sabato 14 dicembre 2013

Laura Madrigali (Forza Popolare): Vogliamo ricominciare a vivere, morire di tasse non è tollerabile.

Forza Popolare ha detto basta. Dopo che sono rimaste inascoltate anche le richieste degli imprenditori all’Ultimatum Day del 30 novembre scorso a Roma, è iniziata la raccolta delle richieste di asilo politico al Vaticano. Un vero e proprio esodo per gli imprenditori e le vittime di Equitalia senza più nessuna speranza di ripresa. 
Così Laura Madrigali, presidente nazionale di Forza Popolare: “Gli imprenditori italiani, al ritmo di mille imprese chiuse al giorno, da principale risorsa dell’economia del paese che erano in pochi anni hanno perso tutto: aziende, abitazioni, lavoro e dignità. Schiacciati e stritolati dalla pressione fiscale più alta d’Europa, marchiati d’infamia come cattivi pagatori, senza possibilità di accesso al credito perché colpiti da segnalazioni bancarie, con i beni di proprietà colpiti da decreti ingiuntivi, i capannoni, gli uffici e le attività commerciali chiuse, queste vittime della crisi non hanno scampo. Il Governo non riesce a formulare soluzioni per una crescita, e sempre più si è costretti a scegliere se pagare le tasse, pagare lo stipendio ai dipendenti o portare il pane a casa. Questa nazione non la riconosciamo più. Il Governo ha dimostrato che non c’è una volontà politica di trovare soluzioni favorevoli alle imprese, alle famiglie, alla creazione di nuovi posti di lavoro. L’edilizia popolare è ferma, occorrono urgentemente alloggi a prezzi calmierati per chi resta senza casa -sono le dure parole di Laura Madrigali- mentre si concedono sconti e moratorie ai grandi evasori fiscali, si coprono le voragini delle banche che non prestano più denaro e si riducono a mendicare un pasto alla Caritas gli onesti lavoratori, i pensionati, dopo una vita di tasse e contributi pagati. I politici vivono ormai in un altro mondo, un mondo dorato e luccicante fatto di interessi personali, di potere per il potere, che respinge ogni tentativo di dialogo costruttivo che parta dai cittadini. Abbiamo un debito pubblico previsto nel 2014 al 134% del PIL, un deficit al 3%, e si continuano a buttare fiumi di denaro per pagare privilegi, consigli di amministrazione di Enti inutili, stipendi e pensioni d’oro. Se non si fanno passi concreti per risolvere i problemi dei datori di lavoro, non si può certo pensare di sollevare la nostra economia dai costi della disoccupazione. Credo che la spina alla politica stavolta saranno i cittadini a staccarla, sottraendosi a questo gioco al massacro. Confido che Papa Francesco saprà capire il dramma di chi si sente costretto a cercare un rifugio altrove perché vittima di un disegno politico perverso e allucinante, votato all’impoverimento sistematico di ogni risorsa nazionale e personale dei cittadini italiani, perseguitati in più da tassazioni e interessi di mora insostenibili. Abbiamo adottato come immagine simbolo dello sfacelo italiano la nave mercantile Vlora -prosegue Laura Madrigali - che arrivò al porto di Bari nel 1991 carica di profughi albanesi. Il ricordo di quell'approdo è ancora ben vivo nella nostra mente, riflettano i politici italiani e i burocrati europei su come hanno fatto diventare l'Italia da terra promessa a terra dalla quale fuggire in meno di vent'anni, un crocevia di immigrazione dove neppure più i profughi che arrivano coi barconi dalle coste africane desiderano rimanere".
Lo studio legale dell'avvocato Simone Sacchetti di Bologna è stato eletto come domicilio per la raccolta delle istanze di asilo politico allo Stato di Città del Vaticano per motivi umanitari. 
Gli imprenditori e i loro famigliari che, riconoscendosi nelle motivazioni presentate da Forza Popolare, intendono liberamente presentare la richiesta di asilo politico, possono farlo tramite l’iniziativa Bye Bye Italy visibile alla pagina Facebook: 
facebook.com/byebyeitaly o scrivendo all’indirizzo e-Mail: byebyeitaly.asilopolitico@forzapopolare.it

Si prega di dare rilievo stampa alla notizia.
Per contatti e interviste, l’addetta stampa è disponibile 
al numero: 335.8088.688
e all’ indirizzo e-Mail: ufficiostampa@forzapopolare.it

www.studiostampa.com

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.