Visualizzazione post con etichetta Energia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Energia. Mostra tutti i post

venerdì 29 marzo 2019

Tutela Ambiente: Energia ed Ecologia !

AZIENDE e TUTELA AMBIENTE

Le azioni principali per diminuire l'impatto sull'ambiente 
Image

Fonte: La Nuova Mobilità | Eumetra MR
dal BLOG di Eumetra MR

Pet World
Il nuovo ruolo dei pet e i bisogni dei pet owner
Quanto e come le nuove «consapevolezze» della human kind contaminano e determinano i nuovi modelli di scelta e gestione degli animali da compagnia?

Leggi l'articolo
Risparmio energetico
Risparmio energetico: ne abbiamo sempre più bisogno
I piani di efficienza energetica messi in atto negli ultimi anni permettono di ridurre i consumi di energia, con relative conseguenze positive...


Leggi l'articolo


NEWS
Risparmio energetico
Save the Date | Capire il cambiamento | 10.04.2019 | Roma
Eumetra MR promuove l’incontro “Capire il cambiamento” – che si terrà a Roma il prossimo 10 aprile – per aiutare Aziende e Istituzioni a comprendere in profondità il presente e, quindi, governare il cambiamento del cittadino-consumatore...


Scopri di più

www.studiostampa.com

lunedì 7 agosto 2017

Fotovoltaico: Soluzione per l'Italia ?

Nel 2001 il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con le Regioni, avviò senza successo una serie di finanziamenti per favorire l’installazione di impianti fotovoltaici, collegati alla rete di distribuzione elettrica: il programma si chiamava "10.000 tetti fotovoltaici" e prevedeva finanziamenti a fondo perduto fino al 75% della spesa ammissibile. 
Sono ormai tanti anni (dalla nascita del Fotovoltaico) che se ne parla e che Giancarlo Bertollini propone di installare delle pensiline sulla corsia di emergenza delle Autostrade. 
L’Italia ha circa 7000 Km di autostrade che vuol dire circa 14000 Km di corsie di emergenza.  
Le pensiline dovrebbero avere una profondità di 3 metri ad un’altezza di 4,5 metri per consentire la sosta dei mezzi pesanti, lascio a Voi i calcoli. 
A distanze uniformi andrebbero installate plafoniere a LED con i comandi per accendere le luci, attivare i soccorsi SOS e avere disponibili le prese per ricaricare Auto o altri strumenti, ovviamente con integrata una telecamerina per individuare gli eventuali vandali. 
Oltre alla enorme produzione di Energia, si avrebbero Autostrade più sicure con visibilità notturna e riparo da Pioggia o Sole. 

www.studiostampa.com

mercoledì 11 giugno 2014

Caos Ucraina e Libia, allarme servizi segreti italiani: solo 6 mesi per metterci al riparo !

Caos in Libia e in Ucraina, approvvigionamenti energetici a rischio. In Libia la produzione di gas e petrolio è in stallo, dopo la guerra a Gheddafi fortemente voluta da Usa e Francia, con l’appoggio di Napolitano. Come se non bastasse, frange estremiste imperversano nel Paese, mentre sulle coste migliaia di immigrati sono in attesa di partire per l’Italia.
I servizi segreti, senza mezzi termini, lanciano l’allarme: “abbiamo sei mesi di tempo per correre ai ripari. Poi in Italia regnerà il caos”. Intanto anche le sedicenti nuove leve della politica (M5S) si occupano di questioni irrilevanti.
Secondo gli analisti dei servizi segreti in Italia sarebbe ancora alto il rischio di attentati di matrice internazionale. A preoccupare, in particolare, è la matrice jihadista che, secondo i servizi, “resta collegata nella sua dimensione ‘domestica’ al cosiddetto jihad individuale, per l’eventualità di un’autonoma attivazione, specie sulla spinta della propaganda qaidista on line, di elementi isolati o microgruppi motivati a colpire la società occidentale ‘dall’interno’”.
In particolare “elementi di rischio potrebbero derivare dal possibile ridispiegamento nel nostro Paese di reduci provenienti dai teatri di jihad, potenzialmente intenzionati ad impiantare filiere radicali o a condurre progetti di attacchi di Europa”. Ma un’altro campo nel quale i servizi effettuano monitoraggio è quello dei flussi migratori e del conseguente rischio che arrivino potenziali terroristi. Tuttavia al momento “non sono emersi significativi elementi di riscontro”.

