sabato 12 gennaio 2013

DISABILI, SIBAUD-SCHIUMA: SU TRASPORTO NESSUNO FACCIA GIOCHI STRANI

(OMNIROMA) Roma, 12 GEN - "Con quale criterio si è proceduto al riaffido ad Atac del servizio trasporto disabili? Quali migliorie sono state proposte e per quale motivo gli utenti, principali fruitori di tale servizio, non sono stati interpellati e coinvolti, come da accordo preso l'8/1/2013 con le consulte, a partecipare alla commissione Politiche sociali, indetta dal presidente Tredicine? Non si giochi sulla pelle dei disabili e non si facciano giochi strani con eventuali altre ditte subappaltatrici". Lo dichiarano in una nota congiunta Roberta Sibaud, vice presidente dell'associazione 'Donne per la Sicurezza onlus' e membro Consulta Handicap Municipio II e III, e il Consigliere Comunale Fabio Sabbatani Schiuma, Presidente gruppo 'Trifoglio - Popolo della Vita'.
"Chiediamo - continua la nota - ai consiglieri Cassone (PDL), Torre (LCA), De Luca (UDC), Atzuni (SEL), Alzetta (Action), Fioretti (La Destra), Voltaggio (IC) e Vigna (API), firmatari insieme a Tredicine stesso, della mozione presentata e approvata giovedì scorso in aula Giulio Cesare, se abbiano mai sperimentato un viaggio su uno dei tanti 'carri bestiame' dell'Atac, privi di ammortizzatori, di riscaldamento/aria condizionata, rumori assordanti di lamiere, e come asserito dagli stessi autisti, pulmini che viaggiavano privi di assicurazione e senza la garanzia di una revisione, requisito importante per la sicurezza e l’incolumità degli autisti e degli utenti. Per non parlare - prosegue la nota - degli orari, fino alle 21.00 di sera con esclusione dei festivi, e con la restrizione economica e delle categorie: lavoro, fisioterapia studio e attività sociali; per questa ultima categoria sono previsti solo 5 viaggi tra andata e ritorno al mese), non permettendo alle persone con disabilità di poter avere una vita sociale, anche in considerazione dei pochi taxi attrezzati con pedana (7) esistenti a Roma. Chiediamo infine - conclude la nota - di tutelare gli autisti licenziati dalle ditte subappaltatrici del servizio a chiamata per i disabili gestito da Atac, sospeso dal 28.12.2012, e se il vicesindaco Belviso sia a conoscenza di questa situazione e del fatto che, malgrado i vari sovvenzionamenti comunali, il parco pulmini dell’Atac sia sempre più obsoleto, fatiscente ed insufficiente, sia per gli utenti accreditati che per le numerose persone in lista d’attesa".
red
121610 GEN 13
www.studiostampa.com

mercoledì 9 gennaio 2013

ATTENZIONE !!! - ELEZIONI 2013 !

Nell'ottica della DOVUTA massima trasparenza e correttezza, rendiamo noti i costi per la produzione di n.500.000 kit per Mailing Postale così composti:
  • n.1 PIEGHEVOLE stampa in quadricromia F/r, f.to aperto A4 chiuso cm 10x21 con 3 ante su carta patinata opaca gr.90. 
  • n.1 LETTERA stampa in quadricromia solo fronte, f.to A4 su carta usomano gr.80 
  • n.1 BUSTA commerciale non personalizzata f.to cm 11x23 con finestra per imbustamento automatico.
Verrà effettuata la laserizzazione da file Excel fornito: ogni singola lettera sarà personalizzata con nominativo e recapiti postali del Destinatario.

