Visualizzazione post con etichetta Unione Europea. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Unione Europea. Mostra tutti i post

domenica 5 ottobre 2014

SULL'ALTARE DELL'EURO RISCHIAMO UNA BRUTTA FINE: DOBBIAMO REAGIRE PER NON MORIRE !




domenica 16 marzo 2014

EURORIBELLIONE - EURO - EUROPA - UNIONE EUROPEA - STATI UNITI D'EUROPA !




mercoledì 5 marzo 2014

Monito dell'UE sui conti italiani. Governo "colpa della recessione"

(AGI) - Roma, 5 mar. - Il Mef risponde alle 'bacchettate' dell'Europa sui conti italiani. 
"La competitivita' dell'economia italiana e' oggi limitata dall'elevato cuneo fiscale sul costo del lavoro, un problema che il Governo si accinge ad affrontare con determinazione". 
Lo afferma il ministero dell'Economia in una nota commentando i rilievi dela Commissione Europea. 
Tuttavia, sottolinea il Tesoro, "la capacita' di reazione dell'economia e il ribilanciamento dei conti con l'estero consentono di avere fiducia sulla presenza di una forte capacita' di adattamento e flessibilità del sistema produttivo nazionale". "Per contrastare la recessione - spiega il Tesoro - le aziende manifatturiere italiane hanno fatto ricorso alla riduzione dei costi di produzione, al miglioramento qualitativo dei prodotti e al contenimento dei prezzi e dei margini di profitto e questo ha permesso un netto miglioramento dei conti verso l'estero. Cio' ha permesso di ottenere un miglioramento della bilancia commerciale che e' passata nel breve arco di 3 anni da un deficit di 30 miliardi nel 2010 a un surplus di quasi 10 miliardi nel 2013. 

Fonte: AGI - Articolo Completo QUI !

www.studiostampa.com

domenica 2 marzo 2014

Sempre più convinti di RIMANERE in EUROPA ma USCIRE dall'Euro !





martedì 12 novembre 2013

L'utopia dell'euroconvergenza

L'unione monetaria dell'Eurozona si doveva costituire avendo come pre-requisito la convergenza delle economie partecipanti secondo i princìpi dell'Area valutaria ottimale (Avo). In realtà le pre-condizioni per un'effettiva convergenza non si sono raggiunte preliminarmente all'entrata in vigore dell'Unione monetaria, si è quindi teorizzata la convergenza endogena delle economie dell'Unione, ossia la convergenza indotta dalla mera appartenenza all'euro.

Un'analisi sommaria dei principali indicatori economici dei Paesi euro, a più di dieci anni dalla sua introduzione, dimostra che l'auspicato processo di convergenza indotta non ha portato a un riavvicinamento delle economie, ma ha addirittura aumentato i divari, contribuendo a disegnare due grandi aree all'interno dell'Eurozona: la zona Nord e i cosiddetti Piigs. 
di Alessandro Zeli - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/3Y0Zv

www.studiostampa.com

venerdì 27 settembre 2013

"I poteri forti distruggono gli stati nazionali in Europa e Medio Oriente"

Stiamo assistendo alla disgregazione degli stati nazionali sia in Medio Oriente con l'esplosione di conflitti etnico-confessionali e in Europa con la perdita della sovranità monetaria e legislativa. 
E' una strategia promossa dai poteri forti finanziari globalizzati. 
(Magdi Cristiano Allam, Bruxelles). 

