Visualizzazione post con etichetta Difesa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Difesa. Mostra tutti i post

giovedì 6 settembre 2018

ASSOCIAZIONE SEALAND - TERRA MARE ET MARE TERRAS TERMINAT.

Chi Siamo
L’associazione no profit “ASSOCIAZIONE SEALAND” nasce a Roma nel 2018, per salvaguardare il lavoro di tutte le figure della Sicurezza privata e del settore della tutela personale, portuale e navale, terrestre nonché territoriale, così come nell'assistenza in sussidiarietà a fianco degli enti istituzionali preposti, anche nella protezione di hard e soft target ritenuti sensibili.

Tra gli obiettivi perseguiti, quello di promuovere:
- la formazione per accrescere le competenze e rendere i lavoratori più competitivi sul mercato, con particolare attenzione alle figure professionali addette alla tutela personale, per mare e per terra
-la cultura della sicurezza personale e Safety.

Possono iscriversi all'Associazione Sealand: 
Operatori Security, Addetti al Controllo, Operatori Sicurezza Aziendale, Guardie Giurate Particolari, Guardie Ambientali, Consulenti e Istruttori del comparto Security privata e istituzionale, cioè tutti coloro che si occupano di prevenire delitti e di vigilare sui beni e sulle attività umane di qualsiasi tipo. 
L’Associazione Sealand nasce da una speciale sinergia di un gruppo di esperti della Security con considerevole bagaglio di conoscenze teoriche e significativa esperienza professionale nell'ambito della sicurezza privata, acquisita collaborando professionalmente con figure della Security in varie parti del globo.
L’Associazione Sealand è un’associazione senza scopo di lucro, la cui finalità, dunque, è quella di promuovere azioni formative e culturali che mirano a creare professionisti di alto profilo per ottenere la migliore tutela del bene collettivo, la pace sociale e anche al fine di ridurre le ansie causate dalla diffusa percezione di insicurezza che ormai ammorba la nostra epoca. 

www.studiostampa.com

mercoledì 16 settembre 2015

PUTIN:"METTIAMO DA PARTE LE AMBIZIONI E UNIAMOCI NEL COMBATTERE L'ISIS".

"METTIAMO DA PARTE LE AMBIZIONI E UNIAMOCI NEL COMBATTERE L'ISIS" Putin tende la mano all'occidente, ma le vostre tv e i vostri giornaloni censurano la notizia: http://goo.gl/keDToACONDIVIDETE, perché nessuno ve la farà leggere. FATELO ORA, è importante!
Posted by TzeTze on Mercoledì 16 settembre 2015
www.studiostampa.com

venerdì 1 maggio 2015

Osservatorio Italia In Testa: In Europa il business dell’imitazione dei prodotti italiani raggiunge 26 mld di euro contro un export alimentare che vale circa 13 mld.

