con una riserva di 1,5 milioni per le imprese del commercio. È prevista inoltre una riserva del 20% per le imprese con sede operativa in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

 

Tipologie d'intervento, sono agevolabili i Progetti che prevedano l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche e/o sistemi digitali tra quelle elencate a seguire: 


a) digital marketing: soluzioni di digital marketing: interventi SEO (Search Engine Optimization), SEM (Search Engine Marketing), Web, Social e Mobile marketing;
b) e-commerce: siti di e-commerce su piattaforme software CMS (Content Management System);
c) punto vendita digitale: soluzioni digitali per lo sviluppo di servizi front-end e customer experience nel punto vendita (chioschi, totem, touchpoint, segnaletica digitale, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di accettazione di couponing e loyalty, di Electroning Shelf Labeling, di sales force automation e di proximity marketing);
d) prenotazione e pagamento: sistemi di prenotazione e pagamento via internet e/o mobile; sistemi Self scanning e Self checkout;
e) stampa 3D: attrezzature ed applicazioni per la progettazione e la stampa 3D;
f) internet of things: sistemi e applicazioni in grado di comunicare e condividere dati e informazioni grazie a una rete di sensori intelligenti;
g) logistica digitale: software e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica;
h) amministrazione digitale: soluzioni digitali a supporto della fatturazione elettronica e per l’ottimizzazione del magazzino;
i) sicurezza digitale: sistemi di sicurezza informatica;
j) sistemi integrati: sistemi di informazione integrati: quali i sistemi ERP (Enterprice Resource Planning), sistemi di gestione documentali e sistemi di Customer Relationship Management (CRM); sistemi e applicazioni a supporto dello smart-working e del coworking.

Andrea Dell'Era
Possono partecipare al bando sia le PMI in forma singola che i Liberi professionisti titolari di P.IVA 

La domanda potrà essere presentata dalle ore 12 del 15 Luglio 2019 entro le ore 12:00 del 2 ottobre 2019, le istruttorie saranno eseguite in base alla graduatoria determinata dalla griglia di punteggio sino all'esaurimento dei fondi.

Il referente aziendale per tale bando è 

il dott. Andrea Dell'Era. 

Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattare lo Studio con questa e-Mail: 
info@studioservice.com

www.studiostampa.com

giovedì 27 dicembre 2018

L'ADE Consulting S.r.l. è lieta di comunicarvi la pubblicazione da parte dell'INAIL (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) dell'Avviso Pubblico Quadro ISI 2018.

"Incentivi alle Imprese per la realizzazione di interventi in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro".
Sono finanziati gli interventi delle imprese volti a migliorare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, offrendo un importante sostegno a:
a. Progetti di Investimento (Asse di finanziamento 1.1);
b. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale  (Asse di finanziamento 1.2);
c. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse di finanziamento 2);
d. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3);
e. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4);
f. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli  (Asse di finanziamento 5).


Si tratta di un'importante opportunità per le aziende, soprattutto per quante devono rimuovere l'amianto.  I soggetti destinatari dei finanziamenti sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento anche gli Enti del terzo settore, purché iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo settore.

Il bando offre contributi a fondo perduto, in regime de minimis, fino al 65 % dell’investimento, con un importo massimo di € 130.000,00, per gli assi di finanziamento 1, 2 e 3; mentre l'asse di finanziamento 4 ammette un importo massimo di € 50.000,00.

Infine, l'asse di finanziamento 5 prevede contributi a fondo perduto fino al 50% dell'investimento, con un importo massimo di € 60.000,00.

Ogni impresa può presentare una sola domanda, con un solo progetto, di un unico tipo e per una sola unità produttiva (aperta al momento della domanda).
Sono escluse le imprese che hanno ottenuto un provvedimento di ammissione al contributo per i bandi ISI 2015, ISI 2016, ISI 2017 e FIPIT 2017 o altre tipologie di finanziamento sullo stesso progetto. 

Sono stati stanziati € 369.726.206,00, suddivisi in budget per ogni asse di finanziamento e per le diverse regioni italiane. Tale somma è la più alta stanziata in tutte le passate edizioni del Bando ISI.

Scusandoci dell'errore, specifichiamo che il bando ISI 2018 è aperto, e si chiuderà il giorno 30 maggio 2019, le domande potranno essere caricate a partire 
dal giorno 11 aprile 2019. 

