Visualizzazione post con etichetta Oscar. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Oscar. Mostra tutti i post

giovedì 12 febbraio 2015

Federico Fellini, rivive oggi a Sion....

il Circolo Svizzero di Roma rende omaggio
al grande cineasta riminese.
Sabato 14 Febbraio p.v., alle ore 16:00, si terrà presso la Sala conferenze della Chiesa Valdese di Piazza Cavour, in via Marianna Dionigi 59, un omaggio al grande regista Federico Fellini.
L’evento, con il sostegno della Chiesa Valdese, è organizzato dal Circolo Svizzero di Roma in collaborazione con lo Studio Scopelliti-Ugolini.
I saluti iniziali saranno affidati a Fabio Trebbi, presidente del “Circolo Svizzero di Roma”; a seguire l’intervento di Stéphane Marti, presidente della “Fondazione Fellini per il Cinema”, con sede a Sion (Vallese, Svizzera)  dedicata alla conservazione della memoria del grande cineasta italiano, nato a Rimini il 20 Gennaio 1920 e spentosi a Roma il 31 Ottobre 1993.
Al termine della presentazione della Fondazione, seguirà la proiezione di un cortometraggio dal titolo “La tentazione del dottor Antonio” (durata 55 minuti) che fa parte del film collettivo “Boccaccio 70” (1962).

La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

La Fondazione Fellini per il Cinema, nata a partire dalla vasta collezione del produttore elvetico Gérald Morin, per molti anni primo assistente di Fellini, è stata creata nel 2001 con il sostegno della Lotteria Romanda e del Cantone Vallese e comprende migliaia di documenti, fotografie, disegni, scenografie e girati originali di Federico Fellini, il grande realizzatore italiano autore di pellicole quali “La strada” (1954), “Le notti di Cabiria” (1957),   8 ½” (1963) e “Amarcord” (1973)
 
 ________________________
 Info e  contatti:
Studio Scopelliti-Ugolini
+393495487626
 scopelliti.ugolini@gmail.com

www.studiostampa.com

lunedì 3 marzo 2014

Oscar, 'La grande bellezza' miglior film straniero'

Trionfo dell'Italia a Hollywood, premiata dopo 15 anni da 'La vita è bella' di Benigni. Tweet di Renzi: Orgoglio italiano per Sorrentino e per il suo film 'La Grande Bellezza'. 
"La grande bellezza" di Paolo Sorrentino ha vinto l'Oscar per il miglior film straniero. "Grazie alle mie fonti di ispirazione Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo". Queste le prime parole di Paolo Sorrentino sul palco del Dolby Teathre dopo aver ricevuto l'Oscar per "La Grande Bellezza".
L'Oscar torna in Italia dopo 15 anni. L'ultimo ad aver conquistato la statuetta era stato Roberto Benigni con "La vita è bella" nel 1999. Ad annunciare la vittoria della "Grande Bellezza" sono stati Ewan McGregor e Viola Dacis. Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a un entusiasta Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano.
Il neoministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha chiamato al telefono Sorrentino per esprimergli "gioia e ringraziamenti". "Al risveglio - ha scritto su Twitter - sarà per l'Italia un'iniezione di fiducia in se stessa. Viva Sorrentino, viva il cinema italiano! Quando il nostro Paese crede nei suoi talenti e nella sua creatività, torna finalmente a vincere".
Orgoglio italiano per Paolo Sorrentino e per il suo film 'La Grande Bellezza'. Così di buon mattino il presidente del Consiglio Matteo Renzi in un tweet plaude all' Oscar italiano: "in queste ore dobbiamo pensare ad altro e lo stiamo facendo. Ma il momento orgoglio italiano per Sorrentino e La Grande Bellezza ci sta tutto".
Il vero vincitore dell'86/ma edizione degli Oscar è però Gravity di Alfonso Cuaròn che si porta a casa ben 7 statuette su 10 nomination, tra cui anche regia e montaggio. Miglior film, però, è 12 anni schiavo. Miglior attore protagonista Mattew McConaughey, miglior attrice Cate Blanchett. 

Fonte: ANSA

www.studiostampa.com

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Rassegna Stampa di Venerdì 20 maggio 2022

ACCREDITAMENTO IL SOLE 24 ORE   Pag. 7 ITS, RIFOR...

I POST PIU' SEGUITI