Visualizzazione post con etichetta Vini. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Vini. Mostra tutti i post

mercoledì 17 febbraio 2021

Questa Europa sa solo attaccare l'Italia, sempre e comunque.


Ue: attacco all’alcol
(e al vino) in nome
della salute

Nell’“Eu beating cancer plan” presentato nei giorni scorsi a Bruxelles il consumo dannoso di alcol viene indicato, come il fumo e l’inquinamento atmosferico, tra le cause principali di diffusione del cancro. Minacciati interventi su etichettatura obbligatoria, tassazione e, forse, promozione delle bevande alcoliche (tra cui il vino). Le reazioni della politica e della filiera italiana ed europea. Sandro Sartor, vicepresidente UIV, e Domenico Zonin, vicepresidente Ceev: tenere alta l’attenzione. Intervista al professor Ramon Estruch, dell’Università di Barcellona


Gli altri articoli principali

Consuntivo vendemmia 2020 Italia
La produzione di vino (49 milioni di hl) cresce del 3% sul 2019 secondo i dati Agea delle dichiarazioni di produzione. Rettificate le previsioni vendemmiali diffuse a settembre, condizionate da una valutazione sull’adesione dei produttori alla misura della diminuzione volontaria delle rese che, nei fatti, è stata minore del previsto e ha lasciato la lancetta della variazione su terreno positivo

La Gdo ha “sete” di vini del territorio
Sulla scorta delle scelte dei consumatori, i retailer puntano con sempre maggiore decisione su vini regionali ed autoctoni per “nobilitare” e caratterizzare la loro enoteca. Il fenomeno era già in atto, ma nell’ultimo anno ha subito una veloce accelerazione. L’analisi di alcune case history vinicole, protagoniste di questa “espansione”

1928-2021: tutto Il Corriere Vinicolo consultabile sul web
Completata la digitalizzazione di tutti i numeri dell’Organo d’informazione di UIV è, da questi giorni, accessibile l’Emeroteca per la consultazione via web. Una sezione importante del patrimonio storico documentale dell’Unione. La storia del giornale attraversa e racconta le vicende politiche, economiche, produttive e commerciali dell’intero comparto vinicolo italiano. Interprete ma anche protagonista e fonte primaria per la storia del vino.


www.studiostampa.com

martedì 10 marzo 2020

Decreto Coronavirus firmato e operativo.

Alla luce delle nuove disposizioni governative sospendiamo tutte le nostre attività, incluso il nuovo corso Sommelier che viene momentaneamente "congelato", facendo "slittare" le prossime due lezioni del Mercoledì, riprenderà tra due settimane, salvo ulteriori complicazioni.
Un abbraccio a tutti, sperando che questo incubo finisca presto. 
                                                         Giancarlo Bertollini


www.studiostampa.com

giovedì 1 agosto 2019

Riservato agli appassionati di Vino - Corso SOMMELIER 2020.

Mercoledì 7 ottobre 2020 Parte il Nuovo Corso VINI.  
Il corso verrà tenuto da Giancarlo Bertollini, 
conosciutissimo esperto del settore, 
col supporto di un filmato ministeriale su: 
Vino, Salute e Piacere; filmato che sarà consegnato su DVD 
in OMAGGIO a tutti i partecipanti, unitamente 
a DISPENSE ed ATTESTATO. 
Il 1° Seminario di VitiViniColtura (9 incontri). 
Inizia Mercoledì 7 ottobre alle ore 20 in punto e proseguirà 
per 9 Mercoledì presso la "ProLoco di Roma Capitale" 
Via Giorgio Scalia,10/b, 00136 Roma. 
Tel.: 06.8992.8500
Studio Service di G.Bertollini, Tel.: 06.3972.1551 
Termine ultimo delle prenotazioni Mercoledì 30 settembre 2020 
e ricordate che i posti sono realmente limitati. 
Il costo complessivo è contenuto in €. 330,00 oltre IVA, 
per partecipante, con uno sconto del 10
per le prime 10 prenotazioni On-Line e per le convenzioni in atto.
(ProLoco, Enti, Ordini, Associazioni, Circoli Etc.). 
Per quanti hanno già partecipato ai corsi precedenti 
ed intendono seguire il nuovo corso come "Ripetenti", 
il costo viene scontato del 30%
La cena finale e la fornitura dei materiali 
(Cartellina con Dispense, Vini etc.) sono ovviamente incluse.
IL DOCENTE E' CERTIFICATO IN QUALITÀ
Pagamento IVA esclusa:
Acconto alla conferma/iscrizione…€.100,00 - Saldo ad inizio corso.
Per utilizzare PayPal: 
https://www.paypal.me/Bertollini
Per l’iscrizione dovete cortesemente comunicare, 
il vostro Nome, Cognome, Indirizzo e-Mail e numero di Cellulare, con la seguente dicitura:
“Con la presente autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi della L. 675/1996” e del Regolamento UE n.2016/679 - GDPR . 


www.studiostampa.com

mercoledì 10 luglio 2019

Unione Italiana Vini e Digitalizzazione.


