venerdì 3 febbraio 2012

Marchiori: «Vi racconto il mio Google»

Dopo aver scritto l'algoritmo di Google, Massimo Marchiori è pronto a scrivere una nuova pagina nella storia del web. Il matematico padovano che nel 1997 regalò a Larry Page l'idea da cui è nato il motore di ricerca più utilizzato al mondo, per poi tornare in Italia a «fare ricerca», Lunedì presenterà in diretta streaming mondiale Volunia.com, il motore di ricerca di terza generazione sviluppato sull'interazione delle persone con le informaizoni online». E lo farà con una conferenza dalla sua Università di Padova. Domenica la prova su Nòva24. Il progetto è top secret. Marchiori non ha mai abbandonato l'idea di inventare Google per la seconda volta. E per anni ha lavorato sodo...
di Antonio Larizza - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/HOG4n

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA 

martedì 31 gennaio 2012

Incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro

E' stato pubblicato l'avviso pubblico INAIL 2011 perrichiedere gli incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro. L'obiettivo è sensibilizzare le imprese ad attuareinterventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro presentando progetti di investimento per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Si tratta di un contributo in conto capitale nella misura del 50% dei costi del progetto per un minino di 5.000 euro fino ad un massimo di 100.000 euro. Possono presentare la domanda le  imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Per l'anno 2011 l'INAIL ha stanziato 205 milioni di euro ripartiti in budget regionali.

La domanda va inviata tramite una procedura informatica sul sito INAIL sezione Punto Cliente entro il 7 marzo 2012 . E' possibile consultare un manuale per l'utilizzo della procedura on line.

A partire dal 14 marzo 2012 sarà pubblicato sul sito INAIL l’elenco in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate. 

Strumenti per l’innovazione: la Certificazione di Qualità

Ottenere una certificazione di qualità è difficile per le aziende in Italia, a causa di procedure difficili e scarso riconoscimento sul mercato: Rapporto Accredia Censis con focus sulle PMI. (Articolo completo - Fonte PMI)


Le imprese promuovono la certificazione di qualità ma non risparmiano critiche sugli eccessivi adempimentirichiesti, o sulla scarsa efficacia nei confronti dei clienti. Sono alcuni dei risultati emersi da una specifica indagine promossa da Accredia, ente italiano di accreditamento, che ha anche delineato gli opportuni strumenti per le Pmi, presentandoli al convegno dedicato al Rapporto Accredia Censis 2011.
Sono oltre 90mila le aziende e quasi 160mila i siti produttivi dotati di certificazione di qualità in Italia, ma considerando il modo in cui vengono vissute le certificazioni dalle aziende, spesso come documento di facciata, ci si interroga se possano costituire lo strumento più idoneo per innovare, visto che la qualità sembra essere un carattere distintivo e performante quando implementato seriamente in una azienda. 

lunedì 30 gennaio 2012

Sprintlazio, servizio di consulenza


Dal mese di febbraio rappresentanti di SACE e di SIMEST incontreranno su appuntamento gli imprenditori laziali per dare informazioni e fornire consulenze specifiche su iniziative di internazionalizzazione avviate o in via di realizzazione. Durante gli incontri saranno infatti esaminati i programmi aziendali rivolti ai mercati esteri, e saranno valutate le tipologie di intervento di cui l’azienda può usufruire.
Gli incontri si inseriscono nell’ambito delle attività di collaborazione delle società con SprintLazio (Sportello regionale per l’Internazionalizzazione) per sostenere il processo di internazionalizzazione delle Pmi del Lazio.
Si ricorda in particolare che il Gruppo SACE offre prodotti e servizi a carattere assicurativo-finanziario, a sostegno del business delle aziende sul mercato internazionale, mentre SIMEST è la finanziaria controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico che promuove e agevola le attività delle imprese italiane all’estero.
Gli incontri si svolgeranno su appuntamento presso i locali di SprintLazio c/o Sviluppo Lazio S.p.A. Via V. Bellini, 22. 
Per richiedere una consulenza ai rappresentanti di SACE e di SIMEST, scrivere a: