sabato 29 gennaio 2011

Egitto nella "bufera".

Caos Egitto, morti e feriti al Cairo Polizia blocca il Nobel El Baradei

Le vittime sarebbero tre e diversi i feriti. Gli agenti hanno impedito a El Baradei di partecipare alla manifestazione a Giza. Manifestanti fanno da scudo al premio Nobel e vengono picchiati dalle forze dell'ordine. Scontri e proteste in tutto il Paese, giornalisti aggrediti e arrestati dalla polizia. Bloccati accesso a internet, cellulari e sms. Interrotti da ieri sera anche Twitter e Facebook.
La tv di Stato egiziana cerca di lanciare messaggi rassicuranti.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Approvata la nuova Macrostruttura del Gruppo Acea

Roma, 25 gennaio 2011 – Il Consiglio di Amministrazione di ACEA S.p.A., presieduto da Giancarlo Cremonesi, si è riunito in data odierna e ha approvato la nuova macrostruttura del Gruppo e l’attribuzione delle relative responsabilità, a far data dal 1° febbraio 2011.
Il nuovo assetto organizzativo trova fondamento nel Piano Strategico Industriale approvato nel Consiglio di Amministrazione del 22 dicembre 2010 e si basa sul rafforzamento del ruolo di governo, indirizzo e controllo della Holding da realizzare sia sull’attuale portafoglio di business, con focalizzazione sulle aree di maggior creazione di valore, sia sullo sviluppo strategico del Gruppo in nuovi business e territori.
Nell’ambito della riorganizzazione sopra indicata, l’Amministratore Delegato, Marco Staderini, conferirà dal 1° febbraio 2011 al Direttore Generale, Paolo Gallo, le deleghe relative alla gestione operativa mantenendo direttamente la responsabilità dello sviluppo strategico del Gruppo.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

giovedì 27 gennaio 2011

Lottare "contro" lottare "PER".

Perché giustificate le nefandezze altrui con quelle di altri, ergendoVi a giudici di cosa sia meglio o peggio? Il vostro Livore, anzi, il vostro Odio (che dimostrate in ogni espressione) non Vi fa onore e Vi fa evidentemente dimenticare che i delinquenti si trovano ovunque, nelle Patrie Galere, tra le Forze dell'Ordine, tra i Politici, tra i Giornalisti, tra i Magistrati e tra tutti i Cittadini, in particolare tra quelli che lottano solo "Contro" e mai "Per". Guardandoci tutti nello specchio dovremmo ricordare che si cresce portando avanti un progetto, un'idea, un sogno e non certo "distruggendo l'odiato nemico". Mi state facendo rimpiangere il passato. :-(

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

mercoledì 26 gennaio 2011

La sfiducia non passa alla Camera: Ministro Bondi 'salvo' per 22 voti.

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio, ore 19:30
Roma - (Adnkronos/Ign) - A favore della sfiducia hanno votato in 292, contro si sono espressi 314 deputati. In aula 'evocati' Ezra Pound e Checco Zalone. Umberto Bossi: ''E' Fini che deve dimettersi''. Federalismo, il no del Terzo Polo. Il Senatur: ''Accordi solo con chi lo vota''. Prestigiacomo: ''Al voto solo se mancano i numeri per le riforme''. A Roma i documenti sulla casa di Montecarlo. Lettera con stella a cinque punte per la Santanchè. Sondaggio Tecnè: da dicembre a gennaio Pdl giù 2 punti, Pd sopra 28%

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Montecitorio - Camera

Manifestazione di questo pomeriggio.

Una novità importante per gli studi professionali introdotta dal nuovo C.A.D.