venerdì 28 febbraio 2014

Scandalo SORGENIA ! (De Benedetti).




venerdì 13 settembre 2013

ENERGIE: Ecologia, Ambiente e Sicurezza

SISTRI: soluzione CdM insoddisfacente

Insoddisfatte le imprese della filiera dei rifiuti della soluzione individuata dal CdM per il SISTRI: non basta limitarlo ai rifiuti pericolosi, serve una soluzione più radicale....

Energie pulite: fallisce il bando in Sicilia

Annunciato il blocco del bando sulle energie pulite: le imprese siciliane rinunciano ai fondi a causa delle esose richieste di cofinanziamento. ...

Energia green: l’offerta di Enel per le PMI

Le caratteristiche dell'offerta ENEL Energia Pura dedicata alle PMI: energia green prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili....

SISTRI solo per rifiuti pericolosi dal 1° ottobre

Il Consiglio dei Ministri ha approvato le misure di semplificazione e revisione del SISTRI che partirà dal 1° ottobre per chi raccoglie, trasporta e tratta i rifiuti pericolosi....

Contributi per l’eco-innovazione delle PMI pisane

Contributo di 15mila euro a favore delle imprese pisane promotrici di progetti di eco-innovazione nell'ultimo biennio....

Rinnovabili: sistemi di accumulo in attesa di incentivi

Le tecnologie di accumulo dell'energia prodotta delle fonti rinnovabili potrebbe dare una spinta verso la grid parity, ma servirebbero incentivi statali....

Prestazione Energetica: bloccati i contratti in Edilizia

Il nuovo obbligo APE al posto dell'ACE per la prestazione energetica in Edilizia presenta incongruenze e sovrapposizioni tali da bloccare tutti i contratti di locazione e compravendita in atto: le richieste di Confedilizia....

Costi energia: in calo la bolletta delle imprese

Calano i costi per l'energia elettrica ed il gas in Italia, che però resta maglia nera d'Europa: ecco come evolve il mercato....

Ecobonus: detrazione stabile dal 2014

Approvato alla Camera il Decreto Ecobonus: sì all'emendamento per la stabilizzazione delle detrazioni al 65% per interventi di efficienza energetica dal 2014 ed estensione a quelli antisismici, di depurazione idrica ed eliminazione di amianto. ...

Fotovoltaico: le imprese bocciano l’accordo sui dazi

Importazione di pannelli fotovoltaici cinesi: intesa Europa-Cina su quantitativi massimi e soglie minime di prezzo senza dazio, ma le imprese del settore protestano....

Rinnovabili Sicilia: nasce il Registro regionale

Al via il Registro delle fonti energetiche rinnovabili in Sicilia: obbligo di iscrizione per i titolari di impianti anche già in esercizio....

Energia pulita: bando per PMI del Lazio

Al via un nuovo bando volto a incentivare l’efficienza energetica delle PMI con l’utilizzo di fonti rinnovabili che attinge ai fondi UE....