domenica 22 settembre 2013

ANDAMENTO: il 476 d.C. nel futuro dell'Europa

di Gianni Pardo
Roma fu la capitale del più grande impero del mondo antico. La sua civiltà e le sue istituzioni furono talmente ammirate che sembrarono indistruttibili. Nel IV o nel V sec.d.C., quando già era vecchia di undici secoli, perfino quelli che le facevano la guerra tendevano ad assimilarsi alla sua civiltà, e a farne parte. I romani consideravano i singoli problemi come mali momentanei che forse il tempo avrebbe guarito.
Le cose invece piano piano peggioravano. La conclusione non poteva che essere la catastrofe e tuttavia, dal momento che il tempo passava e la catastrofe non si verificava, si sopravviveva in attesa degli sviluppi. Finché, nel 410, Alarico mise a sacco la città. Fu un avvertimento che non poteva essere ignorato, ma non si vedeva quale risposta si potesse dare: sarebbe stato necessario resuscitare quei romani guerrieri e patrioti che si erano ripresi persino dopo la sconfitta di Canne. La vita riprese a scorrere, forse si sperò che il destino decidesse autonomamente di salvare Roma, e invece arrivò Odoacre.
Quando il male progredisce, il passare del tempo non deve rassicurare. Una malattia asintomatica non è per questo meno grave: bisogna curarsi come se si stesse soffrendo molto e solo uno sciocco non lo farebbe, con la scusa che sta benissimo. A tutto questo si pensa mentre in Europa siamo in una situazione non dissimile da quella di Roma durante la decadenza. Da un lustro abbondante vediamo la crisi aggravarsi e da un lustro abbondante ci limitiamo ai palliativi. Ognuno spera che la tegola cada sul prossimo governo.
Il nostro tumore (maligno?) si chiama euro e i suoi guasti sono evidenti. Purtroppo ogni rimedio sembra peggiore del male. Se lo si annulla, può darsi che alcuni Stati molto indebitati falliscano. E mentre loro precipiterebbero in tragiche crisi economiche, cesserebbero di rimborsare i titoli detenuti dagli altri Stati, fino a provocare la crisi anche da loro. 

Fonte: LsBlog - Articolo Completo QUI

Riepilogo su: Euro, Europa, Unione Europea e Stati Uniti d'Europa QUI

www.studiostampa.com

giovedì 19 settembre 2013

Euro, Europa, Unione Europea e Stati Uniti d'Europa ! Diamoci un Governo Forte, Credibile, Serio e usciamone, prima che sia troppo tardi (forse già lo è). Questa Europa ci sta Uccidendo !




sabato 27 luglio 2013

ITALIA: Situazione Debito Commentata !

Governo, sempre Forte con i Deboli e sempre Debole con i Forti ! 
I conti sono destinati a peggiorare sempre fino al nostro fallimento, anche dissanguando completamente il popolo (e lo stanno facendo). Se non siamo TITOLARI della Moneta non possiamo guidare ne inflazione, ne svalutazione. I SOLDI LI STIAMO COMPRANDO DA UN PRIVATO E NON POTREMO MAI PAGARLI PERCHÉ IL FORNITORE APPLICA UN TASSO CHE DOVREMMO PAGARE CON ALTRI SOLDI STAMPATI CON ALTRO TASSO ! Se poi si preferisce far finta di non capire, tentando di dare la colpa sempre all'avversario politico e mai al meccanismo perverso che ha una precisa DATA di inizio e delle chiare FIRME sugli accordi, possiamo solo augurarci di morire presto per abbreviare l'agonia !

Euro, Europa, Unione Europea e Stati Uniti d'Europa !

lunedì 26 novembre 2012

Dibattito sul futuro dell'Europa

Il 2013 sarà l'Anno europeo dei cittadini. A vent'anni dall'introduzione della cittadinanza europea, l’evento ha un duplice intento: illustrare quanto finora realizzato e rispondere alle aspettative future dei cittadini. L’anno europeo è stato istituito con la decisione del Parlamento europeo e del Consiglio, su proposta dalla Commissione. Gli eventi previsti punteranno a illustrare le politiche e i programmi esistenti e spiegheranno ai cittadini come beneficiare direttamente dei diritti dell’Unione. Inoltre, verrà lanciato un ampio dibattito pubblico sull’Unione europea del futuro e sulle riforme necessarie per migliorare la vita quotidiana dei cittadini europei.
Il 2013 coincide con il ventesimo anniversario della cittadinanza dell’Unione, introdotta con l’entrata in vigore del trattato di Maastricht nel 1993. Sempre nel 2013 verrà pubblicata la seconda relazione sulla cittadinanza dell’Unione, con la quale la Commissione presenterà altre iniziative per eliminare gli ultimi ostacoli al pieno godimento dei diritti legati alla cittadinanza. Mancherà solo un anno alle elezioni europee del 2014: un occasione ideale, dunque, per lanciare un grande dibattito sul futuro dell’Europa.

