Visualizzazione post con etichetta Contributi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Contributi. Mostra tutti i post

venerdì 9 settembre 2022

Incentivi e Contributi a Fondo Perduto

L'ADE Consulting è lieta di comunicarvi un'importante opportunità per la Vostra azienda: l'apertura del Voucher per il Capo III del Bando Fondo Imprese Creative, l'incentivo che supporta l’acquisizione di servizi specialistici nel settore creativo.

Il Bando, con una dotazione di 9,6 milioni di euro, è stato reso operativo dal Decreto interministeriale 19 novembre 2021, pubblicato da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, in concerto con il Ministero della Cultura.

Obiettivo dell’incentivo è quello di incentivare progetti finalizzati all'introduzione nell'impresa di innovazioni di prodotto, servizio e di processo e al supporto dei processi di ammodernamento degli assetti gestionali e di crescita organizzativa e commerciale, attraverso l'acquisizione di servizi specialistici nel settore creativo. 

Beneficiari:
L’incentivo è rivolto alle micro, piccole e medie imprese operanti in qualunque settore con sede sul territorio nazionale, regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese. 

Iniziative e spese ammissibili:
Sono ammissibili le iniziative volte all'acquisto di servizi specialistici erogati da imprese creative di micro, piccola e media dimensione, aventi ad oggetto i seguenti ambiti strategici: 

i. Azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand.

ii. Design e design industriale.

iii. Incremento del valore identitario del company profile.

iv. Innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo.

Tipologia di Contributo:
L'agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto, pari al 80% dei costi ammissibili, fino all'importo massimo di € 10.000,00. 

Per le imprese di micro e piccola dimensione costituite da non più di cinque anni, le agevolazioni sono concesse ai sensi del regolamento GBER. 

Per le PMI costituite da più di cinque anni, l'incentivo è costituito in regime de minimis. 

Modalità di presentazione della richiesta di contributo:
La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, con firma digitale.

La compilazione della domanda sarà possibile dalle ore 10:00 del 6 settembre 2022 e l'invio della domanda a partire dalle ore 10:00 del 22 settembre 2022.

Le domande saranno valutate "a sportello", in base all’ordine di presentazione, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Si suggerisce pertanto di partecipare il prima possibile.

Il referente aziendale per questo bando sarà il dott. Andrea Dell’Era. 


Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci: 


www.studiostampa.com

lunedì 8 agosto 2022

Contributi a Fondo Perduto per Marchi e Brevetti !

l'ADE Consulting è lieta di comunicarvi un'importante opportunità per le aziende titolari di un brevetto o di una domanda di brevetto: 

la riapertura dello sportello per gli incentivi "Brevetti+ 2022", "Disegni+ 2022" e "Marchi+ 2022".

Brevetti+ 2022

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha rifinanziato il "Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione economica dei brevetti - Brevetti+", mettendo a disposizione delle aziende nazionali 

€. 30.000.000,00.

Obiettivo del Bando è favorire lo sviluppo di una strategia brevettuale e l'accrescimento della capacità competitiva delle micro, piccole e medie imprese, attraverso la concessione ed erogazione di incentivi per l'acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.

Beneficiari:

LMicro, Piccole e Medie Imprese, con sede legale e operativa nel territorio nazionale, anche neo costituite, iscritte nel Registro delle imprese, che:

a) Siano titolari o licenziatari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia dopo il 1° gennaio 2019, ovvero titolari di una licenza esclusiva trascritta dall’UIBM di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia dopo il 1° gennaio 2019.

b) Siano titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata dopo il 1° gennaio 2020, con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”.
c) Siano titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata dopo il 1° gennaio 2020, con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”, che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto.

Non possono partecipare le imprese operanti in attività connesse ai combustibili fossili e nell'ambito del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE (ETS), attività connesse alle discariche di rifiuti, agli inceneritori e agli impianti di trattamento meccanico biologico, infine attività non conformi alla pertinente legislazione ambientale nazionale e dell'UE.

Spese Ammissibili:

Il contributo è finalizzato all'acquisto di servizi specialistici, correlati alla valorizzazione economica del brevetto e funzionali alla sua introduzione nel processo produttivo ed organizzativo dell’impresa, al fine di accrescere la capacità competitiva della stessa.

