sabato 19 gennaio 2013

Fatelo girare, è un aiuto concreto per districarsi nel labirinto delle possibili assistenze !

E' nato il 15 dicembre 2012 il Sito Aiuto Anziani
Nessuno meglio di noi conosce il senso di solitudine e di impotenza che ci afferra quando non vediamo come poter risolvere i problemi, gravi o piccoli che siano, quando la nostra salute ci comincia a creare problemi, o i figli, per chi ne ha, sono lontani e non riescono a darci il conforto che vorremmo da loro. 
http://www.aiutoanziani.it/

www.studiostampa.com

Riforma forense in “Gazzetta”: il calendario dell’attuazione

Giuseppe Sileci (Guida al Diritto) - Fonte Il Sole 24ORE
La legge 31 dicembre 2012 n. 247, “Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense”, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 15 del 18 gennaio 2013. Decorsi i canonici quindici giorni dalla data di pubblicazione, però, non tutte le norme saranno applicabili. Anzi, gli interpreti dovranno risolvere un vero rompicapo perché molte delle disposizioni rimarranno sospese fino a quando non saranno stati approvati i regolamenti previsti dalla medesima legge.

L’ANALISI DELLA RIFORMA ARTICOLO PER ARTICOLO 


VIABILITÀ, SCHIUMA: "SERVE PARCHEGGIO GALOPPATOIO PER TRIDENTE"

 Parcheggi !
(OMNIROMA) Roma - "Che fine ha fatto l'ampliamento del parcheggio del galoppatoio, ossia un terzo nuovo piano sotterraneo, con un nuovo collegamento pedonale meccanizzato per piazza del Popolo, oltre alla ristrutturazione di quello già esistente per piazza di Spagna. La conferenza dei servizi lo aveva licenziato e avviato nel 2009: che fine ha fatto la gara?".
Lo dichiara, in una nota, Fabio Sabbatani Schiuma, consigliere comunale di Roma. "Il costo dell'opera - continua Schiuma - è 'zero', poiché il concessionario, gli spagnoli della Saba, coprirebbe totalmente
l'investimento e i lavori si sarebbero dovuti già iniziare da anni e concludere entro il 2013: il sindaco Alemanno si riempie sempre la bocca sulla pedonalizzazione dell'area tridentina, senza in realtà realizzare l'unica vera opera necessaria per tale scopo".
red 81559 GEN 13

www.studiostampa.com

mercoledì 16 gennaio 2013

Come accedere alla pensione: analisi caso per caso

Pensione anticipata, supplementi pensionistici INPS, computo dell'anzianità contributiva e congedi, pensioni di inabilità, opzionalità del sistema di calcolo contributivo:
ecco quando andare in pensione dopo la Riforma Fornero.
Filippo Davide Martucci - gennaio 2013 - Fonte PMI
Pensioni: l'applicazione INPS
delle nuove regole della Riforma,
caso per caso

In questa guida sintetica vediamo come l’INPS applica le “nuove disposizioni in materia di trattamenti pensionistici riguardanti i lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria ed alle forme sostitutive ed inclusive della medesima, nonché alla gestione separata di cui all’art. 2, comma 25 della legge 8 agosto 1995, n. 335”.
Sono le indicazioni fornite alle sedi locali con il Messaggio n. 219 del 4 gennaio scorso, condiviso con il ministero del Lavoro:
(Articolo Completo

www.studiostampa.com

domenica 13 gennaio 2013

Più possibilità = più democrazia. Facciamoli Nascere !

