sabato 11 febbraio 2017

EURO: L'USCITA E' POSSIBILE !

www.studiostampa.com

” SE USCITE DALL’EURO LA GERMANIA CROLLA E L’ITALIA VOLA” IL MINISTRO DELLE FINANZE TEDESCO SVELA LA VERITA’.

Ministro delle finanze tedesco: se uscite dall’Euro, la Germania crollerà.
Claudio Messora per byoblu.com
Theo Waigel è stato per dieci anni Ministro delle Finanze di Helmut Kohl. Il 21 giugno scorso ha rilasciato un’intervista a T-Online. Questo è un frammento delle sue dichiarazioni.
Intervistatore: “I sondaggi sull’uscita dalla UE mostrano che se si chiedesse ai francesi e ad altri, vincerebbe chi vuole uscire, con uno scarto minimo. Secondo lei da dove viene questa disaffezione per l’UE?”
Theo Waigel: “Al grado di sviluppo della globalizzazione e dei mercati aperti cui siamo arrivati – che non è più reversibile -, ci sono forze che si oppongono, sostenendo la necessità di ritornare ai confini e alle regolamentazioni nazionali, che prima funzionavano bene, per tornare ad appropriarsi delle proprie capacità decisionali“.
Intervistatore: “E cosa gli si può rispondere?”
Theo Waigel: Gli si può rispondere in modo del tutto chiaro quali svantaggi ne scaturirebbero. Se la Germania oggi uscisse dall’unione monetaria, allora avremmo immediatamente, il giorno dopo, un apprezzamento tra il 20% e il 30% del marco tedesco – che tornerebbe nuovamente in circolazione -. Chiunque si può immaginare che cosa significherebbe per il nostro export, per il nostro mercato del lavoro, o per il nostro bilancio federale“.
L’euro conviene alla Germania, ecco perché ci restiamo dentro. Va da sè che se il marco diventasse sconveniente, la lira diventerebbe conveniente per i mercati, per gli investitori e per i consumatori. Queste cose i commentatori nazionali non ve lo dicono. Queste notizie ai telegiornali non passano. Per chi lavora la stampa italiana? Per chi lavora la politica italiana? Per l’Italia o per Berlino? Se lavorasse per gli italiani, interviste come queste sarebbero in prima pagina su tutti i quotidiani, in luogo dello spettro dell’inflazione, e la gente inizierebbe a trarne le conclusioni.
In Germania, invece, non si fanno problemi a dirlo con chiarezza. Anche perché hanno interessi opposti. Ci fu anche un pezzo dello Spiegel Online, che io riportai puntualmente sul blog, datato 13 giugno 2012 (ben 4 anni fa), che lo disse con altrettanta chiarezza:
« Con un’uscita dall’Euro e un taglio netto dei debiti la crisi interna italiana finirebbe di colpo. La nostra invece inizierebbe proprio allora. Una gran parte del settore bancario europeo si troverebbe a collassare immediatamente. Il debito pubblico tedesco aumenterebbe massicciamente perché si dovrebbe ricapitalizzare il settore bancario e investire ancora centinaia di miliardi per le perdite dovute al sistema dei pagamenti target 2 intraeuropei. E chi crede che non vi saranno allora dei rifiuti tra i paesi europei, non s’immagina neanche cosa possa accadere durante una crisi economica così profonda. Un’uscita dall’euro da parte dell’Italia danneggerebbe probabilmente molto più noi che non l’Italia stessa e questo indebolisce indubbiamente la posizione della Germania nelle trattative. Non riesco ad immaginarmi che in Germania a parte alcuni professori di economia statali e in pensione qualcuno possa avere un Interesse a un crollo dell’euro. »

www.studiostampa.com

Casa del Clochard: può ridare un filo di dignità e di riservatezza.

www.studiostampa.com

Rassegna Stampa di Sabato 11 febbraio 2017.

CERTIFICAZIONE
IL SOLE 24 ORE Pag. 32 10/02/2017
ISPETTORATO, 200MILA CONTROLLI (CLAUDIO TUCCI)

NORMATIVA ISO
IL PICCOLO Pag. 15 10/02/2017
AUTOVIE VENETE IN SICUREZZA COL CERTIFICATO ISO 39001

AMBIENTE
LA REPUBBLICA Pag. 23 10/02/2017
IL PIANETA MINIERA

AVVENIRE Pag. 22 10/02/2017
ECCO I PRIMI RESPONSABILI DELLA SOSTENIBILITÀ IN CITTÀ (MARINA LUZZI)

IL SOLE 24 ORE Pag. 8 10/02/2017
IL SISTEMA DEL GAS SUPERA IL TEST DELL' EMERGENZA GELO (CELESTINA DOMINELLI)

AGROALIMENTARE
LA NAZIONE (ED. UMBRIA-TERNI) Pag. 24 10/02/2017
AGRIUMBRIA, «FESTA» DELL' AGRICOLTURA RIFLETTORI PUNTATI SULLA ZOOTECNIA (SILVIA ANGELICI)

IL GIORNO Pag. 19 10/02/2017
DECINE DI MALORI ALLE ELEMENTARI: VIRUS O INTOSSICAZIONE ALIMENTARE

L'ARENA Pag. 7 10/02/2017
È NATO IL CONSORZIO DI TUTELA DEL MAIALE MADE IN ITALY

IL GIORNO (ED. METROPOLI) Pag. 50 10/02/2017
PENNETTE CON LE LARVE E PIZZA ALLE CIMICI IN MENSA BOLLONO PROTESTE ALL' ARRABBIATA (PATRIZIA TOSSI)

LA NUOVA SARDEGNA Pag. 17 10/02/2017
SE MUORE L' AGRICOLTURA, MUORE LA SARDEGNA INTERA. (MANLIO BRIGAGLIA)