Sono ammissibili i costi dei seguenti servizi, esclusa IVA, acquisiti dopo la data di presentazione della domanda:

A. Progettazione, ingegnerizzazione e industrializzazione.

B. Organizzazione e Sviluppo.

C. Trasferimento Tecnologico.

Su vostra richiesta vi invieremo un prospetto dettagliato di tutte le spese ammissibili dal Bando. 

Tipologia di Contributo:

La sovvenzione consiste in un Contributo a Fondo Perduto in regime de minimis, pari al 80% delle spese ammesse, con un importo massimo di € 140.000,00, oppure pari al 100% delle spese ammissibili per le aziende contitolari – con un Ente Pubblico di ricerca (Università, Enti di Ricerca e IRCCS) - della domanda di brevetto o di brevetto rilasciato ovvero titolari di una licenza esclusiva avente per oggetto un brevetto rilasciato ad uno dei suddetti enti pubblici, già trascritta all’UIBM, senza vincoli di estensione territoriali.

Una quota del 5%, delle risorse disponibili, è riservata alle imprese che sono in possesso del rating di legalità, al momento della domanda di agevolazione.

Una quota pari a quattro milioni di Euro, delle risorse disponibili, è riservata alle imprese che abbiano la sede operativa, dove sarà valorizzato il brevetto, in una delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Modalità di presentazione della richiesta di contributo:

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 12:00 del 27 settembre 2022. 

La procedura dell'Avviso Pubblico è a sportello, pertanto l'istruttoria sarà effettuata in ordine di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Si suggerisce pertanto di partecipare il prima possibile.

In aggiunta al Bando “Brevetti+”, vi sono ulteriori opportunità per le imprese italiane che vogliono valorizzare i titoli di proprietà industriale. Si tratta dell’Avviso Pubblico “Disegni+ 2022” e dell’Avviso Pubblico “Marchi+ 2022”. Vi riportiamo qui di seguito un sunto di tali incentivi, invitandovi a contattarci per maggiori informazioni.  

Disegni+ 2022

Il Bando “Disegni+ 2022”, finanziato con una dotazione finanziaria di € 14.000.000,00, mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI, per rafforzarne la competitività sul mercato nazionale e internazionale.

Le agevolazioni sono finalizzate all'acquisto di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno o modello per la sua messa in produzione e per la sua offerta sul mercato.

La sovvenzione consiste in un Contributo a Fondo Perduto in regime de minimis concesso fino all’80% delle spese ammissibili, entro l'importo massimo di € 60.000,00.

La domanda potrà essere presentata esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 9:30 dell’ 11 ottobre 2022 sino all'esaurimento delle risorse disponibili.

Marchi+ 2022

Il Bando “Marchi+ 2022”, ha invece una dotazione finanziaria di € 2.000.000,00 ed intende supportare le imprese nella tutela dei marchi all’estero, favorendo la registrazione di marchi dell'Unione Europea e di marchi internazionali.
L'agevolazione, a fondo perduto, è concessa in regime De Minimis, in percentuale variabile delle spese ammissibili (fino ad un massimo del 90%), con un importo che può raggiungere un massimo di € 25.000,00.
La domanda potrà essere presentata esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 9:30 del 25 ottobre 2022 sino all'esaurimento delle risorse disponibili.

Il referente aziendale per tali avvisi è il dott. Andrea Dell'Era


Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

info@studioservice.com


www.studiostampa.com

lunedì 23 maggio 2022

Fondi per le Imprese Agricole

l'ADE Consulting è lieta di comunicarvi un'importante opportunità per la Vostra azienda: con una dotazione di circa 5 milioni di euro, il Ministero dello Sviluppo Economico ha finanziato la misura di sostegno “Fondo per gli investimenti innovativi delle imprese agricole”.
 

Obiettivo dell’incentivo è favorire la realizzazione, da parte delle imprese agricole, di investimenti in beni materiali e immateriali nuovi, strumentali allo svolgimento dell’attività.
 
Beneficiari:
Sono ammesse le micro, piccole e medie imprese agricole attive nel settore della produzione agricola primaria, della trasformazione di prodotti agricoli e della commercializzazione di prodotti agricoli.
Gli investimenti devono essere inerenti la trasformazione o la commercializzazione del prodotti agricoli. Non possono presentare domanda le imprese agricole che intendano realizzare investimenti inerenti alla produzione agricola primaria.  
 
