mercoledì 24 luglio 2013

IL VIAGGIO DEL PAPA IN BRASILE

Rio abbraccia il Papa   versione testuale

È stato un calorosissimo benvenuto quello che Rio ha riservato a Papa Francesco arrivato, lunedì 22 luglio, in terra carioca per la Gmg. “Il Papa è molto contento dell’accoglienza e del modo in cui la città gli ha manifestato il suo entusiasmo e il suo affetto”, ha detto padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede in una conferenza stampa al termine della giornata. Sceso dall’aereo, dopo il saluto alla presidente Dilma Rousseff e alle autorità, il Pontefice ha percorso vari chilometri a bordo di un’utilitaria grigia – una Fiat Idea - che più volte è stata fermata dalla folla che tentava di salutarlo. “Papa Francesco era sorridente e molto contento, non aveva nessun timore. È stata una straordinaria esperienza di entusiasmo dei giovani e del popolo”, ha commentato ancora padre Lombardi secondo il quale “non ci sono problemi e preoccupazioni particolari per la sicurezza”. Neppure per la notizia diffusasi in serata del ritrovamento, domenica 21, di un ordigno rudimentale in un bagno pubblico vicino al Santuario di Aparecida dove il Papa si recherà Mercoledì.
L’ultima parte del tragitto verso il Palazzo di Guanabara – dopo che il corteo aveva imboccato per errore una strada chiusa – è stata percorsa a bordo di un elicottero “anche per evitare – ha detto Lombardi – le manifestazioni che si svolgevano nei pressi del Palazzo”. Nell’incontro privato con la presidente Rousseff il Papa ha affrontato “il tema della cultura dell’incontro contro quella dell’emarginazione” mentre il Capo di Stato ha sottolineato il grande impatto della recente visita a Lampedusa e ha espresso l’auspicio che “il viaggio del Papa possa incoraggiare la fede in Brasile”.
“Nel suo discorso – ha rilevato Lombardi – il Papa ha parlato del cuore immenso del Brasile e ha indicato molto bene la sua visione del popolo brasiliano e dei giovani”. Anche durante il volo, parlando con i giornalisti al seguito, il Pontefice aveva rimarcato la necessità di vedere la gioventù come parte integrante della società: “I giovani – ha detto Lombardi riassumendo il pensiero del Papa – hanno la forza del futuro, ma gli anziani sono la saggezza e per questo non bisogna separare le generazioni”.


Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.