Nella  lavorazione  includiamo:
  • la piegatura  della  Lettera e il relativo inserimento della  stessa insieme  al  pieghevole  nella  busta, 
  • la legatura per la spedizione  postale, 
  • l’elaborazione informatica e la stampa della relativa documentazione postale.
Progetto creativo e impaginazione grafica dei singoli prodotti del kit INCLUSA

Quantità N° 500.000 .......................................................................... €. 0,145  cad. + IVA
Kit di 4 biglietti f.to 8,5x5,5 stampa a colori per 500.000 buste cp. Inser.to incl. …... €. 0,0142 cad. + IVA
Consegna Ufficio Postale INCLUSA
Spese postali a carico del Cliente  -  Validità Offerta: 45 gg. (dalla data odierna).
Modalità  di pagamento:
essendo il prezzo vicinissimo ai costi vivi, il saldo sarà solo ed esclusivamente anticipato all'ordine.
Restiamo a disposizione per ulteriori  richieste e/o delucidazioni, al fine di avere le tempistiche idonee per l’approvvigionamento dei materiali e tutte le lavorazioni relative.

www.studiostampa.com  -  info@studiostampa.com 

martedì 8 gennaio 2013

La fatale attrazione tra giornalisti e sinistra

da IL GIORNALE - di Paolo Bracalini

Roma L'irresistibile e magnetica attrazione verso il centrosinistra, area politica giornalisticamente corretta. Non che i giornalisti manchino anche nel centrodestra (Fiamma Nierenstein, Paolo Guzzanti, Magdi Allam, Pionati, Ferrara già ministro e qualche altro), ma davanti a direttori, vicedirettori, editorialisti, conduttori, mezzibusti e inviati sedotti dal Pd si tratta di un fenomeno accessorio rispetto ad un moto costante, tra l'altro in entrambe le direzioni (da giornali e tv al Pd e ritorno al desk), fatto abbastanza anomalo nel giornalismo europeo dove il politico e il reporter sono mestieri diversi e piuttosto incompatibili (Montanelli, nella sua vita, rifiutò una mezza dozzina di proposte di candidatura, cavalierati, posti da senatore a vita, per rimanere «soltanto un giornalista» come racconta nel formidabile epistolario appena pubblicato da Rizzoli).

www.studiostampa.com

Una continua indagine

Bernhard van Lippe-Biesterfeld nel 1942



Da non confondere con 
la "Massoneria".

lunedì 7 gennaio 2013

TEVERE, SCHIUMA: "DETRITI OSTRUISCONO CAMPATE PONTE MILVIO"

 Campidoglio !
(OMNIROMA) Roma, 07 GEN - "Ponte Milvio è stato costruito dai romani con ampi spazi vuoti tra le campate, oltre che per alleggerire il peso del ponte, per far defluire meglio l'acqua. Ora questi vuoti sono tutti riempiti di detriti trascinati dall'ultima piena. In caso di piogge e relativi rischi il ponte, in queste condizioni, sarebbe un ostacolo compatto al defluire delle acque. Chiedo al sindaco Alemanno di attivarsi con urgenza". Lo dichiara in una nota il consigliere comunale di Roma Fabio Sabbatani Schiuma, "indipendente di destra".
red71356 GEN 13

www.studiostampa.com

domenica 6 gennaio 2013

Chiarezza sulla maledetta IMU !

(da IL GIORNALE). Imu incostituzionale: ecco come riaverla.

Naturalmente sullo sfondo c'è la figura di Mario Monti, sulla quale Tremonti va giù duro: «L'Imu era stata introdotta dal governo Berlusconi, ma a partire dal 2014, a invarianza di gettito, senza toccare la prima casa e senza rivalutazione della rendita catastale. Una cosa ben diversa dall'Imu di Monti. Il quale quando dice che l'Imu è un frutto malvagio ereditato dice il falso. E facendo della moralità la sua bandiera politica, ciò è immorale». Tremonti stuzzica Monti e la sua formazione-matrioska («sviti Monti ed esce Casini, lo sviti ed esce Fini, lo sviti ed esce Montezemolo...»), si bea della sua sovraesposizione mediatica («più va in TV meglio è per noi»), irride la sua credibilità internazionale («è apprezzato perché fa gli interessi degli altri Paesi») e fingendo un lapsus definisce la sua l'«agenda Merkel».

www.studiostampa.com