Visualizzazione post con etichetta Mostre. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Mostre. Mostra tutti i post

venerdì 9 novembre 2018

Sport:Associazione Amici del Tevere e Consorzio Tiberina.

Grande dibattito, in questi giorni, sul fatto se “Tiberis”, la spiaggia sul Tevere realizzata e gestita da Roma Capitale, sia costata troppo (distogliendo anche personale di Uffici Centrali, Polizia Locale, Servizio Giardini, Servizi Manutenzione Urbana, etc da altre ben più importanti incombenze), sia stata di beneficio alla creazione di una maggiore sensibilità sullo stato del fiume, abbia rispettato tutti i vincoli esistenti, abbia introdotto un qualche elemento di innovazione, sia stato effettivo segnale di legalità (si fossero perseguiti quanti avevano degradato l’area) o di improvvisazione e impreparazione sul tema specifico.
Visto che questo dibattito non è nato da “documenti riservati” (come erroneamente scritto da qualche testata giornalistica, che ha ripreso - senza citare la fonte - i contenuti di nostri comunicati), ma da semplici “accessi agli atti” secondo uno strumento civico quale il Freedom of Information Act, abbiamo chiesto alla Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma se vi siano comunicazioni (inviate o ricevute) successive a quella di “mancata autorizzazione”, “incongruità dell’intervento” e “prescrizione di ripristino” inviata a metà Settembre scorso a Roma Capitale: con lettera prot. 0027213 del 7/11/2018 ci ha risposto di no. Per converso, la recente nota-stampa emessa dal Campidoglio risulta non rilevante nel merito dell’iter formale, mentre la Corte dei Conti ha aperto un’indagine per danno erariale.
Da un progetto che eufemisticamente definiamo “spento” nell'oggetto di questo comunicato, agli avanzamenti del Contratto di Fiume “Tevere a Roma”, che è un mezzo e non un fine, puntando a creare una sensibilità non estemporanea, un programma permanente di recupero e valorizzazione, un riavvicinamento dei cittadini al Tevere come luogo centrale della vita di Roma, un approccio non burocratizzato in Uffici che spesso costituiscono “colli di bottiglia”. Alcuni mesi addietro, al medesimo tavolo (“Tavolo Tecnico” a carattere operativo del Contratto di Fiume) con gli Amministratori dei Municipi Primo e Secondo di Roma Capitale e con il Presidente di CONI Lazio, è nata l’idea della manifestazione di Domenica prossima. Rispetto alla concezione iniziale, che doveva riguardare tutti i Municipi via via “federati” nel Contratto di Fiume, il recente maltempo ha temporaneamente reso inutilizzabili allo scopo alcune aree prese in considerazione. Ma si metterà in atto un modello di lavoro che già ispira vari progetti di utilizzo sostenibile delle sponde - a carattere ricreativo, sportivo e più in generale sociale - contenuti nel Contratto di Fiume (schede-progetto su sponda sinistra al Centro Storico, sponda destra da Ponte Flaminio a Ponte della Musica, etc). Dalla scherma al tiro a segno, dal basket ai giochi tradizionali, Domenica 11 ci si potrà cimentare in una quindicina di discipline sportive o dedicare a percorrere in relax la banchina fra Castel Sant'Angelo e l’Isola Tiberina -  parallelamente al moto delle imbarcazioni di canoa, canottaggio e dragon boat convenute - anche ascoltando buona musica.
Invitiamo quindi a vestire il Tevere con noi sia di sport per tutti (con le tante opportunità di Domenica 11) sia di grande partecipazione!! Saremo al “punto inaugurazione” alle 11.00 insieme alle Istituzioni organizzatrici, ai piedi della scalinata di Ponte Garibaldi in sponda destra. 
Raduno remiero a seguire presso Ponte Sisto e punti d’incontro per la pratica sportiva, per tutto il giorno.

E fra un mese circa, sui temi del recupero del patrimonio, della resilienza e della rigenerazione urbana attraverso l’innovazione tecnologica e di metodo, al MAXXI di Roma ……

8-XI-2018
Associazione Amici del Tevere e Consorzio Tiberina

www.studiostampa.com

giovedì 22 maggio 2014

FORUM PA 2014 - Dal 27 al 29 maggio 2014 a Roma | Palazzo dei Congressi - EUR

29 MAGGIO Da non perdere a FORUM PA 2014

Uber, tassisti e non solo: a #FPA14 il ruolo della PA nella 

sharing economy che avanza. Con la protesta dei tassisti milanesi 
contro Uber Pop dei giorni scorsi, il servizio di carsharing peer 
to peer appena lanciato dalla startup californiana, la sharing 
economy ci è letteralmente esplosa tra le mani. Apriamo 
la terza giornata di FORUM PA 2014 con conferenza 
internazionale dedicata al rapporto tra PA ed economia collaborativa.

29 MAGGIO La redazione segnala

Openbilanci: i conti aperti dei Comuni Italiani #FPA14. 
Vi è mai capitato di vedere il bilancio di un Comune? Non è proprio 
un sistema che si preoccupi di essere comprensibile. 
A #FPA14 presentiamo un nuovo modo di interpretare il bilancio: 
scopriremo Open bilanci. 

