giovedì 6 ottobre 2011

Addio a Steve Jobs, il più grande innovatore dell'era digitale.

Tutta l'America oggi è in lutto per la perdita di un dei suoi più grandi uomini.
Washington - (Adnkronos/Aki) - Il padre di Apple è morto a soli 56 anni, stroncato da un cancro al pancreas, la malattia contro cui lottava dal 2004. Conosciuto nel mondo come il più grande innovatore dei nostri tempi, a lui si devono l’iPod, l’iTunes, l’iPhone e l’iPad, strumenti che hanno rivoluzionato un’industria intera. Il suo motto: ''Siate folli, siate affamati''. L'omaggio di Apple sul suo sito: ''Abbiamo perso un genio visionario''. In una lettera dell'agosto scorso la rinuncia al comando di Apple. Obama: ''Ha trasformato le nostre vite, ha cambiato il modo in cui ognuno di noi vede il mondo''. Il mondo rende omaggio a Steve Jobs: ''Era l'Edison del nostro tempo''. Zuckerberg: ''Sei stato stato un mentore e un amico''. Bill Gates: ''Mi mancherà immensamente''. La notizia sulle prime pagine. Il saluto su Twitter. Il web ricorda il 'profeta' Steve. Apple, la mela che ha cambiato il mondo. Il parallelo con Olivetti (VIDEO).

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 4 ottobre 2011

Premio giornalistico OIPA - “La ciotola d’argento”.







Rai Radio Televisione Italiana
Sala Arazzi - Viale Mazzini, 14 Roma

Si è tenuta oggi la prima edizione del premio giornalistico “La ciotola d’argento” organizzato dall’OIPA Italia Onlus (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) con il patrocinio del Comune di Roma, del Segretariato Sociale della Rai e con il contributo di Almo Nature.
La suggestiva Sala Arazzi in Viale Mazzini ha fatto da cornice alla consegna di riconoscimenti a testate e giornalisti tv, radio e carta stampata che si sono distinti per aver dato spazio e visibilità a tematiche animaliste. L’evento, condotto dai giornalisti Rai Christiana Ruggeri e Andrea Fusco, ha rappresentato inoltre un importante momento d’incontro tra media, rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell’ordine e del volontariato: attori con ruoli fondamentali nella lotta per la salvaguardia dei diritti animali. Oltre ai riconoscimenti giornalistici sono stati consegnati anche premi speciali ai rappresentanti delle forze dell’ordine che collaborano con i nuclei di guardie zoofile OIPA.
L’OIPA ha scelto di istituire un premio giornalistico per sottolineare l’importanza che i media rivestono nell’informare sui gravi casi di maltrattamento ai danni degli animali, sui disservizi e sulle negligenze degli enti preposti che spesso mettono a rischio il loro benessere, ma anche nel dare indicazioni utili per una serena convivenza uomo-animale. La sensibilità e la preparazione dei giornalisti può dare alle associazioni la possibilità di far conoscere il lavoro e l’impegno dei volontari che ogni giorno salvano migliaia di animali vittime di soprusi, ma anche di coinvolgere l’opinione pubblica nelle battaglie che portano avanti per dare voce a chi non la ha, chiedendo la promulgazione e la modifica di leggi che tutt’ora non sono completamente dalla parte dei più deboli.
“Siamo molto felici di poter premiare chi ha scelto di dare spazio agli animali, al loro mondo e ai maltrattamenti che subiscono quotidianamente a causa dell’uomo – ha commentato Massimo Comparotto, Presidente dell’OIPA Italia Onlus – Il principale obiettivo dell’evento è quello di promuovere la collaborazione tra associazioni, media, istituzioni e forze dell’ordine, perché solo gli interventi congiunti possono fare la differenza. E’ quindi importante mantenere vivo il dialogo, integrando le reciproche competenze al fine di raggiungere l’obiettivo comune: creare una società in cui ci sia rispetto a prescindere dalla specie di appartenenza.”

Premi notiziari televisivi:

· Tg 1 - Roberta Badaloni (Rai 1)
Per la passione e il coraggio nel realizzare servizi di denuncia e sensibilizzazione su importanti tematiche animaliste.

