Visualizzazione post con etichetta Cinema. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cinema. Mostra tutti i post

martedì 29 maggio 2018

ROMA: il Teatro L’Aura diventa Cine-Teatro !

Il teatro L'Aura diventa Cine-Teatro L'Aura. Cinema e teatro si compenetrano nel cartellone dello spazio sito in zona Viale Marconi a Roma. 
La scelta è dettata dalla necessità del quartiere Marconi di riavere un cinema, dopo la chiusura dell'UCI. 
Avere la possibilità di una programmazione cinematografica adatta sia ad adulti che a bambini permetterà al teatro L'Aura di abbracciare una maggiore utenza. Il passaggio è stato possibile grazie alla collaborazione con Salvatore Scarico della Easy Cinema. Il Teatro L'Aura è nato con l'idea di essere un punto culturale per la zona, ma per arrivare a tutti ha sentito la necessità di aprire le porte al grande schermo, nonché ad un "BiblioCorner" così da poter abbracciare un maggior numero di richieste. Dice la direttrice artistica Laura Monaco: <>. Importante è la scelta di avvicinarsi ai più piccoli, in un quartiere così popoloso, ma anche proporre spettacoli pomeridiani per le persone anziane. Resta focale la volontà di raccontare storie e far vivere emozioni. Si parte con un Memorial screening dedicato a Tonino Zangardi, il regista Romano da poco scomparso, tutti i suoi ultimi film verranno programmati da fine aprile in poi. 
Iniziata la programmazione lunedì 30 aprile alle ore 20.30 con QUANDO CORRE NUVOLARI, il suo ultimo film, ospiti della serata Marco Zangardi e Alessandro Haber. Tutta la fimografia del  Mentre per i più piccoli ci sarà RABBIT SCHOOL, un cartone che arriva direttamente dal Festival Giffoni. Altre novità a brevissimo con eventi culturali alla presenza di registi, attori e personaggi.

Per avere info sulla programmazione: 
CINE-Teatro L'Aura
Vicolo di Pietra Papa, 64 
Tel: 06.8377.7148 oppure 346.4703.609

www.studiostampa.com

lunedì 21 dicembre 2015

SOPHIA: e la giornata diviene "solare".

Mambo italianoSeguici su https://www.facebook.com/pages/INFORMAZIONE-LIBERA/71253357381?fref=ts
Posted by INFORMAZIONE LIBERA on Domenica 9 novembre 2014
www.studiostampa.com

mercoledì 15 aprile 2015

48 anni fa ci lasciava il grande TOTO'. Vogliamo ricordarlo con una delle scene epiche della sua straordinaria carriera: l'abbuffata di spaghetti in "Miseria e Nobiltà".


ACCADDE OGGI48 anni ci lasciava il grande TOTO'Vogliamo ricordarlo con una delle scene epiche della sua straordinaria carriera: l'abbuffata di spaghetti in 'Miseria e Nobiltà'
Posted by Blogo on Mercoledì 15 aprile 2015
www.studiostampa.com

giovedì 12 febbraio 2015

Federico Fellini, rivive oggi a Sion....

il Circolo Svizzero di Roma rende omaggio
al grande cineasta riminese.
Sabato 14 Febbraio p.v., alle ore 16:00, si terrà presso la Sala conferenze della Chiesa Valdese di Piazza Cavour, in via Marianna Dionigi 59, un omaggio al grande regista Federico Fellini.
L’evento, con il sostegno della Chiesa Valdese, è organizzato dal Circolo Svizzero di Roma in collaborazione con lo Studio Scopelliti-Ugolini.
I saluti iniziali saranno affidati a Fabio Trebbi, presidente del “Circolo Svizzero di Roma”; a seguire l’intervento di Stéphane Marti, presidente della “Fondazione Fellini per il Cinema”, con sede a Sion (Vallese, Svizzera)  dedicata alla conservazione della memoria del grande cineasta italiano, nato a Rimini il 20 Gennaio 1920 e spentosi a Roma il 31 Ottobre 1993.
Al termine della presentazione della Fondazione, seguirà la proiezione di un cortometraggio dal titolo “La tentazione del dottor Antonio” (durata 55 minuti) che fa parte del film collettivo “Boccaccio 70” (1962).

