martedì 5 gennaio 2010

Solo l'inizio di un articolo AGGHIACCIANTE !

Articolo Completo
Ieri, nel corso della trasmissione di Rai Tre condotta da Lucia Annunziata, In mezz'ora, Stefania Craxi ha letto tre righe tratte dalla sentenza della VI sezione penale della Cassazione sul caso Enimont:............

di Giorgio Stracquadanio

.....“si può dare anche atto a Craxi che in questo processo non è risultato né che abbia sollecitato contributi al suo partito né che ne abbia ricevuti a sue mani. Ma queste circostanze – che forse potrebbero avere un qualche valore da un punto di vista, per così dire, estetico – nulla significano ai fini dell'accertamento della responsabilità penale”.

Tre righe agghiaccianti che, da sole, costituiscono la prova provata del fatto che l'operazione Mani Pulite sia stata un'operazione politica che nulla ha a che vedere con il diritto penale e con le fondamenta di una società libera e di uno Stato di diritto.

Secondo i magistrati più titolati, quelli di Cassazione, non importa nulla se Craxi ha chiesto denari o ne ha ricevuti in cambio di leggi (questa l'accusa del processo Enimont). Quello che conta è che denari sono transitati dall'Enimont ai partiti e, per quel solo motivo, Craxi – in quanto segretario di partito e di partito di governo, è penalmente (non politicamente, si badi) responsabile.

- omissis -

domenica 3 gennaio 2010

Pensieri & Politca

Noi riteniamo che oggi l'occidente cattolico sia moralmente superiore all'oriente musulmano; perché l'occidente accetta i Musulmani e le loro Moschee (addirittura contribuendo), mentre in quei Paesi non si riesce ad avere la libertà di Religione e di Pensiero (in alcuni non è possibile costruire Chiese) pertanto difenderemo sempre l'odierna Libertà di Pensiero (ho precisato odierna altrimenti trovo subito chi passa a ricordarmi le Crociate ed i cattolici cannibali), MAI difenderemo la libertà di odiare, l'odio distrugge ed il Mondo ha bisogno di persone che costruiscano. Ovviamente il pensiero non cambia all'interno della nostra Patria, TUTTI debbono essere rappresentati e difesi e TUTTI debbono potersi esprimere liberamente ma senza infrangere le Leggi e senza incitamento all'odio. I cortei, le manifestazioni, i raduni, ci vedrebbero sempre in prima fila, se fossero propositivi, organizzati PER qualcosa, per costruire la Pace ed il Benessere, nel rispetto dell'ambiente e delle persone, mentre siamo costretti a vedere sempre e solo cortei CONTRO, infarciti di bandiere rosse e tesi all'abbattimento degli altri, considerati sempre un nemico da distruggere e mai un avversario che la pensa diversamente.
Nella Democrazia il Popolo Sovrano (se lo fanno votare) elegge i suoi governanti e li cambia con le elezioni, se non si ritiene soddisfatto, non li abbatte con i cortei, gli attacchi personali ed i magistrati di opposizione.