Corriere Vinicolo magazine (n. 22-2019)

Ernesto Abbona confermato
presidente UIV

 L’associazione rinnova il board esecutivo con quattro new entry ed è pronta ad affrontare i temi caldi del triennio 2019-2022: dalla nuova Pac agli accordi sul commercio internazionale, dallo sviluppo sostenibile all’internazionalizzazione, dall’enoturismo fino alle battaglie per la difesa dell’immagine e la cultura del vino
Gli altri articoli principali
I 90 anni del Corriere Vinicolo tra memoria e prospettivaIl 27 giugno all’Auditorium del Corriere della Sera, grande successo del “wine talk” di presentazione del volume “Si pubblica il sabato”
90 anni del Corriere Vinicolo in archivio digitale
Nel corso della festa di 90 anni del giornale annunciata la creazione dell’emeroteca digitale del Corriere Vinicolo consultabile dal sito del giornale: già disponibili 2.628 edizioni per 17.580 pagine. Entro fine luglio saranno on-line tutti i numeri dal 1928 a oggi. La digitalizzazione del Corriere Vinicolo è parte del progetto di valorizzazione dell’Archivio Storico di Unione Italiana Vini. Accesso libero fino alla fine dell’estate
2019 Anno del Legno – Leeuwin Estate – Australia
Un legno specifico per ogni particella di vigneto. Come nasce l’Art Series Chardonnay, il vino icona dell’azienda della Margaret River Valley nel racconto del capo enologo Tim Lovett: “Una selezione certosina, fatta direttamente in Francia, per abbinare il rovere più adatto a esaltare i nostri microterroir”
Vini bio: market mover resta il trend dei consumiNel 2022 si stapperanno nel mondo un miliardo di bottiglie “green”. Usa attesi in fortissima crescita
Fonte: Unione Italiana Vini

www.studiostampa.com

martedì 4 dicembre 2018

Splendida e riuscitissima serata al Teatro Eliseo di Roma per la presentazione dei vini del "Fornello".

Apprezzamenti lusinghieri per il "Fornellaio"

Primo assaggio del "BURIANO"

Primo assaggio del "Fornellaio"

Mescita del Chianti DOCG "BURIANO"

Col Dr Massimo Pozzar della "METRE"

Domande e curiosità sull'Azienda del Fornello

Grande interesse per i Vini del "Fornello"



Giancarlo Bertollini risponde alle domande

Il Dr Pozzar insieme al produttore "Milanti" apprezzano

Ricordo: Luca-Massimo-Giancarlo-Fabio
Il Dr Massimo Pozzar della "METRE" vigila sulla mescita
Giancarlo Bertollini illustra i vini ai tavoli
Giancarlo Bertollini ringrazia i partecipanti