In preparazione dell’anno europeo la Commissione ha condotto, tra il 9 maggio e il 9 settembre 2012, un’ampia consultazione pubblica per rilevare i problemi incontrati dai cittadini nell’esercizio dei diritti legati alla cittadinanza europea. I contributi ricevuti, attualmente in fase di esame, contribuiranno alla relazione sulla cittadinanza europea, che sarà pubblicata il 9 maggio 2013.

L’anno europeo sarà ufficialmente inaugurato il 10 gennaio 2013 a Dublino con un dibattito pubblico, in concomitanza con l’inizio della presidenza irlandese del Consiglio. Sono previsti dibattiti pubblici aperti a tutti i cittadini, che si terranno dovunque nell’Unione. I primi dibattiti si sono già tenuti in Spagna, Austria e Germania e altri seguiranno nel 2013.

Sfruttando al massimo gli strumenti e il materiale disponibili (siti internet, portali, video, opuscoli, eventi ecc.), l’anno europeo lancerà una campagna di comunicazione e di sensibilizzazione che intende far conoscere gli strumenti partecipativi e informativi esistenti nelle diverse lingue (Europe Direct, La tua Europa, SOLVIT, Interactive Policy Making, diritto d’iniziativa dei cittadini europei, petizioni) in grado di rispondere alle preoccupazioni dei cittadini e di incidere sulla vita di tutti i giorni. La Commissione opererà in stretta collaborazione con le altre istituzioni dell’Ue, con le autorità degli Stati membri (nazionali, regionali e locali) e con le organizzazioni della società civile.

Per l’occasione le principali organizzazioni della società civile europee hanno stretto un’alleanza, la European Year of Citizens 2013 Alliance, che collabora con la Commissione quale partner strategico in rappresentanza della società civile.

In Italia sono previsti quattro appuntamenti. Un primo evento avrà luogo a Napoli il 30 novembre alla presenza del Commissario per l'occupazione, gli affari sociali e l'integrazione Lazslo Andor. Il pubblico presente verrà invitato a formulare osservazioni e domande riguardo alle politiche Ue per l'occupazione.

Il secondo appuntamento, incentrato sul tema della protezione dei valori del modello sociale europeo e della sicurezza dei cittadini, avrà luogo a Torino il 21 febbraio 2013 alla presenza della commissaria agli Affari interni Cecilia Malmstroem. Sarà Pisa ad ospitare il terzo e ultimo incontro, dedicato all'uso sostenibile delle risorse, che si svolgerà il 5 aprile 2013 alla presenza del commissario responsabile per l'Ambiente Janez Potocnik. In occasione della festa dell'Europa, il 7 maggio 2013, si svolgerà infine a Trieste un grande evento finale con la vicepresidente Viviane Reding.

Fino a mercoledì 28 novembre i cittadini italiani potranno trasmettere le proprie domande su Twitter (@europainitalia; #dialogocittadini), nonché commenti e osservazioni al commissario Andor, responsabile per l'occupazione.  Le domande più frequenti o quelle retwittate verranno rivolte direttamente al Commissario durante l'evento del 30 novembre a Napoli, e il Commissario risponderà in diretta.

www.studiostampa.com

giovedì 9 agosto 2012

BANDI & AVVISI IN UN CLICK

Una guida ai link di: Regione Lazio, Provincia di Roma, Roma Capitale e Unione europea
ENTI Avviso SPAL: soggetti interessati ad erogare interventi di politiche attive
Soggetti interessati ad erogare interventi di politiche attive in favore di percettori di ammortizzatori sociali in deroga e di indennità di disoccupazione speciale. Scadenza prorogata al 31 dicembre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ENTI Contributi per la valorizzazione turistica

La Regione Lazio intende favorire lo sviluppo del settore turistico del litorale. La Giunta ha affidato a Sviluppo Lazio un programma di promozione sulla base di proposte fornite dai Comuni. Scadenza 31 ottobre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ENTI Procedura per la concessione relativa alla progettazione di impianti fotovoltaici

