domenica 12 luglio 2015

Storia di "Pascucci", una vera istituzione a Roma.

Invitiamo il signor Ambrosino, discendente del Fondatore ed attuale proprietario, a raccontarci la storia dei “Frullati Pascucci”. 

Mio zio Carlo entrò in questo bar nel lontano 1936 all'età di 16 anni ed aiutava il cognato nel lavoro, non era uno dei periodi più promettenti per una attività, alle porte di una guerra che comportava grosse difficoltà ad avere il minimo di materie prime: pensiamo al grande problema a reperire anche un solo chilo di caffè, al suo posto veniva usato un “surrogato“, il tutto reperibile solo alla borsa nera.
Con la fine della guerra, e purtroppo con la morte del cognato di zio Carlo, lui entrò completamente nell'attività e con la venuta degli americani a Roma ebbe l’intuito di creare questi famosi frappè che gli americani chiamavano “smoothies“, fu così che nacque l’ancora oggi richiestissimo “MONTEROSA” e via via i vari frappè di Caffè, Vaniglia, Mandorla e soprattutto il superenergetico Uovo e Marsala.
Quando mio zio Carlo vide che la cosa poteva funzionare decise di passare all’utilizzo della frutta, ma non avendo molti soldi andò da "Cucciollo", vecchio negozio di elettrodomestici al Ghetto. Gli spiegò il suo progetto e Cucciollo, sicuro della riuscita, gli diede fiducia offrendogli 10 frullatori, i mitici Braun indistruttibili che ancora oggi sfruttiamo, con pagamento quando poteva. Altri tempi e altre persone.
Da lì cominciarono ad uscire frullati a non finire tra cui il richiestissimo “MISTO AMALFI” fatto con frutta mista, amarena e spremuta di limone; il Fragola e Banana; l’Assortito, fatto con frutta e uovo al latte, e tanti altri per la felicità dei romani e dei turisti che ci hanno fatto conoscere in tutto il mondo.
Ad oggi ci troviamo su quasi tutte la guide turistiche, anzi su tutte tranne quella tedesca che ancora insiste a chiederci soldi, nonché su Google e TripAdvisor; tra poco rinnoveremo totalmente il nostro Sito per meglio promuoverci sul Web.
Per concludere, con una nota polemica, dopo tutte le peripezie che il locale è riuscito ad affrontare e superare negli anni è ormai riconosciuto come locale storico! Anche se ha perso un po’ del suo intramontabile fascino a seguito dell’ultimo rinnovo impostoci dalle nuove normative, alla faccia dei locali storici… Ma tant’è… 
Per quanto ci riguarda continueremo a difendere le nostre tradizioni puntando, come sempre, sulla estrema cura della qualità. 
A PRESTO !
Bar Pascucci di Ambrosino Bruno
Via di Torre Argentina, 20
00186 - Roma 

www.studiostampa.com