Visualizzazione post con etichetta Ecologia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Ecologia. Mostra tutti i post

venerdì 29 marzo 2019

Tutela Ambiente: Energia ed Ecologia !

AZIENDE e TUTELA AMBIENTE

Le azioni principali per diminuire l'impatto sull'ambiente 
Image

Fonte: La Nuova Mobilità | Eumetra MR
dal BLOG di Eumetra MR

Pet World
Il nuovo ruolo dei pet e i bisogni dei pet owner
Quanto e come le nuove «consapevolezze» della human kind contaminano e determinano i nuovi modelli di scelta e gestione degli animali da compagnia?

Leggi l'articolo
Risparmio energetico
Risparmio energetico: ne abbiamo sempre più bisogno
I piani di efficienza energetica messi in atto negli ultimi anni permettono di ridurre i consumi di energia, con relative conseguenze positive...


Leggi l'articolo


NEWS
Risparmio energetico
Save the Date | Capire il cambiamento | 10.04.2019 | Roma
Eumetra MR promuove l’incontro “Capire il cambiamento” – che si terrà a Roma il prossimo 10 aprile – per aiutare Aziende e Istituzioni a comprendere in profondità il presente e, quindi, governare il cambiamento del cittadino-consumatore...


Scopri di più

www.studiostampa.com

martedì 7 ottobre 2014

Come stiamo distruggendo l'Ambiente !





venerdì 13 settembre 2013

ENERGIE: Ecologia, Ambiente e Sicurezza

SISTRI: soluzione CdM insoddisfacente

Insoddisfatte le imprese della filiera dei rifiuti della soluzione individuata dal CdM per il SISTRI: non basta limitarlo ai rifiuti pericolosi, serve una soluzione più radicale....

Energie pulite: fallisce il bando in Sicilia

Annunciato il blocco del bando sulle energie pulite: le imprese siciliane rinunciano ai fondi a causa delle esose richieste di cofinanziamento. ...

Energia green: l’offerta di Enel per le PMI

Le caratteristiche dell'offerta ENEL Energia Pura dedicata alle PMI: energia green prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili....

SISTRI solo per rifiuti pericolosi dal 1° ottobre

Il Consiglio dei Ministri ha approvato le misure di semplificazione e revisione del SISTRI che partirà dal 1° ottobre per chi raccoglie, trasporta e tratta i rifiuti pericolosi....

Contributi per l’eco-innovazione delle PMI pisane

Contributo di 15mila euro a favore delle imprese pisane promotrici di progetti di eco-innovazione nell'ultimo biennio....

Rinnovabili: sistemi di accumulo in attesa di incentivi

Le tecnologie di accumulo dell'energia prodotta delle fonti rinnovabili potrebbe dare una spinta verso la grid parity, ma servirebbero incentivi statali....

Prestazione Energetica: bloccati i contratti in Edilizia

Il nuovo obbligo APE al posto dell'ACE per la prestazione energetica in Edilizia presenta incongruenze e sovrapposizioni tali da bloccare tutti i contratti di locazione e compravendita in atto: le richieste di Confedilizia....

Costi energia: in calo la bolletta delle imprese

Calano i costi per l'energia elettrica ed il gas in Italia, che però resta maglia nera d'Europa: ecco come evolve il mercato....

Ecobonus: detrazione stabile dal 2014

Approvato alla Camera il Decreto Ecobonus: sì all'emendamento per la stabilizzazione delle detrazioni al 65% per interventi di efficienza energetica dal 2014 ed estensione a quelli antisismici, di depurazione idrica ed eliminazione di amianto. ...

Fotovoltaico: le imprese bocciano l’accordo sui dazi

Importazione di pannelli fotovoltaici cinesi: intesa Europa-Cina su quantitativi massimi e soglie minime di prezzo senza dazio, ma le imprese del settore protestano....

Rinnovabili Sicilia: nasce il Registro regionale

Al via il Registro delle fonti energetiche rinnovabili in Sicilia: obbligo di iscrizione per i titolari di impianti anche già in esercizio....

