sabato 3 dicembre 2011

Quotidiano.net conquista Google News

Milano – Google lancia oggi la nuova interfaccia per la versione italiana di Google News. Tra le novità, la sezione Dalla Redazione, che consente agli editori di dare particolare evidenza a determinati contenuti. Nuove opzioni di personalizzazione sono inoltre state introdotte per gli utenti.

Dalla Redazione è una nuova sezione della homepage di Google News dove vengono mostrati contenuti originali, che gli editori stessi hanno deciso di evidenziare. Le redazioni possono scegliere reportage d’inchiesta, gallerie fotografiche, mappe interattive, grafici o altri contenuti che possano catturare l’interesse dei lettori e creare interazione. Si tratta di uno spazio che consente loro di mettere in evidenza storie che vanno al di là delle pure notizie del giorno.
“E’ ormai da tempo che collaboriamo con gli editori nostri partner per sviluppare modalità innovative che consentano loro di catturare l’interesse dei lettori online e dicreare interazione”, ha commentato Madhav Chinnappa, Head of News Partnerships di Google per l’Europa. “La sezione Dalla Redazione offre agli editori uno spazio dove riunire il meglio del giornalismo tradizionale e digitale, promuovere servizi giornalistici di ampio respiro e sperimentare nuovi formati”.
Dalla Redazione è immediatamente disponibile nella versione italiana di Google News. Ad oggi, Corriere.it, l’edizione online del settimanale L’Espresso, Gazzetta.it, Quotidiano.net, Repubblica.it, Sole24ore.com, Stampa.it e Panorama.it hanno già reso disponibili i propri contenuti. Tutti gli altri editori interessati e non ancora registrati possono richiederlo attraverso il Centro di Assistenza.
Dalla Redazione fa parte di una più ampia rivisitazione di Google News, che ha portato all’integrazione di svariate nuove funzionalità, volte a migliorare l’esperienza dell’utente anche grazie ad ulteriori possibilità di personalizzazione. Ad esempio, da oggi è possibile indicare con quale frequenza si desiderano ricevere le notizie provenienti da una fonte specifica.
Le sezioni in evidenza e Articoli più popolari sono ora posizionate nella colonna di destra della homepage, che è anche più ordinata e ripensata perché i titoli siano più facili da scorrere e i contenuti multimediali organizzati con maggiore chiarezza, anche per rendere più semplice la condivisione degli articoli.
"Siamo orgogliosi che Quotidiano.net sia fra i siti prescelti da Google per arricchire la sezione Google News, a partire dal 1° dicembre - commenta Xavier Jacobelli, direttore di Quotidiano.net - consideriamo tale scelta un significativo e prestigioso riconoscimento al lavoro della redazione di Quotidiano.net e del gruppo Poligrafici Editoriale, la società editrice della nostra testata. Questo è un punto di partenza, non di arrivo, per garantire ai navigatori un'informazione sempre più completa, sempre più autorevole e sempre più tempestiva".
“Con IlSole24Ore.com esploriamo ogni giorno le opportunità che il web e le tecnologie offrono - spiega Elia Zamboni, Vicedirettore del Sole 24 ORE con delega all’on line - per questo abbiamo aderito con convinzione al nuovo servizio di Google News. Siamo convinti delle potenzialità di questa sinergia che, attraverso il coinvolgimento diretto degli editori, permette di offrire agli utenti un servizio informativo ad alto valore aggiunto. Nello spazio ‘Dalla Redazione’ IlSole24ORE.com ogni giorno presenterà direttamente ai lettori di Google News non solo le notizie più importanti della giornata, ma il meglio del proprio lavoro giornalistico sul fronte dell'informazione di servizio rivolta a cittadini, professionisti e imprese: dalle ultime notizie dei mercati finanziari all'impatto quotidiano delle manovre finanziarie, dalle guide pratiche su pensioni e fisco alle news dal mondo della tecnologia e della cultura”.
"E' un'opportunità preziosa per segnalare e far conoscere i contenuti sui quali più puntiamo - dichiara Dario Corradino, caporedattore centrale La Stampa.it. Per qualità, tempestività e originalità. Tutte caratteristiche che solo una scelta editoriale di un quotidiano di grande tradizione può mettere in evidenza".
"Siamo lieti di essere parte di questo importante restyling di Google News e di poter offrire gli approfondimenti di Panorama.it ai milioni di utenti di questo rivoluzionario strumento di informazione" ha dichiarato Giorgio Mulè, direttore di Panorama. "Attraverso l'analisi minuziosa dei fatti di attualità, cronaca e costume la redazione di Panorama.it crea ogni giorno con grande passione contenuti di valore che oggi siamo lieti di poter offrire ad un'audience ancora più ampia grazie all'innovazione tecnologica del nuovo Google News".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

venerdì 2 dicembre 2011

Sanità Religiosa - Cristo Re in sciopero Intesa vicina con il Gemelli.