giovedì 11 luglio 2013

Successo della conferenza ANTROPIA_1 idea vincente

Com'era nelle previsioni, la conferenza Antropìa_1  è stata coronata da successo, grazie al profilo di eccellenza dei relatori e all'interesse per i temi affrontati.
Ha aperto i lavori il Prefetto dr. Francesco Paolo Tronca, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa Civile del Ministero dell’Interno, il quale ha evidenziato i complessi scenari di emergenza e soccorso in cui senza sosta è impegnano il Corpo Nazionale, dai terremoti de L’Aquila e della Garfagnana alle alluvioni ai gravi incidenti in mare come quello della Concordia e della torre dei piloti abbattuta nel porto di Genova.
Francesco Venerando Mantegna, Direttore generale di Maris-Ricerca e coordinatore nazionale del Movimento indipendente “La Nuova Italia”, ha quindi introdotto i lavori odierni, presentando i relatori. ANTROPIA, ha affermato Francesco Venerando Mantegna, è una sintesi rogressiva delle conoscenze scientifiche e tecnologiche indirizzata verso il benessere delle persone e delle popolazioni, nel rispetto dell’ambiente naturale da cui è possibile trarre energia pulita e rinnovabile. Al contempo, luogo di elaborazione e di indirizzo delle politiche di gestione delle risorse territoriali, a partire dai Comuni che vanno trasformati da centri di costo in centri di ricavo. La grande crisi economica che stiamo attraversando, deve indurci ad una svolta abbastanza rapida nei settori strategici del sistema Italia, come le fonti energetiche rinnovabili e la gestione del patrimonio culturale-ambientale. Così come vanno superati gli schemi di una Economia centrata sulla speculazione finanziaria e sullo sfruttamento del lavoro, che ha finito per rendere gli Stati, cioè i popoli, sottomessi alle logiche bancarie ed ai cosiddetti “debiti pubblici”, per cui chi nasce è già privato dell’inalienabile diritto alla dignità della vita.  

martedì 2 luglio 2013

ANTROPÌA_1 - Comunicato stampa 2/7/2013

Il 10 Luglio 2013, alle ore 16:00 a Roma, si terrà il Convegno "ANTROPIA_1 per uno Sviluppo Consapevole e Responsabile".

Organizzazione:
  • Maris-Ricerca, Monitoraggio Ambientale e Ricerca Innovativa Strategica. 
  • La Nuova Italia, Associazione e Movimento Indipendente.

Location

Auditorium ISA-Istituto Superiore Antincendi, Ministero dell'Interno, Dip. VVF - Via del Commercio 13 (Zona Gazometro, quartiere Testaccio). 

Relatori
  • Franco Barberi, Vulcanologo, Esperto Energia Geotermica.
  • Nino Galloni, Economista, saggista. 
  • Mario Panizza, Rettore dell'Università Roma Tre. 
  • Matteo Passoni, ingegnere, esperto tecnologie riciclaggio rifiuti. 
  • Antonio Senni, Direttore al Ministero dell'Ambiente, Nutrizionista. 

Coordinamento

Francesco Venerando Mantegna, Direttore generale di MARIS-Ricerca.

Apertura lavori

Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e Difesa Civile del Ministero dell'Interno, Prefetto Francesco Paolo Tronca.

ANTROPIA_1 - Tematica

L'impiego di fonti energetiche rinnovabili, come quelle della geotermìa a bassa entalpìa e del riciclaggio dei rifiuti solidi urbani, è la nuova frontiera dello sviluppo socioeconomico dei territori, a partire dalle realtà dei Comuni e dei quartieri delle grandi città. Un processo di sviluppo consapevole e responsabile, centrato sulla valorizzazione delle risorse ambientali e sulla loro gestione, capace di generare nuove iniziative produttive, turismo, occupazione e benessere nelle comunità locali. Si tratta quindi di avviare un percorso politico-amministrativo centrato su modelli di autosostenibilità adatti alle specifiche realtà fisiche, geologiche, climatiche, paesaggistiche e del patrimonio culturale dei territori. Un nuovo modello culturale-politico ove convergono i pilastri della qualità della vita: valorizzazione ambientale e sana alimentazione, energie rinnovabili, conoscenza ed innovazione tecnologica, insediamenti urbani ed abitazione, prevenzione e sicurezza dei cittadini.

Antropìa_1 è una prima iniziativa dedicata alle energie rinnovabili, alla quale ne seguiranno altre, sia sulle modalità d'impiego e diffusione delle stesse, sia su altre risorse territoriali quali il Turismo e l'Agricoltura, sia sulle questioni di politica economica.

Target di Antropìa

Trasformazione dei Comuni e degli altri Enti locali da "centri di costo" a "centri di ricavo". Nuova modellistica politico-amministrativa nella gestione delle risorse territoriali.

Patrocini

Ministero dell'Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.
Università degli Studi Roma Tre.

Partecipazione

E' raccomandato l'ingresso all'ISA almeno un quarto d'ora prima dell'inizio dei lavori, per l'accoglienza e la registrazione. I giornalisti sono pregati di segnalare in anticipo, rispetto alla data del convegno, la loro partecipazione scrivendo a: 

info@maris-ricerca.it

www.studiostampa.com

lunedì 17 giugno 2013

Convegno sulle Energie Rinnovabili !

LA NUOVA ITALIA - Movimento Politico Indipendente
Il Coordinamento Politico Nazionale
---------------------------------------------------------------------------
Convegno su Politiche del Territorio ed Energie rinnovabili "ANTROPIA_1".

Il 10 Luglio prossimo a Roma, presso l'Auditorium dell'ISA-Istituto Superiore Antincendi del Ministero dell'Inteno, in Via del Commercio n.13, avrà luogo il convegno organizzato da LA NUOVA ITALIA e Maris-Ricerca, denominato "ANTROPIA_1" sul tema dello Sviluppo consapevole e responsabile.
Si tratta di un'iniziativa concreta nella direzione di una nuova frontiera delle politiche del territorio, a partire dai Comuni, sia per la valorizzazione del patrimonio ambientale che per l'impiego di fonti energetiche rinnovabili a zero impatto ambientale, quali la geotermica e quelle derivanti dal trattamento dei rifiuti solidi urbani. Vi aspettiamo numerosi !

Per Informazioni e Prenotazioni: 
movimento.lanuovaitalia@gmail.com
Il Coordinamento Nazionale

www.studiostampa.com

giovedì 16 maggio 2013

Autorità Energia e Gas, necessario rivedere e rafforzare le competenze in materia di controversie tra utenti e fornitori

Comunicato di Pietro Yates Moretti / Fonte ADUC

E' necessario rivedere le competenze dell'Autorità garante energia e gas (Aeeg) in materia di controversie tra utenti e fornitori di energia. 
Un possibile esempio da seguire potrebbe esser quello dell'Agcom e della rete dei Corecom regionali. Per le controversie in materia di telefonia e pay tv, infatti, il consumatore ha oggi a disposizione lo strumento gratuito della conciliazione e poi della definizione della controversia, che si conclude con un provvedimento dell'Autorità. In questo modo, è possibile evitare del tutto il ricorso alla giustizia ordinaria. L'utente delle comunicazioni può quindi seguire l'intero iter e giungere ad una risoluzione senza bisogno di affidarsi ad un avvocato e attendere i lunghissimi tempi della giustizia. Inoltre, i gestori telefonici non possono, nelle more di un procedimento di reclamo, sospendere il servizio per morosità relativamente agli importi oggetto di contestazione. Tali strumenti si sono rivelati efficaci, seppure permangano problemi dovuti alla carenza di finanziamenti e personale nei Corecom. Nelle controversie sull'energia, invece, gli unici strumenti messi a disposizione dall'Autorità sono un reclamo allo Sportello del consumatore, reclamo che si esaurisce sostanzialmente nel mettere in contatto il consumatore ed il fornitore, o la conciliazione online. Nel frattempo, tutti gli importi contestati devono comunque essere pagati dall'utente entro la scadenza della bolletta contestata, anche nel caso di evidenti errori di fatturazione, a pena di vedersi sospesa l'utenza per morosità. Infine, per ottenere un provvedimento in caso non si trovi un accordo, l'unica strada per il consumatore è quella di portare il fornitore in causa.
E' evidente che il distacco della luce o del gas provoca disagi ben più gravi della sospensione di un'utenza telefonica o pay tv. Eppure, le tutele ed i rimedi oggi a disposizione dell'utente delle comunicazioni sono molto superiori a quelle dell'utente dell'energia.
Chiediamo quindi al Governo e alla stessa Aeeg di valutare l'opportunità di replicare l'esperienza dell'Agcom e dei Corecom in materia di controversie tra utenti e fornitori d'energia. Oltre a rendere più efficaci le tutele per il consumatore, si potrebbe anche snellire il carico della giustizia. 