L'Italia chiede all'Unione Europea un marchio di origine per tutelare il Made In Italy, l'industria italiana ed il consumatore. 
In Europa il business dell'italian sounding tocca complessivamente i 26 miliardi di euro contro un export alimentare che vale circa 13 miliardi di euro. Le cose non vanno meglio nel resto del mondo: il mercato nord americano sviluppa complessivamente 24 miliardi di euro di fatturato “Italian Sounding” a fronte di un export dei prodotti alimentari autentici pari a circa 3 miliardi di euro. Negli altri Paesi (extra Ue ed extra Nord America) l’italian sounding vale 10 miliardi di euro contro un export dei prodotti made in Italy che vale 4 miliardi di euro (per ogni prodotto alimentare autentico ce ne sono 2,5 falsi). (Dati Federalimentare). 
Delle potenzialità del settore delle esportazioni e della necessità di tutelale il Made in Italy e trovare soluzioni efficaci per combattere la contraffazione e l'italian sounding, si è discusso ieri, nella sede del Parlamento Europea a Roma, nel corso del convegno dal titolo "Prospettive di tutela del Made in Italy alle porte dell'Expo", organizzato dall'Osservatorio Italia In Testa. 
"L'entrata in vigore della nuova direttiva europea che abolisce l'obbligo di indicare la sede dello stabilimento di produzione, non ha certo aiutato il nostro mercato interno - ha spiegato Vito Giambiero Gulli, Consigliere Federalimentare - nel prossimi mesi chiederemo di essere tutelati con una lettera all'Europa, si dovranno ritenere di produzione italiana solo gli articoli che indicano in maniera inequivocabile il luogo in cui sono stati prodotti.
"Il reato di falso, o di contraffazione, non riguarda solo l'italian sounding. - ha spiegato Annaluce Licheri, Presidente Osservatorio Italia in Testa - La politica Italiana prevede specifiche sanzioni per la contraffazione di tutti i prodotti, nel settore della moda o del design, in particolare, le corti di Milano e di Roma, che sono delle sezioni specializzate di eccellenza, emettono velocemente provvedimenti di inibitoria e provvedimenti di sequestro previa descrizione. In ogni caso, va evidenziato che i Tribunali negli ultimi anni hanno ribaltato la giurisprudenza in tema di falso innocuo, grossolano, escamotage a cui ricorrevano i venditori di prodotti contraffatti o falsi (spesso apponendo etichette con la dicitura "falso d'autore"), è stata anticipata la soglia di punibilità di codesti reati, e quindi anche il falso d'autore è un reato, con la conseguenza che la Corte di Cassazione ha dichiarato la nullità del marchio falso d'autore, per contrarietà alla legge penale".
"Necessario creare un marchio di origine che consenta di individuare il luogo di provenienza del prodotto, la Svizzera e la Francia da tempo hanno introdotto questa regola, si tratta di un dato oggettivo che tutela il consumatore che viene informato in maniera chiara e corretta, inoltre questo favorirebbe il mercato interno e aiuterebbe a mantenere viva l'industria italiana" - ha dichiarato Amedeo Teti, Direttore Generale per la politica commerciale internazionale - Ministero dello Sviluppo Economico - intervenuto al convegno.
" E' fondamentale far comprendere che la contraffazione è un danno per le imprese e per l'intera economia del nostro Paese, secondo dati OCSE, il valore dei falsi in Italia si attesta sui 6,5 mld di euro, sottraendo 5,2 mld di gettito fiscale. Tra le possibili soluzioni: incrementare la comunicazione del prodotto, favorire la tracciabilità, e aumentare la sinergia tra turismo e prodotti enogastronomici" - ha dichiarato Gaetano Dentamaro, Presidente Sezione Agroalimentare Confindustria Bari.
L’Italia In Testa’, Osservatorio per la Tutela del Made in Italy, è un’iniziativa dell’Avvocato Annaluce Licheri, specializzata nella tutela del diritto d’autore e proprietà intellettuale e di Cristiano Alliney, avvocato e consulente in materia di proprietà industriale e intellettuale presso il Gruppo Finmeccanica e collaboratore of counsel dello studio Licheri. Il Presidente dell’Osservatorio è l’Avvocato Annaluce Licheri, mentre il Comitato Scientifico è composto dal Prof. Giorgio Assumma, esperto di diritto d’autore, Presidente della Siae dal 2005 al 2010, docente di Diritto dell’Editoria a Roma 3 e di Diritto dell’Unione europea alla Lumsa, dal Presidente del Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali, Giovanni De Mari, dall'Avvocato Cristiano Alliney, dall'Avvocato Stefano Longhini, capo dell’Ufficio Legale Mediaset S.p.A. 
    www.studiostampa.com

martedì 11 marzo 2014

ROMA: Nasce il Comitato a Difesa della Capitale !

DifendiAMO ROMA è la casa di chi vuole difendere la nostra città da un’Amministrazione assente. Diventa anche tu un Difensore di Roma, del suo decoro, della legalità, nelle battaglie di giustizia sociale e di difesa della sua identità. Lavoriamo insieme per denunciare cosa non va nei nostri quartieri, nella quotidianità, ma anche nei progetti di speculazione edilizia e di scempio del territorio. Difendiamone la tradizione, il sistema valoriale, la cultura, sempre più minacciata da cui vuole vendere la Capitale e i Romani ad affarismo e a una sinistra sempre meno amica di questa città. Ed è proprio dalla difesa di un patrimonio inestimabile che saremo in grado di restituire a questa città il suo prestigio e quello slancio morale ed economico che oggi manca. 
Roma deve ripartire, anche grazie a Te! 


