Visualizzazione post con etichetta Telecom. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Telecom. Mostra tutti i post

venerdì 27 settembre 2013

Dietrofront del Governo: Teniamoci Telecom !

In pista il cambio delle norme per obbligare Telefonica a lanciare l’Opa Oggi al Cdm il decreto che considera la rete strategica per la nazione.
Dopo il primo momento di stordimento per il blitz di Telefonica che si è accaparrata la holding Telco prendendo di fatto il controllo di Telecom Italia, la politica prende le contromisure. In primis con un possibile cambio della legge che regola l’Opa, l’offerta pubblica di acquisto di tutte le azioni di una quotata in Borsa quando si supera il 30% del capitale in mano a un unico socio. L’intenzione del governo sarebbe quella di abbassare la soglia per far scattare l’Opa. In questo modo lo sforzo finanziario per Telefonica sarebbe così grande da spingerla al ripensamento.
Il secondo muro che l’esecutivo vuole alzare riguarda l’inserimente delle rete tra gli asset strategici per l’interesse nazionale. Una spinta per questo sarebbe arrivata dall’informativa che il Dis (il Dipartimento di sicurezza) avrebbe inviato al Copasir. L’intelligence avrebbe segnalato che «siste una «ragionevole ipotesi di allarme» per la tutela della sicurezza delle infrastrutture critiche, a partire da quelle delle comunicazioni. Questo è segnalato nell’informativa urgente che il direttore del Dis, Giampiero Massolo, ha inviato al Copasir in merito alle possibili criticità dell'affare Telecom.

Fonte: IL TEMPO - Articolo Completo QUI

www.studiostampa.com

martedì 24 settembre 2013

Telecom parla spagnolo, accordo Telefonica-Telco

Patuano: 'Nessun licenziamento'. La compagnia iberica salirà in capitale nei prossimi mesi.
F. Bernabè - Presidente Telecom
MILANO - Accordo di Telefonica con Generali, Mediobanca e Intesa Sanpaolo per salire dal 46 al 65% di Telco che controlla il 22,4% di Telecom.Un'operazione che prevede un' opzione per gli spagnoli a salire a breve termine fino al 70% e sposta di 6 mesi la finestra per dare le disdette al patto Telco. Il prezzo pattuito, secondo quanto si apprende è di, 1 euro per azione. 

Fonte: ANSA - Articolo Completo QUI 

www.studiostampa.com

sabato 20 luglio 2013

Tronchetti leso e condannato L'assurdo della giustizia italiana !

di Sergio Luciano
“Quel povero diavolo è stato derubato di quattro monete d’oro: pigliatelo dunque e mettetelo subito in prigione”: la metafora corrosiva di Collodi, al secolo Carlo Lorenzini, che nel suo “Libro di Pinocchio” fa arrestare il burattino per la colpa di essere stato derubato, echeggia sinistramente ogni giorno in molte aule (per fortuna non la maggioranza ma una buona fetta) dove si celebrano i riti della malagiustizia italiana. Comunque si voglia valutare l'operato di Marco Tronchetti Provera, numero uno della Pirelli e già patron della Telecom, è questo il senso della sorprendente condanna a venti mesi comminatagli stamattina dal tribunale di Milano per la colpa di essere stato spiato...
Come ha prudentemente detto l'avvocato difensore, Roberto Ramponi, sarà meglio attendere il deposito della sentenza per capirne le motivazioni, ma i fatti sono chiari: Tronchetti viene accusato di ricettazione per aver ricevuto, consapevole secondo la sentenza di oggi della loro provenienza illecita, i dati su Telecom che erano stati carpiti dalla società di indagini Kroll su ordine della concorrenza in Brasile, ed a questa sottratti da un hacker informatico pagato dalla “security” di Telecom, all'epoca guidata dall'abile ma spregiudicato Giuliano Tavaroli. Insomma: Tronchetti guida Telecom, Telecom è sotto attacco spionistico, si difende col controspionaggio, e il capo del controspionaggio riesce a sapere grazie a un furto informatico quali fossero le notizie su Telecom sottratte dalla concorrenza. Le passa al capo di Telecom, e questi è un malfattore? Incomprensibile.

Fonte: Affari Italiani - Articolo Completo QUI

www.studiostampa.com

mercoledì 30 gennaio 2013

Esclusivo/ Cairo compra La7

Martedì, 29 gennaio 2013 - 18:04:00 - da Affari Italiani.it
Urbano Cairo compra La7. Secondo quanto Affaritaliani.it è in grado di anticipare, Cairo ha battuto la concorrenza del fondo Clessidra per l'acquisizione dei canali televisivi di Telecom Italia Media (che comprendono anche La7d e il 51% di Mtv).
L'ufficializzazione arriverà il 7 febbraio, quando si riunirà il cda di Telecom Italia. Cairo è anche concessionario di pubblicità di La7 e La7d. Non è noto al momento il valore dell'operazione, ma stando a indiscrezioni circolate nei giorni scorsi l'editore avrebbe presentato un'offerta superiore ai 100 milioni di euro per i soli asset tv, esclusi quindi i multiplex (ovvero le frequenze digitali) che potrebbero rimanere a Telecom o diventare oggetto di una trattativa con altri soggetti.
A Telecom rimarrebbe peraltro il debito accumulato da La7 nel 2012 (un centinaio di milioni), oltre a un accordo che la vincolerebbe a "sostenere" la tv nel 2013 attraverso investimenti pubblicitari. Insomma, dal minimo garantito di Cairo per Telecom si passerebbe alla situazione contraria...

www.studiostampa.com

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Una notizia che MAI avremmo voluto dare !

Col cuore affranto comunico la perdita del più grande divulgatore culturale della nostra epoca. Piero Angela ci ha lasciati e il vuoto è inc...

I POST PIU' SEGUITI