www.studiostampa.com

mercoledì 24 aprile 2013

Da IBM la parabola fotovoltaica che concentra l'energia di 2.000 soli ed è più conveniente


Arriva direttamente dai laboratori IBM di Zurigo la nuova tecnologia che promette una vera e propria rivoluzione nell'energia solare. Nella giornata della Terra, gli scienziati di IBM Research hanno annunciato una collaborazione con l'azienda ticinese Airlight Energy per sviluppare un avanzato sistema fotovoltaico capace di concentrare l'energia di 2000 soli, con un'efficienza che può raccogliere fino all'80% delle radiazioni in arrivo e convertirle in energia utile, a un costo tre volte inferiore rispetto ad altri sistemi concorrenti.
di Elena Comelli - Il Sole 24 Ore - leggi su:  http://24o.it/u8lgE

www.studiostampa.com

mercoledì 27 marzo 2013

SPAZIO AL FOTOVOLTAICO !


Volendo si potrebbero coprire le corsie di emergenza di tutte le autostrade con l'ulteriore vantaggio di riparare dal Sole o dalla Pioggia chi è in difficoltà, dando anche la possibilità di avere luce (magari per cambiare una gomma) e di essere illuminato e, nella notte, ben visibile a distanza. 

www.studiostampa.com

venerdì 10 agosto 2012

NE' ALEMANNO, NE' ZINGARETTI

COMUNALI: ENERGIA PLURALE CORRE DA SOLA, "POLITICA 'A COSTO ZERO' MA NE' ALEMANNO, NE' ZINGARETTI"
"Annunciata lista con proprio candidato Sindaco donna, con Schiuma come vice"
ROMA, 10 ago - "Alle comunali di Roma ci saremo anche noi, affinchè ci sia un'alternativa ad Alemanno e a Zingaretti, ai partiti e a questa casta che ha portato l'Italia sull'orlo del baratro. Vogliamo dare una speranza ai romani, restituendo alla politica il senso di servizio nei confronti di una città che amiamo. I nostri eletti rinunceranno a ogni stipendio perche' la nostra è politica a costo zero".
Hanno scelto uno storico caffè romano, tra il centro e il rione Prati, in un assolato venerdi di agosto, "il giorno prima della notte delle stelle di San Lorenzo", i fondatori di 'Energia plurale', Alfredo Iorio, Fabio Sabbatani Schiuma e Andrea Meschini, immobiliarista romano, per indire la loro conferenza stampa di annuncio.
"Ma non ci fermeremo a Roma - ha esordito Iorio - anzi, inizieremo a raccogliere le firme per presentare 'Energia plurale' anche alle elezioni politiche, almeno nel Lazio, dove già stiamo formando delle nostre 'centrali' a Viterbo e a Frosinone, oltre che nei paesi della provincia di Roma stessa.
Qualcuno - ha concluso Iorio, leader della liste 'Trifoglio' e 'Popolo della Vita', con un consenso raccolto nel passato, di circa 15.000 voti - deve pure cominciare a far capire che questi politici hanno fallito e il popolo necessita di volti e idee nuove, concrete e realizzabili, oltre ogni steccato ideologico.
Vogliamo dare un segnale - ha esordito Andrea Meschini, 'uno che ha iniziato a lavorare a 9 anni', così si definisce l'immobiliarista romano - anche alle categorie produttive romane, che c'è bisogno di nuovo e non di chi ha trasformato la burocrazia in ostacolo insuperabile. Va sostenuto il piccolo commerciante come
l'imprenditore che vuole investire, produrre e creare occupazione. Vanno rispettati i diritti dei cittadini.
Cercheremo - ha continuato Meschini - un candidato sindaco che risponda a certi requisiti e non provenga, dai partiti, magari una donna, che possa incarnare questa necessità di rinnovamento e voglia spendersi per una città la cui bellezza è nel mondo ammirata e invidiata".
