Visualizzazione post con etichetta CUN. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CUN. Mostra tutti i post

sabato 1 giugno 2024

GLI UFOLOGI DI TUTTO IL MONDO EVOCANO UN PIANETA TERRA E UN COSMO DI PACE E BUONA VOLONTA’


GLI UFOLOGI DI TUTTO IL MONDO EVOCANO UN PIANETA TERRA E UN COSMO DI PACE E BUONA VOLONTA’

Premesso che il 33° Simposio Mondiale sugli UFO sul Titano con contributi da 12 Paesi ha non solo definitivamente confermato la attualità e realtà di questo fenomeno intelligente ed estraneo storicamente manifestatosi a livello istituzionale in Italia oltre 90 anni fa come ora comprovato da documenti storici d’epoca confermati anche dagli USA, ma anche il suo evidente e persistente monitoraggio dei nostri teatri bellici e dei siti militari nucleari mondiali, dalla neutrale e Serenissima Repubblica di San Marino, sede del Simposio e faro dal 301 d.C., dei valori di libertà e dignità per l’umanità, ricordando altresì che la Costituzione Italiana ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, il CUN (Centro Ufologico Nazionale) italiano con l’ICER (l’International Coalition for Extraterrestrial Research, ONG riunente oltre 30 Paesi), interpretando tutta la Comunità ufologica mondiale, ha emesso una Risoluzione politica che prende atto del fatto che al momento la Comunità internazionale delle Nazioni Unite sembra non riuscire a garantire il diritto umano alla pace con tregue e negoziati in grado di tutelare l’umanità dagli ormai gravi rischi nucleari e ambientali.

La geopolitica attuale dovrà dunque integrare il multilateralismo fra gli Stati con un dialogo fra Nazioni e Comunità, fra cui quella ufologica, che raccomanda comunque, in sede di Nazioni Unite, l’istituzione di un osservatorio permanente di ricerca e comunicazione sui Fenomeni Anomali Non Identificati (UAP) in linea con il Progetto Titano per l’ONU votato e approvato dal Parlamento sammarinese, onde tutelare il diritto umano ad essere informati, in una Terra ed in un Cosmo di Pace, sulle persistenti manifestazioni di probabili presenze intelligenti di origine allogena finora non dimostratesi ostili, di fronte alle quali la comunità umana con le sue contraddizioni e i suoi limiti etici dovrebbe presentarsi solo con i suoi lati migliori.

UFOLOGISTS FROM ALL OVER THE WORLD EVOKE A PLANET EARTH AND A COSMOS OF PEACE AND GOOD WILL

Given that the 33rd World Symposium on UFOs on Mount Titan with contributions from 12 countries has not only definitively confirmed the relevance and reality of this intelligent and extraneous phenomenon which historically manifested itself at an institutional level in Italy over 90 years ago as now proven by historical documents of the time also confirmed by the USA, but also its clear and persistent monitoring of our theaters of war and global nuclear military sites, by the neutral and Serene Republic of San Marino, home of the Symposium and beacon since 301 AD, of the values of freedom and dignity for the humanity, also remembering that the Italian Constitution repudiates war as a means of resolving international disputes, the Italian CUN (National Ufological Center) with ICER (the International Coalition for Extraterrestrial Research, an NGO bringing together over 30 countries), interpreting all the world UFO community has issued a political Resolution which takes note of the fact that at the moment the international community of the United Nations seems unable to guarantee the human right to peace with truces and negotiations capable of protecting humanity from the now serious nuclear and environmental risks. Current geopolitics will therefore have to integrate multilateralism between States with a dialogue between Nations and Communities, including the ufological one, which however recommends, within the United Nations, the establishment of a permanent research and communication observatory on Unidentified Anomalous Phenomena (UAP) in line with the Titan Project for the UN voted and approved by the San Marino Parliament, in order to protect the human right to be informed, in an Earth and in a Cosmos of Peace, on the persistent manifestations of probable intelligent presences of alien origin which globally has not not been hostile to date, and in front of which the human community with its contradictions and its ethical limits should present itself only with its best sides.




www.studioservice.com

lunedì 6 novembre 2023

CUN - Centro Ufologico Nazionale al 32° Simposio Mondiale Sugli Oggetti Volanti Non Identificati e Fenomeni Connessi OLTRE IL DISCLOSURE - Centro Congressi Kursaal, Viale John F. Kennedy, 17 - 4 e 5 Novembre 2023 - San Marino Città.