8° Forum Nazionale Patrimoni Pubblici: 
le "practice degli Enti Pubblici". 
Promosso da Patrimoni PA net, il laboratorio fondato 
da FORUM PA e TEROTEC l'evento è occasione verranno presentate 
le esperienze concorrenti al "Premio Best Practice 
Patrimoni Pubblici 2014". 

Partecipazione civica in diretta, diventa Supercittadino
o Supercittadina subito! 
Con l’aiuto di cittadini attivi, degli amministratori del gruppo 
trasparenza siti web pa verrà mostrato quali informazioni, 
dati e documenti dovresti trovare nel sito web della tua PA. 

Disegnare le politiche pubbliche con la città come bene comune. 
Ciò che appare stridente è la distanza tra ciò che è guidato
dall'amministrazione e ciò che è guidato dalle comunità: i cittadini 
prendono parte alla governance, ma non hanno fiducia nel governo. 
Molti servizi sono garantiti dall'attivismo dei cittadini con 
progetti collaborativi dalle forme inaspettate. 

FPA14, il 29 maggio all'insegna della trasparenza 
con Formez PA.
Trasparenza comunicativa, servizi al cittadino, 
Open data, valutazione e gestione delle performance, 
anticorruzione: 
saranno questi i temi chiave della partecipazione di Formez PA 
al programma di convegni del 29 maggio.

mercoledì 6 novembre 2013

Mostra nazionale degli ex libris massonici

Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori, 
Obbedienza di Piazza del Gesù - Palazzo Vitelleschi

8/23 novembre 2013, Livorno - Roma

Vernissage: 8 novembre, ore 18.00
Galleria ‘Goldoni’ - Livorno

Premiazione: 23 novembre, ore 16.00
Museo della Gran Loggia d’Italia
via san Nicola de’ Cesarini 3
(Largo di Torre Argentina) - Roma

Nati per dare alla proprietà del libro un maggiore decoro e una marcata possibilità di distinzione rendendone così più difficile anche il furto, gli ex libris hanno conosciuto nei secoli una straordinaria evoluzione, diventando un’opera d’arte a sé, indipendente dal loro utilizzo primario e dunque un ricercato oggetto da collezione.

Oltre cento ex libris massonici di proprietà del Museo Storico della Gran Loggia d’Italia, saranno esposti dall’8 novembre a Livorno negli spazi della Galleria d’Arte “Goldoni” in una delle rare mostre organizzate in Italia e dedicate a questi “cartellini da libro”.

“Sarà un’occasione” - dice Luigi Pruneti, Gran Maestro dell’obbedienza massonica di Piazza del Gesù Palazzo Vitelleschi - “per ricostruire il percorso artistico e storico della grafica e delle tecniche, fino alle più moderne, utilizzate nel tempo per la realizzazione degli ex libris; la mostra di Livorno - aggiunge il Prof. Pruneti - ci darà anche l’opportunità di rivisitare la simbologia esoterica e il rapporto tra gli artisti che realizzano gli ex libri, i loro committenti e la cornice culturale di riferimento che quest’ultimi esprimono attraverso i propri ex libris”. 

Fonte: Artifexlibris - Articolo Completo QUI !

www.studiostampa.com

sabato 12 maggio 2012

Salone del Libro chiude in Negativo !