Spese Ammissibili:
- Beni strumentali materiali, ivi inclusi quelli di cui all’allegato A della legge n. 232/2016.
- Beni strumentali immateriali inclusi nell’allegato B della legge n. 232/2016
 
Le spese ammissibili non possono essere di importo inferiore a € 5.000,00.
Il programma di investimento deve essere in ogni caso realizzato entro 12 mesi dal provvedimento di concessione.
 
Tipologia di Contributo:
Le agevolazioni sono concesse ai sensi del Regolamento ABER, nella forma di contributo a fondo perduto, secondo la seguente articolazione:
- 40% delle spese ammissibili per investimenti in beni strumentali materiali e immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 (Industria 4.0).
- 30% delle spese ammissibili per tutti gli altri investimenti in beni strumentali materiali ammortizzabili non ricompreso nell’allegato A della legge n. 232/2016.
 
L’importo massimo del contributo per singolo beneficiario è di € 20.000,00.
 
Modalità di presentazione della richiesta di contributo:
Le domande possono essere presentate esclusivamente in modalità telematica a partire dalle ore 10:00 del 23 maggio 2022 e fino alle ore 17:00 del 23 giugno 2022.
La procedura dell'Avviso Pubblico è a sportello, pertanto l'istruttoria sarà effettuata in ordine di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.
 
Si suggerisce, pertanto, di partecipare il prima possibile, per evitare l'esaurimento delle risorse.
  
Il referente aziendale per questo bando sarà il dott. Andrea Dell’Era.
 
Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

Rimanendo a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito, porgiamo i nostri migliori saluti.


www.studiostampa.com  -  www.studioservice.com

venerdì 3 gennaio 2020

ADE Consulting comunica un'importante opportunità per le aziende del Lazio.

La pubblicazione da parte della Regione Lazio del "Incentivi all'acquisto di servizi di supporto all'Internazionalizzazione in favore delle PMI - Progetti di Internazionalizzazione 2020", nel quale sono messi a disposizione delle aziende che abbiano sede operativa nella Regione Lazio €. 5.000.000,00.
Obiettivo dell’incentivo è rafforzare la competitività del sistema produttivo del territorio laziale, mediante la concessione di contributi per Progetti di internazionalizzazione “Piani di Investimento per l’Export” (PIE) realizzati da Micro, Piccole e Medie Imprese in forma singola a tramite Aggregazioni Temporanee.

Beneficiari:
Le Micro, Piccole e Medie Imprese, iscritte al Registro delle Imprese, inclusi i Liberi Professionisti, non iscritti alla CCIAA, ma aventi una Partita IVA attiva, con Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio, in forma singola o tramite Aggregazioni Temporanee. Sono ammesse anche le MPMI che intendono aprire una sede operativa nella Regione Lazio.
Sono escluse le aziende del settore pesca ed acquacoltura, della produzione primaria di prodotti agricoli, della produzione e commercio di tabacco e alcolici, della fabbricazione e commercio di armi e munizioni, del gioco d'azzardo e della pornografia, delle scienze della vita.

Spese Ammissibili:
Sono agevolabili i Progetti PIE di internazionalizzazione e di promozione dell'export delle MPMI, che prevedono la realizzazione di una o più Tipologie di Intervento fra: 
A) Cooperazione industriale, commerciale e di export in mercati esteri ritenuti prioritari per la ricerca di collaborazioni industriali, commerciali e di esportazione di prodotti e di servizi regionali (partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali, progettazione e realizzazione di eventi promozionali).
B) Acquisizione di servizi specialistici per l'internazionalizzazione (piani di penetrazione commerciale, consulenze strumentali, Temporary Export Manager).
C) Attività volte a migliorare, anche ai fini dell'esportazione, la qualità della struttura e del sistema produttivo e acquisire certificazioni attinenti alla qualità e alla tipicità dei prodotti e ai sistemi ambientali (investimenti materiali e immateriali per marchi e brevetti, investimenti materiali e immateriali per nuovi prodotti o trasformazione del processo produttivo in funzione del piano di export).

Tipologia di Contributo:
L'agevolazione è concessa in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50% dell'importo complessivo del Progetto ammesso.
In alternativa, su richiesta della singola impresa, parte dell’aiuto può essere concesso ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 (ad esclusione dei costi per il personale e dei costi indiretti a forfait), con percentuali di aiuto che dipendono dalle tipologie di spese ammesse. 