COMUNICATO STAMPA 5 Novembre 2023 SAN MARINO: DOPO L’APPORTO ANCHE DI HOLLYWOOD, IL TEMA DEGLI UFO GUARDA ALLA POLITICA 
Si è concluso a San Marino il 32° Simposio Mondiale sugli UFO con un eccezionale successo di pubblico convenuto da tutta Italia nonostante le avverse condizioni climatiche. Coordinata come al solito dal giornalista aerospaziale Roberto Pinotti, presidente del Centro Ufologico Nazionale italiano (CUN) e dall’ICER (International Coalition for Extraterrestrial Research), la Organizzazione Non Governativa riunente esperti di trenta Paesi, la manifestazione si è chiusa con un bilancio estremamente positivo. Dopo l’entusiasmo generato nel pubblico dalle rivelazioni esclusive del militare ed uomo dell’intelligence USA David Grusch e la ormai ineluttabile richiesta dei due organismi, formalmente votata ed accettata dal Parlamento di San Marino nonché sottolineata dai media locali, di portare la questione degli UFO all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite in quanto ormai universalmente riconosciuta a livello ufficiale come reale, tecnologica avanzata e caratterizzata da controllo intelligente e ignota provenienza mediante il “Progetto Titano” con un evento annuale a disposizione degli Stati membri che il Governo della antica Repubblica è ora per legge tenuto a concretizzare, il secondo giorno dell’evento ha visto quale suo vicepresidente l’inglese Gary Heseltine fare il positivo rendiconto delle attività internazionali dell’ICER, l’attivista politico statunitense Stephen Bassett sottolineare il sorprendente apporto adesso fornito anche da Hollywood ad una trasparente e positiva divulgazione del fenomeno, il portoghese Francisco Mourao Correa documentare la crescente attenzione accademica al fenomeno, il fisico Clarbruno Vedruccio illustrare con lo stimolante approccio del collega americano Jack Sarfatti le caratteristiche transmediali e legate alle distorsioni spazio-temporali proprie del fenomeno, il sacerdote cattolico Don Carlo Giustozzi indicare la totale apertura della Chiesa alle possibilità di vita extraterrestre intelligente e Giorgio Di Salvo indicare anche gli aspetti esoterici della questione che, come detto da Paolo Cagnoni, i timori dovuti all’attuale situazione geopolitica non varranno comunque a minimizzare, questa edizione del Simposio ha visto emergere un consenso esteso e corale che sottintende una sfiducia crescente nelle Autorità tradizionali sostanzialmente impreparate e la necessità di ottenere dalla politica risposte responsabili, conseguenti e concrete. Il prossimo appuntamento dell’ufologia mondiale è fissato a dicembre in Messico, dove Pinotti, come dichiarato dall’organizzatore Robin Arca, una volta ancora rappresenterà l’Italia. 

Una intervista ESPLOSIVA ! 


www.studioservice.com

giovedì 26 ottobre 2023

CUN - Centro Ufologico Nazionale - Simposio

CUN - Centro Ufologico Nazionale

Presenta il

32° Simposio Mondiale Sugli Oggetti Volanti Non Identificati e Fenomeni Connessi

OLTRE IL DISCLOSURE

Centro Congressi Kursaal, Viale John F. Kennedy, 17

4 e 5 Novembre 2023

San Marino Città

Torna a San Marino uno degli appuntamenti più importanti dell’ufologia mondiale: giunto alla sua trentaduesima edizione consecutiva nella Repubblica del Titano, il Simposio Mondiale Sugli Oggetti Volanti Non Identificati e Fenomeni Connessi è organizzato dal Centro Ufologico Nazionale italiano con il coordinamento di Roberto Pinotti, giornalista aerospaziale, presidente CUN e presidente ICER – International Coalition for Extraterrestrial Research.

Il titolo dell’edizione 2023 del Simposio Mondiale Sugli Oggetti Volanti Non Identificati e Fenomeni Connessi è OLTRE IL DISCLOSUREcon la presenza al Simposio di relatori dagli USARegno Unito, Cina, Portogallo, Spagna, Germania, Svizzera e Italia in una due giorni che sabato 4 e domenica 5 novembre 2023 vedrà svolgersi i lavori presso il Centro Congressi Kursaal di Viale John F. Kennedy, 17 a San Marino Città.