· Tg 2 - Marcello Masi (Rai 2)
Per l’attenzione che da sempre dedica alle news sul mondo animale, rinnovata dalla linea editoriale del direttore Marcello Masi.

· Tg 2 - Premio alla memoria di Emilio Nessi
Per ricordare lo storico collaboratore del Tg 2 che riusciva a far trasparire il suo grande amore e rispetto per gli animali da ogni servizio a loro dedicato.

· Tg 5 - Maria Luisa Cocozza (Canale 5)
Per l’inserimento di una rubrica fissa sugli animali, curata da Maria Luisa Cocozza, al fine di fidelizzare il telespettatore, che percepisce questa finestra informativa come un autorevole punto di riferimento.

· Studio Aperto - Giovanni Toti (Italia 1)
Per la scelta del direttore Giovanni Toti di dare spazio a servizi su casi di cronaca, a lieto fine o meno che hanno per protagonisti i quattro zampe.

· TG 3 Lazio - Maria Grazia Melia (Rai 3)
Per la perseveranza nel ritagliare spazi che raccontino, oltre alla cronaca locale, anche storie di animali.

Premi programmi di approfondimento:

· Nati Liberi - Licia Colò (Rai 3)
Per la diffusione di una corretta cultura animalista attraverso un format televisivo che sottolinea come l’uomo stia danneggiando l’habitat naturale di migliaia di specie.

· Diritti: Altre Voci - Noi e Loro (Rai News)
Per la scelta di dare voce a chi non ha voce e per l’approfondimento dei diritti, spesso negati, degli animali attraverso l’intervento in studio delle associazioni animaliste.

· Striscia la Notizia - Edoardo Stoppa (Canale 5)
Per i coraggiosi servizi di denuncia su gravi casi di maltrattamento in tutta Italia e l’intervento concreto per porre rimedio garantendo il benessere degli animali.

Premi programmi per ragazzi:

· Bau Boys - Marco Berry (Italia 1)
Per l’impegno nel fornire una corretta educazione ai bambini, insegnando a non mostrare indifferenza davanti alla prevaricazione dei diritti animali, ma ad agire in modo concreto, collaborativo e costruttivo.

· Missione Cuccioli - Simone Dalla Valle (DeaKids)
Per l’impegno nell’insegnare ai bambini un corretto approccio con i cani, invitando a non acquistarli ma a salvarli dai canili, responsabilizzandoli a creare un rapporto basato sul rispetto e la conoscenza dell’animale.

Premi quotidiani e testate specializzate:

· Corriere della sera - Paola D’Amico
Per la scelta della direzione di garantire due pagine, con cadenza settimanale, all’interno della cronaca di Milano.

· La Repubblica - Cristina Nadotti
Per l’attenzione riservata alle notizie sul mondo animale, approfondite sia sul quotidiano sia nel blog Animal Mouse ospitato nel portale Repubblica.it e firmato da Cristina Nadotti.

· Il Giornale - Oscar Grazioli
Per la sensibilità alle tematiche animaliste, cifra che contraddistingue la linea editoriale di Vittorio Feltri, e gli appassionati articoli in difesa dei diritti animali di Oscar Grazioli.

· Libero - Marinella Meroni
Per gli articoli di denuncia e riflessione su casi di cronaca e mala gestione ai danni degli animali a firma di Marinella Meroni.

· La Padania - Stefania Piazzo
Per la passione degli articoli dell’animalista Stefania Piazzo, che da sempre versa fiumi di inchiostro in difesa dei diritti animali.

· Corriere.it - Alessandro Sala
Per la scelta di dedicare un’intera sezione del portale al mondo animale: utile strumento per avere un’informazione completa spaziando dalla cronaca locale e internazionale, alle gallery fotografiche per promuovere le adozioni.

· La Stampa.it - Fulvio Cerutti
Per la scelta di dedicare un’intera sezione del portale al mondo animale – La Zampa.it – fornendo utili aggiornamenti sui casi di cronaca, italiani e internazionali, ma anche una vetrina per gli animali in cerca di casa.

· Quattrozampe - Maria Paola Gianni
Per il prodotto editoriale valido e completo, realizzato con l’ausilio di esperti del settore e delle associazioni.

Premi radio:


· Radio 101
Per la serrata e incisiva campagna anti abbandono dell’estate 2011.