Bando e documentazione per la realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici su edifici di Comandi di Polizia di Roma Capitale. Scadenza 10 settembre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ASSOCIAZIONI Avviso pubblico per la concessione dell’uso di locali

Presso l’Istituto di Istruzione superiore via Salvini 24, Roma, mediante concessione a scomputo dell’investimento necessario per la ristrutturazione a carico del concessionario. Scadenza 2 agosto 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ASSOCIAZIONI Contributi per le associazioni sportive del comune di Roma

La domanda per ottenere il contributo a sostegno dell'attività annuale, ai sensi dell'art.8, redatte in carta semplice a firma del legale rappresentante, devono pervenire, entro il 31 luglio di ogni anno.

ENTI/ASSOCIAZIONI Concorso di Idee “Bruno Tescari”

Avviso pubblico per i progetti che favoriscano i percorsi d’autonomia, di mobilità e di socializzazione delle persone disabili. Scadenza 8 agosto 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

IMPRESE Abilitazioni istruttori di autoscuola

La gestione dei corsi propedeutici per il conseguimento dell’abilitazione di insegnante e istruttore di autoscuola e dei corsi per la formazione periodica. Scadenza 12 agosto 2012.

 [continua a leggere e scarica i documenti]

IMPRESE Accesso al “Fondo per la creatività”

Disposta la proroga dei termini del Bando per la creazione e l’avvio di micro, piccole e medie imprese: fine pubblicazione 12 agosto  2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

IMPRESE "Interventi per la permanenza al lavoro e l'inserimento lavorativo dei disabili"

Avviso pubblico - D.AV.I.D. "Interventi volti a favorire la permanenza al lavoro e l'inserimento lavorativo dei disabili”.

[continua a leggere e scarica i documenti]

PERSONE FISICHE Concorso di cortometraggio “Omaggio a Michelangelo Antonioni”

Il concorso è rivolto agli studenti o borsisti degli atenei romani, degli istituti per la cinematografia con sede a Roma e degli istituti e accademie straniere della Capitale. Scadenza 17 settembre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

PERSONE FISICHE Il Fondo di credito per i nuovi nati fino al 2014

Il Fondo di credito per i nuovi nati prosegue il suo cammino e viene rinnovato per il triennio 2012- 2013 -2014. Al mese di marzo di quest’anno sono stati erogati finanziamenti per 132.187 euro.

[continua a leggere]

PERSONE FISICHE Il Comune di Roma approva il nuovo regolamento

E’  stato approvato il “Nuovo Regolamento dell’arte di strada” che prevede la predisposizione, a cura del Dipartimento Cultura di Roma Capitale, del Registro degli artisti di strada.

[continua a leggere tutte le informazioni]

PERSONE FISICHE Scuole d'Arte e dei Mestieri: aperte le iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni ai corsi delle quattro Scuole d’Arte e dei Mestieri. L'offerta formativa è ampia sia nel numero che nella varietà di corsi. Quest'anno sarà possibile effettuare la preiscrizione anche online.

[continua a leggere e scarica i documenti]

PERSONE FISICHE Asili nido, sostegno economico alle famiglie in lista d’attesa

Il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale mette a disposizione fondi per sostenere le famiglie romane ancora inserite nelle lista d’attesa. Le domande per avere il contributo entro il 31 luglio 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

PERSONE FISICHE Concorso “Tutti pazzi per la Frutta!”
Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali promuove la II edizione del concorso fotografico “Tutti pazzi per la Frutta!". In palio un soggiorno di 3 giorni  in agriturismo. Il bando scade il 30 agosto 2012.
Speciale Unione Europea

LAVORO E FORMAZIONE Borse di studio EIBURS nel quadro del «Programma Sapere»

Le borse di studio BEI sono assegnate con una procedura selettiva a facoltà o a istituti di ricerca collegati a università nei Paesi dell’UE. Scadenza 14 settembre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

LAVORO E FORMAZIONE Your first EURES job

Your first EURES job è un’iniziativa della Commissione Europea per favorire la mobilità e lo sviluppo professionale dei giovani in cerca di occupazione in Europa.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ISTRUZIONE E FORMAZIONE “Programma di apprendimento permanente”