OLTRE IL DISCLOSURE inizia i lavori laddove le recenti dichiarazioni di David Grush, ex funzionario dell’Intelligence USA, hanno spalancato nuovi scenari di indagine e riaperto cold case italiani risalenti al periodo fascista. Grush, già ufficiale dell’aeronautica degli Stati Uniti, nell’estate 2023 ha fornito testimonianza sotto giuramento nell’audizione al Congresso americano insieme ai due ex piloti della Marina USA Ryan Graves e David Fravor. Roberto Pinotti e Alfredo Lissoni, autori nel 2001 del best seller Gli “X-Files” del nazifascismo (nel 2021 ristampato da Mondadori con il titolo Luci nel cielo), insieme al ricercatore Umberto Telarico aggiorneranno dunque Dagli UFO ai VNC prebellici: nuove conferme odierne. Sul tema dei Veicoli Non Convenzionali anche l’apporto di Alfredo Benni, consigliere nazionale CUN: Dai VNC alle Wunderwaffen. Il professor Emilio Spedicato, matematico italiano il cui contributo fondamentale agli studi sull’algebra lineare numerica è espresso in oltre 600 pubblicazioni ufficiali ampliate anche, tra le altre, alla musica e le discipline classiche, approfondirà il tema delle Superne presenze allogene fra cosmo e un passato terrestre dimenticato; i ricercatori Egidio Tullio e Angela Pasturini, sulla scia degli anacronismi storico archeologici, forniranno apporti Dall’Archeologia alla Paleoastronautica; il segretario generale del CUN, Massimo Angelucci, presenterà gli aggiornamenti più recenti sui Dati del RSG e zone-finestra in Italia oggi: la Valmalenco; mentre il ricercatore e responsabile del comparto social del Centro Ufologico Nazionale, Giorgio Di Salvo, presenterà la sua indagine Monte Musinè: dagli UFO alle fratellanze esoteriche.

Per il CUN programmati inoltre gli apporti di Vladimiro Bibolotti e Paolo Guizzardi, responsabili italiani ICER, circa I VNC prebellici e l’UFO crash del 1933 confermati in USA anche dopo le dichiarazioni di Luis Elizondo; e su Il Progetto Titano e l’iniziativa verso l’ONU di CUN e ICER a San Marino, il progetto per le Nazioni Unite votato e accettato dal Consiglio Grande e Generale della Repubblica di San Marino il 19 gennaio 2023. In programma anche il contributo di Don Carlo Giustozzi su UFO, alieni e segni nei cieli: dal Cristianesimo alla dimensione del sacro.


Info Media: ufficiostampacun@gmail.com

https://www.fcoiaa.it/simposio-cun-2023/

https://www.cun-italia.com/simposio-cun-2023/

Accredito Stampa: compilazione form apposito al link
https://www.centroufologiconazionale.eu/ufficio-stampa/ 

https://icer.network/

https://www.facebook.com/CentroUfologicoCUN

www.studioservice.com

lunedì 15 febbraio 2021

Centro Ufologico Nazionale per lo studio degli Oggetti Volanti Non Identificati e fenomeni connessi.

FINALMENTE GLI USA CONFERMANO

ABBIAMO FRAMMENTI DI UFO.

In merito al documento della DIA (Defense Intelligence Agency) statunitense appena ottenuto ufficialmente dopo tre anni di attesa attraverso il Freedom Of Information Act (la legge sulla Libertà di Informazione USA) dal ricercatore statunitense Anthony Bragalia e confermante che il Pentagono è effettivamente venuto da tempo in possesso di materiali riferiti a frammenti di UFO, depositati al fine di analisi presso l’appaltatore della Difesa degli Stati Uniti Bigelow Aerospace con sede in Nevada, il Centro Ufologico Nazionale italiano (CUN) ricorda e precisa che è dal 2007 che la questione dell’esistenza di tali “materiali esotici” più volte informalmente segnalati è alla sua attenzione grazie alle ricerche del proprio Consigliere Alfredo Benni, e che nel 2018 l’ex esponente del Pentagono Luis Elizondo, ospite del VII Convegno Internazionale di ufologia del CUN a Roma, ne aveva pubblicamente dato conferma. Inoltre già dal 1991, come documentano i suoi saggi divulgativi editi da Mondadori, il fondatore e presidente del CUN, il giornalista aerospaziale Roberto Pinotti, ha testimoniato di avere visto consegnare materialmente a Tolosa durante un briefing riservato a tre italo-franco-americano al governativo CNES (Centre National d’Etudes Spatiales) francese nella persona dell’amico Dr. Alain Esterle, direttore della sua commissione governativa per lo studio degli UFO GEPAN, i frammenti metallici di un UFO esploso in aria in Brasile sulla spiaggia di Ubatuba nel 1957. Alcuni di tali frammenti, in possesso degli USA e del Prof. Peter Sturrock della Stanford University californiana e da lui analizzati, sono stati forniti al CNES in tale occasione per un supplemento di analisi. Durante l’incontro Sturrock informò Pinotti che quanto analizzato aveva confermato che i reperti erano composti principalmente di magnesio con caratteristiche mai viste prima. Finalmente, dopo la richiesta di rilascio dei documenti secretati sugli UFO da parte del Senato americano, informazioni già note e segnalate ma senza riscontri materiali da vari seri ricercatori in campo ufologico stanno oggi cominciando ad avere le conferme dovute. Si ricordi infine che già dal 1954 l’Italia ha il primato della prima analisi chimica di una sostanza caduta dal cielo durante la massiccia apparizione di formazioni di UFO su Firenze con molteplici testimoni e l’interruzione della partita di calcio Fiorentina-Pistoiese. Al Prof. Giovanni Canneri dell’Istituto di Chimica Analitica della locale Università il campione in questione risultò un composto di boro, silicio, calcio e magnesio che in quanto instabile in breve si dissolveva. 