giovedì 24 ottobre 2013

ADUC: Aggiornamenti, Normativa e Difesa

22 ottobre 2013 15:19
Il nostro quotidiano con le droghe illegali
A Palermo, un bimbo di tre anni, all'asilo dice: “mio padre vende il fumo”. Un uomo armato di coltello fa irruzione al pronto soccorso di Montecchio Emilia pretendendo morfina. Un ragazzo di 16 anni, a Como, ha la sua centrale di spaccio di droga dentro la sua stessa scuola.
Sono solo alcuni episodi di cronaca di questi ultimi giorni che hanno a che fare con le droghe illegali. Crediamo che ce ne potrebbero essere a iosa, ma questi tre sono significativi per tipologia e dislocazione geografica. Un bimbo, un ragazzo [...]
23 ottobre 2013 12:29
Calvizie e lozioni. Ci salveranno le staminali?
 E' in arrivo l'autunno e insieme alle foglie sembra che devono cadere anche i capelli, sicche' in questo periodo la pubblicita' dello lozioni anticalvizie e' piu' insistente. Servono?
"Lasciate ogne speranza, voi ch'intrade". [...]
22 ottobre 2013 13:20
Perclorato negli alimenti. Occorre abbassare le concentrazioni
 Negli ultimi mesi il Sistema di allarme rapido per cibi e mangimi (RASFF), ha segnalato la presenza di perclorati in frutta e verdura venduti nell'Unione europea. Il perclorato e' un contaminante ambientale derivante dall'uso [...]
21 ottobre 2013 10:24
Legge di Stabilita'. Leggera come l'aria
  La legge di Stabilita' e' cosi' leggera che nessuno se ne accorgera'. Intanto l'incidenza sul Pil: 0,7 punti, un soffio. Quella sull'aumento della busta paga: 15 euro, cioe' 16 caffe'. L'Imu e' reintrodotta delicatamente con la tassa [...]
18 ottobre 2013 12:14
Federalismo fiscale all'italiana. Una furbata
 "Paga-vedo-voto". Cosi' veniva giustificato il federalismo fiscale (legge 42/2009). Il cittadino avrebbe volentieri pagato le tasse all'ente locale, in particolare al proprio Comune, perche' avrebbe constatato con propria [...]
www.studiostampa.com

mercoledì 16 ottobre 2013

Difesa delle Frontiere !




venerdì 20 settembre 2013

MILITARI: Articoli da Analisi Difesa

GIR_2430

LE NUOVE UNIFORMI DELLA MARINA

di Redazione
20 settembre 2013
Adnkronos – Praticità, comfort, tessuti naturali ma soprattutto made in Italy e tradizione. Sono queste le caratteristiche scelte per il nuovo vestiario di bordo dalla Marina Militare  presentato presso il [...]
Categorie : NEWS
593px-Russian_Arctic_claim

LA RUSSIA TORNA SULL’ARTICO CON UNA BASE MILITARE

di Redazione
20 settembre 2013
di Antonella Scott da Il Sole24Ore del 17 settembre 2013 Dopo 20 anni, la Russia torna sull’Artico con una presenza militare stabile. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, annunciando [...]
Categorie : ANALISI MONDO
UN-team-syria-CW-650x330

SIRIA: I RAZZI DELLA STRAGE DI GHOUTA

di Redazione
20 settembre 2013
Al termine dell’ispezione in Siria il team dell’Onu guidato dallo svedese Ake Sellstrom ha scritto: “I campioni raccolti forniscono prove chiare e convincenti che sono stati utilizzati razzi contenenti gas [...]
Categorie : ANALISI MONDO
f35

L’OLANDA E I 37 JSF, LA VOLPE E L’UVA

di Silvio Lora Lamia
20 settembre 2013
Meno della metà. Cosa ci sia davvero dietro la decisione dell’Olanda di ridurre da 85 a 37 il numero di F-35 a decollo convenzionale chiesti dalla sua aeronautica militare per [...]
Categorie : COMMENTI
30

BOOM DI VIOLENZE IN AFGHANISTAN

di Redazione
19 settembre 2013
ANSA – Gli incidenti violenti fra metà maggio e metà agosto 2013 in Afghanistan sono stati 5.922, in aumento dell’11 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012. E’ quanto [...]
Categorie : ENDURING FREEDOM

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Ultime Notizie !

Putin: 'Forniremo missili Iskander-M a Minsk'. Severodonetsk in mano russa Agenzia ANSA 3 ore fa bookmark_border share more_vert Ucr...

I POST PIU' SEGUITI