lunedì 2 maggio 2011

Aruba: ecco cos'è successo Venerdì

Aruba ha diramato una nota stampa nella quale ha ricostruito passo per passo l'incidente di Venerdì.
L'incidente di Venerdì che ha provocato un incendio nella sala server di Aruba ha avuto serie ripercussioni sul mondo del web italiano, in quanto molti siti e caselle di posta elettronica sono state off-line per diverse ore.
In un comunicato stampa Aruba ha ricostruito ciò che è successo. In pratica alle 04:30 di Venerdì, un corto circuito avvenuto all'interno degli armadi batterie a servizio dei sistemi UPS della Server Farm aretina di Aruba ha causato un principio di incendio: è immediatamente entrato in funzione il sistema di rilevamento incendi che in sequenza spegne il condizionamento e attiva il sistema di estinzione. Poiché il fumo sprigionato dalla combustione della plastica delle batterie ha invaso completamente i locali della struttura, il sistema ha interpretato la persistenza di fumo come una prosecuzione dell'incendio e ha tolto automaticamente l'energia elettrica. Aruba ha tenuto a chiarire che "nessun danno è stato arrecato ai server e agli storage che ospitano i contenuti dei nostri clienti e alle persone presenti in azienda. Non si è verificata alcuna perdita di dati".
L'azienda ha risposto all'evento in collaborazione con i vigili del fuoco di Arezzo, ma e' stato possibile accedere ai locali solo dopo due ore dall'estinzione dell'incendio a causa del fumo presente. Solo a questo punto il personale tecnico ha potuto attivare la prevista procedura di emergenza che ha consentito il ripristino in breve tempo dell'alimentazione di due delle tre sale server del data center: precisamente, alle 10:30 la prima sala server è tornata attiva, la seconda è stata rimessa in funzione attorno a mezzogiorno.
Alle 15:30 è stata ripristinata l'alimentazione completa dell'intera Server Farm. Oltre cento persone hanno lavorato per ridurre al minimo il disservizio.
I tecnici della società Eaton, fornitrice dei gruppi UPS, delle relative batterie e del servizio di manutenzione, stanno svolgendo le indagini necessarie ad individuare l'esatta causa del guasto. Inoltre, nonostante sia consuetudine installare le batterie all'interno del data center, per evitare il ripetersi di quanto accaduto, le batterie del data center di Arezzo e di tutti gli altri data center del Gruppo Aruba saranno installate in appositi locali, esterni e separati dalla struttura principale.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.