Visualizzazione post con etichetta Casa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Casa. Mostra tutti i post

giovedì 9 novembre 2017

Cambiamo Vita ?

Un paese delizioso "Schiavi di Abruzzo" (CH) in pieno Centro Storico mettono all'Asta una casa d'altri tempi, su tre livelli, composta da: 
Cantina asciutta, Piano terra con grande Camera, Camino e allaccio fognario, Primo piano con ampia camera divisibile per un totale di circa 60mq. Ovviamente l'interno è totalmente da ristrutturare, mentre sia l'esterno che il tetto sono in perfette condizioni.
In poco più di mezz'ora si arriva sia al mare di S.Salvo che ai campi da sci di Capracotta (IS). 
La Base d'Asta è di soli €. 1.000,00 (Mille Euro) con rilanci minimi di €. 50,00 verrà chiusa e aggiudicata al miglior offerente il 31 dicembre 2017. 
Per Informazioni e Offerte si prega contattare il Cell.: 347.1677.136 oppure e-Mail: anspedico@tiscalinet.it 

www.studiostampa.com

domenica 6 dicembre 2015

Una protesta clamorosa che stanno facendo passare in sordina !

Pontassieve, il presidio dei poliziotti in protesta davanti la casa del premier #Renzi: il servizio del TG4
Posted by SAP Nazionale on Giovedì 3 dicembre 2015
www.studiostampa.com

domenica 1 marzo 2015

Avete poco spazio !


www.studiostampa.com

giovedì 21 febbraio 2013

INCENTIVI 2013: SCONTI IRPEF SULLA CASA E DETRAZIONI FISCALI VARIE


Per il 2013 continuano ad essere usufruibili sia la detrazione fiscale del 36% (50% fino a tutto Giugno) sulle ristrutturazioni edilizie, sia quella del 55% sugli interventi di risparmio energetico.
La detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie rimane al 50% fino al 30/6/2013 (con tetto variato a 96.000 euro) per poi tornare al 36% dal 1/7/2013. E' una detrazione usufruibile sempre, divenuta definitiva con l'inserimento nel testo unico delle imposte dirette.
La detrazione fiscale del 55% sugli interventi di risparmio energetico, invece, rimane per ora usufruibile fino a 30/6/2013, dopodiché non potrà più essere utilizzata.
Analogamente, rimangono sempre usufruibili, perché trasferite sul testo unico delle imposte dirette, le detrazioni relative ai mutui per l'acquisto o costruzione della prima casa, ai canoni di affitto e alle provvigioni pagate ai mediatori immobiliari. 
Variate dalla legge di stabilita' 2013, invece, alcune detrazioni fiscali per le persone fisiche, che riportiamo in estratto. 
Fonte ADUC - Scheda Completa
www.studiostampa.com

venerdì 30 novembre 2012

Professionisti con ufficio in casa: come detrarre i costi

Le norme sulla deducibilità dei costi nel caso di uso promiscuo di un immobile, come abitazione e come sede per le attività professionali. di Francesca Vinciarelli
Lavoro da libero professionista, lavoro in mobilità, consulenze: sono diverse le situazioni in cui i lavoratori possono avere la necessità di avere l’ufficio nella propria abitazione.
Ufficio in casa:
detrazione del 50%
dei costi di gestione
Le spese sostenute per lo studio professionale in casa possono essere portate in deduzione ma solo dai titolari di partita IVA in fase di dichiarazione dei redditi. (Fonte PMI)
www.studiostampa.com

