mercoledì 3 luglio 2013

CULTURA & MONDANITA’ ALL’UNAR DI ROMA PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “NEUTRALITA’ E CROCE ROSSA”

Lo scorso giovedì 27 Giugno, presso la splendida cornice della terrazza dell’Unar - Unione delle Associazioni Regionali di Roma e del Lazio, l’Associazione dei “Piemontesi a Roma” ha concluso la prima parte della sua programmazione annuale  presentando il nuovo libro di Matteo Cannonero “Neutralità e Croce Rossa”.
In questo saggio l’autore ha messo in rilievo un momento storico spesso trascurato, cioè il periodo che precede la Convenzione di Ginevra del 1864, con la quale si introdusse il primo corpus normativo a protezione della persona umana e la nascita della Croce Rossa quale ente benefico a servizio dell’Umanità. Cannonero ha voluto sottolineare come l’attività di soccorso sul campo di battaglia, svolta da grandi personaggi quali Ferdinando Palasciano, Henry Arrault, Florence Nightingale e Jean Henri Dunant,  nei confronti di tutti gli esseri umani senza distinzioni di appartenenza, fu determinante per la nascita del concetto rivoluzionario della neutralità degli individui, che diverrà poi uno dei Principi Fondamentali della Croce Rossa.
Dopo i saluti iniziali del Presidente dell’Unar, Dott. Pasquale Mastracchio, è stata la volta degli interventi dell’Avv. Gerardo Di Ruocco, membro della commissione nazionale per la diffusione del Diritto Internazionale Umanitario della C.R.I. e del Prof. Massimo Barra, Commissario Permanente della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, che hanno ricordato l’attualità e l’importanza dei Principi Fondamentali, soprattutto, oltre alla sopracitata Neutralità, quelli di Umanità, certamente il più importante, e di Riservatezza, che consentono ai tredici milioni di volontari nel mondo di operare quotidianamente, rischiando la propria incolumità, per prestare soccorso e alleviare le sofferenze di milioni di individui, vittime spesso dimenticate dei conflitti che insanguinano il nostro pianeta.

I saluti finali sono stati affidati all’On. Valerio Zanone, presidente dell’Associazione “Piemontesi a Roma”, che, in qualità di politico di lungo corso, si è spesso occupato di questioni umanitarie.
  Fra i 150 ospiti intervenuti erano presenti, tra gli altri, l’Amb. Francesco Mezzalama, già titolare delle sedi in Iran e Marocco e poi ispettore Onu; il Gen. C.A. (aus.) Vladimiro Alexitch, presidente nazionale dell’Associazione Arma di Cavalleria; la Sig.ra Silvana Petrucci, presidentessa del Pasfa di Roma; la Sig.ra Maria Antonietta Grima Serra, presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Garibaldina; la Sig.ra Paola Soncini Panerai, presidente dell’Associazione Lucchesi nel Mondo e vicepresidente nazionale dell’Anteas - Cisl; il Dott. Fabrizio Ratto Vaquer, consigliere della delegazione Vicaria per la Città di Roma dell’Ordine Costantiniano; il Dott. Fabio Trebbi, presidente dell’Istituto Svizzero di Roma; l’Avv. Antonio Ieva, presidente dell’Associazione Pugliesi di Roma;  l’Avv. Claudio Lucchi, in rappresentanza del presidente dell’Assomorosini - Sez. di Roma; l’attrice Eleonora Vallone; la cantante Cecilia Gayle; l’Avv. Alessandro Carnevali, segretario generale dell’Unar e presidente dell’Associazione Romana della Ciociaria; il Sig. Paolo Rossi, presidente nazionale dell’Associazione Italiana Collezionisti Tematici di Croce Rossa “Ferdinando Palasciano”, coadiuvato dalla D.ssa Lucia Parboni Arquati; il Gen. B. (r.) Rocco Viglietta, presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Artiglieri; il Prof. Guido Coglitore Garufi, in rappresentanza del presidente dell’Associazione Nazionale Alpini - Sez. di Roma; il Col. Giuseppe Di Marco, in rappresentanza del presidente dell’Associazione Nazionale del Fante - Sez. di Roma; il Cap. di Vascello (r.) Ugo d’Atri, presidente nazionale dell’Istituto Guardie d’Onore al Pantheon; la D.ssa Ambra Minervinifiglia del Magistrato Girolamo Minervini, vittima del terrorismo, in rappresentanza dell’Associazione onlus “Vittime del Dovere”; il Sig. Paolo Onorati, presidente nazionale dell’associazione “You Man Right”; il Dott. Fulvio Rocco de Marinis, prefetto di Chieti; il Prof. Luigi Ciaurro, consigliere parlamentare del Senato della Repubblica.  


La serata si è conclusa con un vin d’honneur con gli ottimi vini dell’azienda “Casale del Giglio” e una degustazione di sigari italiani.





La comunicazione e l’organizzazione dell’evento sono stati affidati allo Studio Scopelliti-Ugolini.

Info e contatti:
Studio Scopelliti-Ugolini
scopelliti.ugolini@gmail.it

+393495487626




















Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.