Visualizzazione post con etichetta NcS. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta NcS. Mostra tutti i post

sabato 23 settembre 2017

Riva Destra lascia “Noi con Salvini”: troppe meschinità e troppi mestieranti.

Riva Destra, movimento nato nel 1993 come storico primo circolo di Alleanza Nazionale, riprende la propria strada in piena autonomia. Siamo stufi di atteggiamenti ipocriti e arroganti, tutti rivolti alla difesa di posizioni personali. Non avemmo paura allora di ‘dire no’ a Gianfranco Fini, figurarsi se possiamo subire diktat da mezze calzette e riciclati in cerca di un seggio alle prossime elezioni politiche”. Lo comunica una nota votata online all'unanimità dai cento componenti della direzione nazionale di Riva Destra, tra i quali Fabio Sabbatani Schiuma e Alfio Bosco, rispettivamente segretario nazionale e portavoce, e diversi coordinatori ed esponenti romani. ”Denunceremo ovunque e comunque - continua la nota - le meschinità, le piccinerie, i sotterfugi, gli accordi inconfessabili, il ‘privato’ ingombrante di alcuni mestieranti della politica, che hanno fatto danni incalcolabili a una destra che deve essere sempre seria e credibile e che continuano ad agire indisturbati anche in questo progetto nel quale abbiamo creduto. Dispiace che ciò abbia impedito a persone per bene e politicamente avvedute di lavorare e di accrescerne il fatturato politico”.
“Per questi motivi -prosegue la nota- riteniamo comunque concluso a livello nazionale il nostro sostegno al progetto di Noi con Salvini. Riva Destra il suo campo ce l’ha nel nome stesso: per questo riprende da oggi il suo autonomo e decennale cammino. Siamo a completa disposizione di quanti vogliano discutere e confrontarsi”.
Fra i componenti della direzione che hanno lasciato Noi con Salvini, ci sono i coordinatori Francesco De Noia, Tommaso Monterisi e Massimiliano De Noia (Puglia), Sergio Senes e Monica Atzeni (Sardegna), Francesco Stinà (Calabria), Franco Battafarano e Monica Ricci Garotti (Emilia Romagna), Lorenzo Sartié (Veneto), Elsie Virzì, Massimo Romagnolo, Giancarmelo Gangemi, Francesco Finocchiaro, Nicola D’Aguanno (Sicilia), Tiziano Salvini (Trentino Alto Adige), Edoardo Lucio Fiore e Stenio Bove (Campania), Daniele Malandrino (Marche), Lorenzo Loiacono e Cristiano Spadola, rispettivamente commissario romano e coordinatore del Municipio X di Roma,Giuseppe Murè, Giancarlo Bertollini e Cristina Franchi, responsabili rispettivamente dell’Organizzazione, della Comunicazione e della Segreteria politica.

Fonte QUI !

www.studiostampa.com

sabato 10 giugno 2017

A Roma Noi con Salvini contro la Raggi: "Non è il sindaco dei Romani ma dei rom".

Barbara Saltamartini e Francesco Zicchieri annunciano una raccolta firme contro il piano della giunta grillina che prevede contributi ai nomadi per le case.
Manifestazione di Noi con Salvini venerdì mattina a Roma, davanti al Colosseo, per protestare contro il "Piano Rom" del sindaco grillino Virginia Raggi, che prevede un contributo fino a 10mila euro ad ogni famiglia nomade per pagare affitto e bollette e fino a 5mila euro per l'avvio di piccole realtà imprenditoriali. Sono previste inoltre la legalizzazione dei "mercatini dell'artigianato", o meglio del rubato, e la regolarizzazione dei "riciclatori di metallo", ovvero del rame provento di furti. Costo previsto quasi 4 milioni, che la prima cittadina a 5 stelle spaccia come "fondi europei" senza ricordare che all'Europa quei soldi li danno i contribuenti italiani. L'annuncio è stato dato a pochi giorni dal ritrovamento, nel campo nomadi di Castel Romano, di oltre 100 auto rubate.