Studi professionali: da oggi la PEC ha valore giuridico
di Noemi Ricci
Martedì 25 gennaio 2011
Atti e documenti inviati tramite PEC hanno lo stesso valore legale e giuridico di quelli inviati in formato cartaceo. Una novità importante per gli studi professionali introdotta dal nuovo Cad.
In vigore le ultime novità sulla Posta Elettronica Certificata: da oggi, martedì 25 gennaio, diventa ufficiale la completa equiparazione tra atto notificato via posta ordinaria o PEC (trasmissione del documento informatico). Lo prevede il nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD) dopo le modifiche introdotte dal decreto legislativo 235/2010.
Un'opportunità per gli studi professionali che potranno rendere effettive azioni legali, ricorsi o impugnazioni inviando l'atto di controparte tramite casella di posta certificata, a tutto vantaggio di costi e tempistiche.
La casella PEC, infatti, è capace di attestare legalmente l'avvenuta ricezione in termini di data e ora di trasmissione, tra l'altro opponibili ai terzi se realizzate secondo le disposizioni del Dpr 68/2005.
Atti, documenti e fatture, possono quindi essere inviati telematicamente preservando la propria rilevanza processuale e il valore legale e giuridico, in tutto e per tutto pari a quelli riconosciuti se trasmessi a mezzo raccomandata o tramite ufficiale giudiziario.
Dal punto di vista della ricezione della posta certificata, i benefici consistono nella possibilità di mettere in atto la conservazione sostitutiva, risparmiando ancora una volta tempo e costi legati alla gestione e al reperimento delle informazioni.
Vantaggi che i dottori commercialisti, ad esempio, possono sfruttare per realizzare un processo gestionale interno di conservazione a norma dei documenti contabili e fiscali dei clienti che, se certificato da un conservatore accreditato presso DigitPa (articoli 44 e 44-bis del nuovo CAD) garantiranno una maggiore valenza probatoria ai documenti conservati nei confronti dell'Agenzia delle Entrate.
Ricordiamo infine che l'articolo 16, commi da 6 a 11, del decreto legge 185/2008 prevede l'obbligo per imprese, professionisti iscritti agli albi e pubbliche amministrazioni di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata. L'elenco degli indirizzi Pec è disponibile per la consultazione in maniera libera e senza oneri.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Non sono né sgomento né turbato, io.

Dal Quotidiano "IL LEGNO STORTO"
di Nicolò Vergata
Martedì 25 gennaio 2011
Sarò una pecora nera ma io per il caso Ruby non mi sento né sgomento né turbato. Aspetto le prove come chiunque, rispettoso delle garanzie costituzionali, dovrebbe attenersi.
Mi sono, invece, sentito "sgomento" e "turbato" quando ho visto i vari leaders della sinistra italiana andare all'estero con l'unico scopo di sputtanare l'Italia; quando ho letto il paginone di un giornale estero comprato da Di Pietro per lo stesso motivo; quando ho sentito l'aula parlamentare impunemente risuonare per gli insulti dell'ex P.M. al Capo di Governo eletto dal popolo sovrano; quando leggo o ascolto clamorose falsità su di lui; quando assisto ai numerosi filmati di Striscia che documentano mani di preti infilarsi nelle mutandine di minorenni parrocchiane; quando vedo le iperfaziose trasmissioni di Santoro, Floris, Gad Lerner, le vignette di Vauro, la pseudosatira di sinistra, gli assalti vandalici alle città da parte di gi ovani strumentalizzati dalla opposizione; quando assisto ai più vili e subdoli attacchi della sinistra al Governo pur di ritornare al potere, anche in modo antidemocratico; quando ho visto ex terroristi chiamati al Parlamento durante i suoi numerosi governi; quando criminali come Cesare Battisti e Achille Lollo se la fanno franca coperti dall'ala "democratica" ; quando considero la veemenza degli anatemi del Cardinal Bagnasco per un caso singolo tutto sommato risibile e tutto da verificare, in confronto con la timidezza nel difendere i cristiani, sistematicamente trucidati nel medio oriente ad opera di fondamentalisti islamici…

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

martedì 25 gennaio 2011

Registro Pubblico delle Opposizioni.

Le nuove regole del Marketing Telefonico.
(Decreto del Presidente della Repubblica n°178/2010)
Finalmente sta divenendo operativo con la gestione affidata alla Fondazione Ugo Bordoni.

