Visualizzazione post con etichetta Emergenza. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Emergenza. Mostra tutti i post

martedì 19 gennaio 2021

IL CORRIERE VINICOLO - Appello al Governo.

Appello al Governo:
“Meno promesse e più atti concreti”

All'ultimo Consiglio Nazionale, il presidente UIV Ernesto Abbona ha invitato la politica a un confronto costruttivo con le imprese per favorire una rapida ripartenza nel 2021. Diversi gli argomenti affrontati: dall’alleanza con la ristorazione all’atteso protocollo unico sulla sostenibilità. 
Sul tavolo anche l’Ocm promozione.
Gli interventi del sottosegretario alle Politiche agricole, Giuseppe L’Abbate, dell’eurodeputato Paolo De Castro, di Felice Assenza, neo-capo dipartimento Icqrf, e del direttore Fipe – Confcommercio, Roberto Calugi



Gli altri articoli principali

Uk, il nuovo “Paese terzo”e Usa a rischio “digital tax”
L’accordo raggiunto tra Uk e Ue è sicuramente una buona notizia per il vino italiano: cosa “non” cambia nel commercio oltre Manica e perché il Regno Unito rimarrà un mercato complesso da gestire. Ma intanto con gli Usa potrebbero nascere nuove tensioni commerciali…

2021: sarà l’anno dei wine club?
In Italia, complice forse anche la pandemia, stiamo assistendo a un vero e proprio picco di interesse per questo sistema, diffusissimo da decenni negli Usa, la cui “merce” più preziosa sono sicuramente i dati degli affiliati da immagazzinare, conservare e interpretare, per un cambio di prospettiva nel marketing e nella comunicazione

Vino e Gdo: i punti fermi in uno scenario in evoluzione
Se i mesi del primo lockdown hanno sparigliato i trend consolidati, il mercato oggi sta tornando alla sua usuale fisionomia. Ma con delle novità, come la rivoluzione degli assortimenti con un’attenzione verso etichette tradizionalmente distribuite nel fuori casa e verso produttori e vini del territorio. Sempre più marcato è poi l’impegno a offrire non solo un’enoteca più ricca e strutturata, ma anche più leggibile e immediata con il supporto delle nuove tecnologie

 www.studiostampa.com

mercoledì 11 marzo 2020

LA GRAN LOGGIA D'ITALIA COMUNICA IN TRASPARENZA

Molti avranno già letto la comunicazione inviata dal SGCGM Luciano Romoli sul periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo. È stata pubblicata anche sul Sito WEB e sui canali social perché ritenuta propositiva e positiva per tutti noi e per tutti coloro che potranno leggerla. 
Invito quindi, per quanto possibile, a diffonderla. 
Vi abbraccio tutti.
Sotto i link al Sito e ai canali social. 




venerdì 20 gennaio 2017

Terremoto centro Italia: chiarimenti sui fondi raccolti con il numero solidale.

In riferimento alle nuove errate informazioni che circolano soprattutto sui social in merito all'utilizzo delle donazioni raccolte attraverso il numero 45500, si precisa che, come indicato anche nel Protocollo che ne disciplina il funzionamento, queste serviranno per supportare la ricostruzione dei territori colpiti. Per la fase di gestione dell'emergenza, infatti, sono destinate tutte le necessarie risorse attraverso i fondi pubblici.
In particolare, in questa emergenza, come disposto dal decreto legge 189 convertito, le donazioni confluiranno nella contabilità speciale del Commissario straordinario alla ricostruzione e saranno gestite passando dal controllo di un Comitato dei Garanti, come prevede proprio il Protocollo.
Saranno i territori a valutare, in raccordo con Regioni e Commissario e sulla base delle esigenze valutate nell'ambito del più complessivo piano della ricostruzione, a indicare su quali progetti destinarli.
Lo stesso vale per le somme raccolte attraverso il conto corrente aperto dal Dipartimento

www.studiostampa.com

venerdì 18 dicembre 2015

OSTIA: UNA SITUAZIONE DRAMMATICA ! DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE !

Giuliano Napolitano e Cristiano Spadola
Stranieri... Immigrati.... Indesiderati.... Extra comunitari.... Pregiudicati... Finti rifugiati... e chi più ne metta... 
35 € al giorno... Giuliano Napolitano 40 anni di Foggia 
nazionalità ITALIANA.... da 3 anni vive stabilmente 
in una baracca di legno, per 365 giorni l'anno, 
caldo, freddo, pioggia, neve, senza acqua e gas, 
ne, ovviamente, energia elettrica, nella pineta di Ostia. 
Lo Stato dove sta? la baracca è stata, più volte, 
demolita dal Comune e segnalato lo stato di indigenza 
ai servizi sociali. Questo nostro connazionale è riuscito, 
dopo diversi appelli, ad entrare nella graduatoria 
del Buono Casa... ma la famosa puntualità 
negli impegni delle istituzioni...fa si che 
Giuliano dorma ancora in pineta con la sua famiglia. 
Chi ha intenzione di dare una mano può contattarmi. 
www.studiostampa.com

mercoledì 18 febbraio 2015

Buttafuoco: "Meglio le città-operaie dei Borboni degli alveari marxisti".