Archiviata la pratica Santa Lucia - i due decreti per applicare l'accordo di Mercoledì sono stati firmati ieri dalla Polverini - la Regione deve dirimere la matassa.
IL TEMPO :
La sanità religiosa è sull'orlo del crack. La grana più intricata è quella che riguarda il Policlinico Gemelli. La trattativa «sta procedendo. Non ho dubbi che troveremo una soluzione anche per quella situazione», ha spiegato la Polverini, rimarcando le intese raggiunte con Santa Lucia e San Raffaele: «Ci sono problemi complessi che si trascinano da anni, perché abbiamo a che fare con norme regionali e nazionali e con contenziosi altissimi, ma è possibile trovare un equilibrio. Non ho dubbi che troveremo una soluzione anche per il Gemelli». La situazione degli ospedali classificati resta critica. «La sanità in generale e quella religiosa in particolare a causa anche delle assurde politiche regionali, fatte di tagli, liquidazioni a stralcio e ritardi nelle rimesse è ormai quasi al collasso. I lavoratori ad oggi non sanno ancora se percepiranno prima di Natale stipendi e redicesima, ma soprattutto non sanno quale sarà il loro futuro», attacca il segretario provinciale Uil Fpl Paolo Dominici. I medici del Cristo Re oggi sciopereranno. La mobilitazione è stata indetta dall'Anmris a causa del ritardo nel pagamento degli stipendi che va avanti da due anni. Sotto accusa l'amministrazione che, secondo i medici, non ha mostrato «Nè la volontà né la capacità di trovare adeguate soluzioni ai problemi». E proprio il caso Cristo Re preoccupa maggiormente proprio Dominici: «I lavoratori del Cristo Re non capiscono perché si trovano a dover rimediare alla scarsità di presidi chirurgici, ma l'Amministrazione non perde occasione per accusare la Uil-Fpl di fare cannibalismo nei confronti degli altri sindacati o di condurre una battaglia personale e strumentale». Proprio Anmris e Uil-Fpl hanno diffidato l'ospedale dal modificare l'assetto proprietario a favore della Virginia Bracelli Srl. «L'amministrazione fa finta di non vedere i veri problemi, accusa i giornalisti, omette di dire che anche i medici sciperano. Cos'altro serve affinché l'azienda comprenda che il danno d'immagine imputato ai sindacati deriva da scelte sbagliate che negli anni hanno caratterizzato le politiche intraprese dal management e che i 102 milioni di deficit in bilancio non li hanno determinati i lavoratori? Strumentale è nascondere verità e responsabilità; strumentale è nascondere l'assenza di un piano di rilancio e non ammettere il fallimento del Centro del sorriso che pure ha implicato un investimento notevole».

giovedì 1 dicembre 2011

LAVORO, SCILIPOTI (MRN): DEMOCRAZIA SOSPESA "I SINDACATI VOGLIONO FARE POLITICA".