Le proposte per contribuire allo sviluppo della Comunità quale società avanzata basata sulla conoscenza, con uno sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro. Scadenza 12 ottobre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ISTRUZIONE E FORMAZIONE Programma “Europa per i cittadini”

Le proposte per riunire le persone delle comunità locali di tutta Europa affinché condividano e scambino esperienze, opinioni e valori. Il bando scade il 15 ottobre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ESPERTI, ASSUNZIONI Esperti incaricati di fornire la propria consulenza a “Fusion for Energy”

Candidati esperti incaricati di fornire la propria consulenza. Scadenza 1 aprile 2013.

[continua a leggere e scarica i documenti]

ESPERTI, ASSUNZIONI Esperti interessati a fornire assistenza al “Programma Safer Internet”

Per promuovere un uso più sicuro di internet, in particolare per i minori. Scadenza 31 dicembre 2013.

[continua a leggere e scarica i documenti]

RICERCA Borse di Studio intraeuropee Programma di lavoro “persone 2012”

Borse di Studio intraeuropee, internazionali per ricercatori provenienti dall’estero e internazionali per ricercatori che si recano all’estero. Scadenza 16 agosto 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

RICERCA Programma di lavoro 2012 “Persone – Sovvenzioni di integrazione per la carriera”

Il programma offre un sostegno significativo allo sviluppo di carriera dei ricercatori su scala mondiale. Scadenza 18 settembre 2012.
[continua a leggere e scarica i documenti]

RICERCA Proposte nell’ambito del programma europeo di ricerca metrologica (EMRP)

Sulle aree tematiche relative a Metrologia industriale, Sistema internazionale di unità di misura ed Eccellenza aperta. Scadenza 1 ottobre 2012.
[continua a leggere e scarica i documenti]

RICERCA Proposte nell’ambito del “Programma di lavoro Idee 2012 – Sovvenzioni CER

Il programma mira ad aumentare la competività dell’Europa aiutando ad attirare e a mantenere gli scienziati di talento, promuovendo la ricerca di carattere mondiale in nuovi settori emergenti. Scadenza 3 ottobre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

RICERCA Proposte in merito al programma “Idee 2012”

Nell’ambito  del programma specifico “Cooperazione”. Tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il bando scade il 24 ottobre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti]

RICERCA Proposte per il “Programma di ricerca del fondo di ricerca di carbone e acciaio”

Per lo sviluppo di tecnologie nuove o al miglioramento di quelle esistenti , al fine di garantire una produzione economica, pulita e sicura di acciaio e prodotti derivati. Scadenza 17 settembre 2013.

[continua a leggere e commenta]

AUDIOVISIVI Invito a presentare proposte nell’ambito del “Programma MEDIA”

 “Circolazione dei film nell’era digitale” che mira a sperimentare strategie innovative per la diffusione dei film europei . Il bando scade il 6 settembre 2012.
[continua a leggere e scarica i documenti]

AUDIOVISIVI Invito a presentare proposte nell’ambito del “Programma MEDIA 2007”

Per favorire il sostegno alla distribuzione transnazionale dei film europei. Scadenza 1 ottobre 2012.
[continua a leggere e scarica i documenti]

AMBIENTE Schema di Premio europeo per la Responsabilità sociale d’impresa

Nell’ottobre 2011 la Commissione Europea ha pubblicato una nuova comunicazione sulla Responsabilità sociale d’impresa (RSI).

[continua a leggere e scarica i documenti]

AMBIENTE Invito a presentare proposte nell’ambito del “Programma LIFE+ 2012”

I temi devono riguardare natura e biodiversità; politica e governance ambientali; informazione e comunicazione. Scadenza 26 settembre 2012.