Energia pulita: bando per PMI del Lazio

Al via un nuovo bando volto a incentivare l’efficienza energetica delle PMI con l’utilizzo di fonti rinnovabili che attinge ai fondi UE....

venerdì 15 febbraio 2013

Eco-incentivi per auto aziendali dal 14 marzo

Le domande per gli eco-incentivi 2013 sui veicoli di imprese e liberi professionisti scatta a marzo: guida ai requisiti e alle istruzioni per accedere al contributo statale, svolgendo la pratica direttamente dal concessionario.

Eco incentivi
per auto aziendali
al via dal 14 marzo
Gli eco-incentivi 2013 per imprese e professionisti partiranno il 14 marzo, 30 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo. Per quest’anno sono disponibili 40 milioni di euro.
L’incentivo 2013 è pari al 20% del costo del veicolo: tetto massimo 2mila, 4mila o 5mila euro a seconda delle emissioni di CO2. Si calcola che le risorse saranno sufficienti per appena 25-30mila veicoli: precedenza a chi acquista prima, quindi è bene affrettarsi. 
Fonte PMI - Articolo Completo

www.studiostampa.com

venerdì 25 gennaio 2013

Parchi, proposte e alleanze: il convegno di Federparchi per preparare gli stati generali delle aree protette italiane

Fonte: News e Comunicati dai Parchi

Appuntamento il 29 gennaio a Roma, dalle 9 alle 14, nel Centro convegni carte geografiche di via Napoli 36 con il convegno "Parchi, proposte e alleanze", organizzato da Federparchi - Europarc Italia in vista dei prossimi stati generali delle aree protette italiane. 

www.studiostampa.com

domenica 22 gennaio 2012

Riciclo dell'Olio Usato in Casa !

Proprio questa mattina, ho chiesto di nuovo agli addetti dell'AMA che ogni mattina svolgono un ottimo servizio per la raccolta differenziata dei rifiuti alimentari, di segnalare in sede che, praticamente senza costi, si potrebbe aggiungere al mezzo utilizzato un piccolo serbatoio, con rubinetto di scarico, per versarci l'olio usato (riciclabilissimo) ed evitare così che finisca in fogna. 
Tentiamo di salvare il salvabile ! 


IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

sabato 24 settembre 2011

Conclusione lavori III Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei Rifiuti.

