Visualizzazione post con etichetta Mediazione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Mediazione. Mostra tutti i post

lunedì 17 marzo 2014

ROMA: I SOCI FONDATORI DECIDONO LA CHIUSURA DI ADR NETWORK

10 Marzo 2014

Nell’assemblea di lunedì 10 marzo 2014, i soci fondatori hanno deciso la chiusura di Adr Network. Si tratta di una scelta individuale e condivisa, molto sofferta e approfondita da mesi, per la quale ha pesato in maniera determinante l’oggettiva difficoltà di un reale decollo della mediazione in Italia. 

I Soci Fondatori formulano a tutti gli Studi Affiliati, ai Mediatori iscritti ed ai Partners i più sinceri auguri per la loro attività professionale e imprenditoriale, ricca di successi e di nuove opportunità da sviluppare. 
Con successiva posta elettronica certificata ai singoli affiliati, mediatori e responsabili delle sedi, si comunicherà la decadenza, per avvenuta cessazione dell’Organismo di Mediazione, sia dei contratti di affiliazione, sia delle iscrizioni al Ministero. 
Si invita, inoltre, affiliati, mediatori e partners, a non procedere all’invio di nuove istanze di mediazione che, in ragione della chiusura delle attività, non potranno essere accolte.

Crescenzo Soriano ............ Presidente
Marco Carbone ................. Vice Presidente
Andrea Giorgi ................... Segretario Generale
Roberto Aquilino ............... Direttore Marketing & Affiliazione
Giancarlo Angelucci ........... Direttore Formazione & Informazione
Marco Ambrosini ............... Direttore Amministrazione & Finanza
Pasquale Giallonardo ......... Direttore Mediazione & Arbitrato
Massimo Battaglini ............ Vice Direttore Mediazione & Arbitrato
Leonardo Fuina ................ Direttore Studi & Ricerche 

ADR NETWORK Viale Libia n.76 - 00199 ROMA (RM)

www.studiostampa.com

lunedì 17 giugno 2013

Il Governo reintroduce la Mediazione Obbligatoria.

Nella seduta del 15 giugno 2013 il Consiglio dei ministri ha varato il cosiddetto “Decreto del Fare” che , tra le altre importanti misure, prevede la reintroduzione della mediazione obbligatoria.
Proprio in un’ intervista rilasciata dal premier Letta, lo stesso sottolinea come quelle approvate dal CdM  siano norme che «rispondono in modo specifico alle raccomandazioni dell’Unione europea di cui ho discusso oggi con Barroso, come per esempio il ripristino della mediazione obbligatorie per la giustizia civile».
Secondo quanto si è potuto vedere, la prima grande novità riguarda proprio la giustizia civile, con la reintroduzione appunto della mediazione civile obbligatoria che consentirà, nelle previsioni del governo, di tagliare almeno un milione di processi nei prossimi cinque anni.

Fonte: ADR NETWORK

www.studiostampa.com

martedì 6 novembre 2012

Corte Costituzionale - No Mediazione Obbligatoria

DIFENDIAMO LA MEDIAZIONE:
Con la forza di 948 Organismi e 90.000 Mediatori
Il Comunicato Stampa del 24.10.2012 evidenzia che la Corte Costituzionale “ha dichiarato la illegittimità costituzionale, per eccesso di delega legislativa, del d.lgs. 4 marzo 2010, n.28 nella parte in cui ha previsto il carattere obbligatorio della mediazione”. La Corte Costituzionale, pertanto, ha concentrato l’attenzione esclusivamente sull’eccesso di delega ex articolo 77.
La “ratio” della riforma della mediazione civile si fonda su buone ragioni giuridiche e sociali; occorre farle emergere per il bene del Paese Italia. Con un disposto normativo che sani la carenza di delega del d.lgs. 28/2010 e rafforzi l’istituto della mediazione secondo i parametri europei della competenza e professionalità dei mediatori, necessariamente con il ruolo da protagonista della classe forense che, con la sua esperienza e competenza potrà essere la “guida illuminata” in tale percorso.

Per saperne di più:
http://www.adrnetwork.it/novita_scheda.php?ID=00195
--------------------------------------------------------------------------------
LA SENTENZA SULLA MEDIAZIONE
il Fumus Boni Iuris da far emergere 
Il dispositivo, seguito all'udienza pubblica della Corte Costituzionale del 23.10.2012, rappresenta il triste epitome di circa un anno di confronto/scontro sulla riforma della mediazione civile in Italia. Tanto si è discusso in questi ultimi mesi di tale riforma e delle relative eccezioni di costituzionalità; forse anche troppo e, spesso, in modo improprio.

Per saperne di più:
http://www.adrnetwork.it/novita_scheda.php?ID=00194

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 19 aprile 2011

E' obbligatoria la mediazione civile.

La mediazione nelle cause civili diventa realtà. Dal 22 marzo, infatti, è divenuto obbligatorio il tentativo di mediazione fra le parti nelle liti in materia di condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. Il procedimento di mediazione non potrà durare più di quattro mesi.
Il ministro Angelino Alfano, parlando del nuovo istituto, ha più volte ribadito: "Facciamo un grande investimento sulla mediazione civile perchè riteniamo sia il mezzo più moderno ed efficace di risoluzione delle controversie oltre che uno strumento fondamentale per migliorare il servizio giustizia. La giustizia non può correre con lo zaino di piombo di 5 milioni di processi arretrati", aveva sottolineato il guardasigilli.
Un mese fa, Confederazioni imprenditoriali, Ordini professionali e Unioncamere hanno sottoscritto un documento, indirizzato al ministro Alfano, perché la riforma avesse immediatamente efficacia e non venisse vanificato un così importante sforzo innovatore perseguito dal Governo.
In tre anni, il Governo ha messo in campo un grande sforzo riformatore nel settore civile: per modificare e velocizzare l'iter del processo, per creare misure alternative delle controversie e per varare un Piano straordinario per la digitalizzazione della giustizia e l'abbattimento dei tempi del processo civile e la rilevante mole dei giudizi arretrati.
Approfondimento.

Lo spot TV.


IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Persone e Cose

www.studioservice.com

I POST PIU' SEGUITI