Iorio e Meschini hanno poi indicato in Fabio Sabbatani Schiuma "la persona che affiancherà, come vicesindaco, il competitore per lo scranno piu' alto del Campidoglio. Chi meglio di lui - hanno rivendicato - incarna il politico 'scomodo' per i partiti, che di fatto lo hanno 'tagliato fuori' nonostante abbia sempre vinto tutte le sue campagne elettorali, prendendo piu' di 15.000 voti? Schiuma è una persona onesta, competente e coraggiosa, capace di grandi battaglie popolari soprattutto nelle periferie romane, da Laurentino 38 a Tiburtino terzo, nei suoi 12 anni di aula".
L'ex vicepresidente del Consiglio Comunale di Roma, ha ringraziato "per la fiducia che inorgoglisce e per la responsabilità affidata. Faremo un programma 'partecipato' - ha dichiarato Sabbatani Schiuma - che partirà dalla difesa di quelle categorie deboli che questa politica ha dimenticato: in primis, anziani, bambini e disabili, ma poi anche i diritti degli animali. Formuleremo proposte - ha aggiunto Schiuma - serie sul problema del traffico, che rende Roma la metropoli europea con la velocità media commerciale piu' bassa, e sul turismo che la città non sfrutta appieno, ma che costituisce un carburante inesauribile per la sua economia".
Iorio, Meschini e Sabbatani Schiuma hanno poi annunciato "una campagna elettorale senza tregua, nelle piazze, nei mercati, con comizi e propaganda semplice e diretta, tra la gente del popolo romano".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 7 agosto 2012

Energia plurale scende in campo a Roma

Venerdì 10 agosto, alle ore 12, presso il Gran Caffè Esperia, Energia plurale terrà una Conferenza Stampa sulle prossime elezioni Comunali di Roma. 
(Lungotevere dei Mellini,1 - Ex Ruschena)
Interverranno: 
Alfredo Iorio, 
Andrea Meschini, 
Fabio Sabbatani Schiuma

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

venerdì 13 gennaio 2012

ANCHE GLI SCIENZIATI ATOMICI RAGIONANO IN MODO PECULIARE

Riporto qui sotto mia nota che ho mandato al blog "Clima & Dintorni"  curato
dai miei amici climatologi - e che hanno accettato e diffuso:
ANCHE GLI SCIENZIATI ATOMICI RAGIONANO IN MODO PECULIARE
Il Bulletin of Atomic Scientists pubblica da decenni l'ora segnata dal
Doomsday Clock  - orologio del giorno del giudizio. Questo disastro finale
fu fissato immaginosamente a mezzanotte. Le lancette di questo orologio
virtuale venivano avvicinate alle 24 tanto più quanto più numerose e
distruttive erano le armi nucleari e quanto più tesa era la situazione
internazionale, aumentando la probabilità di un olocausto nucleare.

Due giorni fa il Bulletin ha avanzato le lancette da sei a 5 minuti prima
della mezzanotte per i seguenti sintomi:
"clear and present dangers of nuclear proliferation and climate change, and
the need to find sustainable and safe sources of energy, world leads are
failing to change business as usual. Inaction on key issues including
climate change, and rising international tensions motivate the movement of
the clock."
"L'inazione su problemi chiave incluso il cambiamento climatico"  non ha
ovviamente alcun rapporto con un conflitto nucleare generalizzato [che
potrebbe far esplodere l'equivalente di 700 kg di TNT per ogni essere umano.
Triste confusione.