Si suggerisce di partecipare il prima possibile.
Il referente aziendale per tale bando è il 
dott. Andrea Dell'Era
Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

Potete scrivere a: info@studioservice.com 
o chiamare il n. 06.3972.1551

www.studiostampa.com

venerdì 7 novembre 2014

NORME: Rassegna Stampa di Venerdì 7 novembre 2014

Accredia
CASA&CLIMA.COM del 05/11/2014
pag. 1

Normativa UNI
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di GIOVANNI GALLI - pag. 34

Ambiente
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di CARLO VALENTINI - pag. 17
L'ESPRESSO del 07/11/2014
pag. 114, 116, 117

Professioni
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di BENEDETTA PACELLI -pag. 34
ITALIA OGGI del 07/11/2014
pag. 38
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
pag. 43
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di MARCO BELLINAZZO - pag. 44
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di MAURO PIZZIN - pag. 44
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
pag. 44
ITALIA OGGI del 07/11/2014
pag. 32

Societa' e Imprese
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di CINZIA DE STEFANIS - pag. 32
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di LOREDANA CAPUOZZO - pag. 40
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di GIOVANNI NEGRI - pag. 46
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
pag. 46
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di M. ADELE CERIZZA - pag. 47
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
 di PAOLO BONOLIS - pag. 47
IL SECOLO XIX del 07/11/2014
di EMANUELE ROSSI - pag. 14, 15
IL MESSAGGERO del 07/11/2014
di MICHELE DI BRANCO - pag. 14 

mercoledì 5 novembre 2014

Primo Piano: Fondi e Innovazioni

Start-Up Marathon

Giovani e imprese per far ripartire il Lazio. Giovedì 6 novembre a Roma

 

Fondi strutturali 2014-2020, Accordo di partenariato Ue-Italia

Previsti investimenti per 32,2 miliardi a titolo della politica di coesione, 10,4 miliardi per lo sviluppo rurale e 537,3 milioni per il settore marittimo e la pesca

 

Le delicatessen laziali conquistano il Canada

Successo del programma LazioDeli2: incontri tra imprese e buyer per promuovere i prodotti agroalimentari del Lazio sul mercato canadese

 

Dal 1° novembre chiude la Filas

Zingaretti: "Un altro importante passo nella strategia di riordino e di razionalizzazione della governance regionale"

 

Technology Transfer Day on Photonic Innovation Solution

Il 14 novembre workshop sulle opportunità per lo sviluppo di soluzioni industriali con tecnologie fotoniche

 

Lean Startup Machine: dal 7 al 9 novembre a Roma

La seconda edizione presso la sede di BIC Lazio. Tre giorni dedicati alla realizzazione di un processo efficace ed efficiente

 

Horizon 2020 - Reflective Societies: cultural heritage and european identities

Mercoledì 12 novembre evento informativo presso l’Incubatore ICult di Viterbo (Via Faul, 20-22)

 

Due workshop su creatività e imprese culturali

In programma giovedì 6 novembre presso la Sala Tirreno della Regione Lazio

 

“Il Trasferimento tecnologico strumento per l’innovazione delle imprese: il progetto GENESI RIDITT”

Il 10 novembre workshop presso l'Incubatore BIC Lazio di Rieti (Via dell'Elettronica snc)

 

Incubatore di Colleferro: al via seminari di orientamento imprenditoriale

Altre tre appuntamenti fino al 28 novembre

 

Al via le iscrizioni per 4 seminari di orientamento al Business Plan

Dal 7 al 28 novembre presso la sede centrale di BIC Lazio a Roma

 

Rapporto Altraeconomia, presentazione a Viterbo

Appuntamento presso l'Incubatore ICult venerdì 14 novembre

 

Mipaaf: al via il concorso startup giovani

Per il settore agricolo, alimentare e della pesca. I progetti devono essere presentati entro il 15 dicembre

 

Bandi aperti

Opportunità e agevolazioni gestite da Sviluppo Lazio, dalle società del Gruppo e da altre istituzioni nazionali e locali
continua a leggere

www.studiostampa.com

martedì 8 luglio 2014

LAZIO: FINANZIAMENTI ALLE PMI !



giovedì 5 giugno 2014

I contributi per l'acquisto di veicoli a Basse Emissioni Complessive (BEC)

Risorse disponibili ed entità dei contributi

Il fondo statale per favorire l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive prevede uno stanziamento (in base alla legge 134/2012, così come modificata dalla legge di stabilità 2013) di 120 milioni di euro per il triennio 2013-2015. 

Per il 2014, i fondi a disposizione ammontano a 31,3 milioni di euro a cui si aggiungono le risorse non utilizzate nel 2013, per un totale di 63,4 milioni di euro
Ecco come sono ripartite le risorse:
  • 15% per l’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti (e senza necessità di rottamazione), di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km.
  • 35% per l’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti (e senza necessità di rottamazione), di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km.
  • 50% per l’acquisto di veicoli destinati all’uso di terzi o utilizzati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, e destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa, (dietro obbligatoria rottamazione di un corrispondente veicolo obsoleto), con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.
La ripartizione delle risorse per il 2015 sarà rideterminata in base all’andamento registrato nell’anno precedente, attraverso un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico.
 
Per i veicoli acquistati nel 2014:
  • il contributo è pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 20% del costo complessivo del veicolo così come risultante dal contratto di acquisto (e prima delle imposte), con un tetto massimo di:
    • 5.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km
    • 4.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km
    • 2.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.
       