L'importo minimo di spese ammesse per i singoli progetti è pari a: 
- 36.000 Euro nel caso di Progetti presentati da una MPMI in forma singola; 
- 36.000 Euro, con un importo minimo di 12.000 Euro per singola MPMI, nel caso di Progetti da realizzare mediante una Aggregazione Temporanea.
In ogni caso le spese ammesse non possono superare € 200.000,00 per ogni MPMI, anche per le Aggregazioni Temporanee.

Modalità di presentazione della richiesta di contributo:
La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, in una prima fase caricando la domanda sul portale e in una seconda fase inviando la domanda stessa a mezzo PEC.
La prima fase di caricamento della domanda e di finalizzazione del formulario su Gecoweb potrà essere effettuata a partire dal 18 febbraio 2020 e fino alle ore 12:00 del 25 giugno 2020
La seconda fase di invio della PEC, che costituisce l'effettivo invio della richiesta di contributo, potrà avvenire a partire dal 09 marzo 2020 e fino alle ore 18:00 del 25 giugno 2020.

La procedura dell'Avviso Pubblico è a sportello, pertanto l'istruttoria sarà effettuata in ordine di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili. È prevista una riserva di euro 3.000.000,00 per i Progetti presentati in Aggregazione Temporanea. Inoltre, il 20% della dotazione dell’Avviso è riservato alle MPMI aventi Sede Operativa in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

Si suggerisce di partecipare il prima possibile, per evitare l'esaurimento delle risorse. 

Il referente aziendale per questo bando sarà la dott.ssa Loredana Latorraca.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

lunedì 8 luglio 2019

Contributi Regionali per la Digitalizzazione.

L'ADE Consulting S.r.l. è lieta di comunicarvi la pubblicazione da parte di Lazio Innova del bando POR FESR Digital Impresa Lazio “Contributi per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio”, che promuove l'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico attraverso l'utilizzo di servizi e soluzioni ICT che consentano di migliorare l'efficienza e di modernizzare l'organizzazione aziendale.

Il contributo previsto in caso di aggiudicazione sarà fino al 70% a fondo perduto delle spese che saranno valutate ammissibili ed effettivamente sostenute per l'acquisto di beni materiali ed immateriali propedeutici alla realizzazione del progetto presentato. Sono ammissibili progetti di spesa aventi un importo complessivo non inferiore a 7.000 e non superiore a 25.000 euro.

Si tratta di un bando a graduatoria, sino all'esaurimento dei fondi disponibili, che ammontano ad € 5.000.000,00, con una riserva di 1,5 milioni per le imprese del commercio. È prevista inoltre una riserva del 20% per le imprese con sede operativa in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

 

Tipologie d'intervento, sono agevolabili i Progetti che prevedano l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche e/o sistemi digitali tra quelle elencate a seguire: 


a) digital marketing: soluzioni di digital marketing: interventi SEO (Search Engine Optimization), SEM (Search Engine Marketing), Web, Social e Mobile marketing;
b) e-commerce: siti di e-commerce su piattaforme software CMS (Content Management System);
c) punto vendita digitale: soluzioni digitali per lo sviluppo di servizi front-end e customer experience nel punto vendita (chioschi, totem, touchpoint, segnaletica digitale, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di accettazione di couponing e loyalty, di Electroning Shelf Labeling, di sales force automation e di proximity marketing);
d) prenotazione e pagamento: sistemi di prenotazione e pagamento via internet e/o mobile; sistemi Self scanning e Self checkout;
e) stampa 3D: attrezzature ed applicazioni per la progettazione e la stampa 3D;
f) internet of things: sistemi e applicazioni in grado di comunicare e condividere dati e informazioni grazie a una rete di sensori intelligenti;
g) logistica digitale: software e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica;
h) amministrazione digitale: soluzioni digitali a supporto della fatturazione elettronica e per l’ottimizzazione del magazzino;
i) sicurezza digitale: sistemi di sicurezza informatica;
j) sistemi integrati: sistemi di informazione integrati: quali i sistemi ERP (Enterprice Resource Planning), sistemi di gestione documentali e sistemi di Customer Relationship Management (CRM); sistemi e applicazioni a supporto dello smart-working e del coworking.

Andrea Dell'Era
Possono partecipare al bando sia le PMI in forma singola che i Liberi professionisti titolari di P.IVA 

La domanda potrà essere presentata dalle ore 12 del 15 Luglio 2019 entro le ore 12:00 del 2 ottobre 2019, le istruttorie saranno eseguite in base alla graduatoria determinata dalla griglia di punteggio sino all'esaurimento dei fondi.