Al testo del Bulletin  si accede con il link:
http://www.thebulletin.org/content/media-center/announcements/2012/01/10/doo
msday-clock-moves-1-minute-closer-to-midnight
Roberto

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 20 settembre 2011

Fotovoltaico: Italia batte Germania, prima al mondo entro fine 2011.

L’Italia sorpassa la rivale tedesca e si avvicina al podio per capacità installata annua di fotovoltaico, superando i 10.000 MW entro il 2011. (Fonte: Virgilio Go Green)
Il Gestore dei Servizi energetici conferma la notizia che gira ormai da qualche settimana tra gli addetti al lavoro: l’Italia supera i 10.000 Mw di potenza fotovoltaica installata su tutto il territorio nazionale. Sembra infatti che entro la fine del 2011 la potenza complessiva in esercizio in Italia possa raggiungere i 12.000 MW, per un numero d’impianti intorno ai 350.000. L’andamento delle installazioni per l’anno in corso proiettano così l’Italia al primo posto nella graduatoria mondiale per potenza entrata in esercizio nel 2011. Il nostro Paese, infatti, messo a confronto con la Germania - da oltre un decennio leader del mercato fotovoltaico mondiale - nel 2011 ha installato il triplo della potenza realizzata sul territorio tedesco.
È sempre il Gse a ricordare come in Italia siano in esercizio più di 270.000 impianti, precisamente:
· con il Quarto Conto Energia, partito lo scorso giugno, sono entrati in esercizio 26.134 impianti per una potenza di 1.700 MW;
· con il Terzo Conto Energia sono entrati in esercizio 38.122 impianti per una potenza di 1.592 MW;
· con il Secondo Conto Energia sono entrati in esercizio 200.693 impianti per una potenza di 6.568 MW;
· con il Primo Conto Energia sono entrati in esercizio 5.734 impianti per 163 MW.
Per quanto riguarda invece la classifica delle regioni, la Puglia, con circa 1.685 MW per 17.812 impianti in esercizio, mantiene il primato della Regione con maggiore potenza installata, mentre la Lombardia resta in testa alla classifica delle Regioni con maggior numero di impianti in esercizio (38.810 per 993 MW), seguita dal Veneto, con 36.066 impianti per 894 MW.
Da evidenziare come solo nel corso del 2011 siano già entrati in esercizio circa 6.500 MW. Di questi oltre 3.700 MW si riferiscono a impianti “salva Alcoa”, che, avendo richiesto i benefici della Legge 129/10 ed essendo entrati in esercizio entro il 30 giugno 2011, hanno presentato domande di ammissione alle tariffe incentivanti fissate dal Secondo Conto Energia.
Una lettura approfondita dell’evoluzione del settore arriva direttamente da PV Rome Mediterranean, il salone internazionale delle tecnologie fotovoltaiche per il Mediterraneo, che si svolge nell'ambito di ZeroEmission Rome, la grande manifestazione in corso alla Fiera di Roma dedicata alle energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici ed emission trading; appuntamento in cui, Valerio Natalizia, presidente Gifi, gruppo imprese fotovoltaiche italiane, ha commentato: «dati importanti, certamente inferiori alle performance del mercato negli ultimi due anni, ma che permettono di guardare al futuro con un certo ottimismo, nonostante i timori sulla tenuta del comparto dopo la sostanziale riduzione delle tariffe incentivanti introdotta dal Quarto Conto Energia».
«Il nuovo sistema di incentivi provocherà una trasformazione del mercato rispetto a quanto avvenuto in passato: le nuove tariffe penalizzano le grandi installazioni, ma non è detto che il fotovoltaico debba e possa svilupparsi solo grazie a queste - spiega Natalizia. Si aprono infatti nuovi e promettenti scenari rappresentati in primo luogo dalla crescita degli impianti commerciali, quindi di media taglia realizzati sui tetti di strutture si lavorerà molto sul residenziale. La crescita di queste installazioni, inoltre, stimolerà l'innovazione tecnologica, per la necessità di trovare soluzioni che consentano l'integrazione dei sistemi sui tetti e nelle facciate degli edifici, campo nel quale i produttori di moduli italiani possono contare su un bagaglio di conoscenze e un gusto per l'estetica che i nostri competitor non hanno. Insomma – conclude Valerio Natalizia - sebbene sia facile prevedere una certa selezione degli operatori, le opportunità per continuare a fare bene per le aziende».
A sostenere l'ottimismo del presidente Gifi contribuiscono anche le stime di Epia, European photovoltaic industry association, secondo le quali l'Italia sarà il primo Paese europeo a raggiungere la grid parity: «il pareggio del costo del kWh fotovoltaico con quello generato dalle fonti tradizionali sarà raggiunto nel 2015 per gli impianti con 3 kW di potenza, e nel giro dei due anni successivi per tutte altre taglie di installazioni – ha spiegato Ingmar Wilhelm di Epia».