"Facile chiudere i campi rom dando 800 euro al mese per affittarsi una casa. I Romani che sono in difficoltà queste agevolazioni se le sognano! Questo non è il sindaco dei romani ma dei rom. I romani sono stati ancora una volta raggirati dai grillini incapaci di rispondere ai problemi reali delle città. Questa è la prima di una serie di iniziative che faremo. Il prossimo weekend saremo infatti in tutte le piazze di Roma per raccogliere le firme dei Romani delusi. La Raggi aveva promesso la chiusura dei campi rom entro gennaio. Noi con Salvini vigilerà affinché dalle parole si passi ai fatti". Così hanno dichiarato a margine della manifestazione Barbara Saltamartini, vicepresidente dei deputati NcS, e Francesco Zicchieri coordinatore regionale e commissario per la città di Roma.
Fonte: IL POPULISTA

www.studiostampa.com

lunedì 13 giugno 2016

Crisi centrodestra: "Ma Alemanno e gli ex colonnelli ancora parlano?"

Gianni Alemanno - ex Sindaco di Roma
di Fabio Sabbatani Schiuma *
In questi giorni è tutto un dichiarare, sui giornali e nei social, tra commenti e analisi partoriti da molti ex colonnelli di Fini, tutti vecchi cortigiani di quella che fu Alleanza Nazionale: a petto gonfio sentenziano che la destra a Roma non sia andata al ballottaggio e puntano di nuovo il dito l'uno contro l'altro, ma per lo più contro Giorgia Meloni, rea di non aver chiesto il loro sostegno, rivelatosi  peraltro poi da prefisso telefonico. Non realizzano che sono stati proprio loro a distruggerla la destra, quando hanno governato male, quando si sono dimenticati da dove venivano, quando nelle stanze del potere si sono rivelati peggio dei democristiani, quando non hanno avuto il coraggio di intitolare una strada ad Almirante, di sgomberare un campo nomadi o un centro sociale occupato e di fare cose di destra? Finché questi personaggi squalificati dalla storia continueranno a mettere bocca, la destra non potrà senz'altro rinnovarsi e rigenerarsi, anche se continuo a pensarla che destra e sinistra, come in Francia, siano concetti da superare: meglio costituire un fronte nazionale sovranista che combatta il cancro dei nostri giorni, ossia il mondialismo. Loro restino con Fini o Alfano e sostengano per il futuro i Marchini di turno. Pian piano nessuno se ne accorgerà più.  

www.studiostampa.com

venerdì 20 maggio 2016

Ostia: incendio ristorante Mare in vista in piazza Gasparri: foto di Riva Destra NcS Ostia.

L'APPELLO - Su facebook è stato lanciato un appello da parte di Riva Destra NcS Ostia: "Un increscioso fatto ha "illuminato" la notte di Ostia. Il ristorante della nostra amica Maria ha "stranamente" preso fuoco distruggendo quasi totalmente strutture lavorative del locale. Noi come Riva Destra NcS Ostia abbiamo fatto sempre i nostri incontri presso questo locale e non solo per la bellissima vista ma per dare un segno della voglia di legalità che ha questo territorio. Sono consapevole che i nostri amici non molleranno e invito chiunque a venire a prendere un caffè in questo locale appena sarà ripristinato per dare anche noi un segnale forte. Chi ama il nostro territorio si faccia avanti"! 

Articolo Completo QUI ! 

www.rivadestra.it 

www.studiostampa.com

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

Massoni d'Italia alla festa del solstizio: raduno di sorelle e fratelli a Roma.

La massoneria della Gran Loggia d'Italia Alam si dà appuntamento a Roma.  Tra “fratelli e sorelle” saranno in 2700. Ecco la liturgia. I ...

I POST PIU' SEGUITI