domenica 1 maggio 2011

IN FIAMME L'AMBASCIATA ITALIANA A TRIPOLI

AGI) - Algeri, 1 mag. - L'ambasciata italiana a Tripoli e' stata incendiata. Lo ha riferito alla Reuters un testimone. "E' stata data alle fiamme", ha raccontato, "vedo da qui il fumo".
La missione diplomatica italiana, come altre occidentali, e' vuota dal giorno dopo il voto con cui il Consiglio di sicurezza dell'Onu diede il via all'operazione militare. Il Foreign Office sta verificando le notizie secondo cui anche la missione diplomatica britannica sarebbe stata bruciata.
La Farnesina ha confermato la notizia. "Stamattina", si legge in una nota, "si sono verificati attacchi vandalici contro gli edifici di alcune ambasciate straniere a Tripoli, tra cui anche l'ambasciata d'Italia. Nel condannare fortemente queste gravi e vili azioni si rileva che il regime di Gheddafi, nel mancare di assicurare la necessaria protezione alle missioni diplomatiche straniere a Tripoli, e' venuto meno ancora una volta ai propri elementari obblighi internazionali".
"Queste posizioni", prosegue la nota, "sono state rappresentate alle autorita' di Tripoli attraverso l'ambasciata turca che cura temporaneamente gli interessi italiani nella capitale libica. Gli attacchi contro gli edifici della nostra ambasciata non indeboliranno la determinazione dell'Italia a continuare la propria azione, insieme agli altri partners, a difesa della popolazione civile libica in ottemperanza alla risoluzione 1973 delle Nazioni Unite".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.