sabato 31 marzo 2012

Consuntivo Convegno Vinitaly: il Vino si fa con l'uva.

  • Verona, 27 marzo 2012 - Si è tenuto questa mattina al Vinitaly, presso la Sala Salieri del Palaexpo della fiera, il convegno dal titolo "IL VINO SI FA CON L'UVA: valorizzare il viticoltore per valorizzare il vino italiano". Promosso da Cantine Viticoltori Veneti d'Origine e Vinitaly e moderato da Lorenzo Biscontin, Direttore Generale della cantina Bosco Viticultori, il convegno ha messo finalmente al primo posto il ruolo del viticoltore, da troppo tempo relegato a marginale nell'ambito della definizione delle strategie per lo sviluppo del vino italiano. A dare i saluti iniziali Claudio Valente, Vice Presidente Vicario Veronafiere, che ha subito evidenziato l'importanza per il Vinitaly data dal rappresentare anche le piccole e medie aziende e offrire la possibilità di renderle visibili, anche all'estero. Come ha ribadito Maurizio Gily, Direttore Responsabile di Millevigne, durante il suo intervento, "occorre rimuovere le cause che hanno portato i viticoltori ad abbandonare i vigneti e conservare quello che resta del patrimonio viticolo italiano".Tra gli elementi critici evidenziati, l'insufficiente retribuzione delle uve e l'altrettanto insufficiente segmentazione della retribuzione delle fasce qualitative che non premia ma anzi penalizza i viticoltori che si sforzano per produrre uve di qualità. Significativo anche l'intervento di Adriano Orsi, Presidente del Comitato Vitivinicolo Fedagri, che ha dichiarato "Dovremmo tener conto del valore aggiunto della nostra attività di viticoltura per le altre attività. IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.