lunedì 4 ottobre 2010

Approvato Piano Casa Regione Lazio

"Abbiamo approvato il Piano casa e lo stiamo sottoponendo alla presidenza del Consiglio Regionale" per il proseguimento dell'iter". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Renata Polverini nel corso del Convegno 'Lavoro e Territorio', che si è tenuto presso l'Auditorium della Conciliazione. Con questo atto Polverini sottolinea che "inizia un nuovo corso per mettere in marcia verso un nuovo sviluppo la Regione Lazio", rivendicando l'orgoglio di un lavoro svolto per il quale vuole "ringraziare tutti i protagonisti di questo nuovo corso".
L'assessore all'Urbanistica Luciano Ciocchetti ha poi illustrato i 10 punti contenuti nel nuovo piano, le cui parole d'ordine sono semplificazione, rilancio dell'edilizia, riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente e delle periferie, meno consumo di terreno libero.
Il primo dei punti presentati riguarda la semplificazione delle procedure: basterà utilizzare la Dia (Dichiarazione inizio attività) per interventi fino a 500 metri cubi. Oltre, si procede con il permesso alla costruzione il cui iter amministrativo, attraverso la conferenza dei servizi, si vuole abbattere nei tempi raccogliendo in un solo giorno tutti i pareri. Viene poi estesa la possibilità di realizzare interventi di ampliamento anche agli edifici ubicati in zona agricola, consentendo un ampliamento massimo di 62 metri quadrati, a eccezione di quelli situati in zone vincolate non compatibili con gli strumenti di tutela per l'ottenimento del nulla osta.
Il piano prevede poi la possibilità di estendere gli interventi alle zone di centro storico urbanistico ma non all'interno dei confini dei centri urbani storici, e consente interventi di demolizione e ricostruzione degli edifici dismessi per passare alla destinazione residenziale degli insediamenti, il cui 30 per cento dovrà essere destinato all'housing sociale. Vengono estesi al 20 per cento gli interventi di ampliamento anche agli edifici di dimensioni maggiori di mille metri cubi, comunque entro il massimo di 200 metri cubi.
Per favorire l'adeguamento sismico degli edifici esistenti si prevede un incentivo fino al 35 per cento della volumetria esistente. Guarda alla decementificazione delle aree costiere, lacustri e fluviali il provvedimento che assegna premi di cubatura fino al raddoppio degli edifici esistenti lungo queste aree, qualora si opti per il trasferimento in altro sito. Infine, le demolizioni e ricostruzioni consentite dal Piano consentiranno l'utilizzo di misure di bio-architettura, di materiali ecocompatibili e il contenimento dei consumi energetici.
L'assessore all'Urbanistica ha voluto sottolineare come il Piano, prima della sua approvazione definitiva, potrà certamente accogliere suggerimenti e modifiche. "Non abbiamo scritto il Vangelo - ha concluso Ciocchetti - e per questo abbiamo bisogno di confrontarci. Sentendo i sindaci e le categorie interessate sono convinto che sia possibile fare la migliore legge".
Nell'occasione Renata Polverini ha annunciato che gli aiuti della Regione verso "gli enti locali e le imprese non si fermano al patto regionalizzato, che si applica ai Comuni superiori ai 5 mila abitanti". Così, "per i circa 250 Comuni sotto questa soglia stiamo mettendo in atto un intervento straordinario" che prevede da parte della Regione il pagamento del 50 per cento dei residui in conto capitale dei piccoli comuni, per una spesa di 31,5 milioni. Il pagamento di tutti i residui correnti dei microcomuni, per una spesa di 2 milioni; altri 8 milioni andranno ai comuni capofila dei distretti sociali.
Infine, per sostenere e favorire gli artigiani e le piccole imprese del territorio la Regione pagherà tutte le fatture sotto i 5 mila euro. Si parla di circa 4 mila creditori per un totale attorno ai 10 milioni. Il provvedimento, una volta compiuti gli accertamenti del caso da parte della Ragioneria, potrà essere subito attivato.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 25 maggio 2010

Si liberano gli arredi di una bella casa.

Annuncio di un caro Amico.
***********************
Mi chiamo Gian Luigi, debbo lasciare la casa in cui ho vissuto per trenta anni e privarmi di tutte le cose belle di cui mi ero circondato, è per questo che pongo in vendita gli oggetti fotografati in questo sito. Sono anche a disposizione per dare spiegazioni sulle caratteristiche di alcuni di questi; non esitate quindi a contattarmi per qualsiasi chiarimento in merito.
Il Sito è a disposizione di chiunque di voi avesse lo stesso tipo di esigenza.

www.vuotocasa.it

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

ANSA: Ultime Notizie

- 28 GIU. - 16:24 Caput Mundi, 335 interventi per Roma e territorio Ultima ora. Progetto da 500 mln euro. Garavaglia, da tutela siti a città...

I POST PIU' SEGUITI