La Serata Toscana con "Pozzar-Bertollini-Milanti" 
Al termine parliamo di Tappi e novità
     La caratteristica principale della Toscana è la sua varietà morfologica. Alternando mare e monti, colline e pianure è naturale una varietà nella cucina che si differenzia in ogni zona ma il cui comun denominatore è il largo uso della carne e i sapori netti e marcati. La cucina quindi si caratterizza per la proposta di prodotti tra i più particolari del patrimonio gastronomico nazionale rendendola tra le più amate e desiderate, unitamente alla grande scelta dei migliori vini per accompagnare al meglio ogni specialità. 
La serata di presentazione, presso il Teatro Eliseo, organizzata dal Club Gourmet col supporto del noto distributore "METRE" si è svolta con una eccellente partecipazione di buongustai desiderosi di approfondire le conoscenze Enogastronomiche. 
I piatti si sono succeduti con perfetto equilibrio e sintonia: 
Pecorino Toscano - Salame di cinta senese - Cecina - Bocconcino classico di bufala - Bocconcino affumicato di bufala, tutti abbinati ad un vellutato “FORNELLAIO” Sangiovese IGP 2017 dell’Azienda Fornello, di un bel colore rosso rubino con sentori di Ciliegia e Violetta, già equilibrato e rotondo, con giusti tannini destinati al miglioramento col tempo.
Fornellaio” è il vino tipico dell’Azienda Agricola Fornello.
Si è poi passati alle meraviglie: 
Acquacotta maremmana - Gnudi di ricotta e spinaci di Pisa - Pappardelle al cinghiale, Vino in abbinamento con i tre piatti: “BURIANO del Fornello” Chianti DOCG che si è presentato, limpido brillante dal colore rosso rubino (maturando tenderà giustamente al granato) dal profumo Vinoso, netto, pulito, caratteristico del Chianti di qualità, dal gusto equilibrato, sapido, leggermente acidulo, tannini ben presenti di corpo e struttura notevoli. 
In etichetta il Ponte Buriano, probabilmente lo sfondo sulla Gioconda di Leonardo.
E' il 1942 quando i fratelli Gentile acquisiscono l' Azienda da nobildonne fiorentine, della Famiglia dei Guillichini, per far fronte ai disagi che il periodo della guerra comportava ed alle necessità della famiglia. Nasce così l'Azienda, all'inizio denominata fattoria Gentile, che si estende dalle colline che da occidente dominano la vallata della città di Arezzo fino alle sponde del fiume Arno da cui è bagnata. Di grande interesse dal punto di vista naturalistico e paesaggistico dato che in parte ricade all'interno dell'area protetta della val d'Arno, Oasi del WWF e riserva di caccia, presenta anche consistenti tracce storico-culturali godendo del panorama del famoso ponte di Buriano dove Leonardo Da Vinci concepì alcune delle sue geniali invenzioni e riportato nel suo più famoso dipinto. Ottimamente collocata dal punto di vista logistico è situata a soli 7 Km dal centro di Arezzo lungo la strada che la unisce a Firenze. 
La parte più produttiva dell'originaria Azienda arriva a noi sotto l'attuale denominazione di Azienda FORNELLO, e mantenendo la sua storica tradizione si sta valorizzando e modernizzando la sua originaria vocazione di terra produttiva di uve Sangiovese per vino rosso certificato Toscana IGP e Chianti DOCG (a breve un SuperTuscan), di grandi qualità organolettiche molto apprezzate dai palati più fini e di uliveti dal sapore inconfondibile agrodolce, di estrema leggerezza e digeribilità. Inoltre, a seguito della insistente domanda di ospitalità e volendo contribuire anche al già consistente sviluppo turistico ricettivo della zona, si propone come rifugio riservato e raffinato di accoglienza all'interno di residenze in casali di età settecentesca. 
Infine privilegiando la qualità più che la quantità dei raccolti, si sta sviluppando l'indirizzo bionaturale della produzione proteggendo e valorizzando l'ecosistema di tutta l'area che in definitiva costituisce una realtà del food Made in Italy e fiore all'occhiello della Regione Toscana.

www.milantigentile.it

www.studiostampa.com

lunedì 16 ottobre 2017

" La vita è troppo breve per bere vini mediocri " - Johann Wolfgang von Goethe.

A grande richiesta torna il corso da Sommelier patrocinato dalla ProLoco di Roma Capitale e organizzato da Giancarlo Bertollini.
Nove imperdibili appuntamenti Vi guideranno alla scoperta delle mille sfumature del vino attraverso la degustazione di grandi bottiglie e l'acquisizione delle tecniche che rendono i Sommelier Maestri di un universo di sapori sconfinato e affascinante.
Nove lezioni per nove Mercoledì a partire dall' 11 aprile 2018, in cui Giancarlo Bertollini, conosciutissimo esperto del settore con oltre 40 anni di esperienza nazionale e internazionale nella Direzione Aziendale e nella Formazione, Vi illustrerà le caratteristiche del vino ed i possibili abbinamenti che ne esaltano le note.
Le lezioni si svolgeranno a partire dalle 19,45, tutti i Mercoledì, da Mercoledì 11 aprile 2018 a Mercoledì 6 giugno 2018, presso la sede della ProLoco di Roma Capitale in Via Giorgio Scalia, 10/b.
Programma del corso:
1. VitiViniColtura ed approccio alla Degustazione.
2. Pratiche di cantina e Degustazione (AES).
3. Produzione Spumanti e Spumanti Classici.
4. Vini Speciali e Accostamenti.
5. Abbinamento Cibo/Vino.
6. Birre, Liquori & Distillati.
7. EnoMarketing e Degustazione guidata.
8. Degustazione Cieca - Esame con valutazione.
9. Cena di Fine Corso con Galateo della Tavola e consegna Attestati.
Il costo complessivo è di €. 330,00 (IVA esclusa) e include:
• DVD del corso ed altri materiali. 
• Dispense del corso.
• Esame di verifica delle conoscenze acquisite.
• Rilascio dell’attestato di partecipazione.
• Cena di fine corso con consegna Attestati. 
Per i possessori della “Tessera Socio ProLoco” è prevista una riduzione del 10% sul costo del corso … cosa aspettate ?
PRENOTATE SUBITO, i posti sono limitati !
Informazioni ed iscrizioni entro mercoledì 28 marzo 2018 contattando:
• Studio Service di G. Bertollini, info@studioservice.com
• Pro Loco Roma Capitale, info@prolocoroma.it 
Tel. 06.8992.8530 
Corso da Sommelier : 
prenotazioni presso la sede della ProLoco di Roma Capitale, via Giorgio Scalia n. 10/b - 00136 versando un acconto direttamente, o QUI tramite PayPal, di €.100,00 a conferma dell'iscrizione, lasciando sottoscritti, anche QUI, con autorizzazione al trattamento, i propri Dati con Nome, Cognome, Numero di Cellulare, indirizzo e-Mail personale. 


