martedì 12 giugno 2018

VINO:con la Bellezza Vin canta.

Corriere Vinicolo magazine (n. 19-2018)

Crescere, con criterio

Pur con una scarsissima vendemmia come la 2017, che aveva incendiato i prezzi all’origine, il mercato vive una calma quasi irreale, segno che la domanda è ferma. Si riapre la discussione sulla crescita del vigneto, che necessita di essere guidata onde non trovarsi fra qualche anno in pericolosa sovrapproduzione. Le autorizzazioni per funzionare al meglio devono essere gestite con modalità premianti per chi ha progetti di crescita ancorati a solidi criteri economici. Come quelli elencati nell’Ocm e finora mai utilizzati.
Le opinioni di Lamberto Frescobaldi, Emilio Pedron, Enrico Zanoni, Sebastiano de Corato
Gli altri articoli principali
Focus Blue Economy – Cambiare il modello di business per una sostenibilità di sistema – Intervista a Gunter PauliOffrire di più con meno. Utilizzare le risorse di cui si dispone, ispirandosi al modello intelligente della natura. Puntare su integrazione verticale e creazione di valore lungo tutta la filiera
Giornata Salvaterra: un think tank per il futuro del vino

Speciale biologico – E’ bio-boom, e non è una  moda

Crescono superfici, qualità dei prodotti, vendite e consumi. Di pari passo cresce l’esigenza di una corretta certificazione, normata a livello europeo, a garanzia di prodotti e consumatori
Regolamento vini bio: UIV, la Ue ancora troppo timida
Vini bio: focus Veneto
Con la Bellezza Vin canta
L’etichetta è il biglietto da visita di un vino. Nel mercato Wine & Spirits, dove l’emozione è uno dei driver principali, l’etichetta è il cosiddetto abito che fa il monaco, la Bellezza che diventa testimonial dei valori di un brand. Ma la Bellezza è nulla senza l’intelligenza, qualità
che Nuceria Group aggiunge con etichette tanto affascinanti quanto smart, pensate per aumentare l’interazione col consumatore e raccontare, attraverso un’emozione, la storia di un grande vino e del suo produttore.
www.studiostampa.com

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.