Per i veicoli acquistati nel 2015:
  • il contributo è pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 15% del costo del costo complessivo del veicolo così come risultante dal contratto di acquisto (e prima delle imposte), con un tetto massimo di:
    • 3.500€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km
    • 3.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km
    • 1.800€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.
  • Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

sabato 1 marzo 2014

Socialismo e Capitalismo: Pace, Tasse e Contributi !




mercoledì 26 febbraio 2014

Pace, Tasse e Contributi.




giovedì 21 marzo 2013

ULTIME NEWS - Fonte PMI

Rimborsi IVA: sbloccati i crediti per imprese e professionisti
Rimborso IVA per oltre 4mila imprese, direttamente sul conto corrente: rimborsi triplicati rispetto al primo trimestre 2012, e dal 18 marzo è possibile chiedere la compensazione in F24 per i crediti 2012.
Siglato l'accordo Unioncamere ed Eutelsat per combattere il Digital Divide per la diffusione di voucher e servizi di banda larga grazie alle soluzioni tecnologiche satellitari.
Siglato l'accordo tra Sorgenia ed Edison per combattere il fenomeno dei contratti truffa nel settore energia: ecco i termini del Protocollo di autoregolamentazione.
Infor a SMAU Roma 2013: tra le novità per il business spicca Energy Performance Management, modulo cloud per ridurre i costi dell'energia, gestire i consumi e migliorare l'efficienza.
Incentivi per la partecipazione a fiere nazionali e internazionali alle imprese della Provincia di Termamo: nuovo bando della CCIAA.
Ultimi giorni per partecipare al bando Speed Mi Up ed entrare a far parte di un acceleratore di impresa altamente innovativo.
Valorizzare il Made in Italy promuovendo il turismo nella Capitale: ecco il progetto “Excellence in Rome” a favore delle imprese capitoline.
Nuovo bando regionale a favore delle PMI agricole emiliane danneggiate dal sisma dello scorso maggio. 

mercoledì 7 novembre 2012

Normativa Italiana (Leggi, Decreti e Regolamenti)

Legge 24 luglio 2012, n. 103
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 maggio 2012, n. 63, recante disposizioni urgenti in materia di riordino dei contributi alle imprese editrici, nonché di vendita della stampa quotidiana e periodica e di pubblicità istituzionale.

(GU n.168 del 20-7-2012)
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

- Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
- Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per modificare i requisiti di accesso ed i criteri di calcolo dei contributi alle imprese editrici, in modo da conseguire effetti di risanamento della contribuzione pubblica, una più rigorosa selezione dell’accesso alle risorse, nonché risparmi nella spesa pubblica;
- Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione dell’11 maggio 2012;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri;

Emana
il seguente decreto-legge: 

lunedì 16 luglio 2012

Ottanta milioni per i distretti tecnologici

Fonte - Sviluppo Lazio
Promuovere e sostenere i distretti tecnologici, al fine di metterne a sistema la funzione, come strumenti di intermediazione tecnologica e di produzione di nuove tecnologie e innovazioni per il territorio, incentivando la collaborazione tra gli organismi di ricerca ed il sistema delle imprese laziali. Questo l'obiettivo del protocollo d'intesa siglato il 10 luglio a Farnborough (Londra) in occasione dell'International AirShow, la kermesse dedicata ai settori dell'aerospazio, dal ministro per la Ricerca Francesco Profumo e la presidente della Regione Lazio Renata Polverini.
Con l'accordo Miur e Regione Lazio metteranno a disposizione 80milioni di euro, (60 il Miur e 20 la Regione), in tre settori strategici per il territorio laziale: distretto tecnologico dell'aerospazio, quello delle bioscienze e il distretto tecnologico per le nuove tecnologie applicate ai beni culturali. Nel dettaglio, per l'aerospazio, verranno stanziati 10 milioni: i bandi sono pronti e saranno i primi a partire.
Trenta i milioni destinati alle Bioscienze. In particolare, si intende sostenere la ricerca applicata e industriale realizzata da Grandi imprese, Pmi, enti di ricerca pubblici e centri di ricerca pubblici e privati, con particolare riferimento ai settori farmaceutico, dei dispositivi medici e diagnostici, della sicurezza alimentare, delle biotecnologie per la salute e l'ambiente.
Per il distretto tecnologico dei beni culturali, con oltre 40milioni di euro, si intende elaborare un nuovo piano di interventi che, oltre a consolidare il nucleo di imprese maggiormente orientate all'innovazione intorno a progetti applicativi specifici, sviluppino nuove soluzioni di servizi e piattaforme per la valorizzazione dei beni culturali. 
IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Ultime Notizie !

Putin: 'Forniremo missili Iskander-M a Minsk'. Severodonetsk in mano russa Agenzia ANSA 3 ore fa bookmark_border share more_vert Ucr...

I POST PIU' SEGUITI