Lo scrittore siciliano: "I politici locali chiedevano al Partito, e il Partito sceglieva tecnici e architetti".
C'è una ragione precisa ben oltre l'emergenza sociale se in posti come Tor Sapienza succede quel che succede.
A riguardo lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco ha idee chiare: 
«Di certi fenomeni ci accorgiamo solo quando esplodono» dice al Giornale , «ma sono manifestazioni di un disagio antico. 
Le periferie nelle città italiane mi fanno venire in mente gli esperimenti dell'etologo Konrad Lorenz. I recinti in cui venivano collocate le cavie, che a forza di stare ammassate esplodevano in comportamenti aggressivi le une verso le altre». (Leggi Altro).


domenica 13 aprile 2014

EMERGENZE E DISASTRI NEL MONDO IN TEMPO REALE !




sabato 1 febbraio 2014

ROMA: Maltempo,Tevere sorvegliato speciale

Protezione civile: nella notte è salito livello del fiume ma, per ora, non c'è nessun allarme.
15:27 - La pioggia ha dato una tregua a Roma nelle ultime ore, dopo le fortissime precipitazioni di venerdì che hanno provocato il caos in città. Secondo la Protezione civile, il livello del Tevere, continuamente monitorato, è salito durante la notte, passando dagli 11,57 metri di ieri ai 12,55 metri. Il livello d'allarme è fissato intorno a 14-15 metri. A Ponte Milvio, poco fuori il centro storico di Roma, il fiume ha invaso la banchina. 

Fonte: TGCOM24 

www.studiostampa.com

martedì 12 novembre 2013

Maltempo, si contano i danni. Due vittime nel pesarese

Famiglie evacuate, raffiche di vento fino a 100 km orari, mareggiate e forti piogge: 
il maltempo ieri ha colpito soprattutto le Marche. 
A Trieste la bora soffia a 125 chilometri orari
Ancona - Maltempo
Una delle vittime è un imprenditore 77enne di Pesaro, titolare di uno scatolificio, che ieri, per controllare eventuali danni provocati dal forte vento alla copertura del suo capannone, è salito sul tetto, ma è scivolato e ha sbattuto la testa. 

La seconda vittima è invece un 49enne di Montecerignone, nel pesarese, che ieri sera è rimasto bloccato con l'auto in una strada invasa d'acqua. Sceso dalla vettura è annegato, anche se non si esclude che la morte possa essere legata a un malore. 


Salvata dai vigili del fuoco una ragazza di Roccafluvione, in provincia di Ascoli Piceno. Travolta con la sua auto la notte scorsa da una grossa frana, la donna era riuscita a uscire fuori dalla vettura ma è stata trascinata via da una massa di terra e fango. 

Fonte: RaiNews24 - Articolo Completo QUI !

www.studiostampa.com

mercoledì 14 agosto 2013

Egitto, ElBaradei si è dimesso Paese in rivolta: stato d'emergenza per un mese

SCONTRI TRA MANIFESTANTI E POLIZIA - REPRESSIONE DELL'ESERCITO
Per Al Jazeera 300 vittime. La Fratellanza incendia 3 chiese. Uccisi 2 giornalisti. Attaccata la biblioteca di Alessandria d'Egitto. 
Egitto in Fiamme !
Il vice presidente ad interim della Repubblica egiziana, Mohammad ElBaradei, si è dimesso dopo le violenze politiche scoppiate in Egitto. «Presento le dimissioni dalla carica di vicepresidente e chiedo a Dio l'altissimo che preservi il nostro caro Egitto da tutto il male, e che soddisfi le speranze e le aspirazioni del popolo», ha scritto il premio Nobel per la pace in una lettera inviata al presidente Adli Mansour, in cui ElBaradei osserva polemicamente che «c'erano opzioni pacifiche per risolvere la crisi». Anche i vice premier Hossam Eissa e Ziad Bahaa El-Din hanno presentato le loro dimissioni in segno di protesta rispetto all'azione violenta e a sostegno del deposto presidente Mohammed Morsi. Pare che in totale siano 8 gli alti dirigenti che abbiamo lasciato il posto. Le dimissioni arrivano dopo le operazioni di sgombero delle piazze del Cairo che da mercoledì mattina in poi hanno causato almeno 150 morti e 1.403 feriti secondo gli ultimi dati ufficiali diffusi dal ministero della Salute. 

Fonte: IL CORRIERE DELLA SERA - Articolo e Filmati QUI

mercoledì 27 marzo 2013

SPAZIO AL FOTOVOLTAICO !


Volendo si potrebbero coprire le corsie di emergenza di tutte le autostrade con l'ulteriore vantaggio di riparare dal Sole o dalla Pioggia chi è in difficoltà, dando anche la possibilità di avere luce (magari per cambiare una gomma) e di essere illuminato e, nella notte, ben visibile a distanza. 

www.studiostampa.com

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Rassegna Stampa di Mercoledì 7 dicembre 2022

ACCREDITAMENTO IL SOLE 24 ORE   Pag. 28 FORMAZIONE, DOTE DA 1 MILIARDO AL CENTRO LE COMPET...

I POST PIU' SEGUITI