La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

La Fondazione Fellini per il Cinema, nata a partire dalla vasta collezione del produttore elvetico Gérald Morin, per molti anni primo assistente di Fellini, è stata creata nel 2001 con il sostegno della Lotteria Romanda e del Cantone Vallese e comprende migliaia di documenti, fotografie, disegni, scenografie e girati originali di Federico Fellini, il grande realizzatore italiano autore di pellicole quali “La strada” (1954), “Le notti di Cabiria” (1957),   8 ½” (1963) e “Amarcord” (1973)
 
 ________________________
 Info e  contatti:
Studio Scopelliti-Ugolini
+393495487626
 scopelliti.ugolini@gmail.com

www.studiostampa.com

lunedì 3 marzo 2014

Oscar, 'La grande bellezza' miglior film straniero'

Trionfo dell'Italia a Hollywood, premiata dopo 15 anni da 'La vita è bella' di Benigni. Tweet di Renzi: Orgoglio italiano per Sorrentino e per il suo film 'La Grande Bellezza'. 
"La grande bellezza" di Paolo Sorrentino ha vinto l'Oscar per il miglior film straniero. "Grazie alle mie fonti di ispirazione Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo". Queste le prime parole di Paolo Sorrentino sul palco del Dolby Teathre dopo aver ricevuto l'Oscar per "La Grande Bellezza".
L'Oscar torna in Italia dopo 15 anni. L'ultimo ad aver conquistato la statuetta era stato Roberto Benigni con "La vita è bella" nel 1999. Ad annunciare la vittoria della "Grande Bellezza" sono stati Ewan McGregor e Viola Dacis. Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a un entusiasta Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano.
Il neoministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha chiamato al telefono Sorrentino per esprimergli "gioia e ringraziamenti". "Al risveglio - ha scritto su Twitter - sarà per l'Italia un'iniezione di fiducia in se stessa. Viva Sorrentino, viva il cinema italiano! Quando il nostro Paese crede nei suoi talenti e nella sua creatività, torna finalmente a vincere".
Orgoglio italiano per Paolo Sorrentino e per il suo film 'La Grande Bellezza'. Così di buon mattino il presidente del Consiglio Matteo Renzi in un tweet plaude all' Oscar italiano: "in queste ore dobbiamo pensare ad altro e lo stiamo facendo. Ma il momento orgoglio italiano per Sorrentino e La Grande Bellezza ci sta tutto".
Il vero vincitore dell'86/ma edizione degli Oscar è però Gravity di Alfonso Cuaròn che si porta a casa ben 7 statuette su 10 nomination, tra cui anche regia e montaggio. Miglior film, però, è 12 anni schiavo. Miglior attore protagonista Mattew McConaughey, miglior attrice Cate Blanchett. 

Fonte: ANSA

www.studiostampa.com

martedì 27 agosto 2013

sabato 30 giugno 2012

DA OGGI - TERRE DI CINEMA 2012

INCONTRI INTERNAZIONALI SULL’IMMAGINE CINEMATOGRAFICA
Forza D’Agrò - Palermo dal 30 giugno al 14 luglio

Ritorna TERRE DI CINEMA, evento unico nel suo genere nel panorama italiano finalizzato alla specializzazione di eccellenza nel settore specifico della Fotografia Cinematografica e nel contesto di scambi internazionali con scuole pubbliche di cinema dEuropa e del Mediterraneo.

Forza D'Agrò
Obiettivo di TERRE DI CINEMA è anche quello di avvicinare il grande pubblico siciliano al cinema d'autore con proiezioni nei piccoli centri dell'Isola. Per questa edizione, il progetto ha coinvolto i comuni di Caltavuturo, Collesano e Scillato dove verranno proiettate le pellicole del maestro Giuseppe Tornatore e quelle dei giovani registi presenti alla manifestazione:  “La bocca del lupo” di Pietro Marcello , “Due vite per caso” di Alessandro Aronadio, “Lo sposalizio” di Francesco Lama con la presenza di Tony Sperandeo, “La Fine che non ho fatto” diretto da due neodiplomati del Centro Sperimentale di Cinematografia, Ruben Monterosso e Federico Savonitto.  
Sponsor ufficiali  della manifestazione sono  ARRI ITALIA che dà la possibilità di utilizzare l'ARRI ALEXA, la macchina da presa digitale impiegata dalle migliori produzioni cinematografiche e televisive a livello mondiale, e la  D-Vision Italia, per le attrezzature tecniche e gli accessori.