LEGALITA’ COME VOLANO PER LA GREEN ECONOMY
Ischia, 24 settembre 2011.
Legalità come opportunità per lo sviluppo e come volano per la green economy.
Questo è il messaggio che il Consorzio PolieCo lancia nella seconda giornata dei lavori del Forum Internazionale sull’Economia dei Rifiuti, che ha preso il via ieri ad Ischia.
“L’obiettivo è superare l’emergenza e sconfiggere le ecomafie - ha dichiarato oggi nel suo intervento di apertura l’On. Alessandro Bratti, membro della Commissione Ambiente e Territorio della Camera, oltre che componente della Commissione bicamerale di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti - Occorre un cambio di paradigma: i controlli ambientali non devono essere visti come un freno o un ostacolo allo sviluppo, ma come garanzia di qualità per le imprese e come opportunità per lo sviluppo di nuove nicchie di mercato. La sfida? Fare del controllo ambientale il volano per la green economy”.
Dall’on. Bratti anche la ricetta per il cambio di rotta: una maggior produzione legislativa, coordinamento con le forze dell’ordine, rispetto delle regole, controlli e legalità. Sono questi gli ingredienti per raccogliere la sfida della green economy e per inaugurare – ha dichiarato in apertura dei lavori l’On.Paolo Russo - Presidente della Commissione Agricoltura della Camera “una nuova stagione della raccolta di materiali, una stagione moderna, in grado di confrontarsi con il mercato e di valorizzare non la quantità, ma la qualità dei materiali”.
La qualità come opportunità di difesa contro l’aggressione dalla contraffazione sul mercato globale è stata al centro dell’intervento del Dott. Giuseppe Vadalà, Direttore Div. 2a NAF del Corpo Forestale dello Stato: “nel mercato globale delle merci, la qualità diventa, oltre che un valore aggiunto, un requisito fondamentale di difesa, così come ‘l’origine’, a sua volta, un connotato importante per la qualità dei beni e delle merci”.
Sulla stessa scia, l’intervento dell’On. Giovani Fava, Presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione e della pirateria in campo commerciale: “lotta alla contraffazione e difesa del made in Italy sono direttrici su cui il Parlamento si impegna a lavorare”.
Ad affrontare, invece, il tema della legalità sotto il profilo giurisprudenziale è stato il Prof. Franco Silvano Toni di Cigoli dell’Università degli Studi di Padova: “A fronte di un mercato globale, non abbiamo un diritto globale – ha dichiarato il Prof. Di Cigoli – il Diritto dell’ambiente si trova in una situazione di stallo. Mancano regole certe e un quadro normativo compiuto e definito”.
A confermare la tesi del Prof. Di Cigoli, è tornato nella sessione pomeridiana, in apertura della tavola rotonda dedicata ai profili di legalità del riciclo nelle economie globalizzate ( a cui hanno preso parte Loretta Napoleoni, consulente UNICRI, Gianfranco Amendola, Procuratore della Repubblica di Civitavecchia, Roberto Pennisi, Sostituto Procuratore - Direzione Nazionale Antimafia, Roberto Rossi, Consigliere del CSM), l’On. Gaetano Pecorella, Presidente della Commissione bicamerale di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, che ha sottolineato l’importanza di un coordinamento internazionale tra le forze investigative e la necessità di un organismo internazionale con potore sanzionatorio.
“È un utopia - ha concluso l’on. Pecorella - ma, in fondo, un’utopia è un piccolo seme gettato che speriamo possa germogliare”.
Tra leproposte emerse dal Forum anche quella Fondazione Univerde: “Occorre aumentare il lavoro sulla cultura del riciclo – ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione, presentando i dati di una ricerca a cura di IPR Marketing: “Il lavoro di Ischia è un primo step per costruire una ‘rete virtuosa’ nel comparto, dal momento che l’industria del riuso e del riciclo sarà la ‘miniera del futuro’ ed un mattone importante della nuova economia verde”.

Traiano Bertollini
Ufficio Stampa PolieCo
Cell. 335.8413.880
e-Mail: traiano.bertollini@gmail.com

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

mercoledì 23 febbraio 2011

Eco-Sostenibilità nelle imprese vinicole.

23 Febbraio 2011 - 18:15
Anche nel mondo vitivinicolo sta crescendo la consapevolezza che un'attività "eco-sostenibile" sia non solo necessaria per preservare l'ambiente, ma rappresenti al tempo stesso un'opportunità di crescita delle imprese. Se ne parla oggi, Mercoledì 23 febbraio, alla conferenza "Eco-sostenibilità e vantaggio competitivo nelle imprese vinicole" presso il Centro Congressi PalaExpo di Veronafiere.Si moltiplicano, infatti, nelle cantine gli esempi che vanno in questa direzione: dal fotovoltaico alle biomasse, dal risparmio idrico agli imballaggi riciclati per finire con l'agricoltura sostenibile e le misure per il risparmio energetico. E.on Energia e Vinitaly intendono dare un impulso al dibattito organizzando questo evento che vede un primo momento dedicato alle tematiche scientifiche ed economiche e un secondo in cui si presentano le esperienze di alcune aziende vinicole dell'eccellenza italiana, che hanno saputo sfruttare scelte eco-sostenibili per il miglioramento delle loro performance.

