giovedì 25 novembre 2010

Il cyberbullismo è un reato. Polizia postale Roma, 23 novembre 2010

Pensiero per un ricordo.

Questo l'ho copiato ma non cito la fonte per non influenzarVi politicamente.
"Non ho voglia di vivere a lungo. Quello che potevo fare di buono l’ho già fatto:... ho seminato fede e speranza per tanti anni. Ho esortato al coraggio e alla pazienza un popolo che, se avesse avuto pazienza e coraggio, non sarebbe finito così male. Ho diffuso amore per idee buone e semplici. Di più non potrò mai fare. Ed è bene che uomini come me non raggiungano il successo. Degli uomini come me si deve poter dire: era fatto per i tempi duri e difficili, era fatto per seminare e non per raccogliere, era fatto per dare e non per prendere. Vorrei tanto che, quando non ci sarò più, si dicesse di me quello che Dante disse di Virgilio: facesti come colui che cammina di notte, e porta un lume dietro di sé, e con quel lume non aiuta se stesso. Egli cammina al buio, si apre la strada nel buio ma dietro di sé illumina gli altri".

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

La Federazione italiana vignaioli indipendenti dichiara battaglia all’etilometro.

Riceviamo e pubblichiamo questa nota della Fivi, la Federazione italiana dei vignaioli indipendenti, che si dichiara di avere "pronta una denuncia sulla inaffidabilità dell’etilometro, in uso alle Forze dell’Ordine, da inviare al Ministero dei Trasporti".
Di seguito il comunicato.
Costantino Charrère, presidente della Fivi, Federazione italiana vignaioli indipendenti, è sulle barricate da settembre come promotore della battaglia contro l’etilometro, dal 13 novembre diventato obbligatorio (sotto forma di “precursore alcolemico”) anche per i locali che somministrano alcolici dopo la mezzanotte.
Dopo la conferenza stampa di settembre che ha puntato i riflettori ufficialmente sull'inaffidabilità dell’etilometro, la Federazione intende proseguire con forza la sua battaglia contro il Draeger 7110 MK – strumento in dotazione alle Forze dell’Ordine per i controlli su strada - non idoneo a svolgere il compito per cui è stato introdotto, ossia il livello della concentrazione di alcol etilico nel sangue.
“Per sostenere scientificamente la nostra battaglia, ci siamo rivolti ad un luminare come Michael Hlastala, professore emerito in Fisiologia, Biofisica e Medicina dell’Università dello Stato di Washington – prosegue Costantino Charrère – la cui analisi ha sottolineato le imprecisioni legate all'uso dell’etilometro e all’inadeguatezza di questo strumento per la rilevazione dello stato di ebrezza ”.
Oggi, dopo l’introduzione di questo strumento, chi subisce l’attacco più pesante è il vino, considerato più pericoloso della stessa droga e di altre cause, prima fra tutte l’alta velocità. Ecco perché è pronta una denuncia da inviare ala Ministero dei Trasporti per fare chiarezza sui dati e le statistiche sugli incidenti della strada, in modo che il vino possa avere una giusta collocazione nell’incidenza delle sciagure stradali e non continuare ad essere visto come un capro espiatorio.
Per ribadire gli intenti della Federazione, il professor Hlastala sarà presente al prossimo Boroli Wine Forum che si terrà il prossimo 26 novembre presso la Cantina La Brunella di Castiglione Falletto (Cuneo).

martedì 23 novembre 2010

Finalmente Amazon è in Italia

Alessandro Manuali nel Firmamento della Grande Musica !



Alessandro Manuali, nato a Roma, è un conduttore di formazione classica con una formazione approfondita in diversi settori della musica, tra cui pianoforte, voce, e la composizione. Attualmente è attivo come direttore d'orchestra e maestro del coro compreso il lavoro sia con cori di bambini e adulti.
La sua vita musicale inizia durante l'infanzia, tra cui cantare in coro dei bambini di La Bohème a Santa Cecilia Accademia Nazionale sotto la direzione di Leonard Bernstein (registrata da Deutsche Grammophon). Ha studiato a Santa Cecilia Accademia Nazionale di Roma, Università Commerciale Bocconi di Milano e Istituto di Bard Condurre a New York. Durante i suoi studi presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, si è formato in voce e direzione di coro dal viennese Prof. Norbert Balatsch, maestro del coro del Festival di Bayreuth e alla Staatsoper di Vienna. In Bard Istituto di Conduzione di Leon Botstein (presidente della American Symphony) Apo Hsu, Harold Faberman, Lawrence Golan, Eduardo Navega e Raymond Harvey.
Oltre alle sue opere di laurea, Manuali stato mentore dal Gran Maestro Carlo Maria Giulini. Sotto la sua supervisione, Manuali ottenuto recensioni entusiastiche per le sue performance della Stabat Mater di Rossini e L'Italiana in Algeri in Italia, Malta e Spagna.
Ha goduto di una recente collaborazione di successo con California State University, Northridge, a Los Angeles per la produzione di "Le Nozze di Figaro" di Mozart. Nel 2004-2005 ha diretto la New Philarmonia Orchestra e Coro, Colosseo Orchestra Sinfonica di Roma e Opera Mediterraneo conducendo numerosi concerti di Pasqua nella Basilica di Sant'Ignazio a Roma.
Nel 2003 Alessandro Manuali stato invitato dalla vedova di Giuseppe Sinopoli per condurre e registrare con l'Orchestra da Camera dell'Accademia Filarmonica Romana (Firmamenta Recordings) alcune composizioni di musica da camera dal compianto Maestro. I critici definiscono la sua interpretazione come "speciale e geniale."
Ha inciso anche con i record della NBB, in collaborazione con "Roma Tre Università", un programma musicale speciale dedicato alla musica di Hindemith, Linde e Montag. Alessandro Manuali allo stesso tempo ha collaborato come assistente musicale al Direttore Artistico di Santa Cecilia dell'Accademia Nazionale di Roma e Teatro Lirico Nazionale di Sassari, nella pianificazione e la gestione del Sinfonica e Musica da Camera Stagione, e gestire la programmazione speciale di musica. 

Il Sito: www.alessandromanuali.com

www.studiostampa.com