Il referente aziendale per tale bando è 

il dott. Andrea Dell'Era. 

Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattare lo Studio con questa e-Mail: 
info@studioservice.com

www.studiostampa.com

giovedì 27 dicembre 2018

L'ADE Consulting S.r.l. è lieta di comunicarvi la pubblicazione da parte dell'INAIL (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) dell'Avviso Pubblico Quadro ISI 2018.

"Incentivi alle Imprese per la realizzazione di interventi in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro".
Sono finanziati gli interventi delle imprese volti a migliorare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, offrendo un importante sostegno a:
a. Progetti di Investimento (Asse di finanziamento 1.1);
b. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale  (Asse di finanziamento 1.2);
c. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse di finanziamento 2);
d. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3);
e. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4);
f. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli  (Asse di finanziamento 5).


Si tratta di un'importante opportunità per le aziende, soprattutto per quante devono rimuovere l'amianto.  I soggetti destinatari dei finanziamenti sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento anche gli Enti del terzo settore, purché iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo settore.

Il bando offre contributi a fondo perduto, in regime de minimis, fino al 65 % dell’investimento, con un importo massimo di € 130.000,00, per gli assi di finanziamento 1, 2 e 3; mentre l'asse di finanziamento 4 ammette un importo massimo di € 50.000,00.

Infine, l'asse di finanziamento 5 prevede contributi a fondo perduto fino al 50% dell'investimento, con un importo massimo di € 60.000,00.

Ogni impresa può presentare una sola domanda, con un solo progetto, di un unico tipo e per una sola unità produttiva (aperta al momento della domanda).
Sono escluse le imprese che hanno ottenuto un provvedimento di ammissione al contributo per i bandi ISI 2015, ISI 2016, ISI 2017 e FIPIT 2017 o altre tipologie di finanziamento sullo stesso progetto. 

Sono stati stanziati € 369.726.206,00, suddivisi in budget per ogni asse di finanziamento e per le diverse regioni italiane. Tale somma è la più alta stanziata in tutte le passate edizioni del Bando ISI.

Scusandoci dell'errore, specifichiamo che il bando ISI 2018 è aperto, e si chiuderà il giorno 30 maggio 2019, le domande potranno essere caricate a partire 
dal giorno 11 aprile 2019. 

Si suggerisce di partecipare il prima possibile.
Il referente aziendale per tale bando è il 
dott. Andrea Dell'Era
Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. 

Potete scrivere a: info@studioservice.com 
o chiamare il n. 06.3972.1551

www.studiostampa.com

venerdì 7 novembre 2014

NORME: Rassegna Stampa di Venerdì 7 novembre 2014

Accredia
CASA&CLIMA.COM del 05/11/2014
pag. 1

Normativa UNI
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di GIOVANNI GALLI - pag. 34

Ambiente
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di CARLO VALENTINI - pag. 17
L'ESPRESSO del 07/11/2014
pag. 114, 116, 117

Professioni
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di BENEDETTA PACELLI -pag. 34
ITALIA OGGI del 07/11/2014
pag. 38
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
pag. 43
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di MARCO BELLINAZZO - pag. 44
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di MAURO PIZZIN - pag. 44
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
pag. 44
ITALIA OGGI del 07/11/2014
pag. 32

Societa' e Imprese
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di CINZIA DE STEFANIS - pag. 32
ITALIA OGGI del 07/11/2014
di LOREDANA CAPUOZZO - pag. 40
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di GIOVANNI NEGRI - pag. 46
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
pag. 46
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
di M. ADELE CERIZZA - pag. 47
IL SOLE 24ORE del 07/11/2014
 di PAOLO BONOLIS - pag. 47
IL SECOLO XIX del 07/11/2014
di EMANUELE ROSSI - pag. 14, 15
IL MESSAGGERO del 07/11/2014
di MICHELE DI BRANCO - pag. 14 

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Giorgia Meloni: Le ultime Notizie dal Nostro Presidente del Consiglio.

EDIZIONE DEL 25 NOVEMBRE 2022 Nonostante la crisi il governo guarda oltre e mette insieme una manovra di prospettiva. Giorgia Meloni: “Abbia...

I POST PIU' SEGUITI