GIORNALE DI BRESCIA Pag. 35 10/02/2017
SUINO «MADE IN ITALY» LA GARANZIA DEL CONSORZIO

SAFETY - SECURITY - SICUREZZA
MF Pag. 6 10/02/2017
BANCHE, TRACCIATE LE LINEE DELL' INCHIESTA PARLAMENTARE

LA REPUBBLICA Pag. 10 10/02/2017
ISPETTORATO UNICO, FALSA PARTENZA LOTTA AL SOMMERSO SENZA RISORSE (MARCO PATUCCHI)

LA REPUBBLICA Pag. 10 10/02/2017
IL PARLAMENTO SI MOBILITA CONTRO LE MORTI BIANCHE "SERVE IL REATO DI OMICIDIO" (ALDO FONTANAROSA)

SANITÀ - SALUTE
IL SOLE 24 ORE Pag. 9 10/02/2017
GLI ACCORDI SOCIALI DI PROSSIMITÀ RAFFORZANO IL WELFARE (GIORGIO POGLIOTTI)

LA NUOVA SARDEGNA Pag. 31 10/02/2017
SINDACATI PRONTI ALLA BATTAGLIA SIT-IN IN VISTA NEI TRE DISTRETTI

PROFESSIONI
CORRIERE DELLA SERA Pag. 41 10/02/2017
VISITE FISCALI, SISTEMA UNICO GESTITO DALL' INPS

IL GIORNO Pag. 3 10/02/2017
MA IL FISCO È UNA GIUNGLA DI SCADENZE OGNI MESE 80 TASSE DA RICORDARE (ALESSIA GOZZI)

IL SOLE 24 ORE Pag. 9 10/02/2017
PIÙ CONTINUITÀ AI SOMMINISTRATI (CRISTINA CASADEI)

IL SOLE 24 ORE Pag. 31 10/02/2017
MERCOLEDÌ IL «TAVOLO» FRA MEF E PROFESSIONI (FR.MI)

ITALIA OGGI Pag. 27 10/02/2017
ANTIRICICLAGGIO PER GLI STIPENDI (CRISTINA BARTELLI)

ITALIA OGGI Pag. 28 10/02/2017
WELFARE A CHI È FUORI DALL' ORDINE (SIMONA D' ALESSIO)

ITALIA OGGI Pag. 34 10/02/2017
ENPAP, SICAV PSY IN POSITIVO

ITALIA OGGI Pag. 34 10/02/2017
ENTI, NUOVA TASSAZIONE POSSIBILE (SIMONA D' ALESSIO)

ITALIA OGGI Pag. 35 10/02/2017
PROFESSIONISTI, NIENTE IRAP SE L' ATTIVITÀ È ORGANIZZATA DA TERZI

ITALIA OGGI Pag. 41 10/02/2017
BUON LAVORO A MIANI E AL NUOVO CNDCEC

LA NAZIONE Pag. 24 10/02/2017
AMBULANTI VIA DALLA BOLKENSTEIN CONFCOMMERCIO: BASTA RIMPALLI

LA REPUBBLICA Pag. 10 10/02/2017
"LE STRAGI SI FERMANO COMBATTENDO ABUSI E PRECARIATO" (MARCO RUFFOLO)

LA STAMPA Pag. 38 10/02/2017
ARTIGIANI E COMMERCIANTI APRONO AL CONFRONTO E IL COMUNE LI CONVOCA

LA VERITÀ Pag. 18 10/02/2017
PRIMO SCIOPERO DEI COMMERCIALISTI DAL 1900 (CLAUDIO ANTONELLI)

LIBERO Pag. 21 10/02/2017
ESPERTI MULTICANALE FRA I PIÙ RICHIESTI

LIBERO Pag. 37 10/02/2017
UBER, 500 MEZZI E 29MILA CLIENTI «CON NOI ANCHE MOLTI EX TASSISTI»

MF Pag. 16 10/02/2017
SEMPRE PIÙ CREDIBILE L' INVESTIMENTO AD ALTO IMPATTO SOCIALE PER L' INVESTITORE A LUNGO TERMINE (SERGIO CORBELLO)

SOCIETÀ E IMPRESE
CORRIERE DELLA SERA Pag. 39 10/02/2017
«EVASIONE, RECUPERATI 19 MILIARDI SARANNO STRUTTURALI, NON UNA TANTUM»

IL SOLE 24 ORE Pag. 6 10/02/2017
IL FISCO DEI RECORD E IL FISCO DELLA REALTÀ (SALVATORE PADULA)

IL SOLE 24 ORE Pag. 7 10/02/2017
SUD, IN ARRIVO LA CUMULABILITÀ DEI BONUS (CARMINE FOTINA)

IL SOLE 24 ORE Pag. 8 10/02/2017
I RICAVI DELL' INDUSTRIA LONTANI DAI LIVELLI PRE-CRISI (LUCA ORLANDO)

IL SOLE 24 ORE Pag. 9 10/02/2017
RETI DI IMPRESA, CRESCITA CONTINUA (NICOLETTA PICCHIO)

IL SOLE 24 ORE Pag. 35 10/02/2017
PMI, FONDI PER L' ACCESSO AL CREDITO (PAGINA A CURA DIMARIA ADELE CERIZZA)

ITALIA OGGI Pag. 26 10/02/2017
VOLUNTARY CON IL TURBO

ITALIA OGGI Pag. 33 10/02/2017
BILANCI XBRL, BASTA UN CLIC

ITALIA OGGI Pag. 36 10/02/2017
REVISORI NEWS


Riproduzione autorizzata Licenza Ars Promopress (2016) 
                    ad uso esclusivo del destinatario.

         Vietato qualsiasi altro uso non autorizzato.
www.studiostampa.com