venerdì 30 novembre 2018

UN PONTE SUL TEVERE è il nome del comune portale di Associazione Amici del Tevere e Consorzio Tiberina.

UN PONTE SUL TEVERE è un progetto e allo stesso tempo una metafora: un legame fra luoghi, epoche, popolazioni, culture e discipline, tradizione e innovazione, istituzioni e operatori economici, pubblico e privato.
Amici del progetto e del Contratto di Fiume “Tevere a Roma” firmato il Natale di Roma 2018 (oltre che del Tevere in sé), sono i professori Ruggeri Lenci – coinvolto fin dalle attività preparatorie dell’Associazione nel 2007, contattato all’epoca in quanto fra gli artefici dell’Ambito di programmazione strategica “Tevere” del Piano Regolatore Generale di Roma – e Antonino Saggio – con cui interagiamo correntemente a partire dalla sua innovativa iniziativa “Tevere Cavo”, essendo inoltre il Dipartimento di Architettura e Progetto dell’Università La Sapienza di Roma fra i membri del Consorzio Tiberina e i firmatari del Contratto di Fiume –. Due persone che abbiamo imparato ad apprezzare per la grande onestà intellettuale (e quindi anche per la competenza sui temi cui si rivolgono).

Non di UN PONTE SUL TEVERE ci scrivono, ma di un altro ponte, materiale e non metaforico: 
IL PONTE MORANDI DI GENOVA. 

Con il supporto della Pro Loco di Roma Capitale.  

www.studiostampa.com

lunedì 26 novembre 2018

Mipaaft-Ismea: 340 aziende chiavi in mano sono in vendita nella Banca delle Terre Agricole.

Banca delle terre

Ismea


L’Ismea e il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo mettono in campo una procedura semplice e trasparente per garantire l’accesso alla terra e il ricambio generazionale: fino al 2 dicembre 2018 è possibile presentare la manifestazione d’interesse per il secondo lotto dei terreni in vendita sulla Banca nazionale delle terre agricole (BTA).

Il ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio presenta gli obiettivi della Banca delle terre agricole, un progetto Mipaaft-Ismea che mette in vendita 7.700 ettari di terre agricole con un ricavo stimato in 160 milioni di euro, che saranno reinvestiti in agricoltura per i giovani.

Raffaele Borriello, direttore generale di Ismea, illustra la grande opportunità che la Banca delle terre agricole rappresenta per rilanciare l'agricoltura e l'agroalimentare italiano, supportando i giovani che vogliono diventare imprenditori agricoli attraverso la vendita di circa 340 imprese agricole chiavi in mano.

Giorgio Venceslai, responsabile Area servizi per le imprese di Ismea, spiega le caratteristiche del bando e le modalità di accesso alla Banca delle terre agricole di Ismea: disponibili oltre 7.700 ettari di terreno. Inoltre, per l'acquisto dei terreni i giovani possono contare anche su strumenti di sostegno al credito messi a disposizione da Ismea.




Scopri di più su www.ismea.it/banca-delle-terre

Una volta registrati sul sito, cliccando sulla regione che interessa, compaiono tutti i terreni in vendita con le loro caratteristiche principali
www.studiostampa.com