Moderatore: Katy Mandurino, Il Sole 24 Ore
Conferenza:
Indirizzo di saluto delle Autorità e di Giovanni Mantovani Direttore Generale della Fiera di Verona.
Giacomo Mojoli, giornalista, docente universitario, socio fondatore di "Slow Food"
Fabio Renzi, Segretario generale "Fondazione Symbola"
Prof. Attilio Scienza, Professore Ordinario di Viticoltura presso la Facoltà di Agraria della Università di Milano
Enrico Morandi, Direttore Sales Large Clients E.ON Energia
Tavola rotonda:
Renzo Cotarella, Amministratore Delegato Marchesi Antinori
Lorenzo Biscontin, Direttore marketing Santa Margherita Wine Group
Filippo Carletti, Direttore Generale Azienda agricola Arnaldo Caprai
Alessio Planeta, Amministratore Delegato Azienda Planeta
Arturo Ziliani, Gruppo Berlucchi
Per informazioni alla stampa telefonare al numero: 339 6668750
di Marilisa Romagno

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 16 novembre 2010

Ecomondo 2010, un successo sostenibile.

Il salone internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile organizzato da Rimini Fiera che ha visto il contemporaneo svolgimento della quarta edizione di Key Energy e della terza di Cooperambiente, ha richiamato 65.109 visitatori (2,8% sul 2009). D'eccellenza l'attenzione degli operatori esteri, 5.218 nei quattro giorni, con un incremento del 3%. Quasi duemila i business meeting organizzati all'interno del quartiere, dato che si aggiunge alla generale soddisfazione delle aziende protagoniste dell'expo per la quantità e la qualità dei rapporti commerciali avviati. Si è respirata aria di ripresa a Ecomondo, dove anche la folta presenza di enti pubblici e amministratori, con progetti e risultati ottenuti, ha generato il giudizio unanime sul dinamismo del settore.

"Questa è la rassegna dell'Italia che vorrei - ha dichiarato il Ministro Stefania Prestigiacomo al taglio del nastro -, la rassegna dell'Italia di domani, che racconta la green economy possibile e attuale. Ecomondo è la dimostrazione che esiste un grande settore dell'economia che ruota attorno all'ambiente e allo sviluppo sostenibile, un pezzo di economia in grandissima espansione.".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

lunedì 18 ottobre 2010

Le bugie degli ambientalisti.

“Profeti di sventura avevano predetto che saremmo stati 8 miliardi nel 2000, in verità la popolazione del pianeta supera di poco i 6 miliardi. Ambientalisti votati al catastrofismo ci avevano raccontato che le foreste stanno scomparendo, e invece le ultime rilevazioni satellitari ci mostrano che dal 1982 al 1999 l’area di boschi e foreste sulla terra è aumentata del 6%. Ecologisti dell’ultima ora ci avevano detto che i mari si sarebbero sollevati di centinaia di centimetri, e che l’Adriatico sarebbe arrivato fino a Mantova, ma il livello del Mediterraneo sta scendendo.

Deforestazione, crisi dell’acqua, esplosione demografica, inquinamento atmosferico, buco dell’ozono, esaurimento delle risorse, effetto serra …Gli SOS lanciati dalle organizzazioni ambientaliste profetizzano la fine prossima del pianeta. Gli autori dimostrano attraverso una documentazione schiacciante, ricca di dati e casi concreti, che il solo scopo di queste organizzazioni è raccogliere fondi per operazioni demagogiche, ideologiche e politiche che nulla hanno a che fare con la salvaguardia della terra.”
Questa è la descrizione del libro “Le bugie degli ambientalisti”, pubblicato nel 2004, che consigliamo sicuramente a tutti coloro che desiderano approfondire la conoscenza delle tematiche ambientali evitando le strumentalizzazioni e la disinformazione dei pseudo-ambientalisti di casa nostra. Il libro “Le bugie degli ambientalisti” è stato realizzato da Riccardo Calcioli (docente al Master in scienze ambientali del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e presidente del CESPAS (Centro Europeo di Studi su Popolazione, Ambiente e Sviluppo) e Antonio Gaspari (direttore del Master in scienze ambientali del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e direttore del dipartimenti Uomo e Ambiente del CESPAS. Editore Piemme, prefazione di Tullio Regge.
In questo libro vengono trattati argomenti che comprendono: sovrappopolazione, sviluppo sostenibile, principio di precauzione, riscaldamento globale, deforestazione, la scomparsa della specie, gli OGM, l’inquinamento atmosferico. Viene poi analizzato il fenomeno ecologista come negazione della realtà e descritte le attività dei cosiddetti “signori della Terra” comprendenti Greenpeace, la multinazionale dell’ambientalismo, la poco nobile storia del WWF e le bizzarre previsioni del Worldwatch Institute.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

domenica 27 settembre 2009

Meeting "Economia dei Rifiuti"