Ufficio stampa TERRE DI CINEMA
Adriana Apicella
+39 339.8262588
e-Mail: adriana.apicella@gmail.com 

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

sabato 29 ottobre 2011

Quattro italiani lanciano la sfida.

ANSA.it > Speciali > News
Sono ben 56 i film italiani, di cui quattro in concorso, nella selezione ufficiale, La kriptonite nella borsa di Ivan Cotroneo, Il cuore grande delle ragazze di Pupi Avati, Il mio domani di Marina Spada e Il paese delle spose infelici e Pippo Mezzapesa, fra novità e retrospettive, alla sesta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma (27 ottobre - 4 novembre). Fra gli altri titoli più attesi L'industriale di Giuliano Montaldo e i documentari su Stefano Cucchi e su Agostino Di Bartolomei, per il quale dovrebbero arrivare al festival anche Carlo Verdone e Francesco Totti.

Tra gli italiani in gara lo sceneggiatore Ivan Cotroneo, nel suo esordio alla regia con La kriptonite nella borsa (tratto dal suo romanzo), interpretato, fra gli altri da Valeria Golino e Luca Zingaretti, racconta Peppino, napoletano di 9 anni che con la fantasia trasforma il cugino Gennaro, appena morto, in un amico/superman immaginario. Il cuore grande delle ragazze di Pupi Avati è la storia dell'amore contrastato, negli anni '30, tra la ricca Francesca (Micaela Ramazzotti) e Carlino (Cesare Cremonini, al suo debutto al cinema), figlio scapestrato di una coppia di contadini. In Il mio domani di Marina Spada Claudia Gerini e' una manager costretta a rivedere le sue priorità per prendersi cura del padre malato (Raffaele Pisu). Mentre Il paese delle spose infelici del debuttante Pippo Mezzapesa, dal romanzo di Mario Desiati, è sull'amicizia, fra due adolescenti del sud e Annalisa, ragazza bellissima e misteriosa. Fuori concorso L'industriale, sguardo di Giuliano Montaldo sulla crisi attraverso un imprenditore (Pierfrancesco Favino) che perde ogni scrupolo e Un giorno questo dolore ti sarà utile di Roberto Faenza, dal romanzo di Peter Cameron, ritratto della New York di oggi con i premi Oscar Marcia Gay Harden e Ellen Burstyn. Tra gli eventi speciali ci sono documentari come '148 Stefano. Mostri dell'inerzià di Maurizio Cartolano, su Stefano Cucchi, realizzato con la famiglia del romano morto nel 2009; '11 metri' di Francesco Del Grosso, su Agostino Di Bartolomei; L'illazione il film inedito di Lelio Luttazzi; le confessioni di Franco Califano in Noi di settembre di Stefano Veneruso; La passione di Laura di Paolo Petrucci dedicato a Laura Betti. In gara fra i documentari di L'altro cinema - Extra, ci sono Franca la prima, ritratto di Franca Valeri firmato da Sabina Guzzanti e Grazia e furore di Heidi Rizzo.
Nella stessa sezione, fuori concorso, tra gli altri: Africa Women: in Viaggio per il Nobel della pace di Stefano Scialotti e 'Io non sono io. Giulietta e gli altri' in cui Paolo Santolini segue Riccardo Scamarcio (protagonista anche di un incontro con il pubblico dei Duetti, con Sergio Rubini) nella preparazione teatrale di Romeo e Giulietta. Ad animare i Duetti, anche Sergio Castellitto con Penelope Cruz (in preapertura), e Vinicio Marchioni con Valeria Solarino. Per il Festival in città, nascono due nuove sezioni come Vetrina dei giovani cineasti italiani e Off Doc. Un Viaggio nell'identità italiana è proposto dall'omaggio ai 150 anni dell'Unità, con le versioni restaurate di Rotaie di Mario Camerini e I Cannibali di Liliana Cavani, e la retrospettiva 'Decamerone Italiano' con film, fra gli altri, di Monicelli, Risi, Wertmuller e Olmi. Tra le mostre 'Monica e il cinema' per gli 80 anni di Monica Vitti e l'omaggio a Pier Paolo Pasolini curato dai premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Eccellenza a Roma - Post in Evidenza

ANSA: Ultime Notizie

- 28 GIU. - 16:24 Caput Mundi, 335 interventi per Roma e territorio Ultima ora. Progetto da 500 mln euro. Garavaglia, da tutela siti a città...

I POST PIU' SEGUITI