di Stefano Davidsonstefanodavidson@virgilio.it )
UN APPELLO A TUTTI  I  LETTORI  DI QUESTO SITO CHE NON HANNO INTENZIONE DI VOTARE ALCUN PARTITO CHE FOSSE COINVOLTO IN PARLAMENTO NELL'ULTIMA LEGISLATURA (O MAGARI ANCOR MEGLIO IN ALCUNA LEGISLATURA NEGLI ULTIMI 50 ANNI). ATTENZIONE, LO SPAZIO TEMPORALE CONCESSO DALLO SCIOGLIMENTO DELLE CAMERE AL MOMENTO DELLE PROSSIME ELEZIONI A FINE FEBBRAIO È IL MINIMO CONSENTITO DALLA NOSTRA COSTITUZIONE.
Ciò è stato stabilito per un motivo soltanto, che non è, come qualcuno sostiene, l'ingresso nel semestre bianco per Napolitano, ovvero il periodo di tempo, che si identifica con gli ultimi sei mesi del mandato del Presidente, durante il quale non può sciogliere le Camere  (Limitazione intesa a evitare colpi di mano da parte del Presidente della Repubblica, che sciogliendo le Camere potrebbe dilazionare l'elezione del proprio successore o addirittura sbarazzarsi di un parlamento sfavorevole alla sua rielezione). E questo perché nonostante originariamente non fossero state previste eccezioni, in vista del semestre bianco di Francesco Cossiga, il cui mandato sarebbe cessato il 3 luglio 1992 quindi in sovrapposizione con gli ultimi mesi della X Legislatura - che andava a naturale scadenza il 2 luglio dello stesso anno -, CI SI ACCORSE DEL PARADOSSO DI UN PRESIDENTE CHE NON AVREBBE POTUTO TECNICAMENTE SCIOGLIERE UN PARLAMENTO CHE ERA A SUA VOLTA IN SCADENZA DI MANDATO. Di qui la modifica costituzionale del secondo comma, che permette lo scioglimento delle Camere se gli ultimi sei mesi del mandato presidenziale coincidono in tutto o in parte con quelli del mandato parlamentare  da cui si evince che NEMMENO QUEST'ANNO  ESISTE IL SEMESTRE BIANCO, causa la fine simmetrica della legislatura e del settennato.
IL SOLO E UNICO MOTIVO DI QUESTA ACCELERAZIONE DEI TEMPI È QUINDI IL BOICOTTAGGIO PRODITORIO E PALESE DELLA COSTITUZIONE E DELLA NASCITA DI NUOVI SOGGETTI POLITICI CHE POSSANO PRESENTARSI ALLE ELEZIONI E ROMPERE LE UOVA NEL PANIERE A CHI PRETENDE DI AVER AVUTO IN USO PERENNE IL PARLAMENTO.
Grillo e il Movimento 5 Stelle hanno già subito angherie in questo senso, ancora ne stanno subendo e altre ne subiranno, ma sostanzialmente, grazie al lavoro svolto in questi ultimi anni, hanno raggiunto una solidità per cui dovrebbero farcela a concorrere contro i soliti noti.
Tutti gli altri invece, i movimenti/liste e partiti minori, trasversali che non appartengono in alcun modo alla vecchia politica si trovano nell'assurda situazione di aver dovuto lottare contro il tempo:
A) per la scelta dei propri candidati,
B) per trovare un programma comune quando (come nella stragrande maggioranza dei casi) si è trattato della spontanea unione di più realtà presenti sul territorio aventi come unico scopo IL RINNOVAMENTO DELLA POLITICA,
C) per la presentazione e registrazione di simboli e liste elettorali,
D) per la raccolta delle firme, ovvero il sangue d'inchiostro che serve per far vivere queste entità che vorrebbero cambiare le cose. Senza il numero adeguato di firme in ogni collegio qualunque Movimento/lista o partito diventa automaticamente NULLA, anche se fosse capeggiato da Gesù Cristo, Ghandi o Martin Luther King in persona.
PER QUESTA RAGIONE CHIEDO A TUTTI QUANTI DI ANDARE A FIRMARE PER QUELLA LISTA O MOVIMENTO O PARTITO IN CUI CREDONO.
VI CHIEDO DI ANDARE NEL VOSTRO COMUNE ALL'UFFICIO ELETTORALE A VEDERE SE CI SONO LE LISTE DEPOSITATE IN ATTESA DI UNA FIRMA.
VI CHIEDO DI INFORMARVI PRESSO I SITI  DI CHI SOSTENETE E VORRESTE VOTARE LE PROSSIME ELEZIONI SU DOVE POSSIATE ANDARE A FIRMARE.
QUESTO VE LO CHIEDO A PRESCINDERE DAL FATTO CHE IO SIA CANDIDATO IN UNA LISTA (CHE COME DETTO RENDO NOTA SOLO A CHI ME LO CHIEDE IN PRIVATO SU FB), VE LO CHIEDO PERCHÉ QUESTA PRIMA FIRMA, QUELLA CHE FA NASCERE UNA “POSSIBILITÀ” DI VOTO IN PIÙ, ALTRO NON È CHE UN PO' PIÙ DI DEMOCRAZIA PER TUTTI, ALTRO NON È CHE UNA MINACCIA (E FORSE ADDIRITTURA UN'ARMA) CONTRO TUTTI QUELLI CHE CI HANNO ALLEGRAMENTE TARTASSATO E VIOLENTEMENTE FOTTUTO IN TUTTI QUESTI ANNI LEGISLATURA DOPO LEGISLATURA.
QUINDI RIBADISCO E VI PREGO, FIRMATE E FATELE NASCERE QUESTE ALTERNATIVE!
SE NON ALTRO TALI SONO E CI PERMETTERANNO DI METTERE IN DISCUSSIONE IL SOLITO BALLETTO PDL - PD, QUESTA VOLTA TERRIBILMENTE “IMPERICOLOSITO” DAL “PROFESSOR MORTE” MARIO MONTI, CHE È POI QUELLO CHE “IN ALTO” CI VORREBBERO IMPORRE UN'ALTRA VOLTA.
GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE ANDRANNO A FIRMARE PER CHIUNQUE FIRMERANNO.
PS:
Qualcuno obietterà che con troppe alternative si rischia una dispersione di voti. Io rispondo che probabilmente è vero, ma preferisco comunque avere una possibilità in più piuttosto che una in meno. E sottolineo che il numero degli indecisi e di quelli che non vogliono andare a votare è talmente alto che, comunque, ci sarebbe dispersione, ma a favore dei soliti noti. In questo caso invece si potrebbe portare magari qualche realtà degna e, addirittura, qualche persona degna, a provare a cambiare davvero le cose, oppure a diventare quel granello di sabbia che fa schiantare l'ingranaggio rendendoci così la nostra libertà.

www.studiostampa.com