martedì 24 novembre 2015

DAGLI ORI DI CANOSA AI SEGRETI DEL PORTO DI BARI

Canosa e Bari tra tutela del patrimonio archeologico e segreti internazionali 
durante la Seconda Guerra mondiale
CanoSIamo, l’associazione dei canosini di Roma, organizza per il 4 dicembre p.v., dalle ore 18.30, presso l’UNAR (Unione Associazione Regionali Roma e Lazio), in via Aldrovandi 16, la lectureDagli Ori di Canosa ai segreti del porto di Bari”, narrazione e reading letterario ideato da Francesco Morra, autore del soggetto, delle ricerche storiche originali e della cosceneggiatura del documentario “2 dicembre 1943: inferno su Bari” andato in onda per La Grande Storia – RAI 3 nell'edizione 2014.
Introdotta dal presidente di CanoSiamo Nunzio Valentino e dal vicepresidente Salvatore Paulicelli, la serata sarà dedicata alle città di Canosa di Puglia e Bari durante la Seconda Guerra Mondiale: quali furono gli avvenimenti principali che interessarono le città durante il conflitto, come la popolazione visse gli anni della guerra, quali le misure prese a tutela dei principali monumenti - tra i quali il trasferimento degli Ori da Canosa a Taranto e da qui a Parma - l’emozionante salvataggio degli Ori da parte della Banca Commerciale Italiana, le relazioni storico-militari che legano i bombardamenti tedeschi di Canosa (6 novembre 1943) e Bari (2 dicembre 1943) svelando infine i segreti internazionali che si celavano al porto la sera del 2 dicembre 1943 e che videro la fuoriuscita del gas iprite dal cargo americano John Harvey.
L’autore narra, in un originale racconto orale, in un unico continuum, i suoi studi sulla storia della Puglia nel periodo bellico, tra i quali: “Salvi e intattissimi”. La Banca Commerciale Italiana e la protezione degli Ori di Taranto (1943-1945) edita da Intesa Sanpaolo e Top Secret Bari 2 dicembre 1943 – La vera storia della Pearl Harbor del Mediterraneo (Castelvecchi Editore).

La serata sarà arricchita da una serie di letture, quali ad esempio il prezioso scritto di Ungaretti su Canosa del 1934, poesie, foto e video multimediali dando la possibilità al pubblico di intervenire per portare il proprio contributo alla memoria della storia della guerra nelle città di Canosa e Bari.

www.studiostampa.com

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.