venerdì 26 luglio 2013

AGCOM: giro di vite contro la pirateria digitale

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), sotto la guida del presidente Angelo Marcello Cardani, ha da poco approvato il nuovo schema di regolamento a tutela del diritto d'autore in Rete. Secondo quanto dichiarato dall'autorità, durante la stesura del documento si è voluto porre l'accento sul contrasto della pirateria digitale effettuata per evidenti fini di lucro, "escludendo dal (...) perimetro d'intervento gli utenti finali (downloaders) e il cosiddetto peer-to-peer".
In Italia, quindi non vi sarà alcuna norma d'ispirazione francese. Niente "legge dei tre schiaffi", come è stata soprannominata Oltralpe: chi usufruire dei contenuti distribuiti online non sarà chiamato in causa. Giro di vite, invece, nei confronti di coloro che mettono a disposizione contenuti soggetti a copyright senza detenere diritti od autorizzazioni.
In questi casi, colui che vanta i diritti su una determinata opera, potrà inviare una richiesta di rimozione all'amministratore del sito web che li ha pubblicati in modo illegittimo. Successivamente, lo stesso soggetto avrà facoltà di rivolgersi all'AGCOM nel caso in cui il primo tentativo di transazione bonaria non dovesse andare in porto. 

Fonte: IL SOFTWARE - Articolo Completo QUI

www.studiostampa.com

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.