www.centroufologiconazionale.net 

https://www.facebook.com/CentroUfologicoCUN/

ufficiostampacun@gmail.com 

Riccardo Protani: ustampacunriccardo@gmail.com 

 www.studiostampa.com

venerdì 24 maggio 2019

UFO: Oggetti Volanti Non Identificati.

Centro Ufologico Nazionale
per lo studio degli Oggetti Volanti Non Identificati 
e fenomeni connessi. 
Comunicato Stampa

Il CUN Centro Ufologico Nazionale, apprende con soddisfazione ma senza sorpresa la dichiarazione fatta ieri dal portavoce del Pentagono Christopher Sherwood all’autore dell’articolo Steve Greenstreet del New York Post, sul programma riguardante gli aeromobili non identificati “Unidentified Aircraft Encounter”. Il CUN lo scorso ottobre 2018 aveva avuto il privilegio, unico al di fuori degli Stati Uniti, ad avere come relatore Luis Elizondo, ex direttore del programma Advanced Aerospace Threat Identification (Aatip) riguardante le ricerche e indagini su fenomeni aerei non identificati UAP, nuovo acronimo per indicare gli UFO, termine decisamente inflazionato e ampiamente dequalificato.
Nel convegno romano sono state di fatto velatamente anticipate le dichiarazioni rilasciate ieri dal portavoce del DoD, sul programma su gli “Unidentified Aircraft Encounter”. Non sappiamo se il programma a cui si riferisce sia quello denominato AATIP e prima ancora con la denominazione AAWSAP (Advanced Aerospace Weapons Systems Application Program, o Programma applicativo di sistemi d’arma aerospaziali avanzati). A Roma, Elizondo aveva illustrato infatti con una straordinaria relazione, alcuni documenti, immagini e filmati resi pubblici per la prima volta dal Pentagono, come l’incidente della squadra navale denominato “USS Nimitz UFO Incident” accaduto nel 2004 ed i resoconti dei piloti degli F18 dove nelle riprese fatte, si vedevano oggetti di natura ignota compiere evoluzioni impossibili per le nostre tecnologie. Rispondendo ad alcune domane sulla provenienza e natura di tali oggetti non identificati, l’ex direttore del progetto del Pentagono aveva affermato che l’unica cosa certa che poteva dichiarare, è che nessuna nazione della Terra possiede tali tecnologie per poter costruire tali oggetti.
Dunque l’articolo che contiene l’affermazione che è giunta ieri, si aggiunge alle numerose voci che confermano il perdurante interesse di lunga data nei confronti degli UAP da parte delle autorità governative USA. Tutto ciò dimostra come il tema dei fenomeni aerei non identificati (o anomali), in inglese UAP, venga sempre più considerato come argomento degno di considerazione. Una considerazione che, ci auguriamo, possa aprire la strada a un riconoscimento del fenomeno che ne consenta lo studio da parte di organismi ufficiali a livello internazionale.

Roma 24.05.2019



www.studiostampa.com

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

La Gazzetta Tricolore di OGGI !

EDIZIONE DEL 19 LUGLIO 2024 La sinistra perde le elezioni, non il potere. In Europa Fratelli d'Italia respinge la maggioranza Von Der Le...

I POST PIU' SEGUITI