[continua a leggere e scarica i documenti] 


sabato 28 luglio 2012

Italia Torni alla Lira! La Salvezza Fuori da Euro

Fonte: http://www.professionefinanza.com/scheda.php?id=6275 
Italia e Irlanda hanno più motivo di lasciare la zona euro rispetto alla Grecia. Le rispettive economie ne beneficerebbero. Questa la conclusione cui è giunta Bank of America (BofA) Merrill Lynch. Un ritorno alla lira salverebbe il paese. 
L’ITALIA, il cui rating sovrano è stato declassato di due tacche de Moody’s, potrebbe trovare la salvezza fuori dalla zona euro? Il paese, secondo l'agenzia di rating statunitense, è esposta al pericolo di contagio di Grecia e Spagna, e al rischio di non essere in grado di ottenere finanziamenti dai mercati dei capitali a causa di una crescita debole e di un tasso di disoccupazione elevato. Eppure Venerdì, l'Italia non ha avuto difficoltà a collocare 5,25 miliardi di euro sui mercati obbligazionari nel corso dell'asta Btp.
MENTRE molti esperti si aspettano una "Grexit", "gli investitori sottovalutano la volontà di un paese di uscire dalla zona euro. David Woo e Athanasios Vamvakidis, due strateghi esperti di mercato dei cambi presso Bank of America Merrill Lynch hanno concluso che l'Italia sarebbe il paese che maggiormente beneficerebbe di una simile operazione tra gli i 11 paesi che hanno adottato la moneta unica.
APPLICANDO una analisi costi-benefici, gli analisti hanno stabilito una classifica rispondendo a quattro domande.
- Quali sono le possibilità di uscire in maniera ordinata?
- Quali sono gli effetti di un'uscita sulla crescita economica?
- Quali sono gli effetti sui tassi di prestito?
- Qual è l'impatto sul bilancio economico del paese?
NEL PRIMO CASO, in cui sono considerati lo stato del bilancio pubblico e di quello corrente come misure del rischio di uscita senza una grave crisi nel settore, l'Italia occupa il terzo posto. Il paese è in effetti l'unico a realizzare un avanzo primario insieme alla Germania, che si colloca al primo posto mentre la Francia è nona, come l'Irlanda.
PER LA SECONDA DOMANDA, che si basa sull'evoluzione delle esportazioni in caso di un effetto di cambio più favorevole, l'Irlanda potrebbe trarre i maggiori benefici con un incremento del 7% della sua produzione, l'Italia seguirebbe con il 3%. La Germania sarebbe particolarmente penalizzata con una riduzione dell'11% della sua produzione. La Francia si colloca al quinto posto con un guadagno dell'1%.
SUL TERZO PUNTO, relativo ai rendimenti dei titoli, la Grecia si prende una rivincita: il paese trarrebbe infatti vantaggio da un'uscita, con una diminuzione del tasso di ben 2.200 punti base (bps), logicamente seguita da Portogallo e Irlanda, i tre paesi che hanno più accesso ai mercati dei capitali. L'Italia è al quinto posto (- 20 bp) davanti alla Spagna (-80 bps). La Germania avrebbe molto da perdere, con un aumento dei tassi di interesse di 80 bps.
INFINE, per quanto riguarda il bilancio del paese, stabilito tenendo conto della posizione netta d’investimento estero e applicando un deprezzamento della valuta, l'Irlanda si collocherebbe al primo posto, mentre la Germania all'ultimo.
COMBINANDO questi quattro criteri, Italia e Irlanda si classificano al primo posto, mentre la maglia nera spetta alla Germania. In altre parole, la Germania, che potrebbe facilmente uscire dalla zona euro, non avrebbe alcun interesse a farlo, perché si troverebbe ad affrontare una crescita più debole, oneri finanziari più elevati mentre i suoi bilanci accuserebbero un duro colpo. Al contrario, per l'Italia un ritorno alla lira sarebbe persino auspicabile in quanto si tradurrebbe in maggiore competitività, più crescita e migliori finanze pubbliche L’ANALISI mette inoltre in luce come “mentre la Germania potrebbe ‘corrompere’ l’Italia a rimanere nella zona euro ed evitare le conseguenze di una uscita, la possibilità che ciò accada è limitata. Questo perché l’Italia ha più motivi rispetto alla Grecia di uscire e ogni compensazione potrebbe divenire troppo costosa per la Germania oltre al fatto che gli italiani potrebbero essere più riluttanti dei greci ad accettare le condizioni per rimanere”.
PRIMA di riflettere su un possibile abbandono di un paese si dovrebbe forse pensare a ciò che si vuole fare a (e con) questa moneta unica. Serve una maggiore integrazione europea (Italia compresa) o il crollo di Eurolandia potrebbe risolvere i problemi di molti paesi? 


lunedì 23 luglio 2012

Euro, Unione Europea e Stati Uniti d'Europa.

