lunedì 18 marzo 2013

Riforma Elettorale !

di Riccardo corsetto
Tutti parlano di riforma elettorale... Chi la vuole alla francese. Chi all'americana. Chi alla tedesca. Nessuno si è accorto che il sistema per offrire governabilità a questo paese lo abbiamo già. Basta portarlo su scala nazionale, dai comuni sotto i 15 mila abitanti dove si vota così: maggioritario a turno unico: viene eletto chi ottiene il maggior numero di voti (maggioranza relativa). Diventa il capo chi ha ottenuto il maggior numero di voti; la lista collegata si aggiudica i 2/3 dei seggi del consiglio; il restante terzo viene suddiviso tra gli altri partiti o coalizioni in base alle percentuali ottenute. Il primo seggio delle liste di maggioranza spetta ai candidati sindaci sconfitti. In caso di parità tra due candidati alla carica di sindaco si procede al ballottaggio la seconda domenica successiva. In caso di ulteriore parità viene eletto il candidato più anziano.
www.studiostampa.com

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.