lunedì 27 dicembre 2010

Evviva ancora non hanno mandato un Killer ad uccidermi !

AceaElectrabel - Giancarlo Bertollini.
Questo pomeriggio ho trovato l'avviso di Mora con la diffida ad effettuare il pagamento entro cinque giorni, di una bolletta "FOLLE" (che ho provveduto a contestare per tempo) pena il distacco della fornitura. La lettera è datata 14/12/2010 ed è pervenuta oggi 27/12/2010 con la busta, come per tutti gli Enti, priva di Timbro Postale; ho provveduto, ricorrendo a ... ... ... , a pagare immediatamente per evitare ulteriori aggravi ed inviando Fax della Ricevuta, nonostante avessi richiesto spiegazioni reiteratamente ed in subordine la rateizzazione, tutto senza risposta. A quando un controllo SERIO su: ACEA - TELECOM - ecc. Tutti gli Enti Fornitori scrivono DA SEMPRE ! agli Utenti, che prendono in giro da anni chiamandoli Clienti (sic), in busta priva di data e Timbro Postale e spesso la comunicazione contenuta è datata anche mesi prima. Basta ! Basta ! Basta !

Qui trovate la Comunicazione Iniziale !

IL VOSTRO UFFICIO STAMPA

1 commento:

  1. Oltre ogni livello di RIDICOLO ! Nel secondo semestre del 2010 ho contestato una Bolletta "Folle" di €.1.728,74 -
    Qualche giorno fa ho ricevuto la Nota Credito con Assegno Allegato di ben 6,77 Euro -
    Subito dopo aver SALDATO la mostruosità richiestami, sono passato ad ENI Gas e Luce. Bene gli importi sono ancora raddoppiati (di colpo) ed alle mie rimostranze segnalando che forse i contatori elettronici "Cinesi?" non sono omologati CE e che forse dovrebbero dimostrarsi più disponibili ad ascoltare i clienti, risultato, il Gas ha l'addebito automatico e continuano a prendere quello che vogliono mentre la Luce, che non ha addebito, mi sono ben guardato dal saldarla ed ora mi ritrovo con la loro società di recupero crediti che mi minaccia e non vogliono sentire ragioni ne controllare la qualità del contatore !!!

    RispondiElimina

Ogni commento costruttivo è gradito, ovviamente tutto quello che, a nostro insindacabile giudizio, verrà ritenuto non in linea col dovuto rispetto per gli altri, sarà eliminato.