www.studiostampa.com

lunedì 9 febbraio 2015

Roma: Parte il Nuovo Corso Sommelier 2015

Presso la P. Auto Service S.r.l. Via della Pisana, 383 - 00163 Roma
Tel.:06.6613.5201 - e-Mail: info@pautoservice.com

Gli incontri (per un totale di 9) sono imperniati sulle DEGUSTAZ
IONI e sono tenuti da Giancarlo Bertollini, conosciutissimo esperto del settore, con oltre 40 anni di esperienza Nazionale ed Internazionale nella Direzione Aziendale e nella Consulenza di Formazione.
Il corso si svolgerà nelle nove giornate previste, con inizio alle 20,00 di ogni Mercoledì sera a partire da Mercoledì 25 febbraio 2015.
Data ultima per le iscrizioni: Sabato 14 febbraio 2015 con acconto conferma di €.100,00 e saldo alla prima lezione.
Il costo complessivo è contenuto in €. 330,00 più IVA.
La cena finale con la fornitura dei Vini e dei Materiali sono incluse, così come gli esami e gli attestati di valutazione.

Per utilizzare PayPal:
http://www.studiobertollini.it/acconto_online.html

Per l’iscrizione dovete cortesemente comunicare,
il vostro Nome, Cognome, Indirizzo e-Mail e numero di Cellulare, con la seguente dicitura:
Iscrizione CORSO VINI del 25 febbraio 2015.
“Con la presente autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi della L. 675/1996”.

Attendiamo Cortese Conferma con i Dati dei Partecipanti.
Potete inviarla anche a questo indirizzo: info@studioservice.com
Mille Grazie !


EVENTO SU FACEBOOK !  CLICCATE QUI !

www.studiostampa.com  -  www.studioservice.com

sabato 8 febbraio 2014

CORSO VINI - Martedì 22 aprile 2014. Raccomandiamo, a tutti gli iscritti, di far pervenire i Dati con la conferma di prenotazione a: info@studioservice.com. Mille Grazie.




lunedì 6 gennaio 2014

Nuovo Corso Vini 2014 a Roma !




martedì 24 settembre 2013

CORSO SOMMELIER: Ultimi Giorni per Iscriversi - Ancora 4 Posti !




lunedì 26 agosto 2013

ROMA: Nuovo Corso Vini. Ricordate di confermare nei primi giorni di settembre, per dar modo di organizzare la sala al meglio. Mille GRAZIE a TUTTI !




www.studiostampa.com

lunedì 5 agosto 2013

ROMA: Parte a ottobre il Nuovo Corso Sommelier

Presso il “Motor Café” via Anastasio II, 404 - 00165 Roma - Tel&Fax: 06.6374.334
Gli incontri (per un totale di 9) sono imperniati sulle DEGUSTAZIONI e sono tenuti da Giancarlo Bertollini, conosciutissimo esperto del settore, con oltre 40 anni di esperienza Nazionale ed Internazionale nella Direzione Aziendale e nella Consulenza di Formazione.
Il corso si svolgerà nelle nove giornate previste, con inizio alle 20,00 di ogni Mercoledì sera a partire da Mercoledì 2 ottobre 2013. Data ultima per le iscrizioni: Mercoledì 25 settembre 2013 con acconto conferma di €.100,00 e saldo alla prima lezione. 
Il costo complessivo è contenuto in €. 330,00 più IVA. 
La cena finale con la fornitura dei Vini e dei Materiali sono incluse, così come gli esami e gli attestati di valutazione. 

Cortesemente per ufficializzare l'iscrizione dovete comunicare: Nome, Cognome, e-Mail e Telefonino, scrivendo all'indirizzo info@studiobertollini.it - A presto !

PRESENTAZIONE  EVENTO SU  FACEBOOK

www.studiostampa.com

martedì 6 marzo 2012

Nuovo Corso di Enologia e Degustazione

Gli incontri, per un totale di 9, sono imperniati sulle DEGUSTAZIONI; il primo approccio all’ENOLOGIA avviene col supporto di un filmato ministeriale su: Vino, Salute e Piacere; filmato che verrà consegnato, su DVD, in OMAGGIO a tutti i partecipanti, unitamente all’Attestato.
La struttura delle 9 lezioni è così prevista :

1. VitiViniColtura e Scheda di Valutazione (Metodo Bertollini).
2. Pratiche di Cantina e Tecniche di Degustazione (AES).
3. Produzione Spumanti e Spumanti Classici.
4. Vini Speciali ed Accostamenti.
5. Abbinamento Cibo/Vino.
6. Liquori & Distillati.
7. EnoMarketing e Comunicazione.
8. Degustazione Cieca con Esame e Valutazione.
9. Cena di Fine Corso con Galateo della Tavola e consegna Attestati.