Si sono conclusi ad Ischia, presso l'Hotel Continental Terme, i lavori del Forum Internazionale "Economia dei Rifiuti", organizzato da Polieco (Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti a base di polietilene). I rifiuti non devono più essere un problema, ma una risorsa ed un'opportunità economica che vada a beneficio di tutta la collettività. E' necessario promuovere una nuova cultura della consapevolezza sulla tematica dei rifiuti, perché, così come è ora, il sistema di gestione dei rifiuti in Italia è economicamente insostenibile. In questi due giorni abbiamo dato vita ad una Cernobbio dei rifiuti, dove Governo, forze dell'ordine, pubbliche amministrazioni ed imprese possono individuare nuove soluzioni nella gestione dei rifiuti, nel rispetto della sostenibilità economica ed ambientale. Queste le dichiarazioni di Enrico Bobbio, presidente di Polieco, che ha aperto e chiuso il Forum Internazionale Economia dei Rifiuti. Al Forum, moderato dai giornalisti Oliviero Beha e Luca De Biase, hanno preso parte Alfonso Pecoraro Scanio, il direttore di Ambiente Italia Duccio Bianchi, l'economista Antonio Massarutto, l'on. Giovanni Fava, componente della Commissione Bicamerale d'inchiesta sul Ciclo dei Rifiuti, impegnati nel dibattito dal titolo "Economia dei rifiuti, dai rifiuti ai materiali". L'analisi del Sistema dei rifiuti in Europa è affidata a Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, on. Paolo Russo, presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Stefano Laporta commissario dell'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), Thomas Ruttler, federal ministry for the Environment, Nature conservation and nuclear safety(Germania). Sabato 26 settembre gli interventi dei relatori sono stati dedicati al dibattito su Quali alternative, soggetti, regole e modelli organizzativi. Hanno preso la parola Alberto Pierobon, membro della Segreteria Tecnica del Ministero dell'Ambiente, il presidente di Federambiente Daniele Fortini, Stefano Leoni, presidente di WWF Italia e Franco Pasquali, segretario generale di Coldiretti. I lavori si sono conclusi col dibattito su Etica dell'Economia dei Rifiuti, con gli interventi di Francesco Paolo Sisto, membro della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, del filosofo dell'università Ca' Foscari di Venezia Umberto Galimberti, dei magistrati Amedeo Postiglione e Donato Ceglie. Durante il Forum è stato inoltre presentato lo studio, curato da Swg, La gestione dei rifiuti in Italia, che evidenzia come la questione ambientale sia una delle maggiori preoccupazioni degli italiani, subito dopo le problematiche legate alla crisi economica. Dallo studio emerge anche che gli italiani individuano come rifiuti soprattutto quelli solidi urbani, nonostante questi siano solo il 19% del totale e ritengono di essere abbastanza informati sia in merito al tema della separazione dei rifiuti sia sul riciclo, ammettendo comunque di avere poche informazioni su come poi il rifiuto viene gestito. I cittadini italiani nel contempo si dichiarano consapevoli del valore dei materiali contenuti nei rifiuti e si dicono fortemente disponibili a partecipare ad un ciclo economico di gestione dei materiali riciclabili che li veda protagonisti e beneficiari. Per informazioni Comunicazione Polieco Traiano Bertollini cell. 3358413880 t.bertollini@libero.it http://www.studiobertollini.com/

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

ANSA: Ultime Notizie

- 28 GIU. - 16:24 Caput Mundi, 335 interventi per Roma e territorio Ultima ora. Progetto da 500 mln euro. Garavaglia, da tutela siti a città...

I POST PIU' SEGUITI