QUANDO I SINDACATI VOGLIONO FARE POLITICA DIRETTA, LA POLITICA HA FALLITO. Crisi della politica, ma di quale politica, di quella fatta da vecchi concetti e vecchi uomini ?
Quando i lavoratori non si sentono più rappresentati in Parlamemto da quei partiti che tradizionalmente dovevano farlo, è giusto che le associazioni di categoria scendano in campo in prima persona a tutela degli interessi rappresentati. Questo è quanto ritiene l'On. Domenico Scilipoti, Segretario Nazionale del Movimento Responsabilità Nazionale. Oggi, in Parlamento, a questo governo delle banche e dei vecchi poteri, che per definizione e principio non possono fare gli interessi dei lavoratori, bensi delle aziende che muovono grossi capitali, vi è una sola opposizione; quella che al voto di fiducia si è schierata contro.
A questo punto ritengo che la FIOM, scendendo in campo in prima persona, possa direttamente cambiare gli equilibri alle prossime elezioni politiche, l'unica perplessità, che da anni mi attanaglia, è quella di vedere la stessa gente rimescolata all'interno delle stesse organizzazoni. Quindi mi chiedo, continua ancora l'On.Scilipoti, "se non ha funzionato prima come può con le stesse persone e per di più con aggiunta dei vecchi della politica, funzionare ora ?" E' necessario un rinnovamento, va dato spazio ai giovani, così come stiamo attuando, con particolare rilievo ai lavoratori, nel nostro Movimento Responsabilità Nazionale.
E' vero che oggi, in Parlamento, i partiti che dovevano tutelare gli interessi dei lavoratori, in particolar modo in quelle aree del sud dove il lavoro scarseggia, si sono coesi con i vecchi poteri accanto alle banche e sulle geometrie del potere partitico. Come si può elevare il pil di una nazione se proprio la parte più importante, ovvero i lavoratori, non sono tutelati ed incentivati ?
L'On. Scilipoti aggiunge, inoltre, di aver sempre sostenuto e tutelato i diritti dei lavoratori sin dalla sua nascita politica, a prescindere dal colore politico di appartenenza e condivide pienamente la scelta fatta dalla FIOM di scendere in campo a difesa dei lavoratori, essendo questo non un tema di destra o di sinistra, ma un tema sociale e di sviluppo del Paese.
"Ho votato No a questo governo delle banche e dei vecchi poteri e rimango da sempre a fianco del popolo e dei lavoratori, oggi ancor di più all'interno del Parlamento con la forza dell'opposizione".
Il lavoro è un valore e va tutelato con ogni mezzo!

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

VINO: VALORITALIA, CONTROLLATO 75% PRODUZIONE ITALIANA QUALITA'

(AGI) - Controlli su 183 denominazioni (139 DOC e 44 DOCG) con una copertura di circa il 75% della produzione e a denominazione del nostro Paese. Praticamente una superficie di circa 163.000 ettari: 226.388 campi di calcio uno accanto all'altro. Per un totale di circa 12.5 milioni di quintali di uva all'anno, quasi 8 milioni di ettolitri di vino imbottigliato, vale a dire oltre 1 miliardo di bottiglie da 0,75. Un quantitativo in grado di riempire 75mila tir, creando una fila da Torino a Taranto. Quasi 200mila i pareri emessi nei primi mesi del 2011, 15mila quelli ispettivi tra vigneto e cantina, 345 le Non Conformita' lievi rilasciate, 636 le non conformita' gravi. Questi i numeri che hanno caratterizzato l'operato di Valoritalia, organismo istituzionale nato nell'agosto del 2009 in risposta alla normativa europea sull'obbligo della terzieta' nel sistema dei controlli per la certificazione dei vini di qualita'. Il 2011 ha confermato l'operativita' di Valoritalia che ha presentato i dati degli ultimi 12 mesi e il programma del 2012 nel corso di un incontro che si e' svolto Roma. "Rispetto a un anno fa - ha commentato Luigino Disegna, Presidente Valoritalia - abbiamo aumentato il nostro raggio d'azione passando da 160 a 183 denominazioni controllate. Un significativo incremento che tradotto in termini pratici, racconta di decine di migliaia di aziende vitivinicole di trasformazione e di imbottigliamento sottoposte al sistema di Valoritalia". Un lavoro che oltre a rappresentare la garanzia su ogni singola denominazione, costituisce anche un fondamentale database per tutti gli addetti ai lavori cui e' destinato un volume di 272 pagine suddivise sulla base delle regioni italiane comprendenti le zone di produzione dei Vini a Denominazione di Origine controllati da Valoritalia. Una sorta di banca dati in grado di fornire notizie esaurienti e precise sui reali volumi di uva prodotti in vendemmia, sulla quantita' di vino ottenuto, su quanta parte di questo vino venga poi concretamente imbottigliata, sull'ammontare delle giacenze e su dove queste si trovano. In occasione della diffusione dei dati 2011, Valoritalia ha inoltre presentato il portale dell'organismo di controllo ( http://www.datidop.valoritalia.it/ ) che, oltre a offrire la possibilita' di visualizzare e scaricare in pdf i dati annuali, consente di scaricare le tabelle rappresentanti le comparazioni trimestrali relative alle certificazioni e agli imbottigliamenti di ciascuna denominazione. "Si tratta di informazioni - ha precisato Ezio Pelissetti, Consigliere Delegato Reparto Regolamentato - che rappresenta un autentico patrimonio sia per i produttori, sia per altri attori della filiera. Con questo lavoro restituiamo ai produttori ed agli operatori i dati del vigneto a Denominazione di Origine Italiano, delle produzioni e del loro andamento negli anni. Un lavoro faticoso ma indispensabile per proteggere e migliorare lo status di uno dei prodotti piu' importante del Made in Italy".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

mercoledì 30 novembre 2011

Equitalia e Mostruosità ! Esperienza Personale !