Il Seminario verrà tenuto da Giancarlo Bertollini, profondo conoscitore del settore che può vantare oltre 35 anni di esperienza enologica, sia come Dirigente d’Azienda Industriale che come Studio Professionale e si svolgerà nelle nove giornate previste, con inizio alle ore 20,00 di ogni Mercoledì sera a partire da Mercoledì 4  aprile 2012 presso il RistoVino di Roma in Via Durazzo, 19 - 00195. Termine ultimo delle prenotazioni Mercoledì 28 marzo 2012 e ricordate che i posti sono realmente limitati.

( Tel. 06.3972.1551 - e-Mail: info@studioservice.com ).

Il costo è contenuto in €.330,00 più IVA e comprende :
DVD Filmato, Dispense, Vini, Esami ed Attestato.

Cortesemente dovete comunicarci :
Nome, Cognome, Indirizzo e-Mail, N° di Cellulare ed Autorizzazione al trattamento dei Dati Personali (Privacy). Grazie.

EVENTO SU FACEBOOK !

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

lunedì 20 febbraio 2012

AIS (ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIERS ) e UN CORPO INGOMBRANTE

Morto Gianfranco Botti, primo presidente Ais, biologo di fama, già ad di Bayer, e consulente di aziende multinazionali
Necrologio povero di un ricco abbandonato
E' rimasto nella cella del frigorifero dell'obitorio senza che nessuno si presentasse per le esequie. Uomo di mondo ed amante della bella vita, amava Lugano, tanto che le sue tappe in Ticino erano il cinque stelle Splendide sulle rive del Ceresio. Morto a Desio a 85 anni Gianfranco Botti, primo presidente Ais, biologo di fama, già amministratore delegato di Bayer, e consulente di aziende multinazionali.
Nessun commento o necrologio da parte dell'Ais, tutti in silenzio nonostante si dica che abbia un tesoro nascosto in qualche banca svizzera.
Quando scendeva al Principe di Savoia a Milano, erano suite di lusso e cene d'autore che pagava regolarmente.
Ma si sussurra, nell'ambiente dell'enogastronomia, che in Ticino alcune persone abbiano motivi per stare zitti e il segretario provinciale dell'Ais Sergio Bassoli (l'unico a presentarsi al funerale dei poveri con un mazzo di fiori in mano) è laconico e dice testualmente: "nell'ambiente qualcuno ha i motivi per stare zitto"
Attilio Scotti

giovedì 9 giugno 2011

Regolamento della Commissione CE 538/2011 del 01/06/2011

Modifica il regolamento (CE) n. 607/2009 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio per quanto riguarda le denominazioni di origine protette e le indicazioni geografiche protette, le menzioni tradizionali, l'etichettatura e la presentazione di determinati prodotti vitivinicoli.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Unione Europea n. 147 del 02/06/2011
 