(AGENPARL) - Chiude con il segno meno il 2011 del mondo del libro. E apre con un segno ancor più negativo nel periodo 1 gennaio - 24 marzo 2012, pur risentendo meno del contesto di crisi degli altri consumi. Sono questi gli elementi più immediati che emergono dall’indagine NielsenBookScan presentata stamattina al Salone internazionale del Libro di Torino nell’ambito del Convegno dell’Associazione Italiana Editori “La tempesta perfetta. Editori e canali di vendita di fronte a riduzione dei consumi e cambiamenti tecnologici”.
Il 2011 chiude con un -3,5% a valore sull’anno precedente: il mercato trade del libro (librerie, librerie online con esclusione di Amazon, Gdo) vale a fine 2011 secondo NielsenBookScan 1.398milioni di euro, contro i 1.448milioni del 2010. I canali 2011: il libro si compera prima di tutto nelle catene, l’online pesa per il 7%: nel 2011 il primo canale di vendita del libro è stata la libreria di catena (per il 40,3%), poi la libreria indipendente (il 36,9%), la grande distribuzione (che pesa per il 15,6%) e le librerie online (pesano per il 7,2%). I generi 2011: solo il settore dell’editoria ragazzi chiude con un +2,8%. Stabile la non fiction pratica: l’unico settore a chiudere in positivo è quello dell’editoria per ragazzi, stabile la non fiction pratica (guide, cucina, tempo libero). Ne risente la fiction (la narrativa segna infatti -3,2%). Cosa “funziona” online? Narrativa, editoria professionale e saggistica: è la narrativa, quella che si acquista di più nei canali online, pur “pesando” meno sull’online rispetto al totale del mercato (32,2% rispetto al 36,7%). Così si cerca online quindi? Editoria professionale (la cosiddetta non fiction specialistica, che pesa per il 26,5%) e saggistica (la cosiddetta non fiction generale, che pesa per il 21,7%). E il 2012? Si acuisce il momento difficile: -11,8% a valore: nel periodo 1 gennaio - 24 marzo NielsenBookScan evidenzia un pesante segno negativo, sia sul fatturato trade (-11,8%, pari a 276milioni di euro; era 313milioni di euro lo scorso anno), sia nel numero di copie vendute (-10,8%, pari a 21,1milioni di copie; erano 23,7milioni di copie nel 2011). Questo nonostante lo sforzo competitivo degli editori che ha portato a una diminuzione (tra ottobre 2011 e febbraio 2012) del prezzo medio di vendita dei libri attorno al 7%. Il 2012 per canale: a valore ne risentono librerie di catena e librerie online: nel periodo considerato sono le catene a segnare il maggior valore negativo in termini di fatturato (-12,8% sullo stesso periodo dello scorso anno), seguite dalle librerie online (-12,4%) e dalla Gdo (-11,7%). La libreria indipendente segna il -10,6% rispetto allo scorso anno. Il 2012 per genere: a sorpresa forte calo della saggistica e delle guide: è la cosiddetta non fiction generale (la saggistica) a segnare il calo maggiore nel 2012 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un -18,9%, seguita dalla non fiction pratica (le guide, cucina, viaggi…- 11,5%) e dalla fiction (-10%). Una curiosità: anche il settore ragazzi, per la prima volta da anni, risente di questo trend (-8,5%). Il commento -“I numeri dicono tutto - ha commentato il presidente di AIE Marco Polillo -. Il mercato italiano tradizionalmente ha degli scostamenti positivi e negativi molto contenuti. Il -12% del primo trimestre è un dato molto pesante anche se abbiamo delle prime indicazioni che il mese di aprile ha avuto una forte ripresa. Occorre cercare in fretta tutti insieme delle soluzioni per ritornare a una situazione di ripresa e mi auguro che il mondo politico, che in passato si è sempre mostrato abbastanza indifferente ai problemi del libro, prenda finalmente atto della situazione e intervenga in maniera concreta come viene fatto nel resto dell'Europa”. Il messaggio del Sottosegretario Peluffo -“Sono fortemente convinto che il libro di carta non morirà mai. Sarà affiancato dall’e-book ma continuerà ad esercitare la sua funzione culturale e sociale - ha sottolineato in un messaggio il sottosegretario all'Editoria Paolo Peluffo, letto dal presidente Polillo -. L'Italia non potrà uscire dalla crisi dell'economia senza un'azione potente di promozione della lettura e della conoscenza. Proprio per questo abbiamo deciso che quella sulla lettura e sul libro sia una delle campagne strategiche del governo, che proseguiremo fino alla fine dell'anno scegliendo un messaggio forte: “Vai oltre. Più leggi più sai leggere la realtà'”.
IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 3 aprile 2012

Chiude Vinitaly Buoni Affari ed Aziende Soddisfatte, ma...


Scritto da Penna Fabrizio (Articolo Completo Qui)
Ieri sera ha chiuso Vinitaly, realizzato quest’anno con la nuova formula dei 4 giorni, dalla Domenica al Mercoledì. 
Girando tra gli stand i commenti che ho registrato sono stati generalmente più che positivi, la formula è piaciuta, anche perché l’afflusso durante le prime tre giornate è stato continuo e massiccio, soprattutto nella giornata di lunedì, dove si faceva addirittura fatica a girarsi. Ma il pubblico non solo c’era, ma era in grande maggioranza qualificato, anche se non sono mancate alcune comitive decisamente sopra le righe nelle giornate di Domenica e Lunedì. L’ultima giornata, il Mercoledì è stata più tranquilla, ma molti operatori hanno approfittato per fissare appuntamenti in un contesto più rilassato e si sono combinati ottimi affari. Vinitaly dichiara che ci sono stati circa 140.000 visitatori (16.000 in meno rispetto al 2011 dove però c’era un giorno di fiera in più), il 35% dei quali stranieri da 120 Paesi, dove la parte del leone l’hanno fatta le nazioni del Nord Europa, la Francia, la Russia, la Cina, gli Stati Uniti e il Canada, ma ho visto anche un buon numero di operatori dal Sud America, con il Brasile in testa. Importante la conferma dei media presenti da oltre 45 Paesi (Usa, Germania, Russia in testa), con oltre 2.500 giornalisti accreditati in rappresentanza di oltre 170 radio e tv, 105 quotidiani e 110 testate online.
IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

“L’urlo”, il docufilm di Severgnini, getta nuove ombre sul traffico di migranti in Libia.

QUI L'INTERVISTA ! Mentre lo scandalo legato alle coop dell’accoglienza in mano alla famiglia del deputato Aboubaka Soumahoro si allarga...

I POST PIU' SEGUITI