venerdì 15 febbraio 2013

Crediti imprese: il punto sui pagamenti dalla PA

Ritardo pagamenti dalla PA:
le misure di contrasto

Le misure del Governo volte a combattere la piaga del ritardo nei pagamenti dalla PA.

Uno dei problemi che affligge le imprese italiane e quindi l’intera economia del Paese è il ritardo nei pagamenti dalla PA, ma la piaga è estesa anche tra le imprese stesse. Solo dalle PA i mancati pagamenti ammontano a circa 80-100 milioni di euro.
Questo causa infatti notevoli problemi di liquidità che impediscono gli investimenti e la crescita competitiva del tessuto produttivo italiano. 
Fonte PMI - Articolo Completo

www.studiostampa.com

Eco-incentivi per auto aziendali dal 14 marzo

Le domande per gli eco-incentivi 2013 sui veicoli di imprese e liberi professionisti scatta a marzo: guida ai requisiti e alle istruzioni per accedere al contributo statale, svolgendo la pratica direttamente dal concessionario.

Eco incentivi
per auto aziendali
al via dal 14 marzo
Gli eco-incentivi 2013 per imprese e professionisti partiranno il 14 marzo, 30 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo. Per quest’anno sono disponibili 40 milioni di euro.
L’incentivo 2013 è pari al 20% del costo del veicolo: tetto massimo 2mila, 4mila o 5mila euro a seconda delle emissioni di CO2. Si calcola che le risorse saranno sufficienti per appena 25-30mila veicoli: precedenza a chi acquista prima, quindi è bene affrettarsi. 
Fonte PMI - Articolo Completo

www.studiostampa.com

martedì 12 febbraio 2013

ATAC, SCHIUMA: "ANTITRUST FA GIUSTIZIA DI 'PORCATA' PDL-PD"

Fabio Sabbatani Schiuma
(OMNIROMA) Roma, 12 FEB - "L'Antitrust, bocciando l'affidamento 'in house' all'Atac fino a dicembre 2019, di tutto il trasporto in superficie e in metropolitana, fa giustizia di una forzatura, anzi una vera e propria, 'porcata' targata Pdl e Pd. A novembre in aula sono stato l'unico a votare contro e sarebbe ora che i giornali iniziassero a pubblicare le liste dei 90 supermanager Atac, che intascano dai 150.000 ai 550.000 euro l'anno e sono pagati almeno tre volte tanto un direttore del comune di Roma". Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino Fabio Sabbatani Schiuma, presidente del gruppo 'Popolo della vita - Trifoglio', per il quale "l'averlo affidato ancora ad Atac rappresenta un vero e proprio schiaffo ai romani, visto poi che pagano 3.000 delle vecchie lire a corsa".
"La verità - continua Schiuma - è che Atac si è contraddistinta finora solo per essere un pozzo di San Patrizio per il clientelismo dei partiti ed ecco perché PdL e PD hanno votato 'a braccetto' questa forzatura e piazzano i loro raccomandati, mentre gli autisti vengono spremuti, i precari mandati via e i fornitori non pagati. Con la liberalizzazione - conclude Schiuma - e l'apertura al libero mercato, cosa che accade In Europa e anche in molte città italiane, sarebbe costretta a rendersi competitiva e a migliorare la qualità del servizio offerto agli utenti, che oggi non è all'altezza di una capitale europea".
red121038 FEB 13

www.studiostampa.com

lunedì 11 febbraio 2013

Il Papa lascia il Pontificato per “l’età avanzata”

“Lascio per il bene della Chiesa”. Con queste parole, Benedetto XVI ha annunciato l’intenzione di mettere fine al proprio pontificato a partire dal prossimo 28 febbraio. L’annuncio è stato fatto personalmente dal Papa in latino, durante il concistoro per le nuove canonizzazioni.

Il Papa ha spiegato di sentire il peso dell’incarico di pontefice e di aver a lungo meditato su questa decisione. La forza, ha detto il Papa, “per l’età avanzata negli ultimi mesi, in me è diminuita in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato”. 

La decisione, una prima assoluta in epoca moderna, è stata come “un fulmine a ciel sereno”, secondo le parole del cardinale Angelo Sodano. Svariate le attestazioni di stima e di solidarietà da parte del mondo politico e istituzionale, in Italia e nel mondo.

Fonte: EURONEWS

(Audio – Latin)