Visualizzazione post con etichetta Provvedimenti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Provvedimenti. Mostra tutti i post

giovedì 26 dicembre 2013

Salva-Roma e affitti d'oro: il Milleproroghe arriva in Consiglio dei ministri. Stralciate le norme sulla Tasi

Un ultimo treno per mettere in sicurezza i conti del Comune di Roma e risolvere il nodo affitti d'oro dei palazzi della politica. Il Governo lavora al decreto cosiddetto "Milleproroghe", provvedimento tradizionale di fine anno, che sarà sul tavolo del consiglio dei ministri domani mattina. Camera e Senato, convocate rispettivamente per il 27 e il 28 dicembre, attendono le decisioni di palazzo Chigi. L'annuncio di oggi, da fonti governative, è che all'interno del Milleproroghe non saranno inserite le norme sulla Tasi, che sarà invece presente nel provvedimento sull'Imu in scadenza a fine gennaio.

Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/J2Zdk

www.studiostampa.com

mercoledì 4 luglio 2012

Crisi e Provvedimenti !

Nel giugno 2008, quando l'amministrazione Bush stava cercando di rilanciare l'economia americana, un certo Marc Faber, analista di borsa, uomo d'affari, e imprenditore di successo, ha pubblicato in un suo bollettino mensile il seguente commento:
"Miei cari connazionali americani, sembra che il governo federale stia valutando l’ipotesi di finanziare ciascun americano con un contributo a fondo perduto alcune migliaia di dollari, ma riflettiamo:
· Se noi spendiamo quei soldi al Walmart, il denaro va in Cina. 
· Se li spendiamo in benzina, il denaro va agli arabi.
· Se acquistiamo un computer, il denaro va in India.
· Se acquistiamo frutta, i soldi vanno in Messico, Honduras e Guatemala.
· Se compriamo una buona macchina, i soldi andranno a finire in Germania o in Giappone.
· Se compriamo regalini, andranno a Taiwan, e nemmeno un centesimo di dollaro aiuterà l'economia americana.
Perciò l'unico modo per mantenere quel denaro negli Stati Uniti è di spenderlo in puttane e birra, che sono gli unici beni che ancora si producono qui da noi. Io sto già facendo la mia parte”. 
Un economista italiano, anche lui buontempone, gli ha risposto:
“Carissimo Marc, la situazione degli americani è realmente anche peggiore di come tu la descrivi, perché mi dispiace informarti che la fabbrica di birra Budweiser è stata acquistata da una multinazionale brasiliana. Pertanto agli americani restano solo le puttane.
Inoltre se poi queste (le puttane) decidessero di inviare i loro guadagni ai loro figli, questi soldi arriverebbero direttamente al Parlamento Italiano qui a Roma, poiché qui c’è la maggior concentrazione di figli di puttana del mondo”. 
IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

“L’urlo”, il docufilm di Severgnini, getta nuove ombre sul traffico di migranti in Libia.

QUI L'INTERVISTA ! Mentre lo scandalo legato alle coop dell’accoglienza in mano alla famiglia del deputato Aboubaka Soumahoro si allarga...

I POST PIU' SEGUITI