· RTL 102.5
Per l’attenzione dimostrata verso le notizie diffuse dalle associazioni, con frequenti spazi dedicati alle loro battaglie e vittorie.

· Radio NumberOne
Per la scelta di dare spazio ai contributi delle associazioni creando una rubrica ad hoc, “Estate a 4 zampe”, oltre che la messa in onda gratuita degli spot anti abbandono.

· Radio Bau
La prima web radio interamente dedicata agli animali, nata grazie alla grande sensibilità di Alberto Hazan, presidente del Gruppo Finelco, e di Davide Cavalieri, ideatore e direttore della radio a quattro zampe.

· Isoradio
Per gli spazi dedicati agli spot contro l’abbandono degli animali sulle strade.

Premi speciali:

· Noi Animali Onlus
Per l’abnegazione e la passione di un network di volontarie che ogni giorno agiscono in prima persona per salvare cani e gatti da situazioni problematiche.

Sono stati inoltre consegnati riconoscimenti ai rappresentanti delle forze dell’ordine che collaborano con i nuclei di guardie zoofile OIPA al fine di reprimere gli illeciti ai danni degli animali:

· Cosimo Piccinno, Generale Brigata - Comandante dei Carabinieri per la tutela della salute (NAS)

· Cristina Avanzo, Vice Questore Aggiunto Forestale - Responsabile NIRDA

· Procura della Repubblica di Roma

· Francesco Tagliente, Questore di Roma - Polizia di Stato

· Massimiliano Panzino, Sovrintendente Polizia di Stato

· Agostino Pinca, Comandante Carabinieri Stazione Gianicolense

Per ulteriori informazioni:
Alessandra Ferrari
Ufficio stampa OIPA Italia
ufficiostampa@oipa.org
Tel. 320 4056710

OIPA Italia Onlus
Organizzazione Internazionale Protezione Animali
ONG affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione dell'ONU
Associazione riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente
(DM del 1/8/2007 pubblicato sulla G.U. n. 196 del 24/8/2007)
via Passerini 18 - 20162 Milano - Tel. 02 6427882 Fax 02 99980650
info@oipa.org - http://www.oipa.org/

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

lunedì 3 ottobre 2011

Garante: tutela dei contribuenti nei rapporti con il Fisco.

di Nicola Santangelo.
Nei rapporti tra contribuenti e Fisco esiste un organo collegiale autonomo, presente presso ogni Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate, il cui obiettivo è quello di tutelare il cittadino nei confronti dell’Amministrazione Finanziaria: il Garante del Contribuente.
Istituito con la legge 212 del 27 luglio 2000, il Garante del Contribuente è composto da tre membri scelti fra notai, magistrati, docenti universitari, dirigenti dell’Amministrazione Finanziaria, ufficiali della Guardia di Finanza a riposo da due anni nonché avvocati, commercialisti o ragionieri anch’essi a riposto da due anni. I loro incarichi hanno durata quinquennale prorogabile senza limitazione alcuna.
Il riferimento alle direzioni regionali o provinciali dell’Agenzia delle Entrate non si deve considerare come una collocazione dell’organo all’interno della struttura della stessa Agenzia né come una sua dipendenza funzionale anche se, in effetti, è compito delle Entrate assicurare al Garante le risorse necessarie al suo funzionamento.
Qualsiasi contribuente che rileva disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, prassi amministrative anomale o irragionevoli ovvero qualsiasi altro comportamento che potrebbe pregiudicare il rapporto di fiducia tra Amministrazione Finanziaria e cittadini, può rivolgersi al Garante presentando una segnalazione per iscritto in carta libera.
Sulla base delle comunicazioni ricevute il Garante del Contribuente presenta una richiesta di chiarimenti agli uffici competenti i quali devono rispondere entro 30 giorni e, nell’eventualità, attiva le procedure di autotutela volta a determinare l’annullamento d’ufficio, totale o parziale, di atti di accertamento o riscossione che risultano illegittimi o infondati. Al termine dell’attività svolta ne comunica l’esito alla Direzione Regionale o al comando di zona della Guardia di Finanza competente, agli organi di controllo e al contribuente che ha presentato la segnalazione.

IL VOSTRO UFFICO STAMPA