Visualizzazione post con etichetta Alitalia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Alitalia. Mostra tutti i post

sabato 12 ottobre 2013

Maurizio Lupi - La verità su Alitalia: le mie risposte alle vostre obiezioni


Quante obiezioni ho letto sul salvataggio di Alitalia. Molte sono assolute falsità, ecco le mie risposte.

di Maurizio Lupi

Basta leggere alcuni tweet che ho ricevuto o le tante email di chi mi ha scritto. Sulla questione Alitalia voglio essere chiaro: non c’è nessuna azione del governo che tenda a farla tornare una società pubblica. Alitalia non viene salvata, come molti hanno scritto “con i soldi degli italiani”.


COME FUNZIONA L’INGRESSO DI POSTE ITALIANE

Il governo si è impegnato perché i soci privati della compagnia di bandiera varassero un aumento di capitale di 300 milioni. Di questa cifra complessiva:
225 milioni (il 75%) versati da loro (soci)
75 milioni (il 25% dell’aumento, non delle quote sociali come qualcuno sta scrivendo) da una azienda sana (Poste), che è in utile e che ha possibilità di evidenti sinergie con il trasporto aereo, come dimostrano le esperienze di altri Paesi tra cui la Germania.
Per l’investimento di Poste in Alitalia - come ha dichiarato l’amministratore delegato Massimo Sarmi “non può essere utilizzata alcuna risorsa proveniente né da conti correnti postali né da Buoni e Libretti Postali. Le risorse finanziarie per l’investimento saranno reperite esclusivamente dalla liquidità disponibile di Poste”. 

Fonte: Sito di Maurizio Lupi - Articolo Completo QUI !

www.studiostampa.com

venerdì 11 ottobre 2013

Poste Italiane in soccorso di Alitalia. Senza aumento da Sabato aerei a terra

La nota di Palazzo Chigi: «Bene partecipazione Poste, non senza condizioni». 
E il ministro Lupi: «Ce l’abbiamo fatta». 
Sono le Poste Italiane il soggetto pubblico individuato dal governo per correre in aiuto ad Alitalia. L’azienda - secondo quanto si apprende da fonti vicine al dossier - parteciperà all'aumento di capitale della compagnia da 300 milioni con una cifra intorno ai 75 milioni e una partecipazione fra il 10 e 15%. In serata, giovedì, il Governo esprime «soddisfazione per la volontà di Poste Spa di partecipare, come importante partner industriale, all'aumento di capitale di Alitalia». Nella nota diffusa da Palazzo Chigi si evidenzia che alla compagnia «servono discontinuità, stabilizzazione dell’azionariato e una importante ristrutturazione attraverso un nuovo progetto industriale». L’entrata di Poste «e’ fondata su queste premesse - spiegano da Palazzo Chigi- Il Governo si aspetta che i soci si assumano appieno le loro responsabilità». La «nostra parte è stata fatta»: è il commento del premier Enrico Letta. E il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi esprime soddisfazione per l’accordo : «Ce l’abbiamo fatta - sottolinea Lupi - Abbiamo lavorato intensamente in queste settimane per ottenere questo risultato». 

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Ultime Notizie !

Putin: 'Forniremo missili Iskander-M a Minsk'. Severodonetsk in mano russa Agenzia ANSA 3 ore fa bookmark_border share more_vert Ucr...

I POST PIU' SEGUITI