Qui Roma - Equitalia & C.
Mi chiedono soldi, anche di rate su importi che non devo e mi minacciano per averli ma nessuno ascolta le mie ragioni, non ultima l’Agenzia delle Entrate che, con l’Ufficiale Giudiziario, mi chiede arretrati per i rifiuti e per alcune multe di quando avevo la macchina (venduta anche quella), multe che all'epoca ho impugnato davanti al Giudice di Pace vincendo ed ottenendone l’annullamento, per poi scoprire che le istituzioni non si parlano e che dovevo notificare io le sentenze alle stesse in Via Ostiense, cosa che ho fatto, scoprendo poi che il Comune non ne comunica l’avvenuto sgravio e che l’Agenzia delle Entrate procede comunque; sono andato più volte all’Agenzia delle Entrate di Competenza (Roma 2 in Largo MOSSA, 8) per sentirmi dire che loro non sentono ragioni fino a quando il Comune non comunica lo sgravio e quando sono riuscito con le mie rimostranze a parlare con un “signore” non meglio identificato, col braccio destro “offeso” (qualificatosi come dirigente) mi sono sentito dire, col sorrisetto beffardo di chi gode delle disgrazie altrui, “tanto noi procediamo comunque e non ci interessa che Lei ci faccia vedere le sentenze di sgravio, perché a NOI ci può fermare solo il Comune e non i Giudici”.
Questo è, forse, tutto. Un Grazie sincero per quanto vorrete e potrete fare.

                                                          Giancarlo Bertollini

EQUITALIA - Stop al fisco killer.
Comunicato Stampa dell'Unione Nazionale Consumatori.
Roma, 22 luglio 2011 - “Le sedi dell’Unione Nazionale Consumatori collaboreranno con l’associazione ‘E’ qui l’Italia?’ di Alberto Goffi, nella battaglia contro gli abusi di Equitalia”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC).
“La battaglia contro il fisco killer riguarda tutti e merita il nostro impegno -dichiara l’avvocato Dona- soprattutto in un momento così delicato per il futuro del Paese: uno Stato che va contro i cittadini è un’equazione inaccettabile, soprattutto se a farne le spese sono i contribuenti onesti. Con questa collaborazione, che nasce dall’iniziativa del nostro Comitato di Torino -prosegue il Segretario generale- vogliamo dire stop agli abusi di Equitalia”.
L’Unione Nazionale Consumatori invita tutti i cittadini coinvolti in un contenzioso con Equitalia a segnalare la loro situazione inviando un’email all’indirizzo consulenza@consumatori.it specificando nell’oggetto ‘Gerit-Equitalia’.
Unione Nazionale Consumatori.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

domenica 27 novembre 2011

Epidemie di influenza - vere e finte.

di Roberto Vacca
Un articolo pubblicato oggi da "Il Caffè" di Locarno su epidemie di influenza - vere e finte.

Ho analizzato matematicamente l'andamento di cancro, AIDS e anche della peste (Plague) inglese del 1665 - tutti casi rappresentabili accuratamente con equazioni di Volterra (logistiche a tre valori).
Per l'influenza le cose sono più complicate perché il periodo di massima diffusione della malattia è (con forti variazioni) fra fine novembre e marzo, però le diagnosi sono spesso puramente indiziarie e non virologiche. Quindi non si identificano per la maggioranza dei pazienti i vari ceppi A e B e certi stati morbosi si chiamano genericamente ILI (Influenza Like Illness).
Racconto come alcune ricerche vengano fatte con sondaggi tra i cittadini (poco affidabili) - in Italia il monitoraggio viene fatto più seriamente
(in collaborazione fra Ministero Sanità, Ist.Superiore di Sanità e Centro Interuniversitario di Ricerca sull'Influenza).
Vaccinarsi conviene: non fa male e c'è una buona probabilità (sia pure variabile e incognita) che faccia bene.
Best
Roberto

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA