mercoledì 3 luglio 2019

Come e perché uscire dall'EURO !

www.studiostampa.com

Gli orrori di Reggio Emilia, famiglie calpestate.

di Bruno Vespa
Il lettore farà fatica a crederlo, ma in 24 stagioni di ‘Porta a Porta’, l’unica, forte, ripetuta pressione per non fare una trasmissione l’ho subita nell’inverno 2002. La trasmissione andò in onda il 12 marzo e si riferiva agli abusi sui minori compiuti nella comunità toscana del Forteto di Barberino del Mugello. Un tempo fiore all'occhiello della sinistra, poi demolita da quindici anni di processi e da pesantissime sentenze definitive. I capi d’accusa prevalenti riguardavano abusi sessuali su minori, ma l’elemento comune con l’inchiesta sconcertante di questi giorni su quanto accade nel Reggiano è nel ‘martellante e sistematico lavaggio del cervello’ dei bambini, certificato da una sentenza del 2015 in uno dei tanti processi al Forteto. Lo Stato fu allora condannato dalla Corte europea dei diritti dell’uomo per l’illegittimo operato del Tribunale dei minori di Firenze, accusato di aver ostacolato l’avvicinamento dei bambini ospiti del Forteto con la madre e la nonna. Il Forteto aveva una formidabile copertura politica (di qui le pressioni) che ci auguriamo manchi nell’inchiesta di Bibbiano.

Fonte: Quotidiano.net - Qui l'Articolo Completo

www.studiostampa.com

Caso Sea Watch: venti di tempesta dentro forze armate e polizia.

Cocer carabinieri: “Le leggi vanno applicate e non interpretate”.
“Quanto accaduto con la Sea Watch - commenta a Ofcs.report il delegato Cocer Carabinieri, Antonio Tarallo - dimostra quanto sia difficile per le forze dell’ordine far rispettare le leggi dello Stato Italiano e quanto sia sempre più ampia la distanza tra chi opera e chi giudica. Le leggi vanno applicate e non interpretate - sottolinea - altrimenti il caos ci travolgerà e noi poveri uomini in uniforme saremo sempre più vittime della delinquenza. Senza parlare dei parlamentari che dovrebbero dare il giusto esempio e invece politicizzano tutto. La democrazia è stata conquistata con il sacrificio dei nostri avi e la stiamo distruggendo con i comportamenti personalistici di una schiera di dementi che non hanno capito che senza una politica di rispetto verso le forze dell’ordine e verso le leggi dello Stato tutto finirà male e la delinquenza prenderà il sopravvento sull'onestà”.

Fonte: ofcs.report

www.studiostampa.com

domenica 30 giugno 2019

La Meravigliosa Infiorata Storica di Roma.


(LaPresse) In occasione della IX edizione della "Infiorata Storica di Roma", piazza Pio XII e via della Conciliazione, nei pressi di San Pietro, si sono arricchite con 16 quadri da 50 metri quadri l'uno. Petali, trucioli, lava vulcanica hanno dato vita a raffigurazioni che hanno incantato turisti e cittadini. "Vi aspettiamo", è l'invito di Mauro Abbondanza, direttore della Pro Loco di Roma Capitale. La manifestazione in occasione della festa dei patroni della Capitale Santi Pietro e Paolo. 


www.prolocoroma.it

www.studiostampa.com

Riva Destra: La festa del 5 Luglio sarà a Roma.

La Festa Tricolore di Riva Destra quest’anno si terrà a Roma, e la chiusura sarà presieduta da Giorgia Meloni. 
Il Movimento Riva Destra riporta a Roma i festeggiamenti che l’anno scorso si sono tenuti a Palestrina. Il Circolo storico di Alleanza Nazionale. Dalla sua nascita ai convegni ed alle iniziative di Riva Destra sono sempre intervenuti esponenti della Destra Nazionale, come Francesco Storace, attuale direttore de Il Secolo D’Italia. Il Movimento si propone di tornare alle origini delle ideologie della destra italiana, diventando un movimento federato a  Fratelli D’Italia, Fra dopo aver chiuso il sodalizio con la Lega di Matteo Salvini.

In Questa edizione 2019 oltre alla Meloni ci saranno Storace di nuovo, Silvestroni, e il deputato Questore Edmondo Cirielli.

L’obiettivo di Riva Destra è quello di rendere FdI un partito inclusivo. E in occasione di questo incontro annuale anche le altre realtà dei movimenti della destra italiana saranno presenti alle tavole rotonde organizzate per la festa tricolore. I rappresentanti di Stella d’Italia, Realtà Popolare, Più Italia, Movimento Sardo, Popolo delle Partite Iva, Patria e Libertà porteranno il contributo, oltre agli annunciati interventi da parte di Direzione Italia, La Destra, Cuori Italiani e Movimento per la Sovranità. A chiudere due delle tavole rotonde del programma che presto sarà divulgato, saranno  il neo eletto al Parlamento Europeo Nicola Procaccini e Giovanni Donzelli, deputato e responsabile nazionale dell’Organizzazione.

Riva Destra è un movimento politico che si propone di riportare a destra l’ideologia nazionale della destra italiana, allontanandosi dall'idea moderna di neocentrismo che ha portato negli anni i movimenti di Alleanza Nazionale verso il centro e alle alleanze con partiti di centro democratico. L’obiettivo è ridare un’identità alla destra nazionale, ricollocandola storicamente nella posizione dell’ideologia per cui è stata formata. Con un occhio alle forze giovanili, ai movimenti destra europei.

In italia manca secondo Riva Destra un movimento di destra sociale che contrasti le larghe intese di governo, senza uno schieramento  reale, senza piano di rilancio. Un governo che mantiene la legge elettorale immutata ed è attendista sulle decisioni dei tagli alla politica ed alla spesa pubblica, che non si concentra per un movimento di legge che porti ad un abbassamento fiscale concreto, che tende a privatizzare le grandi aziende nazionali che hanno dato un’identità storica all’Italia. Riva Destra disconosce questo atteggiamento, riunendo nelle sue fila tutte le forze storiche e moderne della destra italiana, per ridonare alla nostra nazione un’unità che sembra esserci solo sulla carta, e cercare di portare lo stesso messaggio per dare anche all'Unione Europea un’unità tangibile, vera e reale.

Fonte: soggettopoliticonuovo.it

www.studiostampa.com