A partire dal 31 gennaio 2011 gli intestatari della linea telefonica potranno:

  • iscriversi al Registro delle Opposizioni, mediante cinque modalità: modulo elettronico sul sito web, posta elettronica, telefonata, lettera raccomandata e fax;
  • aggiornare i dati; 
  • revocare l'iscrizione; 
Si ricorda che l’iscrizione al Registro delle Opposizioni è:
  • dedicata esclusivamente agli abbonati la cui numerazione è presente all’interno di elenchi telefonici pubblici; 
  • gratuita; 
  • a tempo indeterminato e revocabile senza alcuna limitazione;
  • sicura e protetta contro l'accesso abusivo, l'accesso ai dati forniti dall’abbonato sarà effettuato solo per finalità ispettive da parte del Garante per la Protezione dei Dati Personali o dell'Autorità Giudiziaria;
La Storia
Ugo Bordoni nacque a Roma nel 1884. A soli 22 anni si laureò in Ingegneria presso I'Universita di Roma.

Nel 1923 fu chiamato alla cattedra di Fisica Tecnica. Si dedicò allo studio della Termotecnica, della Termodinamica e dell'Acustica.
La sua attività di Ricercatore e Maestro è documentata in centinaia di pubblicazioni.

All'inizio degli anni '30 si dedico allo sviluppo del Settore Telefonico. All'atto della costituzione della STET ne fu nominato Presidente e conservò tale carica fino alla morte, avvenuta nel 1952.

La viva stima di cui Ugo Bordoni aveva largamente goduto in vita indusse il Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni a intitolare a suo nome la Fondazione che si stava costituendo per svolgere ricerca scientifica nel campo delle Telecomunicazioni.
La Fondazione Ugo Bordoni fu eretta in Ente Morale nel 1952.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

lunedì 24 gennaio 2011

Solo per Ricordare di Inserire il Cervello prima di Attivare la Bocca !

Il Tuo Cristo è Ebreo e la Tua Democrazia è Greca. La Tua Scrittura è Latina, e i Tuoi Numeri Indiani/Arabi.
La Tua Auto è Giapponese. Il Tuo Caffè è Brasiliano. Il Tuo Orologio è Svizzero e il Tuo Walkman è Coreano. La Tua Pizza è Italiana e la Tua Camicia Hawaiana. Le Tue Vacanze sono Turche, Tunisine o Marocchine.
Cittadino del Mondo, non Rimproverare al Tuo Vicino di Essere Straniero.!

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Come uscire dalla crisi.

"Bisogna allentare la pressione fiscale, le imprese non lo sopportano. Il peso è enormemente aumentato e i redditi sono diminuiti. Qualcosa non quadra". E' quanto ha detto il presidente di Confcommercio Roma e Lazio Cesare Pambianchi durante il convegno di Federlazio “Dalla crisi al progetto. Per un'economia dello sviluppo" svoltosi il 18 gennaio a Roma.
Secondo il Presidente di Federlazio Maurizio Flammini, “dobbiamo dare una risposta all'assoluta necessità del nostro tessuto di imprese di restare ancorato al mercato, di non farsi spazzare via dalla crisi, di creare delle opportunità concrete di rilancio e di rimessa in moto della macchina economica, proprio per evitare che i programmi di lungo periodo, pur sempre indispensabili, non si trovino davanti, alla fine del periodo, un tessuto imprenditoriale decimato e strutturalmente indebolito".
“L'amministrazione pubblica - ha continuato - deve tornare a dare impulso all'economia anche nel suo ruolo di soggetto di domanda. La modernizzazione della P.A. e del sistema infrastrutturale deve tornare a essere un processo perseguito non a corrente alternata ma con decisione, sia per innalzare il livello di qualità sistemica, sia perché essa rappresenta una domanda per imprese e lavoratori e una scossa per l'economia".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

domenica 23 gennaio 2011

Unione Nazionale Giudici di Pace

CONVEGNO - CONFERENZA SUL TEMA
“RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI PACE TRA LEGALITA’ ED EFFICIENZA”
Mercoledì 26 gennaio, dalle h. 09:30 alle h. 18:00, in Via Varisco 3-5,
presso la Sala Conferenze della Corte di Appello di Roma si terrà un Convegno - Conferenza sul tema:
“Riforma della Giustizia di Pace, tra legalità ed efficienza”.
Interverranno e parteciperanno alte cariche istituzionali ed autorevoli esponenti politici
di maggioranza ed opposizione.
Nei prossimi giorni divulgheremo il manifesto dettagliato dell’evento.
Con preghiera della massima diffusione fra i colleghi e gli operatori del diritto.

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA