giovedì 26 giugno 2014

ROMA: presentata la manifestazione dedicata all’antica tradizione delle decorazioni floreali

Edizione 2013 e presentazione 2014 - Cliccate QUI !
INFIORATA STORICA DI ROMA E V CONGRESSO INTERNAZIONALE DELLE ARTI EFFIMERE. 
DAL 26 AL 29 GIUGNO
Si è tenuta il 24 giugno 2014, presso la Sala Parsi dell’Assessorato Roma Produttive, la conferenza stampa di presentazione della IV Edizione dell’Infiorata storica della capitale e il V Congresso Internazionale delle arti effimere. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco Roma Capitale, in collaborazione con le associazioni Infioritalia e Città dell’Infiorata, rende omaggio all’antica tradizione delle decorazioni floreali nata proprio a Roma nella prima metà del XVII secolo in occasione della festa di San Pietro e Paolo, i Patroni della capitale. Si comincia oggi Giovedì 26 giugno con il Congresso Internazionale presso la Pontificia Università Urbaniana. Una quattro giorni dedicata a un’arte centenaria che culminerà il 28 e il 29 giugno nell’esposizione di quadri dipinti con petali di fiori, sabbia, sale e trucioli di segatura. La mostra a cielo aperto sarà allestita lungo via della Conciliazione e in piazza Pio XII. Un’esplosione di colori allieterà lo sguardo delle migliaia di persone che assisteranno alla Santa Messa e all’Angelus di Papa Francesco. 
Hanno partecipato alla presentazione dell’evento Marta Leonori, Assessore Roma Produttiva, l’on. Mino Dinoi, Presidente Commissione Speciale “Politiche Comunitarie” Affari comunitari, fondi strutturali e iniziative comunitarie di Roma Capitale - Rapporti con la Commissione Europea, l’on. Valentina Grippo, Presidente XII Commissione Consiliare Permanente Turismo, Moda e Relazioni Internazionali, Jacopo Emiliani Pescetelli, vicepresidente I Municipio. 
Al tavolo, inoltre, i rappresentanti del Comitato organizzatore Lucia Rosi, Presidente della Pro Loco Roma Capitale, Andrea Melilli, Presidente di Infioritalia, Mauro Abbondanza, responsabile comunicazione V Congresso e Pro Loco di Roma, e Luigina Di Liegro, Presidente di Restipica (Anci). 
I numeri della manifestazione, patrocinata dalla Regione Lazio, da Roma Capitale e dall’Assessorato alla Cultura Creatività e Promozione Artistica, testimoniano l’importanza dell’antica tradizione che torna di diritto nella città che le ha dato vita e dalla quale si è diffusa in tutto il mondo. Prenderanno parte 50 delegazioni provenienti da ogni parte del mondo - Argentina, Messico, Giappone, Spagna, Germania - 500 partecipanti, 1500 maestri infioratori Saranno utilizzati 500mila fiori, 2 tonnellate di sale e 100 sacchi di trucioli di segatura, oltre 3.000 mq di opere floreali. 
L’assessore Marta Leonori è stata la prima a prendere la parola. “Trovare nelle radici delle feste tradizionali il filo che lega la comunità al territorio della nostra bellissima città deve essere l’impegno prioritario delle istituzioni. Roma è una capitale europea dove il legame con le tradizioni e il territorio è ancora molto forte. La stessa composizione geografica ci dice che Roma è una città di territori, di quartieri, di luoghi vissuti. Tutto questo è arrivato fino a noi anche grazie alle tradizioni, che sono il tassello più popolare della storia di Roma. Una festa dal sapore antico, che mantiene inalterata la bellezza dell’esplosione dei colori e la ricchezza di un’arte ormai diffusa in tutto il mondo”.
L’on. Mino Dinoi ha affermato: “Sono convinto dell’importanza della valorizzazione di iniziative culturali come questa, che hanno l’obiettivo di conferire nuova vita alle antiche tradizioni locali, grazie alla visibilità internazionale. Roma Capitale offre il suo patrocinio a un evento di ampio respiro nell’ottica della promozione turistica e lo sviluppo culturale della città che vuole giocarsi il suo ruolo di capitale ospitando delegazioni provenienti da tutto il mondo”. 
Parole di elogio anche da Jacopo Emiliani Pescetelli: “Accogliamo con onore che si possa organizzare un evento così importante nel nostro Municipio, in particolare nella splendida cornice di via della Conciliazione. In un momento storico in cui spesso le vie e le piazze della nostra zona sono soggette a occupazioni improprie, trasformare queste occupazioni con colori e arte vuol dire riappropriarsi del bene pubblico”
Ha sposato appieno l’iniziativa l’on. Valentina Grippo. “Questo è un esempio di come a Roma si debba coniugare tradizione e valorizzazione internazionale della capitale. Ritengo molto importante che alla presenza di 50 delegazioni mondiali si possa promuovere l’artigianato artistico floreale. E’ un’occasione di promozione turistica ma anche di rilancio di un aspetto della nostra creatività che tutto il mondo ci invidia”.
Per ulteriori informazioni contattare lo 06.8992.8530 oppure: 

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.