Mi fa piacere constatare che, dopo 2 anni che lo scrivo, se ne sia accorto anche l'Ex Ministro Brunetta.
Un saluto a tutti, come potete leggere sotto, sul mio articolo, la speranza era quella di fondare in 4 o 5 gli Stati Uniti d'Europa con un Euro Pesante ed accettare singolarmente gli altri dell'Unione man mano che si rendevano disponibili a perdere la sovranità nazionale (quello che hanno fatto gli Stati Uniti d'America aggiungendo Stelle alla Bandiera) ma l'attuale "Mostruosità" di avere Stati Sovrani che prendono i Soldi a "strozzo" da una Banca Privata che li stampa, con la garanzia di non poter mai ripianare il debito (più soldi ci facciamo stampare più il debito cresce) mi fa pensare che staccandoci non saremmo noi a "colare a picco" ma gli "altri"; è vero che inizialmente avremmo un forte svalutazione con inflazione e perderemmo circa il 30% ma lo perderemmo, parzialmente, anche del nostro debito e le nostre aziende riprenderebbero "fiato". Vorrei tornare ad uno Stato Sovrano con una Moneta Sovrana; in estrema sintesi o ci Uniamo o ci Dividiamo, lo stare a metà è "Folle". 
http://www.studiostampa.com/2010/03/unione-europea-e-stati-uniti-deuropa.html#comment-form

giovedì 24 maggio 2012

Euro e Fallimenti !


E’ NATO IL COMITATO SPONTANEO DI ITALIANI INFEROCITI SU FACEBOOK https://www.facebook.com/events/305349009551256/
PETIZIONE !  Usciamo dall'euro. NO domani, ADESSO, TORNIAMO ALLA LIRA ! http://www.firmiamo.it/usciamo-dall-euro--no-domani--adesso--torniamo-alla-lira--/list
"La gente e' stanca ed ha capito, prima ancora dei Dirigenti, eletti o non, di questo Paese, che bisogna intervenire subito, prima della catastrofe. Per questo abbiamo spontaneamente lanciato l'idea di raccogliere le firme per tornare alla Lira e le adesioni, a quanto pare, sono davvero sorprendenti". Lo afferma l'avvocato penalista del Foro di Catania, Giuseppe Lipera che aggiunge: "C'e' poco da discutere: a oltre 10 anni dall'introduzione dell'euro, che gli italiani hanno dovuto subire come un popolo schiavizzato da un tiranno, l'amara realta' e' sotto gli occhi di tutti e per usare un linguaggio semplice, che può capire sia il lattaio che lo studioso, il risultato oggettivo e' stato solo il raddoppio dei prezzi che ha impoverito tutti". 
Per il penalista "l'economia nazionale e' in crisi e la disoccupazione avanza. Purtroppo chi lo aveva previsto, vedi un saggio economista come il grande Antonio Martino, e' stato ingiustamente ed inopinatamente isolato tant'è' che ha fatto la fine di Cassandra". "Perché -osserva Lipera- nessuno parla di Guido Tabellini, rettore della Bocconi, che sul Sole 24 ore ha scritto 'bisogna ammettere che abbiamo sbagliato'? Peraltro mi vuole spiegare qualcuno cosa hanno in comune i popoli europei? Ora -conclude l'avvocato penalista- quel che veramente non si comprende e' il pensiero di coloro che dicono che tornare indietro sia pericoloso: a me pare un dogma di fede che nessuno mi sa ancora spiegare". 

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

TGCOM 24: Ultime Notizie.

IL CORPO SCOPERTO DAL FIGLIO Melito (Napoli), insegnante trovato morto nel cortile di una scuola | Si indaga per omicidio Sul corpo di Marce...

I POST PIU' SEGUITI