LA COMMISSIONE EUROPEA,
visto il trattato sul funzionamento dell'Unione Europea,
visto il regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, del 22 ottobre 2007, recante organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM) ( 1 ), in particolare l'articolo 121, primo comma, lettere k), l), e m), e l'articolo 203 ter, in combinato disposto con l'articolo 4, considerando quanto segue:
(1) A norma dell'articolo 18 del regolamento (CE) n. 607/2009 della Commissione ( 2 ), il «Registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette», aggiornato dalla Commissione secondo quanto previsto all'articolo 118 quindecies del regolamento (CE) n. 1234/2007 (di seguito: «il registro») è incluso nella banca dati elettronica «E-Bacchus».
(2) A fini di semplificazione è opportuno che sia pubblicato su internet l'elenco delle organizzazioni professionali rappresentative e dei loro membri di cui all'allegato XI del regolamento (CE) n. 607/2009. Occorre pertanto modificare in tal senso l'articolo 30, paragrafo 2, del citato regolamento.
(3) Per evitare discriminazioni tra i vini originari dell'Unione e quelli importati da paesi terzi, è necessario chiarire che le menzioni usate tradizionalmente nei paesi terzi possono ottenere il riconoscimento e la protezione come menzioni tradizionali nell'Unione anche se usate unitamente a indicazioni geografiche o a denominazioni di origine disciplinate dai paesi terzi di cui trattasi.
(4) A fini di chiarezza le menzioni tradizionali protette elencate nell'allegato XII del regolamento (CE) n. 607/2009 devono essere trasferite nella banca dati elettronica «E- Bacchus», facendo così confluire in un unico strumento informatico di pronta consultazione le denominazioni di origine protette, le indicazioni geografiche protette e le menzioni tradizionali protette.
(5) Affinché sia garantito l'aggiornamento delle informazioni riguardanti le menzioni tradizionali, le informazioni riportate nell'allegato XII del regolamento (CE) n. 607/2009 devono essere trasferite nella banca dati elettronica «E-Bacchus» e le nuove informazioni connesse alla protezione delle menzioni tradizionali devono essere inserite esclusivamente in tale banca dati.
(6) Per chiarire la relazione che intercorre tra le menzioni tradizionali protette e i marchi commerciali è necessario specificare su quale base giuridica una domanda di registrazione di un marchio contenente o costituito da una menzione tradizionale protetta deve essere valutata a norma della direttiva 2008/95/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2008, sul ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di marchi d'impresa ( 3 ) o del regolamento (CE) n. 207/2009 del Consiglio, del 26 febbraio 2009, sul marchio comunitario ( 4 ).
(7) Per accrescere la trasparenza delle norme che disciplinano le menzioni tradizionali, in particolare in seguito al trasferimento delle menzioni alla banca dati elettronica «E- Bacchus», qualsiasi modifica relativa alle menzioni tradizionali deve essere attuata attraverso una procedura definita formalmente.
(8) Occorre stabilire norme in merito all'indicazione del titolo alcolometrico volumico di alcuni prodotti vitivinicoli specifici per fornire al pubblico informazioni esatte.
(9) Per rendere l'etichettatura meno gravosa, è possibile stabilire che determinate informazioni riguardanti il nome e l'indirizzo dell'imbottigliatore in alcuni casi non siano indispensabili.
(10) Per migliorare i controlli relativi ad alcuni prodotti vitivinicoli, occorre autorizzare gli Stati membri a disciplinare l'uso dei dati relativi al produttore e al trasformatore.
(11) Per motivi di chiarezza è opportuno modificare l'articolo 42, paragrafo 1, e l'articolo 56, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 607/2009.
(12) L'uso di un tipo specifico di bottiglia e di dispositivo di chiusura per i vini spumanti, i vini spumanti di qualità e i vini spumanti di qualità del tipo aromatico, disposto dall'articolo 69 del regolamento (CE) n. 607/2009, deve essere obbligatorio esclusivamente per la commercializzazione e l'esportazione di tali vini prodotti nell'Unione europea.IT L 147/6 Gazzetta ufficiale dell'Unione europea 2.6.2011.
(13) Per quanto riguarda la trasmissione dei fascicoli tecnici delle denominazioni vinicole protette preesistenti di cui all'articolo 118 vicies del regolamento (CE) n. 1234/2007, l'obbligo, previsto all'articolo 118 quater, paragrafo 1, lettera b), del medesimo regolamento, di identificare il richiedente di una denominazione vinicola esistente può comportare difficoltà per alcuni Stati membri in cui dette denominazioni protette esistenti sono disciplinate a livello nazionale senza riferimenti a un particolare richiedente.
Per agevolare la transizione dalle disposizioni stabilite dal regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio ( 1 ) a quelle del regolamento (CE) n. 1234/2007 sono necessarie misure transitorie per garantire il rispetto delle normative nazionali di detti Stati membri.
(14) È necessario modificare l'allegato VIII del regolamento (CE) n. 607/2009 per quanto attiene ai diritti anteriori che possono essere addotti in caso di ricorso in opposizione alla domanda di protezione di una menzione tradizionale.
(15) Occorre pertanto modificare in tal senso il regolamento (CE) n. 607/2009.