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

venerdì 2 settembre 2011

Le truffe di Enel Energia. Procura indaga, ma il fenomeno dilaga.

Comunicato di Vincenzo Donvito 26 agosto 2011 18:17
La Procura della Repubblica di Firenze ha aperto un indagine per truffa e falso nei confronti di un promotore di Enel Energia che, all'insaputa dei malcapitati, firmava i contratti di quelli a cui si era rivolto per proporgli un servizio in alternativa all'altra Enel, quella del mercato protetto che tutti conosciamo.
E' solo una piccola mosca che gravita sulla cloaca dei servizi commerciali di questo gestore di luce e gas. Il nostro servizio di consulenza e informazione e' sommerso da segnalazioni del genere e a tutti consigliamo:
- raccomandata A/R di diffida per disconoscere il contratto, chiedendone copia dello stesso per la verifica della falsita' della firma;
- denuncia all'Autorita' per l'energia e il Gas;
- esposto in Procura della Repubblica;
- rimborso danni.
Ma occorre che facciano attenzione anche coloro che, scelto magari il servizio elettrico del mercato libero, si ritrovano, senza averlo richiesto, un contratto anche per il servizio del gas: la modulistica di Enel energia comprende entrambe le opzioni e mettere qualche crocetta in piu', per promotori disonesti, e' molto facile.. diversi i casi che abbiamo smascherato dopo aver dimostrato che la grafia della crocetta sull'opzione gas era diversa da quella della crocetta sulla luce.
La situazione, a nostro avviso e' tragica, proprio perche' parte da un fatto anomalo per chi dice di essere in un mercato libero: Enel mercato protetto, la stessa Enel che e' proprietaria anche delle reti di distribuzione, decide di essere anche sul mercato libero con l'aggiunta del gas, e come decide di presentarsi? Col nome di Enel, ovviamente.... chiaro il giochetto, no?
Quanto accaduto, ed oggi posto sotto indagine da parte della Procura, e' la logica conseguenza di questa anomalia del mercato italiano della liberalizzazione dell'energia.
Noi non crediamo ai buoni propositi di Enel Energia che, in casi del genere, si scusa e fa mostra di mettere alla gogna i propri promotori. Troppi episodi del genere sono accaduti e continuano ad accadere. Forse ci crederemo solo se chi bussera' alla nostra porta per proporci un nuovo contratto energetico non dira': buongiorno sono dell'Enel.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

ANSA: Ultime Notizie

- 28 GIU. - 16:24 Caput Mundi, 335 interventi per Roma e territorio Ultima ora. Progetto da 500 mln euro. Garavaglia, da tutela siti a città...

I POST PIU' SEGUITI