Visualizzazione post con etichetta Disservizi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Disservizi. Mostra tutti i post

lunedì 31 dicembre 2012

Comune di Roma - SOSPESO il Servizio Atac pulmini a chiamata per il trasporto delle persone con disabilità.

di Roberta Sibaud
Questa mattina ho chiamato il call center della Centrale Operativa dell’ATAC, gestore del Servizio pulmini a chiamata per la mobilità delle persone con disabilità del Comune di Roma, per prenotare un trasporto per il 2 gennaio 2013 mattina, ma mi è stato chiesto come mai nn sapevo che oggi sarebbe stato l’ultimo giorno di operatività del servizio, per fine mandato alla ditta di pulmini vincitrice dell’appalto che scade il 31.12.2012.
Mi chiedo perché non giocare d'anticipo ed esperire una gara in tempo per non far rimanere 2.900 persone con disabilità a piedi da oggi? Senza considerare quanti sono ancora in lista d’attesa per essere accreditati al servizio mobilità!
Ora l'ATAC non avrà più la gestione di detto servizio, ma il rapporto sarà tra Comune di Roma e ditta appaltatrice. Dovranno creare una nuova centrale operativa, la ditta appaltatrice vincente dovrà avere i pulmini che l’ATAC già da stamattina ha prontamente ritirato, perché di sua proprietà.
Oltre a non avere noi il servizio utile per raggiungere il lavoro, gli istituti di fisioterapia, visite mediche negli ospedali o per socializzare, resteranno senza lavoro un centinaio di autisti uomini/donne che se ne staranno a casa sperando di essere poi assunti dalla nuova ditta vincitrice dell’appalto.
Per quest’ultimo motivo gli autisti il 2 o il 3 gennaio manifesteranno in V.le Manzoni, 16.
Nel frattempo (questa mattina ho telefonato al V° Dipartimento Mobility Card al n. 06.67105393 e mi è stato risposto di telefonare a PRONTO NONNO (800.147.741) per avere informazioni e forse per usufruire dei loro pulmini. PRONTO NONNO, dicono, che ha solo 9 pulmini... la vedo dura, il 2013 inizierà a piedi.... ops... rimarremo al palo!!!
TEMPESTIVI COME SEMPRE AL COMUNE E UN GRAZIE PARTICOLARE A CHI DOVREBBE PREOCCUPARSI E TUTELARE LE ESIGENZE DELLE PERSONE CON DISABILITA’ DEL COMUNE DI ROMA!!! 

Roberta Sibaud 
NOTA https://www.facebook.com/notes/roberta-sibaud/comune-di-roma-sospeso-il-servizio-atac-pulmini-a-chiamata-per-il-trasporto-dell/10151386840193245 con Antonella Sciocchetti e altre 34 persone presso Roma Capitale.
www.studiostampa.com

lunedì 2 maggio 2011

Aruba: ecco cos'è successo Venerdì

Aruba ha diramato una nota stampa nella quale ha ricostruito passo per passo l'incidente di Venerdì.
L'incidente di Venerdì che ha provocato un incendio nella sala server di Aruba ha avuto serie ripercussioni sul mondo del web italiano, in quanto molti siti e caselle di posta elettronica sono state off-line per diverse ore.
In un comunicato stampa Aruba ha ricostruito ciò che è successo. In pratica alle 04:30 di Venerdì, un corto circuito avvenuto all'interno degli armadi batterie a servizio dei sistemi UPS della Server Farm aretina di Aruba ha causato un principio di incendio: è immediatamente entrato in funzione il sistema di rilevamento incendi che in sequenza spegne il condizionamento e attiva il sistema di estinzione. Poiché il fumo sprigionato dalla combustione della plastica delle batterie ha invaso completamente i locali della struttura, il sistema ha interpretato la persistenza di fumo come una prosecuzione dell'incendio e ha tolto automaticamente l'energia elettrica. Aruba ha tenuto a chiarire che "nessun danno è stato arrecato ai server e agli storage che ospitano i contenuti dei nostri clienti e alle persone presenti in azienda. Non si è verificata alcuna perdita di dati".
L'azienda ha risposto all'evento in collaborazione con i vigili del fuoco di Arezzo, ma e' stato possibile accedere ai locali solo dopo due ore dall'estinzione dell'incendio a causa del fumo presente. Solo a questo punto il personale tecnico ha potuto attivare la prevista procedura di emergenza che ha consentito il ripristino in breve tempo dell'alimentazione di due delle tre sale server del data center: precisamente, alle 10:30 la prima sala server è tornata attiva, la seconda è stata rimessa in funzione attorno a mezzogiorno.
Alle 15:30 è stata ripristinata l'alimentazione completa dell'intera Server Farm. Oltre cento persone hanno lavorato per ridurre al minimo il disservizio.
I tecnici della società Eaton, fornitrice dei gruppi UPS, delle relative batterie e del servizio di manutenzione, stanno svolgendo le indagini necessarie ad individuare l'esatta causa del guasto. Inoltre, nonostante sia consuetudine installare le batterie all'interno del data center, per evitare il ripetersi di quanto accaduto, le batterie del data center di Arezzo e di tutti gli altri data center del Gruppo Aruba saranno installate in appositi locali, esterni e separati dalla struttura principale.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

giovedì 19 agosto 2010

Roma Capitale :-(

Roma, ore 4 del mattino, torno a casa al termine di una piacevole serata passata con gli amici e vedo, su Viale degli Ammiragli, all'altezza del civico 103, che gli innaffiatoi delle aiuole centrali che non hanno mai funzionato dal 1969 (avete letto bene da 41 anni) improvvisamente sono partiti con getti d'acqua di circa un metro che allagano la strada, da corretto cittadino, quale credo di essere e nonostante il sonno, chiamo il numero ACEA 800130335 per segnalare il problema, risposta "non sono di nostra competenza chiami lo 060606" chiamo il numero indicato, risposta "non ce ne occupiamo noi chiami la polizia municipale". Mi sono arreso ed ho pensato ad una famosa frase di Mussolini : "Governare gli Italiani non è difficile è INUTILE". Il viale si sta allagando di acqua potabile, l'ACEA spende in pubblicità sul doveroso risparmio di Acqua ed io vado a dormire. Viva le Istituzioni !

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Persone e Cose

www.studioservice.com

I POST PIU' SEGUITI