(16) Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del Comitato di gestione per l'organizzazione comune dei mercati agricoli,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:
Articolo 1
Modifica del regolamento (CE) n. 607/2009
Il regolamento (CE) n. 607/2009 è così modificato:
1) all'articolo 30, il paragrafo 2 è sostituito dal seguente: «2. Se la domanda è presentata da un'organizzazione professionale rappresentativa stabilita in un paese terzo sono comunicati anche gli estremi dell'organizzazione professionale rappresentativa. La Commissione pubblica su internet l'elenco dei paesi terzi interessati, i nomi delle organizzazioni professionali rappresentative e dei membri di tali organizzazioni professionali.»;
2) l'articolo 32 è sostituito dal seguente: «Articolo 32
Norme sulle menzioni tradizionali di paesi terzi.
1. La definizione delle menzioni tradizionali stabilita all'articolo 118 duovicies, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1234/2007 si applica, mutatis mutandis, alle menzioni usate tradizionalmente nei paesi terzi per i prodotti vitivinicoli recanti un'indicazione geografica o una denominazione di origine in forza della normativa degli stessi paesi terzi.
2. Le indicazioni tradizionali diverse dalle menzioni tradizionali elencate nella banca dati elettronica «E-Bacchus» che figurano nell'etichettatura dei vini originari di paesi terzi possono essere utilizzate in conformità alle norme ivi applicabili, comprese quelle stabilite dalle organizzazioni professionali rappresentative.»;
3) l'articolo 40 è sostituito dal seguente: «Articolo 40
Protezione generale.
1. Se la domanda di protezione di una menzione tradizionale soddisfa i requisiti stabiliti dall'articolo 118 duovicies, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1234/2007 e dagli articoli 31 e 35 del presente regolamento e se non è respinta in applicazione degli articoli 36, 38 e 39, la menzione tradizionale è inserita nella banca dati elettronica «E-Bacchus» unitamente alle informazioni seguenti:
a) la lingua, secondo il disposto dell'articolo 31;
b) l'indicazione della categoria o delle categorie di prodotti vitivinicoli interessati dalla protezione;
c) un riferimento alla legislazione nazionale dello Stato membro in cui è definita e disciplinata la menzione tradizionale o alle norme applicabili ai produttori di vino nei paesi terzi, incluse quelle stabilite dalle organizzazioni professionali rappresentative, e
d) una sintesi della definizione o delle condizioni d'uso.
2. Le menzioni tradizionali elencate nella banca dati elettronica «E-Bacchus» sono protette esclusivamente nella lingua e per le categorie di prodotti vitivinicoli figuranti nella relativa domanda:
a) contro qualsiasi usurpazione, anche quando la menzione protetta è accompagnata da espressioni quali «genere», «tipo», «metodo», «alla maniera», «imitazione», «gusto», «come» o simili;
b) contro qualsiasi altra indicazione falsa o ingannevole relativa alla natura, alle caratteristiche o alle qualità essenziali del prodotto, usata sulla confezione o sull'imballaggio, nella pubblicità o sui documenti relativi al prodotto di cui trattasi;
c) contro qualsiasi altra prassi che possa indurre in errore il consumatore e in particolare che lasci supporre che il vino fruisca della menzione tradizionale protetta.»;
4) all'articolo 41, il paragrafo 1 è sostituito dal seguente: «1. Se una menzione tradizionale è protetta in virtù del presente regolamento, la registrazione di un marchio il cui uso violerebbe l'articolo 40, paragrafo 2, è valutata a norma della direttiva 2008/95/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (*) o del regolamento (CE) n. 207/2009 del Consiglio (**).
I marchi registrati in violazione del primo comma sono dichiarati nulli, su richiesta, in conformità alle procedure applicabili previste dalla direttiva 2008/95/CE o dal regolamento (CE) n. 207/2009.
5) all'articolo 42, il paragrafo 1 è sostituito dal seguente: «1. La protezione della menzione per cui è presentata la domanda, omonima o parzialmente omonima di una menzione tradizionale già protetta ai sensi del presente capo, tiene debitamente conto degli usi locali e tradizionali e dei rischi di confusione.
Una menzione omonima che induca in errore il consumatore circa la natura, la qualità o la vera origine dei prodotti non è registrata, nemmeno se è esatta.
L'impiego di una menzione omonima protetta è autorizzato esclusivamente in condizioni pratiche tali da assicurare che la menzione omonima protetta successivamente sia sufficientemente differenziata da quella già registrata nella banca dati elettronica «E-Bacchus», tenuto conto della necessità di garantire un trattamento equo ai produttori interessati e di non indurre in errore il consumatore.»;
6) è inserito un nuovo articolo 42 bis: «Articolo 42 bis
Modifica
Un richiedente ai sensi dell'articolo 29 può chiedere l'approvazione di una modifica di una menzione tradizionale, della lingua indicata, del vino o dei vini interessati o della sintesi della definizione o delle condizioni d'uso della menzione tradizionale di cui trattasi.
Gli articoli 33 e 39 si applicano mutatis mutandis alle domande di modifica.»;
7) all'articolo 47, il paragrafo 5 è sostituito dal seguente: «5. La Commissione sopprime la menzione dall'elenco contenuto nella banca dati elettronica «E-Bacchus» non appena la cancellazione acquista efficacia.»;
8) all'articolo 54 è aggiunto il seguente paragrafo 3: «3. Nel caso di mosto di uve parzialmente fermentato o di vino nuovo ancora in fermentazione, sull'etichetta figurano il titolo alcolometrico volumico effettivo e quello totale o uno dei due. Se sull'etichetta figura il titolo alcolometrico volumico totale, la cifra corrispondente è seguita dalla dicitura "% vol" e può essere preceduta dai termini "titolo alcolometrico totale" o "alcole totale".»;
9) l'articolo 56 è così modificato:
a) al paragrafo 2, terzo comma, è aggiunta la seguente seconda frase:
«Queste prescrizioni non si applicano se l'imbottigliamento è realizzato in un luogo situato nelle immediate vicinanze della sede dell'imbottigliatore.»;
b) il paragrafo 3 è sostituito dal seguente: «3. Il nome e l'indirizzo del produttore o del venditore sono completati dai termini "produttore" o "prodotto da" e "venditore" o "venduto da" o da termini equivalenti.
Gli Stati membri possono decidere:
a) di rendere obbligatoria l'indicazione del produttore;
b) di permettere la sostituzione dei termini "produttore" o "prodotto da" rispettivamente con "trasformatore" e "trasformato da".»;
10) l'articolo 69 è sostituito dal seguente: «Articolo 69
Norme sulla presentazione di determinati prodotti.
1. I vini spumanti, i vini spumanti di qualità e i vini spumanti di qualità del tipo aromatico prodotti nell'Unione europea sono commercializzati o esportati in bottiglie di vetro per vino spumante munite di uno dei seguenti dispositivi di chiusura:
a) per le bottiglie di volume nominale superiore a 0,2 l: un tappo a forma di fungo, in sughero o altre sostanze ammesse ad entrare in contatto con gli alimenti, trattenuto da un fermaglio, coperto eventualmente da una capsula e rivestito da una lamina che ricopra tutto il tappo e interamente o parzialmente il collo della bottiglia;
IT L 147/8 Gazzetta ufficiale dell'Unione europea 2.6.2011.
b) per le bottiglie di volume nominale non superiore a 0,2 l: qualsiasi altro dispositivo di chiusura adatto.
Non possono essere commercializzati o esportati in bottiglie di vetro per vino spumante né con un dispositivo di chiusura di cui al primo comma, lettera a), altri prodotti elaborati nell'Unione.
2. In deroga al paragrafo 1, secondo comma, gli Stati membri possono decidere che i seguenti prodotti possano essere commercializzati o esportati in bottiglie di vetro per vino spumante e/o con un dispositivo di chiusura di cui al paragrafo 1, primo comma, lettera a):
a) prodotti tradizionalmente imbottigliati in bottiglie di questo tipo e i) elencati all'articolo 113 quinquies, paragrafo 1, lettera a), del regolamento (CE) n. 1234/2007; ii) elencati nell'allegato XI ter, punti 7, 8 e 9, del regolamento (CE) n. 1234/2007; iii) elencati nel regolamento (CEE) n. 1601/91 del Consiglio
(*); oppure; iv) aventi un titolo alcolometrico volumico effettivo non superiore a 1,2 % vol;
b) prodotti diversi da quelli di cui alla lettera a) purché i consumatori non siano indotti in errore quanto alla vera natura del prodotto.
11) all'articolo 71 è aggiunto il seguente paragrafo 3: «3. In deroga all'articolo 2, paragrafo 2, del presente regolamento, per quanto attiene alla trasmissione dei fascicoli tecnici di cui all'articolo 118 vicies, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (CE) n. 1234/2007, le autorità degli Stati membri possono essere considerate richiedenti ai fini dell'applicazione dell'articolo 118 quater, paragrafo 1, lettera b), del medesimo regolamento.»;
12) l'allegato II è sostituito dall'allegato I del presente regolamento;
13) l'allegato VIII è sostituito dall'allegato II del presente regolamento;
14) gli allegati XI e XII sono soppressi.
Articolo 2
Disposizioni transitorie
1. Prima della soppressione degli allegati XI e XII del regolamento (CE) n. 607/2009 in forza dell'articolo 1, punto 14, del presente regolamento, la Commissione riproduce e:
a) pubblica su internet il contenuto dell'allegato XI; e
b) inserisce nella banca dati elettronica «E-Bacchus» le menzioni tradizionali elencate nell'allegato XII.
2. Non sono soggette alla procedura di cui all'articolo 42 bis, inserito in forza dell'articolo 1, punto 6, del presente regolamento, le modifiche riguardanti una menzione tradizionale che è stata riconosciuta da uno Stato membro o da un paese terzo, che è stata comunicata alla Commissione entro la data di entrata in vigore del presente regolamento e che non è stata inserita nell'allegato XII del regolamento (CE) n. 607/2009. La Commissione inserisce tali modifiche nella banca dati elettronica «E-Bacchus».
Articolo 3
Entrata in vigore
Il presente regolamento entra in vigore il settimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.
Fatto a Bruxelles, il 1 o giugno 2011.
Per la Commissione.
Il Presidente
José Manuel BARROSO  IT
Note
( 1 ) GU L 299 del 16.11.2007, pag. 1.
( 2 ) GU L 193 del 24.7.2009, pag. 60.
( 3 ) GU L 299 dell'8.11.2008, pag. 25.
( 4 ) GU L 78 del 24.3.2009, pag. 1.
(*) GU L 299 dell'8.11.2008, pag. 25.
(**) GU L 78 del 24.3.2009, pag. 1.»;
(*) GU L 149 del 14.6.1991, pag. 1.»;

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

ANSA: Ultime Notizie

- 28 GIU. - 16:24 Caput Mundi, 335 interventi per Roma e territorio Ultima ora. Progetto da 500 mln euro. Garavaglia, da tutela siti a città...

I POST PIU' SEGUITI